Banner Athlon

Eolico in mare. Due nuove richieste di concessione demaniale, opposizione della deputata Lapia

“Nelle ultime ore, presso gli uffici del demanio della Capitaneria di Porto di Olbia, sono state depositate due nuove richieste di concessione demaniale per l’installazione di altrettanti mega parchi eolici nel mare antistante la costa nordorientale della Sardegna. Per la precisione i due impianti, progettati a cura dalle società “Zefiro Vento S.r.l.” e “Nurax Wind Power S.r.l.”, sorgeranno a largo delle coste del Comune di Olbia, per un totale complessivo di ben 243 pale eoliche che, sommate a quelle del progetto promosso dalla società “Tibula Energia”, ammontano a ben 308 pale eoliche che a breve potrebbero essere tutte posizionate nel mare nordorientale della nostra isola”.

Lo annuncia la deputata Mara Lapia che, dopo aver presentato opposizione con osservazioni al progetto avanzato dalla società Tibula Energia e aver avviato una raccolta firme contro quello che definisce essere un vero e proprio “assalto alle coste della Sardegna”, si dice pronta a fare altrettanto con i nuovi due progetti di costruzione dei mega impianti eolici in mare.

“Per questo motivo – precisa la parlamentare sarda – domani mattina, alle ore 10, mi recherò personalmente presso gli uffici del demanio della Capitaneria di Porto di Olbia, per depositare i ricorsi di opposizione, con le dovute osservazioni, nei confronti delle due nuove richieste di concessione demaniale che vedono il posizionamento di ben 210 aerogeneratori a 20 chilometri dalla costa (progetto Zefiro Vento) e di 33 aerogeneratori a 35 chilometri dalla costa (progetto Nurax Wind Power). Sono progetti – spiega la deputata Lapia – che rischiano seriamente di alterare e compromettere il nostro paesaggio, la nostra economia e le attività importanti come la pesca ed il turismo che garantiscono ai nostri territori lavoro e guadagno. Di tutta questa energia prodotta, invece, resterà zero alla Sardegna, come zero saranno i posti di lavoro che si creeranno, rendendo la nostra isola la “batteria” del Paese a spese della nostra terra”.

La parlamentare, inoltre, ha annunciato la presentazione di una nuova interrogazione parlamentare urgente, in cui chiederà al Governo e ai ministeri competenti di fermare i progetti, tenenendo conto delle eccezioni che saranno riportate nelle istanze di opposizione: “le nostra coste – ha concluso la deputata – rischiano di non avere più, di qui a breve tempo, un orizzonte da guardare ma solo centinaia di pale eoliche che non daranno alcun beneficio ai sardi”.

Meteo. Continua l'allerta per le ondate di calore

Il caldo insistente che sta caratterizzando il mese di giugno continuerà ancora per qualche giorno. Il Ministero della Salute ha infatti portato al livello 3, per le giornate da martedì 28 a giovedì 30 giugno 2022 l’Allerta per le ondate di calore che interesseranno anche Cagliari. In particolare, il codice di allerta di livello 3, caratterizzato dal colore rosso, prevede temperature che andranno dai 26°C ai 37°C. Il sistema di allarme del Ministero è finalizzato alla prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione. Con l’Allerta al livello 3 (colore rosso) si parla di Ondata di Calore, con condizioni ad elevato rischio che persistono per tre o più giorni consecutivi, In questa situazione, i servizi sanitari e sociali sono in fase di allerta.

