Banner Athlon

Meteo. Cielo sereno e clima primaverile per Capodanno

Sarà un capodanno caratterizzato da temperature primaverili. Grazie alla presenza dell'anticiclone sull'isola, si prevedono infatti valori termici in graduale aumento con massime che possono raggiungere fino ai 20 gradi in diverse zone della Sardegna, con cielo sereno e poche nuvole. Il 2021 si chiude quindi con un clima molto piacevole e inusuale per il periodo, anche se potrebbe manifestarsi la presenza di una debole brezza tra la sera del 31 dicembre e il 1° gennaio 2022. In particolare, a parte possibili foschie mattutine, il primo giorno del nuovo anno godrà di di un cielo sereno e poco nuvoloso.

Cagliari. Parte a gennaio la Stagione lirica, di balletto e concertistica 2022 del Teatro Lirico

Si aprono a gennaio e si concludono nel mese di dicembre sia la Stagione lirica e di balletto, che la Stagione concertistica 2022 del Teatro Lirico di Cagliari. Ricco il programma presentato oggi nel foyer di platea. Lo ha evidenziato Paolo Truzzu, sindaco del capoluogo sardo e presidente Fondazione TLCa, spiegando che “il teatro è un luogo sicuro”, riferendosi della stretta osservanza dei protocolli anti-Covid. Sui contenuti della programmazione si è concentrato il dettagliato intervento del direttore artistico. “Il sipario della Stagione lirica e di balletto 2022 di alzerà il 28 gennaio alle 20,30”, ha annunciato Nicola Colabianchi. Previste sei opere ed un balletto per i sette turni di abbonamento, oltre alle recite mattutine rivolte alle scuole. “I titoli delle sei opere sono: Cecilia (dal 28 gennaio al 5 febbraio), L’elisir d’amore (dal 4 al 12 marzo), Ernani (dal 9 al 16 aprile), La sonnambula (dal 13 al 21 maggio), Manon Lescaut (dal 7 al 15 ottobre), il classico Romeo e Giulietta (dall'11 al 19 novembre) per il balletto e West Side Story (dal 15 al 23 dicembre)”. Cinque invece i concerti sinfonico-corali, 5 sinfonici e 6 cameristici per la Stagione concertistica 2022, che vede in primo piano l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico di Cagliari diretto da Giovanni Andreoli e protagonisti del calibro di Donato Renzetti, Buzzing Jars Brass Band, Jaume Santonja, Daniel Smith, Wayne Marshall, Nikolas Nägele, John Axelrod, Tianyi Lu, Marc Bouchkov, Gennaro Cardaropoli , Tom Borrow. “A Hansjörg Albrecht, direttore d’orchestra, organista, clavicembalista e direttore artistico del Münchner-Bach Chor Orchester – ha detto Colabianchi - il concerto d’inaugurazione dell’8 gennaio che viene proposto in un’unica, imperdibile, serata fuori abbonamento”. Per il primo cittadino Truzzu “il teatro è un'esperienza unica che vale la pena vivere”. E ringraziando le maestranze e gli artisti per “il grande lavoro e passione” che ci mettono, l'invito è dunque quello di “tornare al Lirico”. Perché, soprattutto In questo particolare momento storico ha bisogno del sostegno di tutti. I cartelloni delle Stagioni lirica, di balletto e concertistica 2022 sono consultabili attraverso i link http://www.teatroliricodicagliari.it/it/.

