Banner Athlon

Cagliari. Controlli della Polizia Locale nelle zone della movida

Continuano i controlli della Polizia Locale per garantire il decoro e la pulizia delle zone centrali del capoluogo. Le attività di controllo effettuate nei giorni scorsi, concentrate nelle zone della movida, hanno portato all'erogazione di sanzioni a carico di alcune persone per abbondono di rifiuti. In particolare i controlli, effettuati in borghese, si sono concentrati nella piazza San Sepolcro e piazza Savoia. Sugli interventi di presidio del territorio é intervenuto l'assessore all'Igiene del suolo Alessandro Guarracino che ha dichiarato: "proseguiamo l'attività di controllo nelle aree della città che risentono dell'eccessivo affollamento nelle ore serali – dichiara - e che maggiormente sono oggetto di segnalazioni di comportamenti incivili".

Torralba. Deteneva armi illegalmente: arrestato allevatore

Un fucile calibro 12 con matricola abrasa, 1,5 kg di gelatina da cava, 10 metri di micce e 6 detonatori. E' quanto hanno trovato i Carabinieri nell'azienda agricola di un allevatore di Torralba durante una perquisizione disposta dalla Procura di Sassari. Considerando la detenzione illegale delle armi l'uomo é stato arrestato e trasferito nel carcere di Bancali, in attesa che si compiano le indagini finalizzate a verificare se quanto ritrovato all'interno dell'azienda - e sequestrato - possa essere riconducibile a qualche precedente azione criminale.

Cagliari. Una sedia rotelle donata dal Rotary Club alla Galleria comunale d'Arte

Da oggi i visitatori dei Musei Civici di Cagliari che - pur non essendo affetti da disabilità tali da doversi muovere con il proprio presidio sanitario – hanno difficoltà di deambulazione o a stare in piedi a lungo, potranno usufruire di una sedia a rotelle per poter visitare la Galleria comunale. Il Rotary Club Cagliari Est ha infatti donato una sedia a rotelle per consentire di visitare le opere custodite alla Galleria Comunale a chi ha problemi a deambulare o si trovi in una situazione di particolare difficoltà fisica. La consegna è stata effettuata questa mattina dalla Presidente del Rotary Club Cagliari Est, Stefania Bandinelli, all’assessora alla Cultura Maria Dolores Picciau.

"E’ un modo per favorire le persone anche solo momentaneamente fragili - ha dichiarato l'assessora alla Cultura Maria Dolores Picciau - e al contempo promuovere la conoscenza dei tesori della nostra città. In un momento particolarmente difficile per la salute delle persone in cui abbiamo dovuto reinterpretare i vincoli di prossimità, aggregazione e relazione, è apprezzabile che la società civile si mobiliti per fare gesti di solidarietà. Questa importante iniziativa del Rotary Club Cagliari Est - ha concluso l'assessora Picciau - serve a migliorare la vita di chi è in difficoltà, e l’agire solidale fa sentire meno solo chi è più vulnerabile".

Porto Torres. La Regione a Eni: ora le bonifiche

Arriva la reazione della Regione alla sentenza del Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso dell’azienda “Eni Rewind Spa” (ex Syndial). Il provvedimento, che condanna l'azienda quale “soggetto responsabile dell’inquinamento della falda acquifera dell’area del carbondotto di pertinenza della centrale E.On di Fiume Santo, inserita nell’area industriale di Porto Torres”, é stato accolto con soddisfazione da parte del presidente della Giunta Regionale.

“Dopo la pubblicazione della sentenza del Consiglio di Stato, che segue e conferma quella del Tar Sardegna del 2020 - ha dichiarato Christian Solinas - non ci sono più dubbi: la responsabilità dell’inquinamento dell’area di Porto Torres è in capo all’Eni. La pazienza è terminata e non è più accettabile attendere ulteriormente: l’azienda di Stato deve provvedere immediatamente al risanamento dell’area”.

“Il tentativo di sottrarsi alle proprie responsabilità è durato troppi anni – ha precisato Solinas – la Regione Sardegna ora pretende il ripristino ambientale e la messa in sicurezza di quel territorio del Nord Sardegna, che ha fin troppo atteso e sofferto per quel disastro ambientale. Se ci fosse stato ancora qualche dubbio, ora è finalmente assodato che il principio ‘chi inquina paga’ non conosce alcuna eccezione”.

In particolare, la società del gruppo Eni aveva acquisito, per legge, beni, terreni, impianti e dotazioni accessorie della società Sir, subentrando perciò in tutti i rapporti giuridici, compresi gli obblighi ambientali relativi alla gestione dello stabilimento.

“Inoltre – ha aggiunto il presidente della Giunta Regionale – è opportuno precisare che la Regione non ha neanche potuto costituirsi in giudizio perché non era stato impugnato alcun atto regionale. Si trattava invece di atti della Provincia di Sassari, che aveva ordinato il ripristino ambientale sulla base dei rilievi tecnici realizzati dall’agenzia regionale Arpas, e del Comune di Porto Torres. Si era, comunque, costituito in entrambi i gradi di giudizio il Ministero dell'Ambiente. Dopo le bonifiche, sarà il momento di vedere realizzati i progetti di riconversione, legati alla chimica verde, in un quadro già tracciato negli accordi con l’azienda di Stato, e che fino ad ora sono stati disattesi”, ha concluso il Presidente della Regione.

