BANNER 300X250

Cinema. In arrivo quasi 4 mln di euro per lo sviluppo del cinema in Sardegna

Le risorse arrivano grazie ad una delibera approvata dalla Giunta Regionale, che prevede un programma di ripartizione della spesa - per l'anno 2021 - di 3 milioni 946 mila euro. L'obiettivo é quello di incentivare la produzione in Sardegna di opere cinematografiche, sostenere la distribuzione di opere riguardanti la Sardegna, promuovere le attività culturali, incentivare l'attività di associazioni e circoli del cinema, favorire la formazione, assicurare l'acquisizione, la conservazione, la fruizione e la diffusione del materiale audiovisivo per fini culturali ed educativi e, inoltre, dare impulso allo studio, alla ricerca e alla sperimentazione nell'ambito del cinema e degli audiovisivi. In particolare, una parte delle risorse, pari a 625 mila euro, é già impegnata, altri 880 mila euro sono destinati al Bando per la promozione della cultura cinematografica, mentre 400 mila euro verranno impegnati per l'esercizio cinematografico quale incoraggiamento alla ripresa e in considerazione delle spese sostenute durante i periodi di chiusura dovuti alla pandemia ed ai mancati incassi. In una successiva Delibera verrà inoltre approvato il nuovo Atto di indirizzo amministrativo recante criteri applicativi per fronteggiare l’emergenza da Covid-19, tenendo conto, anche per quest’anno, delle richieste avanzate dal comparto. Relativamente al regime di aiuti, la Regione, per quanto attiene alla promozione della cultura cinematografica, concede contributi annuali ai singoli progetti che mirano a promuovere il cinema quale componente fondamentale del territorio e della cultura identitaria e fattore di sviluppo economico e sociale (festival, rassegne, premi, circuiti, seminari e convegni), in misura non superiore al deficit risultante dal bilancio del progetto presentato e che tale contributo non può essere superiore al settanta per cento dei costi ammissibili di progetto. Con l'intento di incoraggiare gli autori esordienti, una quota dello stanziamento del 2021, pari a 210 mila euro, viene destinato ai lungometraggi per finanziare opere prime, ovvero, film realizzati da un regista esordiente che non abbia mai diretto, né singolarmente né unitamente ad altro regista, alcun lungometraggio che sia stato distribuito nelle sale cinematografiche. Sempre relativamente alle risorse stanziate un importo di 400 mila euro viene destinato all'esercizio cinematografico, che costituisce una componente della filiera che ha subito considerevoli perdite a causa delle misure restrittive e stante l'importante ruolo di veicolo di diffusione del cinema e dei suoi prodotti, al fine di incoraggiare il settore nella ripresa e in considerazione delle spese sostenute durante i periodi di chiusura dovuti alla pandemia ed ai mancati incassi.

Concessioni demaniali temporanee sulle spiagge. Caos sulle competenze, la Regione faccia chiarezza

La denuncia arriva da Michele Cossa e Sara Canu, rispettivamente consigliere e capogruppo dei Riformatori sardi in Consiglio regionale: “se la Regione non fa immediatamente chiarezza sul rilascio delle concessioni demaniali temporanee - quelle rilasciate agli alberghi e che vanno dal 1 maggio al 31 ottobre - si rischia di creare un ulteriore danno agli operatori, già gravemente colpiti dalle incertezze che derivano dalla pandemia”, dichiarano i due esponenti dei Riformatori Sardi. Da qui la presentazione di una interrogazione urgente all’assessore degli enti locali Quirico Sanna. Di fatto, l’entrata in vigore della L.R. 7 del 31 marzo 2021 ha causato - nelle more del trasferimento delle pratiche alla Regione - l’interruzione delle istruttorie che i Comuni annualmente espletavano sulla base delle istanze degli operatori. Per lo stesso motivo è bloccato il temporaneo allargamento degli spazi tra gli ombrelloni, già accordato l’anno scorso per garantire le distanze anti Covid.

“Siamo già a metà maggio - sottolineano i Riformatori - e permane una situazione di stallo: i fascicoli non sono ancora stati acquisiti dalla Regione, che non si è ancora organizzata per la bisogna e perfino la modulistica Suap è ancora quella vecchia. Ciò rende virtualmente impossibile il rilascio in tempo utile dei provvedimenti, e decine e decine di operatori del turismo non sono messi in condizione di garantire i servizi in spiaggia a inizio stagione. Ecco perché - insistono Cossa e Canu - è necessario che la Regione adotti un provvedimento temporaneo che permetta ai comuni, sia pure sulla base di una istruttoria sommaria, il rilascio delle concessioni temporanee perlomeno entro il mese di maggio”.

