La sfida con la Reggina finisce 4 a 0 per i rossoblù. Grande risultato che proietta i ragazzi di Ranieri verso la parte alta della classifica. Di seguito le pagelle.

Radunovic 7nel primo tempo salva il vantaggio opponendosi col corpo alla conclusione ravvicinata di Canotto, si ripete nella ripresa con alcuni interventi decisivi

Zappa 7 soffre un po’ Rivas nella prima mezz’ora, poi ne prende bene le misure. Molto preciso nella ripresa in copertura, nei disimpegni e trova persino il suo secondo gol consecutivo.

Dossena 6,5  come sempre attento e padrone delle palle alte, unica sofferenza, la velocità degli attaccanti avversari negli inserimenti.

77° Barreca 6 fa quello per cui è entrato, filtra in fascia e cerca di uscire.

Obert 6,5 chiamato poco in causa nella sua zona di competenza che pulisce senza troppi affanni, spostato più centrale coi cambi di Ranieri, non sbaglia un intervento.

Azzi 7 fa bene quello che sa fare meglio, porta palla, mette cross molto interessanti, cerca pure di liberarsi per concludere, e in uno di questi tentativi trova il rigore.

69° Kourfalidis 7 entra e non sbaglia un colpo, sia difendendo che negli inserimenti. In poco tempo tocca una quantità enorme di palloni.

Nandez 6 inizia in sordina, poi cresce. In fase difensiva anche lui soffre un po’ Rivas sul quale si trova spesso a raddoppiare. Non una delle sue migliori prestazioni, ma comunque positiva.

69° Altare 6,5 anche lui entra e svolge i propri compiti senza faticare più di tanto.

Makoumbou 6,5 perde all’inizio un pallone che di solito non perde (anche se a strapparglielo è stato un certo Menez), poi distribuisce fosforo e grinta in tutto il centrocampo.

69° Deiola 6 ritrova un po’ di minutaggio dopo l’infortunio, porta la sua ben nota diligenza tattica dando equilibrio. Qualche errore tecnico senza conseguenze.

Lella 6,5 bravo a fare filtro, non disdegna gli inserimenti. Tanta quantità, finisce stremato.

Mancosu  6,5 primo tempo di poca quantità e di buona qualità, cresce nel secondo, mostrando una discreta condizione. Torna a proporsi come rigorista senza sbagliare.

Prelec 6 costringe la difesa avversaria a dedicargli risorse alleggerendo Lapadula.

59° Millico 6 Ranieri lo fa entrare per cercare il contropiede, pur dandosi da fare non ne innesca molti.

Lapadula 8 il primo tempo è suo con la seconda doppietta consecutiva, nel secondo apre tanti spazi e trova l’assist  del 4-0.

Ranieri 9 schiera formazione e modulo che al momento han pagato di più, azzecca tutti i cambi e sfata due tabù in un colpo solo, il Cagliari non aveva mai vinto in casa della Reggina e non vinceva in trasferta da Benevento.

Ora la squadra è davvero compatta, gioca senza paura e correndo pochi rischi. L’attacco, con otto goal in due partite sembra non essere il reparto più in difficoltà.

Partendo dal sistemare la difesa, a poco a poco ha fatto lo stesso con ogni reparto.

Massimiliano Hellies