Banner Athlon

Olbia. Aeroporto Costa Smeralda escluso dalle tratte su Bologna e Torino

La denuncia arriva dal consigliere regionale del M5S Roberto Li Gioi, che spiega: "il nuovo bando di continuità territoriale aerea che, stando alle dichiarazioni dell'assessore regionale ai Trasporti Todde, verrà pubblicato a breve, penalizza inspiegabilmente l'aeroporto Costa Smeralda di Olbia, che viene escluso dai collegamenti con le città di Torino e Bologna. Infatti, le tratte in continuità previste riguardano soltanto i collegamenti Cagliari-Torino, Cagliari-Bologna e Alghero-Bologna”.

“Considero questa decisione assolutamente vergognosa e irrispettosa nei confronti di un territorio di grandissima valenza turistica e commerciale. Non si comprendono quindi le ragioni che hanno portato la Giunta regionale a privilegiare lo scalo cagliaritano e quello algherese privando di fatto la Gallura di due collegamenti sicuramente fruttuosi in termini di richiesta. Riteniamo – attacca Li Gioi - che gli Uffici dell'Assessorato ai Trasporti debbano obbligatoriamente provvedere a correggere il bando e inserire Olbia tra gli scali della Ct2. In caso contrario, sarebbe un ulteriore schiaffo inaccettabile al Nord Est Sardegna”.

Elmas. Incidente in prossimità dell'aeroporto

E' accaduto nella notte tra sabato e domenica presso la rotatoria all'ingresso dell'aeroporto di Elmas. L'incidente ha visto coinvolte due vetture, una delle quali si é ribaltata. Due i feriti , soccorsi dal 118 e trasportati in ospedale. Ricoverati per accertamenti le loro condizioni non sarebbero gravi. Oltre ai soccorsi del 118, sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco che hanno estratto le persone dalle auto, mettendo in sicurezza il tratto di strada interessato.

Decimomannu. Inaugurato il Comando Aeronautica Militare per la Regione Sardegna

Inaugurato oggi il Comando Aeronautica Militare per la Regione Autonoma della Sardegna (CAMRAS). La cerimonia si é svolta questa mattina presso l’aeroporto militare di Decimomannu in presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, il generale Alberto Rosso, il generale Michele Oballa, comandante del Poligono di Quirra, al quale è stata affidata la guida del Comando, e le più alte cariche militari, religiose e civili della regione. L'inaugurazione del CAMRAS si aggiunge al lancio dell'International Flight Training School, progetto condiviso da Aeronautica Militare e Leonardo Finmeccanica, finalizzato alla creazione di un centro di perfezionamento per piloti provenienti da tutto il mondo, dotato di simulatori di volo di ultimissima generazione e di altissimo profilo tecnologico.

Olbia. Nuovi collegamenti aerei con Easyjet e Wizz Air

In vista della stagione estiva la Geasar - società di gestione dello scalo gallurese, annuncia otto nuove rotte estive operate da EasyJet e da Wizz Air. In particolare, Easyjet collegherà lo scalo, su base giornaliera, con Bologna, Verona e Torino. Assicurati anche tre collegamenti settimanali con Bari. Le nuove tratte dovrebbero essere operative a partire dal 28 giugno, i biglietti saranno in vendita dal 16 aprile. Ai quattro nuovi voli verso Olbia si aggiungono a quelli che collegano lo scalo gallurese con Malpensa, Napoli, Venezia e Bergamo, che partirà il 28 maggio, con cui la compagnia si attesta come la prima per numero di posti offerti e destinazioni servite, in totale 23 rotte nazionali e internazionali. Per quanto riguarda Wizz Air, la compagnia ungherese ha già messo in vendita i biglietti, a partire da 9,99 euro, per Malpensa, Bologna, Verona e Treviso.

