Sardara. Tutto pronto per la 3a edizione del festival Letterario "Dialoghi di carta"

In evidenza Sardara. Tutto pronto per la 3a edizione del festival Letterario "Dialoghi di carta"
Fervono i preparativi per la 3a edizione del festival letterario Dialoghi di Carta. Organizzato da La Fabbrica Illuminata, con la direzione artistica di Elena Pau, il progetto curato da Rossana Copez e con il contributo dell’assessorato regionale della Pubblica Istruzione, servizio Beni Librari e del Comune del Medio Campidano, la manifestazione si svolgerà da lunedì 27 settembre a domenica 3 ottobre. Ambientato tra il centro storico cittadino, in scorci suggestivi come quello della chiesa di origine bizantina di Sant'Anastasia e le Terme, il festival presenta un cartellone denso di eventi, con autori di spicco quali, tra gli altri, le scrittrici e gli scrittori Giacomo Mameli (il 27 settembre), Milena Agus (il 28), Angelica Grivel Serra (il 29), la poetessa Giuseppina Norcia (il 2 ottobre), Andrea Melis (il 3 ottobre) e diverse tavole rotonde. In agenda anche spettacoli, laboratori, mostre e non solo. In programma eventi all’insegna della sostenibilità ambientale e della valorizzazione del patrimonio archeologico locale. Il tema portante di questa 3a edizione é “Il culto delle acque tra il sacro e il profano, tra prosa e poesia”, con presentazioni di libri e una tavola rotonda, prevista il 2 ottobre, sulla persistenza di forme di devozione popolare che attraversano l’Italia contemporanea. Il programma prevede due sezioni speciali: la prima, per il settecentenario dantesco, è impreziosita da "L'amor che move il sole e l'altre stelle", uno spettacolo con Pino Micol, tra i più grandi attori e registi del teatro Italiano contemporaneo. Il 3 ottobre, in chiusura del festival letterario, Micol interpreta una scelta dei canti de La Divina Commedia, accompagnato al violoncello daKaren Hernandez, su musiche di Bach, Vivaldi, Massenet, Pachelbel. La seconda sezione, per i 150 anni dalla nascita della scrittrice Premio Nobel Grazia Deledda prevede, tra un insieme di eventi, uno spettacolo di punta come “La madre del prete” (in scena il 30 settembre), di e con Valentina Sulas, liberamente tratto dal romanzo “La madre” di Grazia Deledda. Archiviata la sette giorni di Sardara, il programma del festival prosegue in ottobre fino a dicembre a Cagliari, San Gavino, Olbia e in altri centri della Sardegna, grazie alla collaborazione con il Sistema bibliotecario di Monte Claro e il Centro Regionale di Documentazione Biblioteche Ragazzi, il Sistema bibliotecario Monte Linas e il Festival del Monreale e il Festival Sul filo del Discorso con diverse presentazioni dedicate allo scrittore Sergio Atzeni ed eventi sulla scia dell’omaggio a Grazia Deledda. Previste tappe del festival anche fuori dell’Isola, a Pisa e ad Agrigento. Tante le iniziative. Tra tutte, due laboratori di promozione alla lettura curati dall’attrice Rita Atzeri, uno basato su L’albero del riccio, di Antonio Gramsci e l’incontro, il 30 settembre, del poeta, critico letterario e docente di Letteratura italiana contemporanea e Prosa del Novecento all’Università di Bologna, Alberto Bertoni, con gli studenti di Villacidro. Per Bertoni si tratta di un ritorno nel centro del Medio Campidano da quando, nel 2018, vinse il premio Giuseppe Dessì.
Ultima modifica ilMartedì, 14 Settembre 2021 18:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module