Cagliari. Arriva in porto la Costa Smeralda di Costa Crociere

Intorno alle 12 di oggi é giunta in porto la Costa Smeralda, ammiraglia della compagnia di navigazione genovese Costa Crociere. Era da tempo che non si vedeva una simile imbarcazione delle acque del capoluogo, tanto da dare un piccolo segnale di ritorno alla normalità e di speranza per il capoluogo sardo. Ad accogliere la nave da crociera, oltre ai vertici dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, c'era l'Assessore al Turismo del Comune di Cagliari, Alessandro Sorgia che ha manifestato tutta la sua soddisfazione nel poter, per ora solo idealmente, riabbracciare i turisti che hanno scelto il capoluogo come tappa del loro viaggio.

“Sono emozionato e soddisfatto nel vedere a Cagliari una nave del genere e ringrazio tutta la squadra che ha lavorato perché questo accadesse. Dal presidente Deiana al presidente Solinas, sono stati in tanti i protagonisti che hanno lavorato per riportare i crocieristi, in sicurezza, nella nostra città. E a chi fa polemiche sulle poche opportunità per gli esercenti locali, rispondo che valeva comunque la pena far tornare i turisti qui, perché altrimenti avremmo corso il rischio che la Costa cancellasse non solo questa tappa ma tutta la stagione 2021. Rischiavamo di perdere anni di lavoro e invece siamo felice di aver dato questo segnale di ripresa”.

Dello stesso avviso Massimo Deiana, al timone dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna. “Questo approdo è davvero importante perché rappresenta un segnale di ritorno a una nuova normalità che speriamo di poter raggiungere quanto prima. La ripresa del traffico crocieristico, infatti, non solo per Cagliari ma per tutta la Sardegna, è un segnale importante. E per noi questo è una sorta di test, per mettere alla prova la nostra capacità di accogliere di nuovo questo tipo di traffico, seguendo tutte le norme per il contenimento del Covid-19. Stiamo provvedendo a tanti interventi nel porto e ora vogliamo prepararci ad un 2022 che speriamo segni una ripresa “normale” di questo settore”. I numeri non sono ancora quelli ottimali, ma seppure con una capienza ridotta, l'arrivo della Costa Smeralda può rappresentare un segnale importante per la ripresa del turismo in città. Seppure, infatti, ancora la libera circolazione dei viaggiatori sia condizionata dalla normativa per il contrasto al Covid-19, il fatto che più di milleseicento persone abbiano potuto accarezzare Cagliari, è già un piccolo passo avanti rispetto alla passata stagione vissuta in piena pandemia. Oltre che un modo per guardare con un ritrovato ottimismo al futuro.

Turismo e archeologia. Al via il primo webinar di Archeologika

La sua presentazione ufficiale risale al mese di dicembre 2020. Con l'obiettivo di promuovere a livello nazionale e internazionale l'immagine della Sardegna, facendo leva sul suo immenso patrimonio archeologico, Archeologika inizia a muovere i primi passi. Promosso da Regione Sardegna, in collaborazione con la Camera di Commercio di Cagliari - Oristano, il progetto entra nel vivo con il lancio di un webinar, organizzato dall'Ente camerale, rivolto in particolare alle imprese ricettive, della ristorazione, ma anche a quelle che si occupano della gestione di beni culturali e che gestiscono servizi al turismo. L'appuntamento é per giovedì 6 maggio alle 15:30. A fare da relatrice la docente e giornalista dell'agenzia di stampa e magazine Ttg Italia, Paola Tournour-Viron. Tra i temi oggetto dell'intervento, le diverse sfaccettature del turismo culturale: dalla lettura e analisi ragionata dei dati statistici, alle istruzioni per valorizzare i nuovi plus del turismo culturale, fino al marketing avanzato con riferimento a cataloghi, gadget, materiali da vetrina e di promozione. Riservato ad un massimo di 90 partecipanti il webinar é accessibile attraverso la pagina internet https://archeologika.innovatics.it/webinar.

Cannigione. Parata di stelle internazionali per la tappa italiana del World Triathlon Cup

La tappa italiana della World Triathlon Cup si svolgerà a Cannigione sabato 29 maggio. La competizione, su distanza sprint (750 metri nuoto, 19 km bici, 5 km corsa), vede la partecipazione di vere e proprie stelle internazionali. Tra queste spicca il nome del francese campione del mondo, Vincent Luis, vincitore dell'edizione 2020, del britannico due volte campione olimpico Alistair Brownlee e della vincitrice dell'edizione 2020, Flora Duffy (Bermuda) tra le donne. L'evento, di grande prestigio, visto che é valido ai fini della qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo, vede coinvolti 70 atleti della categoria uomini e 70 atlete della categoria donne, provenienti da 38 Nazioni di tutti i Continenti.Foltya la rappresentanza degli azzurri con Alessandro Fabian, Davide Uccellari e Gianluca Pozzatti per gli uomini, mentre in campo femminile ci saranno Verena Steinhauser, Ilaria Zane, Beatrice Mallozzi, Luisa Iogna-Prat e Carlotta Missaglia. Domenica 30 maggio spazio invece agli Age Group con la prima edizione del Triathlon Costa Smeralda su distanza olimpica.