Sanità. La Cardiologia Pediatrica dell'Arnas G. Brotzu compie 30 anni

La cardiologia pediatrica dell’Azienda di rilievo nazionale e alta specializzazione (Arnas) G. Brotzu compie trent’anni. Tutto ha inizio nel 1992, quando l’allora direttore della cardiochirurgia, Valentino Martelli, costituì un gruppo operativo composto da cardiochirurghi, cardioanestesisti e cardiologi. L’attività, svolta dapprima come ambulatoriale, cresce fino alla nascita, nel 1998, della struttura semplice all’interno del reparto di pediatria, per poi diventare struttura dipartimentale autonoma, nel 2002, con personale e spazi dedicati, e infine struttura complessa, nel 2013. I trent’anni d’attività di cardiologia pediatrica del Brotzu sono stati celebrati questa mattina in occasione di un incontro all’ospedale San Michele, al quale ha partecipato l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu. Oggi la struttura complessa svolge circa seimila controlli l’anno e duemila nuove prime valutazioni, a cui si aggiungono cinquecento indagini prenatali sulla funzione cardiaca del feto, possibili già a partire dalla dodicesima settimana di gestazione, e ottanta procedure interventistiche e diagnostiche invasive. In crescita il numero delle tipologie di prestazioni. A partire dall’anno in corso il reparto ha introdotto le procedure di eco doppler transcranico (previste 50 prestazioni l’anno) e la valutazione funzionale, prova da sforzo, test cardiopolmonare (previste 200 prestazioni l’anno). Ai piccoli pazienti inoltre è rivolta anche l’attività di supporto psicologico e pet therapy.

Coronavirus. Aggiornamento del 26 giugno: 1.252 nuovi positivi, 5 decessi

Sono 1.252 gli ulteriori casi confermati di positività al Covid-19. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 5.019 tamponi. Si registrano purtroppo altri 5 decessi: un uomo di 83 anni e due donne di 80 e 91, residenti nella provincia di Oristano; un uomo di 88 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna, e un uomo di 94 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari. Rimane stabile a 7 il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, mentre aumenta a 106 quello delle persone ricoverate in area medica. Ancora in aumento il numero degli isolamenti domiciliari, ad oggi 20.583.

Cagliari. Sequestrati quasi 100.000 kg di prodotti energetici e un deposito commerciale di oltre 8.000 m2

La Guardia di Finanza, Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Cagliari, nel corso di un controllo avviato nel comparto delle accise sui prodotti energetici, ha proceduto al sequestro preventivo di un intero deposito commerciale avente una capacità di stoccaggio di oltre 2.000 metri cubi, contenente 22.900 litri di gasolio (pari a 19.000 kg) e 78.000 kg di oli combustibili e lubrificanti. Prodotti risultati immagazzinati in assenza del prescritto certificato di prevenzione incendi, come previsto dalla normativa di settore per i prodotti energetici che, per consistenza, impiego e quantità, risultano altamente infiammabili o esplodenti. Di fatto, i controlli effettuati dai militari delle Fiamme Gialle hanno fatto emergere l'assenza della documentazione obbligatoria ad evidenza delle misure tecniche, adottate dal titolare dell'azienda, per la prevenzione dei citati pericoli. Per questo motivo il rappresentante legale della società interessata é stato segnalato alla competente Autorità Giudiziaria per la violazione dell’articolo 20 del D,Lgs. 139/06 (sanzioni penali e sospensione dell’attività) ed articolo 55 (sanzioni per il datore di lavoro e il dirigente) del D.Lgs. 81/08 (Testo Unico Sicurezza sul lavoro). L’attività condotta dalla Guardia di Finanza, si inserisce nell'ambito di un piano di intensificazione degli interventi volti a vigilare sull’andamento dei prezzi di vendita al pubblico di tali prodotti, così come sui prezzi praticati lungo l’intera filiera della distribuzione commerciale.

Agricoltura. PSR 2023 - 2027, in arrivo 820 mln di euro

Alla Sardegna andranno 820 milioni di euro per finanziare il Programma di sviluppo rurale 2023-2027. Ad annunciarlo é l’assessore regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, che fa il punto sulla ripartizione dei fondi assegnati alle Regioni secondo quanto previsto dall’intesa raggiunta in Conferenza Stato-Regioni il 21 giugno scorso.

