Alghero. Bloccato in aeroporto con 30 chili di chiocciole giganti africane

"Achatina fulica", é il nome delle chiocciole giganti africane di terra sequestrate all'aeroporto di Alghero da parte dei funzionari dall'Agenzia delle Dogane, in collaborazione con le Fiamme Gialle. Circa 30 chili ben nascoste all'interno di un bagaglio appartenente ad un viaggiatore di nazionalità nigeriana. Il sequestro é stato reso necessario poichè le chiocciole erano prive di etichetta e di certificazione sanitaria. Una parte del carico é stata sottoposta a ispezione da parte dei veterinari dell'Ats in collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Sassari.

Alghero. Mahmood nuovamente live con il suo “Ghettolimpo Tour”

Mahmood si presenta nuovamente al suo pubblico per presentare “Ghettolimpo Tour”, uno show live che svela l’immaginario artistico del suo ultimo lavoro discografico. Un disco che mostra due anime dalle molte sfumature, un album autentico che prende ispirazione da influenze e riferimenti di vita trasformati in una dimensione artistica dalle molteplici contaminazioni. La tappa del tour che sabato 21 agosto approda ad Alghero, organizzata da Sardegna Concerti, è solo la seconda di un tour che partito da Lecce lo scorso 13 agosto toccherà numerosi palcoscenici d’Italia.

Autore e cantante stimato nella scena italiana e internazionale, dopo gli ottimi risultati raggiunti con il disco di platino “Gioventù Bruciata” e il successo internazionale di “Soldi”, premiato con quattro dischi di platino e con cui ha vinto la 69ma edizione del Festival di Sanremo, Mahmood torna oggi con un nuovo progetto discografico, “Ghettolimpo”, contenente anche le tracce “Rapide” e “Dorado”, con cui ha dominato le Top 10 nel 2020, arrivando a collezionare ad oggi un totale di 16 dischi di platino, 5 dischi d’oro e oltre 400 milioni di streaming.

Quello di “Ghettolimpo” è un universo popolato di dei e svariate figure, dove si uniscono le suggestioni tratte dai miti greci insieme alle esperienze di eroi moderni che vivono la loro quotidianità. Non esistono personaggi onnipotenti appartenenti a luoghi irraggiungibili, ma persone semplici e al tempo stesso straordinarie che cercano di dare un senso alla propria cruda quotidianità. “Ghettolimpo” contiene i singoli “Inuyasha” (disco di platino) e “Klan”, ed è frutto della continua ricerca e sperimentazione musicale di Mahmood. Per questo si trovano due preziosi featuring con Elisa fra le più apprezzate cantanti italiane in “Rubini” e con Woodkid in “Karma”, poliedrico artista internazionale, che ha anche prodotto il brano. Con la supervisione artistica di Dardust che lo accompagna fin dagli inizi, Mahmood ha inoltre coinvolto alcuni fra i migliori produttori come MUUT, Francesco Fugazza, Francesco "Katoo" Catitti e autori quali Davide Petrella, Salvatore Sini. L’arte di Mahmood si sviluppa nell’attenzione e cura di ogni aspetto del lavoro legato al disco, comprendendo anche lo sviluppo di un immaginario estetico: dai costumi - con la stretta collaborazione con Riccardo Tisci che ha creato per lui due abiti in esclusiva per “Inuyasha” - alle scelte della regia e dei luoghi significativi, scenario dei suoi ultimi videoclip.

Tutti i concerti si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative Anti-Covid in materia di spettacoli e musica dal vivo. Sarà possibile acquistare i biglietti per tutti gli eventi comodamente da casa sulla piattaforma di biglietteria online Sardinia Ticket, oppure recarsi presso i diversi punti vendita del circuito Box Office.

Alghero. La Cantina Santa Maria La Palma apre un wine club in centro città

Vendita al dettaglio delle etichette aziendali ma anche degustazioni guidate, organizzate con sommelier e personale dedicato per introdurre gli appassionati all'interno del mondo del vino. E' quanto promette "La Cantina", il nuovo spazio della Cantina Santa Maria La Palma, aperto in via XXIV maggio, a pochi passi dal lungomare Garibaldi. L'iniziativa é finalizzata a promuovere la cultura e la conoscenza del vino in un territorio in cui viticoltura ed enologia rappresentano un elemento di grande rilevanza economica e culturale. All'interno dei locali de La Cantina ci sarà anche la "Wine Academy," un'apposito spazio riservato all'educazione enologica e alla formazione degli amanti del vino e degli operatori del settore Horeca. Un wine club a tutti gli effetti che dal centro cittadino si propone di rispondere a tutte le esigenze degli amanti del vino e di coloro che si avvicinano a questo mondo.

