Promosso dalla Commissione Europea per diffondere la cultura scientifica, va in onda a Sassari il progetto Sharper - Notte europea dei Ricercatori.

Protagonista dell'iniziativa l'Università di Sassari che organizza una serie di eventi in tutto il territorio cittadino, attraverso appositi interventi di interazione con la cittadinanza, gli studenti delle scuole, le famiglie e tutti i curiosi di scienza. Tra questi, exhibit, laboratori interattivi e ludici, workshop, dibattiti, caffè aperitivi scientifici e altre iniziative. L'evento si svolge dal 26 settembre fino al 30 settembre, data di punta dell'intero programma, con iniziative svolte presso gli spazi del Polo Universitario del "Quadrilatero", in viale Mancini.

In vista del 26 settembre, sono in programma, già questa settimana, tre eventi di avvicinamento. Nello specifico: giovedì 22 il giardino del Museo Sanna ospiterà, con inizio alle 18,30, "Thignica project open conference", incontro sulla missione archeologica italiana in Tunisia. A seguire, il 23 settembre, nella sede dell'ente Parco dell'Asinara a Porto Torres, si terrà, dalle 11, il workshop "Biodiversità, transizione ecologica e parchi naturali". Sempre il 23 settembre, nel pomeriggio, a Villa Mimosa si svolgerà una tavola rotonda su "Verde urbano e clima a Sassari: il ruolo dell'Università insieme a cittadini e associazioni".
A partire dal 26 settembre verranno coinvolti nell'iniziativa anche i Comuni di Tempio Pausania, Nuoro, Olbia.