BANNER 300X250

Coronavirus. Aggiornamento del 17 maggio: 23 nuovi contagi, 4 decessi

Sale a 56.155 il numero dei casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di Crisi Regionale sono stati rilevati 23 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.248.965 tamponi, per un incremento complessivo di 4.884 test rispetto al dato precedente. Quattro i nuovi decessi per un totale di 1.437 in tutto. Scende a 211, il numero di persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, mentre resta invariato, a 39, il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.991 e i guariti sono complessivamente 40.477 (+189). Sul territorio, dei 56.155 casi positivi complessivamente accertati, 14.667 (+5) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.531 (+2) nel Sud Sardegna, 5.090 a Oristano, 10.799 (+9) a Nuoro, 17.053 (+10) a Sassari. Secondo quanto riportato dall’Unità di crisi non si registrano nuove positività per la provincia di Oristano, che segna complessivamente tre casi in meno in seguito a un riallineamento del dato.

Cagliari. Da lunedì 17 maggio 2021 due nuovi accessi alla Fiera per gli hub vaccinali

Al fine di favorire l’afflusso dei cittadini che si recano alla Fiera per la somministrazione del vaccino anti Covid-19, a partire da lunedì 17 maggio è stata predisposta l’apertura di due nuovi ingressi, uno carrabile in viale Diaz e uno pedonale nel piazzale CONI, Grazie a queste due aperture, l’Amministrazione Comunale e l’ATS Sardegna, puntano ad una maggiore facilità sia per l’accesso che per l’uscita di chi raggiunge gli hub vaccinali. In particolare, in viale Diaz sarà aperto un ingresso, solo carrabile, per chi deve recarsi presso l’hub 2 rosso, dove si effettuano i richiami. Una volta superato l’ingresso, si potrà andare verso un ampio parcheggio o verso l’hub 2 rosso per accompagnare le persone che non possono deambulare e poi recarsi al parcheggio. Nel piazzale del CONI sarà inoltre aperto un ingresso solo pedonale, per chi si reca verso entrambi gli hub vaccinali, ossia l’hub 1 blu e l’hub 2 rosso. Accanto a questo, ci sarà l’ingresso carrabile per chi si reca verso l’hub 1 blu, attraverso il quale si arriverà, seguendo le indicazioni, al parcheggio. L’attuale ingresso sarà utilizzato solo per l’uscita dei veicoli provenienti dai due parcheggi degli hub 1 e 2, l’accesso ai quali sarà consentito a tutti

Cagliari. Punto tamponi rapidi della Croce Rossa presso la Stazione FS

Completamente gratuito, sarà operativo tutti i giorni dalle 10 alle 16 sino al 30 settembre. Il sindaco Truzzu all'inaugurazione. E' il nuovo Punto Tamponi rapidi della Croce Rossa Italiana, allestito presso la Stazione FS del capoluogo. Operativo da questa mattina, il punto garantisce a chiunque il test, in maniera totalmente gratuita e senza prescrizione medica. All'inaugurazione il primo cittadino, Paolo Truzzu, che ha spiegato: “la Stazione è un luogo dove arrivano tanti cittadini da tutta la Sardegna. Contribuirà a rafforzare la rete intessuta da istituzioni, cittadini, imprese, mondo dell'associazionismo e volontariato per prevenire la diffusione della pandemia che sta attanagliando anche l'Isola". Operativo tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 16 e fino al 30 settembre, il Punto tamponi Covid-19 é stato reso possibile grazie ai medici e agli infermieri volontari della Croce Rossa Italiana, al Gruppo Fs che ha messo a disposizione a titolo gratuito l'ampio box posizionato all'interno dello storico edificio di piazza Matteotti e al finanziamento della Commissione Europea.

“Gratuitamente, senza bisogno di prescrizione medica e senza limiti di età – ha precisato Fernanda Loche, di Croce Rossa Italiana - chiunque potrà fare il tampone antigenico rapido di ultima generazione: l'esito sarà dato in 15 minuti. Il documento che verrà rilasciato potrà essere utilizzato per potersi spostare. In questo modo – ha concluso la presidente CRI, Comitato Cagliari – speriamo di raggiungere anche e sopratutto le persone in difficoltà che circolano anche nelle stazioni e tutte quelle persone che hanno bisogno di fare il tampone Covid e non se lo possono permettere”.

A plaudire all'iniziativa anche Edoardo Tocco. In veste di presidente del Consiglio comunale ha parlato di “grande risultato sul fronte della sicurezza sanitaria”. Alla cerimonia d'inaugurazione del nuovo Punto tamponi Covid di oggi, anche l'assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu e il presidente regionale della CRI, Sergio Piredda, che ha annunciato l'intenzione di “esportare l'iniziativa anche in altri comuni dell'Isola, in accordo coi sindaci”.

La Maddalena. Iniziata la campagna di vaccinazione di massa

Ha preso il via, questa mattina alle or 9, la campagna "Sardi e vaccinati" per le isole minori. Sono stati convocati oltre 7.000 cittadini per sottoporsi, tra oggi e domenica 16 maggio, alla somministrazione del vaccino contro il Coronavirus. L'obiettivo da raggiungere é quello dell’immunizzazione di massa per tutti i cittadini dai 16 anni in su, secondo quanto previsto dall'accordo per le isole minori tra la struttura commissariale per l'emergenza Covid e le Regioni. La campagna di vaccinazione di La Maddalena, curata dalla Regione con Ats Sardegna e con la collaborazione del Comune, dell'Esercito, della Marina e di varie associazioni di volontariato, ha un potenziale di 2.500 somministrazioni giornaliere nei due hub allestiti: 500 nella palestra della Scuola per sottufficiali con sei postazioni vaccinali e 2.000 nell'ex Arsenale, struttura di circa 1.000 metri quadri recuperata in appena tre giorni con la realizzazione di 17 postazioni. Il prossimo fine settimana sarà la volta di Carloforte. A seguire Sant'Antioco e Calasetta.