Alghero. Arriva Mattarella

Alghero si prepara a ricevere, sabato 7 agosto, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato ha infatti scelto il Parco di Porto Conte per trascorrere qualche giorno di vacanza. Sulla sua permanenza e sulle attività di Mattarella vige il più stretto riserbo. Intanto presso la Prefettura di Sassari, fervono i preparativi per definire l'apparato di sicurezza e gli spostamenti di Mattarella, peraltro ancora top secret. Probabile una visita alla Grotta di Nettuno e magari un breve passaggio al centro della cittadina catalana.

Alghero. Il nuraghe Palmavera scenario di “Mediterranea. Culture, scambi, passaggi”

Il cielo stellato sul nuraghe Palmavera, una notte d’estate di un festival letterario e una luna splendente che rischiara le suggestive mura dell’antica area archeologia. Ingredienti irresistibili per i tanti appassionati di archeoastronomia, che domenica sono accorsi in gran numero all’evento “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, lo speciale appuntamento della kermesse “Mediterranea. Culture, scambi, passaggi” curato dall’Associazione Editori sardi. Prima edizione di un festival che dal 15 luglio sta impreziosendo le serate di Alghero attraverso iniziative letterarie, incontri con autori, reading e spettacoli di successo. I collegamenti tra la cosmologia dantesca e la volta celeste hanno rapito il pubblico numeroso, che a fine serata ha potuto osservare la bellezza degli astri e le forme dettagliate dei crateri lunari, scrutando dall’obiettivo dei potenti telescopi messi a disposizione dalla Società Astronomica Turritana. Ad accompagnare gli spettatori in questo seducente viaggio astrale, è stato il fisico e noto divulgatore scientifico Gian Nicola Cabizza, autore de “Lo Zodiaco nella Divina Commedia”, un’agile e sintetica edizione dell’“Atlante astronomico della Divina Commedia”, edita da Mediando. Cabizza ha inoltre presentato su maxischermo l’adattamento flat di un video dedicato alla “Cosmografia dantesca”, da lui realizzato insieme a Nicola Bonomo in omaggio ai settecento anni dalla morte di Dante. La versione originale progettata per essere mostrata a tutta cupola, ha ricevuto il primo premio per il miglior video per planetari dell’anno, conferito dalla giuria dell’Associazione Planetari italiani. I saluti di apertura di Gabriella Gasperetti, archeologa della Soprintendenza, hanno dato l’input all’archeologo Luca Doro per approfondire le peculiarità del complesso megalitico, e introdurre alle più recenti scoperte archeo-astronomiche realizzate da Aristeo e SAT, il cui presidente, Michele Forteleoni, ne ha illustrato le risultanze preliminari. Tra gli incontri con gli autori, a commuovere il pubblico all’Ex Mercato Civico è stata invece Asmae Dachan con la sua silloge poetica “Non c’è il mare ad Aleppo”. L’autrice italo-siriana si è confrontata con il giornalista Salvatore Taras per aprire uno squarcio di luce sui più profondi e drammatici aspetti della guerra in Siria, un conflitto che si protrae ormai da undici anni. Il tema dei bambini soldato, la questione delle donne violate, i bombardamenti sui civili, le stragi e tante altre realtà della guerra sono state affrontate mediandone la tragicità attraverso il linguaggio delicato della poesia, senza mai privare di un pizzico di speranza la visione del futuro. La scrittrice e pluripremiata giornalista si è detta stupita dalla bellezza di Alghero, le cui antiche mura le hanno ricordato proprio Aleppo, la città d’origine della sua famiglia, che ora vive ad Ancona. Il percorso culturale del festival si è poi addentrato nel filone letterario dedicato all’ambiente, alla bellezza e alla storia del paesaggio e alla sostenibilità ambientale. Un libro uguale un albero, sarebbe il caso di dire per il bel volume fotografico “Attaccati alle radici”, presentato dal fotoreporter ed editore Enrico Spanu insieme al giornalista Lello Caravano. È uno scrigno di spettacolari immagini degli alberi monumentali dell’isola, con la scelta inusuale e coraggiosa di pubblicarle in bianco e nero, corredate da storie e leggende inerenti ogni singolo monumento verde. Il progetto prevede la piantumazione di un albero per ogni singola copia stampata. Un’iniziativa tanto apprezzata dal celebre musicista Peter Gabriel, che ha voluto scrivere di proprio pugno la prefazione dell’opera.