Caro energia. Sale il prezzo di grano, pane e pasta ma gli agricoltori restano al palo

A causa del rincaro dei costi energetici e all'incremento del prezzo del grano, pane e pasta fanno registrare incrementi significativi del prezzo per il consumatore finale, con conseguenti margini più generosi per i produttori e la grande distribuzione. Una situazione che ha risvolti su scala internazionale, che si riflette anche a livello locale, dalla quale però gli agricoltori sardi non traggono alcun vantaggio. Di fatto, pur non godendo di alcun vantaggio significativo per l'incremento dei prezzi al consumatore finale, la categoria deve affrontare i continui aumenti dei costi delle semine, a seguito dei rincari - oltre il 50% - per il gasolio necessario alle lavorazioni dei terreni. Ma non solo, ad aumentare sono anche i costi dei mezzi agricoli, dei fitosanitari e dei fertilizzanti che, in qualche caso, arrivano anche a triplicare. In particolare, a soffrire maggiormente sono i cerealicoltori sardi che, in aggiunta, sono stati costretti a bloccare i lavori di semina a causa delle persistenti piogge degli ultimi due mesi. Insomma, una situazione insostenibile - come sottolineato da Coldiretti - che richiede un intervento immediato per impedire le speculazioni, unitamente a degli accordi di filiera che possano garantire un giusto equilibrio per tutti gli attori coinvolti.

Cagliari. Premiazione al Municipio per i campioni di windsurf Maggetti, Caproni, Pilloni e Falqui Cao

In occasione dei 130 anni di attività della riconoscimento alla Canottieri Ichnusa, si é svolto oggi, presso la sala del Retablo del Municipio, la premiazione dei campioni sardi di windsurf, Marta Maggetti, Pierluigi Caproni, Federico Pilloni e Giorgio Falqui Cao.

“Danno lustro alla città attraverso i loro risultati sportivi e partecipazione a competizioni a livello internazionale”, ha sottolineato il primo cittadino Paolo Truzzu. Promossa dall'Amministrazione Comunale, alla cerimonia anche gli assessori Andrea Floris e Alessandro Guarracino. Così come impresso nei trofei, anche per i titolari dello Sport e delle Politiche del Mare, ai quattro campioni sardi i ringraziamenti “per essere esempio e stimolo per tanti giovanissimi che guardano alle sue imprese con ammirazione e spirito di emulazione”. Da parte di entrambi ribadita l'intenzione del Comune di “valorizzare il connubio sport-mare-ambiente” e il “sostegno alle associazioni sportive del territorio che stanno esprimendo al meglio il proprio potenziale”. Come il WindSufing Club Cagliari, negli ultimi due anni il migliore d'Italia. Con la partecipazione del presidente FIV – Federazione Italiana Vela, Francesco Ettorre, e Corrado Fara, presidente della III Zona, che hanno definito Cagliari “centro di eccellenza per gli sport velici”, la cerimonia di questa mattina di mercoledì 12 gennaio 2022 è stata anche l'occasione per festeggiare i 130 anni di attività della Canottieri Ichnusa. Presente il presidente del CONI regionale Bruno Perra: “Bella giornata di sport”.

Nuoro. Raccolta di firme per l'Ateneo barbaricino

Il tempo passa e non arriva alcuna notizia sul destino di Uninuoro. Una situazione che agita gli animi degli studenti dell'Ateneo barbaricino, convinti che le istituzioni regionali debbano dare delle risposte. Allo scopo, a seguito di una apposita petizione lanciata su Change.org sono state raccolte oltre 15mila firme per chiedere alla Regione, Comuni e ai Rettori delle Università di Cagliari e di Sassari di intervenire per sbloccare la situazione in cui si trova l'Ateneo nuorese. Di fatto, allo stato attuale, non vi é certezza sulla possibilità di concludere i numerosi percorsi accademici che vedono coinvolti i futuri dottori del centro barbaricino. L'auspicio degli organizzatori della petizione é quello che la situazione si possa risolvere nel migliore dei modi: garantire la continuità dei servizi che ogni studente merita.

Scuola. Campagna di screening: 50% della popolazione scolastica testata

Lo screening dedicato agli studenti della Sardegna, iniziativa promossa dalla Regione in stretta collaborazione con i sindaci del territorio e l'Anci per il contrasto alla diffusione del Covid-19 in vista della riapertura delle scuole al termine delle festività natalizie, ha raggiunto la soglia del 50% della popolazione scolastica testata, in grado di rappresentare il quadro epidemiologico generale. Sull'intero territorio regionale, il dato, non ancora definitivo, registra 81.300 studenti che si sono sottoposti volontariamente al test antigenico nelle giornate di sabato e domenica. In particolare: 26.790 Asl Cagliari; 9.504 Asl Gallura; 1.945 Asl Medio Campidano; 10.649 Nuoro; 1.187 Asl Ogliastra; 6.815 Asl Oristano; 17.322 Asl Sassari; 7.088 Asl Sulcis. Il numero dei positivi attualmente rilevati si assesta al 2,19%. I soggetti risultati positivi nel corso del monitoraggio sono stati presi in carico dai servizi di igiene pubblica per la verifica tramite il test molecolare.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module