Villanovaforru. Sindaco e onorevole al ministro Cingolani: sì all'eolico ma l'Isola non sia la “batteria” del Nord

Era stato il sindaco di Villanovaforru, Maurizio Onnis, qualche settimana fa, a denunciare sui social la scoperta di una trattativa per la vendita di 30 ettari delle colline di Villanovaforru ai costruttori di pale eoliche, col rischio di ipotecare per almeno vent’anni il territorio del paese, deturpandone l’ambiente, gravandolo di vincoli, per un vantaggio economico che sarebbe andato solo ai compratori. La denuncia non é sfuggita all'attenzione della parlamentare Mara Lapia, che ha presentato un'interrogazione al ministero competente in cui chiede quali iniziative intenda intraprendere il Ministro Cingolani in merito, affinché venga rispettata la convenzione di Aarhus. Un documento che prevede appunto il coinvolgimento delle comunità interessate dagli effetti così impattanti che un impianto eolico potrebbe produrre.

"Mi sono battuta con successo per impedire definitivamente che la Sardegna ospitasse depositi di scorie nucleari, mi batterò perché l'eolico e le altre forme di produzione delle energie rinnovabili, vengano installate solo dove non deturpino il paesaggio" - ha sottolineato la Deputata sarda del Centro Democratico, nell'annunciare la presentazione di un'interrogazione al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani.

La Regione Sardegna, secondo il primo cittadino, Maurizio Onnis, dovrebbe dotarsi al più presto anche in virtù dello statuto speciale di cui gode, di una mappa che definisca con precisione quali possono essere le aree idonee a ospitare questo genere di impianti, anche in concorrenza con le decisioni del Governo se necessario.

"Circa sei mesi fa – spiega Onnis - con altri sindaci e le Associazione ambientaliste abbiamo chiesto formalmente alla Regione che venisse approvata una moratoria per l'installazione di questi impianti almeno in area agricola, ma non abbiamo ottenuta nessuna risposta".

Con questa interrogazione che si riferisce a un luogo in particolare, Villanovaforru, si vuole in realtà creare un precedente per evitare che la stringente necessità di produrre energie rinnovabili renda la Sardegna terra di speculazioni: "dobbiamo assolutamente impedire che la Sardegna - ha concluso Lapia - una terra con una vocazione turistica così importante, venga deturpata per diventare il luogo in cui si produce energia che poi verrà distribuita al resto d'Italia e i cui proventi andranno esclusivamente a privati che nemmeno risiedono nella nostra terra".

Cagliari. Il sindaco Truzzu incontra la Comandante dei Vigili del Fuoco di Cagliari Maria Pannuti

Il primo cittadino, Paolo Truzzu, ha incontrato questo pomeriggio la nuova Comandante dei Vigili del Fuoco di Cagliari, la dirigente superiore Maria Pannuti. Ingegnere meccanico, Maria Pannuti, insediata in città dal 29 novembre, è la prima donna a dirigere un Comando dei Vigili del Fuoco della Regione Sardegna. Un lungo e cortese colloquio nel quale la Comandante ha voluto sottolineare il suo impegno per migliorare le già ottime capacità professionali del Comando di Cagliari e garantire un sempre più efficiente servizio ai cittadini. Il sindaco Truzzu e la Comandante Pannuti hanno espresso la reciproca disponibilità alla massima collaborazione in tutti i settori nei quali si possa operare congiuntamente.

Migranti. Intercettato al largo di Cagliari barchino con 15 algerini

Quindici migranti a bordo di un barchino sono stati intercettati al largo di Cagliari dalla Capitaneria. Tutti e quindici i migranti, di nazionalità algerina, sono stati scortati dalla motovedetta e portati al Porto Canale del capoluogo. L'allerta é scattata grazie alle segnalazioni di alcune imbarcazioni che hanno notato le difficoltà dei migranti, ormai alla deriva. Dal Porto Canale i migranti sono stati condotti presso il centro di accoglienza di Monastir, dove sono state attivate le procedure sanitarie e di identificazione.