Cagliari. Tassa di soggiorno per abbassare le imposte ai cittadini

"Introdurremo la tassa di soggiorno già nel prossimo bilancio, in questo modo non aumenteranno le tasse per i cittadini cagliaritani".

E' quanto dichiara il primo cittadino, Paolo Truzzu, in merito alla tassa di soggiorno, che costerà massimo due euro al giorno negli hotel più lussuosi. Un'operazione che consentirà alle casse comunali di introitare intorno ai 600 mila euro, che verranno spesi dai turisti in visita in città. Il provvedimento é già stato illustrato al presidente di Federalberghi Sud Sardegna, Fausto Mura, in presenza del presidente della Commissione Attività produttive Pierluigi Mannino.

"Eviteremo in questo modo di gravare ulteriormente su imprese e famiglie, già messe a dura prova a causa della pandemia in corso - ha sottolineato Truzzu - il ricavato della tassa verrà speso interamente per migliorare l’immagine di Cagliari. Finanzieremo tutte le attività necessarie per rilanciare il turismo, soprattutto i servizi per chi arriva in città. Inoltre avvieremo l’iter, insieme alle associazioni di categoria coinvolte, per capire come spendere al meglio le risorse e anche per comprendere come andare avanti con l’applicazione dell’imposta, d'accordo con il presidente Fausto Mura".

Cagliari. Incontro programmatico sul futuro del Turismo

L'invito arriva dall'assessore alle attività produttive e al Turismo di Cagliari, Alessandro Sorgia. Un incontro programmatico che si svolgerà giovedì 15 aprile, in modalità webinar, al quale possono partecipare istituzioni e portatori di interesse cittadini.

"Insieme al Sindaco Paolo Truzzu e a tutti gli invitati - sottolinea l'assessore Sorgia - faremo il punto della situazione con gli interventi dei dirigenti della Sogaer, dell' Autorità portuale, della CCIAA, delle associazioni di categoria e dei principali portatori d'interesse Cittadini. Analizzeremo la situazione dei trasporti e delle attività crocieristiche, ascolteremo le critiche costruttive e le proposte degli operatori turistici dei consorzi e dei centri commerciali della Città per condividere strategie e azioni per la programmazione della ripartenza dell'economia cittadina".

L'obiettivo di fondo dell'incontro é quello di concentrarsi sulla ripartenza, cercando di individuare le forme di sostegno più adeguate per il tessuto produttivo cittadino, senza trascurare le iniziative finalizzate a rafforzate l'appeal della destinazione Cagliari. Nell'occasione verrà trattato anche il tema dell’istituzione della tassa di soggiorno. Un evento dal taglio pratico, concentrato su soluzioni pragmatiche, cercando di evitare inutili polemiche. Su questo punto l'assessore é stato chiaro: "non ci sarà spazio per le polemiche- conclude l'assessore - dobbiamo concentrare gli sforzi e lavorare per un unico obiettivo: programmare la ripartenza del Turismo in Città per il secondo semestre del 2021 e farci trovare pronti ad accogliere i turisti, far ripartire l'economia, non appena sarà superata l'emergenza sanitaria".

Cambiamenti climatici. A rischio turismo e Pil di Sardegna e Sicilia

A decretarlo é Soclimpact, un progetto europeo che ha coinvolto otto Paesi europei nell'ambito del programma europeo Horizon. In particolare, i risultati ottenuti, frutto di 40 mesi di lavoro, fanno emergere uno scenario poco rassicurante per il turismo ed il Pil per isole e arcipelaghi europei. A causa dell'erosione di spiagge e coste e del rischio incendi, conseguenza diretta dei cambiamenti climatici, per la Sardegna e la Sicilia i danni potrebbero quantificarsi in una contrazione significativa della spesa turistica e un calo del Pil rispettivamente dell'8% e del 4%. Tra i ricercatori degli otto Paesi coinvolti nel progetto, il gruppo dell'Università di Bologna che hanno definito modelli di proiezione dei rischi calcolati per due scenari climatici, a basse emissioni e ad alte emissioni, e su due orizzonti temporali, di medio periodo (tra il 2046 e il 2065) e di lungo periodo (tra il 2081 e il 2100). Considerando lo scenario peggiore, nel 2100 la spesa turistica si ridurrà notevolmente, rispetto ad uno scenario di condizioni normali. Una situazione che potrebbe quindi portare, per la Sardegna, ad un calo del 59% dei fatturati nel comparto turistico. Tradotto in termini di Pil, una perdita che potrebbe attestarsi all'8%.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module