Controlli al porto e aeroporto. Rinvenuta tartaruga, conchiglie, ciottoli di mare e sabbia. Denuncia per un soggetto e sanzioni per altri quattro

Continua l’attività di controllo operata dal personale della Guardia di Finanza all’interno degli spazi doganali sia del porto di Cagliari che dell’aeroporto “Mameli” sui passeggeri in transito. Tra i compiti demandati alla Fiamme Gialle in servizio presso i varchi doganali, il Legislatore ha previsto i cosiddetti controlli CITES, acronimo di Convention on International Trade in Endangered Species of wild fauna and flora (Convezione sul commercio internazionale di specie della fauna e della flora in via d’estinzione): un’attività di monitoraggio sull’eventuale trasporto non autorizzato di elementi propri dell’ambiente naturale, per i quali esiste un preciso sistema di tutela. In quest’ottica i Finanzieri controllano i diversi bagagli trasportati al seguito dai passeggeri oppure all’interno degli autoveicoli, in particolare quelli che lasciano l’isola, territorio, da tempo, oggetto di sottrazione di beni naturalistici quali sabbia, pietre e conchiglie, ma anche in alcuni casi di piccoli animali. E proprio durante uno di questi controlli, al porto del capoluogo, l’attenzione dei Finanzieri è stata attirata da una piccola scatola di cartone posta su un sedile dell’autovettura che presentava dei fori sul coperchio: al suo interno era custodita una tartaruga, un esemplare protetto di Testudo Marginata (più comunemente conosciuta come Tartaruga sarda), riguardo al cui possesso, il proprietario dell’autoveicolo, sprovvisto di alcuna licenza o certificato, ha detto di averla trovata sul ciglio della strada durante una passeggiata. Per il soggetto controllato, un 45enne calabrese, è scattata la segnalazione alla locale Autorità Giudiziaria per violazione delle disposizioni in materia di commercio e detenzione di esemplari di fauna e flora minacciati di estinzione; l’animale è stato invece affidato alle cure di una clinica veterinaria del capoluogo. Presso l’aeroporto, inoltre, in diversi distinti controlli sono state intercettate complessivamente 253 conchiglie, 12 ciottoli di mare e 700 grammi di sabbia, materiale illecitamente prelevato da quattro turisti: 92 conchiglie della spiaggia del Poetto da parte di una 66 polacca, 64 conchiglie dalla spiaggia di San Giovanni in Muravera ad opera di un 60enne lombardo, 97 conchiglie e 12 ciottoli di Mari Pintau da parte di un polacco di 39 anni e 700 grammi di sabbia della spiaggia di Cabras riposti all’interno di una bottiglia di vetro da parte di una francese classe 1967. I quattro turisti, in procinto di imbarcarsi per fare rientro a casa, sono stati destinatari di una sanzione amministrativa, prevista da specifica disposizione di Legge Regionale 16/2017, pari, nel massimo a 3.000 per ciascuno.

Cagliari. Primo volo estero in arrivo da Amsterdam

Dopo Olbia, anche l'aeroporto di Cagliari apre le sue porte al primo volo proveniente dall'estero. Si tratta di un velivolo della compagnia di bandiera olandese Klm che ha trasportato nel capoluogo regionale ottantasei passeggeri. La maggior parte di loro è costituita da turisti, pronti a scoprire le numerose spiagge della Sardegna. A bordo anche numerosi passeggeri sardi che fanno ritorno nell'isola dopo il lockdown. Ad accoglierli gli omaggi offerti da Coldiretti e dalle cantine Argiolas. L'arrivo del velivolo olandese rappresenta il primo passo verso una riapertura dell'aeroporto a tutti gli altri voli provenienti dai Paesi tradizionalmente collegati con la Sardegna, dalla Svizzera al Regno Unito. Dal 13 agosto sarà operativo anche il collegamento con Bucarest.

