Cagliari. Arriva Simone Brancozzi l'economista del "Cruscotto aziendale"

Marchigiano schietto, comunicativo ritmico e inarrestabile, arriva a Cagliari Simone Brancozzi. Ideatore del famoso cruscotto aziendale, un sistema che calcola autonomamente gli indici da tenere sotto controllo affinché l'azienda cammini sicura su binari certi, oppure possa crescere a dismisura condotta dall'imprenditore verso nuove e più gratificanti avventure, Brancozzi sarà ospite dello STUDIO GALIZIA & PINNA, giovedì 14 ottobre per parlare di procedure di controllo del bilancio per indici. Autore di diverse pubblicazioni premiate dal gradimento di un pubblico sempre più vasto, Brancozzi ha con la Sardegna un rapporto confidenziale e consolidato tant'è che torna sempre almeno due volte l'anno per presentare le sue novità informative agli imprenditori locali. L'incontro del 14 ottobre, dalle ore 17,30, si terrà in Via Campidano, 24/A a Cagliari presso lo Spazio "Espace Peacock", una sala messa a disposizione dallo studio GALIZIA & PINNA partner storico di Brancozzi in Sardegna. La partecipazione é gratuita e il mini corso rivolto agli imprenditori durerà 2 ore. Necessaria la prenotazione su Eventbrite al link: https://www.eventbrite.it/.../biglietti-simone-brancozzi. In alternativa é possibile contattare il numero 3398501788. Obbligatoria l'esibizione del Green Pass.

Cagliari. Carlo Cracco all'Osteria del Forte di Palazzo Doglio

Ripartono le serate gourmet di "Notti Stellate" presso l'Osteria del Forte ospitata presso Palazzo Doglio. Questa volta ad essere protagonista sarà Carlo Cracco. Il noto esponente dell’alta cucina italiana sarà coinvolto martedì 19 Ottobre alle 20:00 in una esclusiva cena a quattro mani presso. Lo Chef, in collaborazione con Alessandro Cocco, cresciuto al Forte Village con maestri come Gordon Ramsay e Heinz Beck, condividerà il suo stile inconfondibile in una serata imperdibile, proponendo un menu che intreccia alcuni dei suoi piatti signature con i profumi e i sapori dei prodotti di stagione e a chilometro zero che caratterizzano l’offerta culinaria dell’Osteria del Forte. Maggiori informazioni sull'evento possono essere richieste contattando il numero 070.64640 oppure, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Cagliari. Al Jazzino arriva il batterista Billy Hart

Sarà il batterista Billy Hart, uno dei grandi padri del jazz, ad inaugurare la nuova stagione del Jazzino. Insieme a lui il suo quartetto formato dai suoi musicisti prediletti - Mark Turner al sassofono e Ben Street al contrabbasso - ai quali si aggiunge anche da un ospite d’eccezione come il talentuoso pianista Ethan Iverson, già membro del trio Bad Plus. In particolare, Billy Hart farà da apripista ad una stagione ricca di eventi, che si svilupperà dal giovedì al sabato di ogni settimana fino al 31 dicembre, proponendo oltre 40 concerti e, tra questi, veri e propri eventi d’eccellenza: il quartetto di Eli De Gibri, già acclamatissimo ospite del festival Eje nel 2019; il trio Gavino Murgia - NGuyen Le - Jarrod Gagwin; il quartetto dei grandi George Cables e Piero Odorici; il trio di Shaun Martin; il quartetto di Lucy Woodward; i sorprendenti House of Waters. Una grande stagione che arriva dopo la lunga pausa dovuta all’emergenza Covid, nel segno della migliore tradizione del Jazzino, locale storico del capoluogo che ha ospitato oltre cinquecento concerti live. L'apripista Billy Hart, classe 1940, dopo gli esordi R&B con Otis Redding e Sam & Dave, è approdato alla musica improvvisata meritando un posto tra i più grandi batteristi della storia del jazz, insieme ai leggendari Art Blakey, Elvin Jones, Max Roach e pochi altri. Celebri le sue performance insieme a Wes Montgomery, Wayne Shorter, Herbie Hancock, Stan Getz, Miles Davis, Oscar Peterson, John Scofield, Chick Corea con i quali ha firmato pagine memorabili. Nella sua ricchissima discografia figurano due perle firmate di recente come “All Our Reasons” (2006) e “One is the Other” (2014), un disco che John Fordham, il principale critico inglese del Guardian ha definito “superbo” apprezzandone la ricchezza di riferimenti alla storia del jazz. Molto attivo nella didattica, tra università e conservatori di musica, oggi Billy Hart ha passato gli ottant’anni: ascoltarlo e vederlo suonare significa concedersi il piacere di un viaggio prezioso in di più di mezzo secolo di storia del jazz.