Guardia di Finanza Cagliari. Scoperta evasione fiscale per oltre 960 mila euro nel settore degli Aerotaxi

La Guardia di Finanza della 1a Compagnia Cagliari hanno scoperto una consistente evasione fiscale per importi prossimi al milione di euro nei confronti di 265 società estere operanti nel settore degli aerotaxi. Questa particolare tipologia di trasporto passeggeri rappresenta un comparto commerciale trainante soprattutto nelle località, come la Sardegna, ad alta vocazione turistica. L’offerta presentata, caratterizzata da comodità, esclusività ed ottimizzazione dei tempi, costituisce un business di lusso, verso il quale il Corpo, nel più ampio contesto di polizia economico e finanziaria a tutela del bilancio nazionale, rivolge specifica attenzione. Il settore degli aerotaxi è disciplinato da una normativa del 2011 che prevede il versamento di un’imposta erariale commisurata, per ciascun passeggero trasportato, alla distanza chilometrica del viaggio. Nello specifico, le varie compagnie aeree sono responsabili dell’applicazione e del successivo versamento di un importo pari a 100 euro, in caso di tragitto inferiore a 1.500 km, e a 200 euro per percorrenze superiori, per ciascun passeggero trasportato I controlli dei Finanzieri in servizio presso lo scalo “Mario Mameli” di Elmas hanno preso in considerazione tutti i voli passeggeri effettuati tramite aerotaxi dal 2017 al 2019, provenienti da ogni parte del mondo e concentratisi principalmente nei mesi estivi e durante le festività. L’attività ispettiva è stata condotta nei confronti di 265 compagnie di navigazione private, aventi sede legale in 50 paesi esteri, che, a fronte del trasporto di 6.234 passeggeri avvenuto durante 1.169 voli da e verso l’aeroporto di Cagliari- Elmas, hanno omesso di versare nelle casse dell’Erario i contributi previsti per il servizio offerto, pur avendoli percepiti dai passeggeri. L’esito del servizio ha consentito di rilevare un’evasione del citato contributo per un ammontare complessivo pari a 960.900 euro attraverso l’analisi comparata dei documenti di viaggio compilati dalle società con i dati relativi ai versamenti effettuati nelle casse erariali dai vettori. A fronte delle violazioni contestate sono state altresì irrogate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 288.270 euro.

Coronavirus. Aggiornamento del 12 maggio: 96 nuovi casi, 5 decessi

Sale a 55.861 il numero dei casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. L'Unità di Crisi Regionale, nel suo ultimo aggiornamento, ha rilevato 96 nuovi casi di contagio. In totale sono stati eseguiti 1.229.785 tamponi, per un incremento complessivo di 5.004 test rispetto al dato precedente. Cinque i nuovi decessi, per un totale di 1.427 in tutto il territorio regionale. Calo di ulteriori 20 unità per i pazienti ricoverati in ospedale in reparti non intensivi, attualmente a 254. Calano di 2 unità, a 38, i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 14.660 e i guariti sono complessivamente 39.480 (+367), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 2. Sul territorio, dei 55.861 casi positivi complessivamente accertati, 14.607 (+22) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.464 (+24) nel Sud Sardegna, 5.040 (+5) a Oristano, 10.762 (+11) a Nuoro, 16.988 (+34) a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento dell'11 maggio: 83 nuovi casi, 4 decessi

Sale a 55.765 il numero dei casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. Il dato comprende 83 nuovi positivi, registrati nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di Crisi Regionale. In totale sono stati eseguiti 1.224.781 tamponi, per un incremento complessivo di 5.776 test rispetto al dato precedente. Si registrano anche 4 nuovi decessi per un totale generale di 1.422 in tutta l'isola. Ancora in calo il numero di pazienti ricoverati in ospedale in reparti non intensivi, attualmente 274. Diminuiscono anche le persone in terapia intensiva, ad oggi 40. Le persone in isolamento domiciliare sono 14.916 e i guariti sono complessivamente 39.113 (+324). Sul territorio, dei 55.765 casi positivi complessivamente accertati, 14.585 (+11) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.440 (+16) nel Sud Sardegna, 5.035 (+22) a Oristano, 10.751 (+7) a Nuoro, 16.954 (+27) a Sassari

Coronavirus. Aggiornamento del 10 maggio: calo significativo di contagi e decessi

Il numero di positivi rilevati nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di Crisi Regionale si ferma a quota 31, con 2 nuovi decessi. Dati confortanti che fanno ben sperare per il futuro, in vista della stagione estiva. I nuovi casi di contagio registrati portano dunque a 55.682 il numero dei positivi al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.219.005 tamponi, per un incremento complessivo di 4.473 test rispetto al dato precedente. Il bilancio totale delle vittime da Covid-19 - inclusi i 2 decessi registrati in data odierna - aumenta a 1.418. Calano, di 7 unità, anche i ricoveri in reparti ospedalieri non intensivi, attualmente 288. Aumenta invece di una unità, a 41, il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.146 e i guariti sono complessivamente 38.789 (+214). Sul territorio, dei 55.682 casi positivi complessivamente accertati, 14.574 (+19) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.424 (+2) nel Sud Sardegna, 5.013 (+3) a Oristano, 10.744 (+4) a Nuoro, 16.927 (+3) a Sassari.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module