“Con il nuovo riparto – spiega l’assessore Murgia – è stata stabilita un’equa suddivisione tra le Regioni con l’introduzione di parametri oggettivi che tengono conto delle diverse realtà territoriali. Rispetto a una prima proposta che assegnava alla Sardegna circa 740 milioni di euro siamo riusciti a ottenere maggiori risorse dopo una lunga negoziazione. Va rappresentato che la dotazione del Feasr a livello europeo si è ridotta e conseguentemente tutti i programmi nazionali e regionali hanno meno risorse a disposizione. Inoltre la comparazione con la precedente programmazione deve tener conto del fatto che per effetto dello slittamento di un biennio nell’attuazione della nuova programmazione, quella che ora si sta avviando ha una durata di soli cinque anni”.

Cagliari. Celebrazioni per il 248° compleanno della Guardia di Finanza

Una location d’eccezione per celebrare il 248° anniversario della Fondazione della Guardia di Finanza. Giovedì pomeriggio il Molo Ichnusa, vestito a festa, ha ospitato una nutrita rappresentanza di militari appartenenti alla componente marittima, terrestre e aerea delle Fiamme Gialle operanti in Sardegna. Insieme a loro numerose autorità civili, militari e religiose, tutti riuniti per festeggiare il compleanno del Corpo, ma anche per fare un bilancio dei risultati di servizio conseguiti in Sardegna dal 1° gennaio 2021 al 31 maggio 2022.

A parlare con una selezionata rappresentanza di giornalisti, a bordo del Guardiacoste “Vice Brigadiere De Falco”, è il Generale di Divisione Gioacchino Angeloni, Comandante Regionale. Dopo aver esternato i propri ringraziamenti all’Autorità Portuale di Cagliari e al Team Luna Rossa per l’ospitalità offerta, il Generale Angeloni evidenzia le principali attività che hanno visto coinvolti gli uomini e le donne della Guardia di Finanza nel contrasto alla criminalità e a tutela di cittadini e imprese.

In particolare nel 2021 e nei primi cinque mesi del 2022 sono stati eseguiti oltre 29 mila interventi ispettivi e oltre 2 mila indagini per contrastare gli illeciti economico – finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell’economia. Un impegno “a tutto campo”- come sottolineato dal Generale - reso possibile grazie al lavoro costante e all’abnegazione di tutte le risorse a disposizione, impegno che non è venuto meno neanche durante il difficile periodo del lockdown.

Contrasto delle frodi sui crediti d’imposta e dell’evasione fiscale, tutela della spesa pubblica, contrasto della criminalità organizzata ed economico – finanziaria, ma anche operazioni di soccorso e concorso nei servizi di ordine e sicurezza pubblica. Sono queste le aree di intervento che hanno impegnato i finanzieri in terra sarda, portando a risultati di grande rilievo. Tutto questo senza trascurare le innumerevoli attività finalizzate a potenziare la comunicazione verso l’esterno, considerata di fondamentale importanza per una migliore sensibilizzazione della collettività verso comportamenti virtuosi. orientati al rispetto delle regole.

E tra gli impegni per l’immediato futuro, quello della prevenzione e repressione dei temuti tentativi di sperpero dei fondi del PNRR, fondamentali per dare slancio all’economia reale e favorire l’occupazione giovanile. Al termine della parte istituzionale, la serata di festa è proseguita con il rinfresco che ha coinvolto tutti i presenti.

Cagliari. Violenza privata, minacce e truffa: denunciate tre persone

Gli accertamenti svolti dagli agenti della Squadra volante, chiamati da un cittadino aggredito da tre uomini di origini romene, ha portato alla scoperta di un'altra truffa che vede protagonisti proprio i tre aggressori. E' accaduto a Calamosca, dove i tre uomini hanno aggredito verbalmente un cittadino, accusandolo di aver rubato loro i telefoni cellulari. Quest'ultimo ha chiamato le forze dell'ordine che una volta in loco hanno verificato l'insussistenza dell'accusa e, a seguito di ulteriori accertamenti, hanno scoperto che i tre romeni si sono resi protagonisti di un'altra truffa. Di fatto, fingendosi persone con disabilità, chiedevano donazioni all'esterno dei centri commerciali, facendo firmare alle vittime falsi moduli che riportavano gli estremi di associazioni che avevano rubato. I tre sono stati denunciati per violenza privata, minacce e truffa.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module