Cagliari. Nuovo arredo urbano nelle vie dello shopping

Il capoluogo si fa bello. Il 29 settembre 2021 si sono conclusi i lavori di installazione dell’arredo urbano nelle vie commerciali del centro storico. L’intervento ha interessato le vie Alghero e Garibaldi, la piazza Costituzione e la via Manno, con il posizionamento in cinque punti differenti di panchine con fioriere, per offrire delle sedute nelle vie pedonali. Previsto nei prossimi giorni l’allestimento del verde all’interno delle fioriere.

“L’intervento di ieri – commenta l’assessore Giorgio Angius – va a migliorare l’accoglienza offerta dalle nostre vie commerciali più frequentate, oggetto negli scorsi anni di pedonalizzazione, e tuttavia rimaste sprovviste di sedute per una sosta momentanea e di elementi “verdi”, che contraddistinguono invece gran parte della città”.

“Prossimamente – annuncia il responsabile della Pianificazione strategica, dello Sviluppo urbanistico e del Verde pubblico - riscontreremo con la cittadinanza la validità di questo tipo di inserimenti e valuteremo ulteriori implementazioni degli arredi anche in altri quartieri”.

Il sindaco Paolo Truzzu ha invece sottolineato: “segno di attenzione, bellezza e gradevolezza che l'Amministrazione comunale sta dedicando a Cagliari, alle vie del centro e dello shopping”. Perché, “migliorare l’arredo significa migliorare anche il decoro urbano e al contempo offrire un nuovo servizio a cittadini, commercianti, visitatori e turisti”.

Cagliari. I 106 anni della signora Adele Anedda

Festeggiamenti questa mattina in via Tuveri per la signora Adele Anedda che ha compiuto 106 anni. Nata a Cagliari e vedova, la signora Anedda vive in via Tuveri. Sfollata durante la guerra, come tanti cagliaritani, ha passato diversi ani a Nurri, fino alla fine degli anni '50, per fare poi rientro in città. La signora Anedda è una delle concittadine più longeve e per questa giornata speciale ha ricevuto gli auguri di tutta la cittadinanza tramite il primo cittadino, Paolo Truzzu. Per l'occasione il sindaco ha donato alla signora Adele una medaglia ricordo e una pergamena.

Cagliari. Il Console Generale della Repubblica Dominicana in Municipio

Il primo cittadino, Paolo Truzzu, ha incontrato oggi al Palazzo Civico il Console Generale della Repubblica Dominicana in Italia Nelson Carela. L'incontro rientra nel programma che il Console da tempo porta avanti per incontrare gli amministratori locali in tutto il territorio nazionale e promuovere turismo e investimenti nella Repubblica Dominicana. In questo senso il diplomatico ha sottolineato la necessità di avviare un processo di rilancio dei servizi consolari a livello nazionale e ha proposto al sindaco Truzzu un protocollo per attivare, anche nella città di Cagliari, i servizi consolari della Repubblica Dominicana, un'isola caraibica che presenta tante similitudini, ha sottolineato il Console, con la Sardegna.