Sassari. Violate le norme anti-Covid: locale chiuso per 5 giorni

Violazione delle norme anti-Covid. Con queste motivazioni la Polizia Locale di Sassari ha disposto la chiusura di un circolo privato per 5 giorni. In particolare, durante il controllo del locale, nel centro storico cittadino, gli agenti hanno constatato lo svolgersi di una festa privata con 50 presenti, tutti minori tra 13 e 17 anni, senza mascherine e assembrati. Inoltre il locale era privo della cartellonistica indicante il numero massimo di clienti ammessi, non veniva effettuato alcun controllo sul green pass e venivano eluse le prescrizioni sul distanziamento. Ma non basta, ai gestori é stata contestata anche l'attività abusiva di locale di pubblico spettacolo, l'assenza di agibilità e la mancanza della relazione sull'inquinamento acustico.

Sport e amicizia con il "Sitting Volley". di Daniele Cardia

Sabato 18 e domenica 19 dicembre, a Chieri, a pochi km da Torino, si è svolta la Diosorin Cup 2021, un torneo di amicizia, tra atleti di tutte le squadre italiane di Sitting Volley. Il Sitting Volley è una pallavolo paralimpica che in questi mesi stiamo incominciando a conoscere. Giocatori provenienti da tantissime regioni italiane si sono misurati in un torneo che, per la prima volta, ha voluto far socializzare gli atleti fra di loro, costituendo squadre di “formazione”. Una due giorni caratterizzata da vere partite divertenti e ironiche, senza nessun agonismo. Erano presenti anche simpatici arbitri professionisti della Federazione. Il bello di questo torneo è stato vedere atleti veterani della disciplina, giocatori della Nazionale, come Sara Girelli, Sara Fella o Paolo Gamba e Massimo Barossi, giocare insieme a giocatori principianti, alle prime armi, come il sottoscritto. “Il segreto della vittoria, in campo, ma anche nella vita, sta nel saper rispettare il mio compagno di squadra, ma anche il mio avversario. Nessuno vince da solo, né in campo né nella vita!” (Papa Francesco).

Daniele Cardia

Cagliari. L'Assessorato alle Pari Opportunità aderisce a “Calendaria 2022”

Presentato dall'Associazione Toponomastica Femminile, edito in tre lingue, “Calendaria 2022” è dedicato a 62 donne europee la cui storia è legata ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda europea 2030. Tra gli altri, i racconti di 4 grandi donne italiane che si sono distinte per competenza e capacità in diversi ambiti: Eva Mameli Calvino, Laura Conti, Maria Montessori e Trotula de Ruggiero. Oltre alle scuole cittadine, l'Assessorato alle Pari Opportunità, guidato da Rita Dedola, ha voluto omaggiare le consigliere, i consiglieri, i colleghi e le colleghe della Giunta Comunale di Cagliari con una copia di “Calendaria 2022”, a testimonianza del lavoro svolto in questo anno complesso 2021 che si avvia alla conclusione.

“La parità di genere passa attraverso la conoscenza e lo studio anche di figure femminili che hanno fatto la storia - ha spiegato l'assessore Dedola - é importante ricordare e considerare, che alla stessa stregua di insigni nomi maschili nei campi dell'arte, della letteratura, della scienza, della medicina, ci sono state donne i cui nomi hanno rappresentato tanto per la crescita morale e lo sviluppo della società. Le donne che hanno segnato i tempi sono di esempio e di monito per le giovani generazioni. Ciò che la storia ci ha insegnato può essere ripetuto e migliorato, questo mi sento di dire a tutte le giovani donne che si affacciano al mondo del lavoro e delle professioni: identità femminile come forza per portare avanti progetti di crescita e di sviluppo in un’Europa di parità”.

L'idea di realizzare “Calendaria”, nasce nella primavera del 2020, in pieno confinamento da Covid-19, patito in particolare dalle donne. L'attivo contributo nei più diversi campi dell’ingegno e del sapere delle donne, per arginare e ridurre stereotipi, pregiudizi e comportamenti sociali discriminatori, si è manifestata anche in questa complicata fase storica a testimoniare la capacità delle donne di organizzarsi, soprattutto nei momenti difficili.

Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module