Banner Athlon

Cagliari. Presentazione dell'Archivio Multimediale dell’Immaginario

In evidenza Cagliari. Presentazione dell'Archivio Multimediale dell’Immaginario
Presentato oggi, presso il Polo Bibliotecario Cittadino di via Falzarego, l’Archivio Multimediale dell’Immaginario. Al suo interno, riviste, collane complete, albi, graphic-novel e saggi sul fumetto, sul cinema d'animazione, documenti sulla televisione, film d'animazione in formato DVD. E ancora, figurine, carte da gioco tematiche, tarocchi, riviste illustrate e satiriche d'epoca, a partire dalla prima metà dell'Ottocento e fino agli anni Sessanta del Novecento. Presenti anche i primi fotoromanzi avventurosi, annate complete di Avventuroso film 1949-1951, selezioni di fumetti di ogni parte del mondo, dalla Cina di Mao, al Brasile, all'Argentina, alla Russia. E poi vere e proprie chicche, come le collezioni complete del Corriere dei piccoli 1940, e tutte le annate dal 1960 al 1972, Avventure supereroi, prime edizioni dell'Editoriale Corno, ristampe anastatiche e annate originali di Linus, dal 1965 al 1980, le raccolte delle principali riviste antologiche come Totem, Comic Art, Pilot, Eureka e tanto altro.

“Testimonianza sull'evoluzione dell'immaginario e del costume, il Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari promuove anche ricerche e studi sulla narrazione in tutte le sue forme cercando di dare gli strumenti adatti alle persone che vogliono comprendere meglio la comunicazione visiva”.

E' quanto ha sottolineato l'assessora comunale, Maria Dolores Picciau presente alla presentazione dell’Archivio Multimediale dell’Immaginario. Insieme a lei Bepi Vigna, storica firma dei comics in Italia, coautore del popolare personaggio di Nathan Never, che ha spiegato: “il nostro Centro Internazionale del Fumetto raccoglie materiali e tracce della produzione narrativa popolare che ha alimentato il nostro immaginario, in pratica, proponiamo un nuovo modo di approcciare la storia che riguarda tutti. Perché noi siamo quello che abbiamo sognato, siamo i libri che abbiamo letto, i film che abbiamo visto, la musica che abbiamo ascoltato. Siamo i giochi che abbiamo fatto da bambini. Noi siamo i nostri ricordi. Attraverso i fumetti e i libri, nelle pagine delle riviste illustrate, nei film e nelle serie TV, nelle canzoni che abbiamo amato, possiamo ritrovare ciò che ci aiuta a capire meglio noi stessi e valutare i cambiamenti del mondo che abbiamo attraversato e comprenderne l'impianto di valori".

Ultima modifica ilGiovedì, 12 Maggio 2022 17:56

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module