Alghero. Cinema delle Terre del Mare, 22 - 31 luglio

Torna ad Alghero “Cinema delle terre del mare”, dieci giorni di cinema vista mare, di incontri con autori, registi, produttori, dal 22 al 31 luglio. Il festival, organizzato dalla Società Umanitaria di Alghero, riuscita commistione tra le arti con il teatro danza, i libri, la musica, sarà come sempre un viaggio itinerante per cinefili in movimento, un tributo alla settima arte e ai suoi rapporti con il mare. Tra gli ospiti in cartellone le registe Nuria Giménez Lorang, dalla Catalogna, Alessia Bottone e Silvia Giulietti; il regista isolano Mario Piredda, reduce dal grande successo de L’agnello, il produttore Alessandro Greco. Film italiani e proiezioni internazionali tra lo spazio di Lo Quarter, in pieno centro storico, il suggestivo Mirador Giuni Russo che domina l’intero golfo, e l’incantevole spiaggia di Maria Pia. Tra gli altri, l’anteprima di After Love di Aleem Khan; il film catalano My Mexican Bretzel, vincitore di tre Premi Gaudi, con ospite l’autrice; la versione restaurata del capolavoro di Wong-Kar Wai In the mood for love; il cortometraggio La Napoli di mio padre, menzione speciale ai Nastri d’argento; e l’abituale omaggio al cinema sardo contemporaneo con L’agnello di Mario Piredda, ospite della serata. Le serate del festival saranno introdotte dalla presentazione del progetto seriale “Tuffi”, nato da un’idea della direttrice della Società Umanitaria di Alghero Alessandra Sento. Un’iniziativa di valorizzazione della memoria cinematografica audiovisiva (con immagini messe a disposizione dall’archivio della Cineteca Sarda) che raccoglie il cinema privato e di famiglia girato in Sardegna tra gli anni ’40 e ’80. Il regista Marco Antonio Pani ha montato storie, confessioni, confidenze di quanti ad Alghero sono nati, hanno vissuto, hanno scelto di abitare. Messaggi vocali registrati in solitudine e con assoluta libertà, usando semplicemente il proprio smartphone. 14 piccole storie in cui le immagini di ieri si mescolano alle emozioni di oggi. I ricordi d’infanzia, i giochi in acqua, gli amori estivi travolgenti, il sapore del sale che fatica a lasciare la pelle, la malinconia della lontananza, la necessità del ritorno. Due performance tra videodanza, musica e teatro arricchiscono il cartellone del festival. La prima in programma giovedì 29 luglio allo stabilimento Rosanna della spiaggia di Maria Pia, dal titolo Mare Matrice, con musiche dal vivo di Manuel Attanasio e la regia di Alessandra Mura. Uno spettacolo crossmediale che indaga la relazione tra uomo e natura attraverso i linguaggi della danza, della musica, della videoarte, dell’apnea e della biologia marina. La seconda va in scena invece sabato 31 luglio al Mirador Giuni Russo, una produzione della compagnia Senza Confini di Pelle in collaborazione con Società Umanitaria. Si intitola OUT di e con Dario La Stella e Valentina Solinas. Un progetto tra etnografia, architettura e paesaggio che indaga il significato dell'esposizione, dell'esporsi, del fare outing, ma anche l'essere fuori, l’essere emarginati, isolati, abbandonati dai contesti e dall'interesse pubblico. Ma sarà un concerto ad aprire l’edizione 2021 del festival, giovedì 22 luglio a Lo Quarter con Ilaria Pilar Patassini 4et e Daniele Di Bonaventura. Interprete, autrice e cantautrice, Ilaria Pilar Patassini propone un live ricco di sfumature e un repertorio in cui la canzone d’autore incontra il jazz, il folk, la world music e la musica da camera. Il concerto è impreziosito dalla presenza del bandoneon di Daniele di Bonaventura e da un omaggio al cinema e al tango di Astor Piazzolla, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita. Spazio anche alla letteratura grazie un evento in collaborazione con il festival Dall’altra parte del mare: Nicola Muscas presenta Isla bonita. Amori, bugie e colpi di tacco (66thand2nd). Un romanzo d’esordio che ha la forma di una commedia corale, una storia a più voci che diventa una riflessione sul talento come dono e fardello, una satira grottesca del potere e della sua vacuità, un groviglio di sentimenti che si sviluppano attraverso una brigata di personaggi irrisolti, talvolta guasconi e talvolta malinconici. Appuntamento venerdì 30 luglio alla libreria Cyrano per un dialogo condotto da Emiliano Di Nolfo. Con il festival tornano gli itinerari cineturistici, un format ideato dalla Società Umanitaria di Alghero, già felicemente sperimentati negli anni scorsi. Due percorsi nei luoghi della città attraversati dal grande cinema dell’epoca d’oro. Domenica 25 luglio si parte con un tour, curato da Nadia Rondello con l’amichevole partecipazione del cantautore Davide Casu, alla scoperta di un’Alghero del passato, raccontata sulle tracce di una sceneggiatura per un film mai realizzato da Antonio Simon Mossa e lo sguardo di Fiorenzo Serra e Arturo Usai. Venerdì 30 luglio si chiude invece con una passeggiata nel centro storico, tra le piazze, i monumenti e le lussuose ville neoclassiche del Lungomare che hanno ospitato set cinematografici. Un racconto tra storia, cultura e costume, verità e leggenda, quotidianità e mito. Questo secondo itinerario sarà curato da Nadia Rondello e Maria Cau di A S’Andira. Cinema delle terre del mare è sostenuto dalla Regione Sardegna, dal Comune di Alghero, dalla Fondazione Alghero (fa parte del cartellone di eventi estivi #finalmenteAlghero), dalla Sardegna Film Commission. Tra i partner culturali spicca la collaborazione con la Delegació del Govern de Catalunya a Itàlia - Ofici de l'Alguer e l’Acadèmia del Cinema Català (foto Massimiliano Caria).