Cagliari. Conclusione del progetto "Filu a Refe" al Teatro Massimo

Si concluderà il prossimo 8 settembre al Teatro Massimo di Cagliari, con inizio alle 16.00, il progetto "Filu a Refe", un dialogo tra donne di varie etnie nell’ambito delle politiche di integrazione degli immigrati non comunitari, finanziato dall’Assessorato al lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale. I lavori realizzati dalle 30 partecipanti, saranno mostrati alla giuria e al pubblico alla presenza dell’Assessora regionale Alessandra Zedda. In due fasi della durata di 6 mesi ciascuna, le donne di Filu a Refe, cubane, boliviane, libanesi, africane, rumene, ucraine, messicane e italiane si sono scambiate idee, riflettuto e acceso dibattiti su temi urgenti o leggeri. Hanno rafforzato legami e lavorato in piccoli gruppi a progetti di interesse comune raccontando storie e fotografie di donne in cammino, realizzando una commedia audio Amar en tiempos nuevo, interamente scritta e interpretata da loro stesse; si sono scambiate consigli culinari, antichi rimedi e realizzato un insolito e cosmopolita ricettario; hanno ballato la salsa cubana sulle sonorità sarde e confezionato un abito come sintesi di culture, abilità e storie di popoli del mondo. Una giuria speciale, composta da docenti universitari, giornalisti e funzionari della Pubblica amministrazione, valuterà gli elaborati, le idee e i progetti nati da questo scambio pluriculturale. Al centro della verifica non saranno solo la bellezza e l’armonia delle composizioni ma il sincretismo culturale e sociologico per raggiungere un risultato condiviso. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito https://www.filuarefe.it/

Sestu. Quattordicesima edizione del festival "IN PROGRESS...ONE"

Dal 1° al 5 settembre va in scena a Sestu la quattordicesima edizione del festival IN PROGRESS...ONE, tradizionale appuntamento sardo col progressive rock e tutte le sue contaminazioni che anche quest’anno presenta nomi prestigiosi della scena musicale, sperimentazioni e proposte d’avanguardia. Organizzato da Mediteuropa con il sostegno dell’Assessorato Regionale della Cultura, della Fondazione di Sardegna e del Comune di Sestu, la suggestiva cornice di Casa Ofelia, in via Parrocchia 88, ospiterà quest’anno dieci concerti serali, ai quali si aggiungeranno, nelle giornate del 4 e 5 settembre, due speciali concerti-aperitivo mattutini ospitati nelle Tenute Cossedda. Per l’occasione sarà possibile degustare tre edizioni speciali dei vini Cossedda dedicati a tre nomi storici del prog rock mondiale. Infine, sempre nei locali di Casa Ofelia, per tutta la durata del festival, si terrà una fiera discografica con alcune delle più importanti etichette specializzate nazionali. L’accesso alla manifestazione sarà consentito dietro esibizione del green pass. Sarà possibile prenotare il proprio posto mediante il sito dell’assocazione Mediteuropa. Il tema del festival è “Il suono delle radici” e non a caso. L'edizione 2021 di "IN PROGRESS...ONE", infatti, darà grande spazio alle contaminazioni musicali col jazz, la musica classica e la musica etnica, da subito presenti nei primi, grandi dischi che hanno dato vita al movimento a cavallo tra anni Sessanta e Settanta. Nomi di punta del cartellone 2021 per le serate del 4 e 5 settembre sono il chitarrista americano Ralph Towner, maestro dell’acustica e della fusione tra jazz e classica, il Lautaro Acosta Trio, terzetto argentino che unisce la musica popolare sudamericana alle sonorità jazz e prog europee, e Reale Accademia della Musica, nome storico della scena prog romana degli anni ‘70 e tornato in pista negli ultimi anni. Ma non possono essere trascurate le esibizioni dell’ex-Area Ares Tavolazzi, l’esperienza e continua ricerca musicale di Riccardo Lay, le suggestioni etno prog dei triestini Passover, e la presenza di talenti del panorama musicale sardo come, tra gli altri, Riccardo Pittau, Mauro Mulas, Massimo Ferra Per tutte le serate del festival, l’ingresso costerà 8 euro e per l’accesso sarà necessaria l’esibizione del green pass. Proprio in virtù della limitata capienza degli spazi di Casa Ofelia, per tutelare la sicurezza degli spettatori, evitare assembramenti e permettere a quante più persone di assistere ai concerti, attraverso il sito www.mediteuropa.it sarà possibile prenotare il posto per la serata prescelta. Per info e aggiornamenti, IN PROGRESS...ONE è anche su Facebook (https://bit.ly/2B8fkGO) e Instagram (https://bit.ly/2QleIlF).
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module