Cagliari. Primi arrivi dopo la riapertura dei confini regionali

Il primo giorno di riapertura dei confini regionali non ha fatto registrare particolari disguidi o caos di alcun genere. Le persone sbarcate all'aperoporto di Elmas sono per la maggior parte lavoratori e sardi che tornano nell'isola per ricongiungimenti familiari. Nessun turista. Il solo obbligo di registrazione scatterà dal 4 giugno, anche se qualche passeggero si è sottoposto al test sierologico a tutela di chi incontrerà in Sardegna. Attivi i controlli della temperatura corporea. In termini numerici, il flusso di arrivi è apparso molto contenuto. Meta di destinazione finale privilegiata: Cagliari.

Cagliari. Presentazione della Summer Season 2020 all'aeroporto di Elmas

Si è svolta oggi, presso il Business Centre dello scalo cagliaritano, la presentazione della stagione estiva 2020 . Oltre quattro milioni e settecentomila posti messi in vendita totali, tre milioni dei quali riguardano il mercato nazionale, dieci nuovi collegamenti di linea dei quali otto internazionali (Alicante, Atene, Bilbao, Breslavia, Deauville, Hannover, Vienna e Tolosa” e due nazionali (Bergamo e Trieste) oltre al ripristino del collegamento con Barcellona Girone reintrodotto da Ryanair dopo la sospensione invernale. Numeri da capogiro per l'aeroporto di Cagliari che non solo vuole consolidare il mercato nazionale e internazionale, ma vuole ampliare il più possibile l'offerta. All'evento ha partecipato anche il primo cittadino di Cagliari, Paolo Truzzu, che ha sottolineato l'intenzione di collaborare con lo scalo cittadino per veicolare quanti più turisti sulla città. In questo senso lo stesso Truzzu ha suggerito alcune iniziative per supportare ulteriormente la promozione del territorio con offerte più consistenti e mirate. “Una delle idee – ha infatti ipotizzato il Sindaco – potrebbe essere quella di fare una grande promozione, direttamente sulle città europee, degli eventi che ci saranno a Cagliari. Penso, ad esempio, al Teatro Lirico: perché non fare delle promozioni per quei paesi che notoriamente hanno una passione per quel tipo di offerta culturale? Se attiviamo delle iniziative anche in quest'ottica, sono convinto che riusciremo ad attrarre in città, e non solo in città, anche in periodi slegati dal turismo di massa, nuovi visitatori e potremo dare maggiori opportunità ai nostri operatori commerciali e alle aziende creando sviluppo e ricchezze per il nostro territorio”. Invito subito raccolto dal presidente e amministratore delegato di SOGAER, Gabor Pinna che ha fatto gli onori di casa. “Gli spunti su quanto ancora si possa fare sono molto interessanti. Noi siamo da subito disponibili per presentare l'offerta culturale del Comune di Cagliari e per portarla in tutte le nostre destinazioni. Non esistono, infatti, aeroporti che possano fare a meno del loro territorio”. Ad affiancare il presidente è stato il direttore commerciale di Sogaer, David Crognaletti. “Accolto con soddisfazione la proposta di collaborazione di Paolo Truzzu. Stiamo lavorando anche con la Regione in modo molto attivo e l'obiettivo è focalizzare urgenze, mercati e criticità per fare pianificazione. Dobbiamo capire su quali mercati andare e se non mettiamo in campo azioni con la presenza costante, con incentivi e con tutto ciò che abbiamo a disposizione, rischiamo che anche i mercati leader per noi, possano finire per trovare altre destinazioni. Lavoriamo, quindi, sui mercati consolidati per poi studiare quali altri cercare di attrarre”. Presente, per la Regione Sardegna,l'Assessore al Turismo, Gianni Chessa. “Se l'aeroporto di Cagliari è in crescita non è certo un caso ma il frutto di un grande lavoro di programmazione. E se noi impariamo a fare marketing sulla nostra terra, i risultati possono portare vantaggi a tutti i settori della nostra Isola”.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module