Alghero. Ciottoli e conchiglie in valigia, bloccato in aeroporto

Ennesimo episodio di un turismo maleducato, irrispettoso delle regole. Questa volta il protagonista é un turista statunitense, bloccato in aeroporto mentre cercava di imbarcarsi per Pisa con al seguito dei ciottoli, conchiglie e altri "souvenir" provenienti dalle spiagge sarde. A scoprire il carico sospetto i funzionari dell'Agenzia delle Dogane che, in collaborazione con le Fiamme Gialle, hanno provveduto a sequestrare 315 grammi di materiale, segnalando il turista, prossimo destinatario di una sanzione amministrativa che può variare da un minimo di 500 ad un massimo di 3mila euro. Altri controlli delle forze dell'ordine hanno portato al sequestro di talee vegetali sprovviste di certificato di origine fitosanitario, introdotte nell'isola da un cittadino del Ghana, proveniente da Roma.

Alghero. Progetto pilota di gamification per il turismo

Si chiama MedGaims, è l’acronimo di “Mediterranean GAmifIcation for Memorable tourist experienceS”. La parola “Gaims” è il frutto di un primo livello di cooperazione tra i quattro Stati coinvolti Italia, Libano, Giordania e Spagna. L'iniziativa, finanziata dall'Unione Europea nell'ambito dei progetti ENI CBC MED, prevede un finanziamento totale di 2 milioni 300 mila euro. Di questi, 2 milioni 100 mila euro finanziati dall’Unione Europea e il restante 10% co-finanziato dai governi nazionali. Di questa somma, 400 mila euro sono andati alla Fondazione Alghero che coordina il programma per la Sardegna e rappresenta l'unica città italiana coinvolta. Quattro i paesi, sette le organizzazioni, trentasei i mesi di durata complessiva del progetto - dal 1° settembre 2019 al 31 agosto 2022 - e un obiettivo comune: rivoluzionare la tradizionale visita ai siti culturali, utilizzando tecniche e tecnologie della gamification, trend internazionale in ascesa nell’ambito delle politiche innovative per la promozione turistica e culturale. Tale metodologia, già sperimentata con successo in alcuni sistemi museali, utilizza le tecnologie messe a punto dalle giovani start-up per innovare e rendere unica l’esperienza del viaggio mediante l’applicazione del game design a nuove forme di fruizione dei luoghi turistici. La Fondazione Alghero ha selezionato le aziende aggiudicatrici di 60 mila euro per la realizzazione dei giochi che dovranno essere pronti e fruibili dal pubblico per l’estate 2021. Il bando, promosso in contemporanea tra i partner europei, ha visto partecipare game designer di tutta l’area euro-mediterranea, e ha dato luogo a livello locale, ad Alghero, ad una sfida in due “hackathon” svolti nei mesi di ottobre e novembre in forma virtuale a causa della pandemia. Premiate le idee di gioco di cinque squadre italiane, di cui due sarde. Ai cinque vincitori sono assegnati i 60mila euro di finanziamento per la realizzare di cinque giochi, due digitali per un massimo di quindici mila euro ciascuno, e tre analogici da dieci mila euro. Le due aziende sarde - di Cagliari e Alghero - sono le società ideatrici dei giochi digitali. Tra i principali output individuati, oltre alla creazione di nuove realtà occupazionali, anche il coinvolgimento delle realtà economiche già esistenti sul territorio: attraverso un lavoro di mappatura dei luoghi oggetto di gamification, si favorirà l’incontro tra domanda e offerta. Ad essere premiate le attività coinvolte che rispondono maggiormente a criteri di sostenibilità. Il lavoro della gamification agisce sulla memoria esperienziale attraverso tre dimensioni: portare il turista fuori, dentro e dopo il viaggio, ovvero, al di là dei percorsi turistici convenzionali, per coinvolgere ogni fascia di pubblico e in ogni periodo dell’anno; consentire un’immersione nella storia e nella cultura del luogo grazie alla duplice esperienza reale e virtuale – quest’ultima agendo da preludio all’esperienza reale e al contempo, permettendo al turista di riviverla grazie al gioco. L’obiettivo a lungo termine è l’estensione ad altre realtà del territorio regionale.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module