Maracalagonis. Rifiuti alla fermata del servizio di trasporto pubblico ARST a Baccu Mandara

In evidenza Maracalagonis. Rifiuti alla fermata del servizio di trasporto pubblico ARST a Baccu Mandara
Sono sempre di più i rifiuti scaricati presso la fermata degli autobus ARST lungo la strada provinciale n. 17 “Quartu S. Elena – Villasimius” a Baccu Mandara. La denuncia arriva dall'associazione ecologista Gruppo d'Intervento Giuridico Onlus (GriG) che fa notare come l'area sia anche tutelata con vincolo paesaggistico, come da decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.. Uno scarico illecito di rifiuti che lentamente cresce "nella becera indifferenza di chi dovrebbe intervenire" - si legge nella nota stampa dell'associazione che fa notare come un cartello segnali la presenza di un impianto di videosorveglianza, "evidentemente inutile come un frigorifero al Polo Sud". La situazione é evidente a tutti "eppure - fa notare il GriG - il soggetto titolare della strada, la Città Metropolitana di Cagliari, è tenuto a mantenere pulite le aree di sosta, come previsto dall'art. 14 del decreto legislativo n. 285/1992 e s.m.i., Codice della strada". Per tutti questi motivi, l’associazione ha inoltrato una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione dei provvedimenti di bonifica, coinvolgendo il Comune di Maracalagonis, i Carabinieri del N.O.E., il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale. "Infatti, in ogni caso - si legge ancora nel comunicato stampa dell’associazione - l'abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo, nel suolo, nelle acque superficiali e sotterranee sono vietati dall'art. 192 del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i. Pertanto il sindaco competente dispone con ordinanza a carico del trasgressore in solido con il proprietario e con il titolare di diritti reali o personali sull’area, la rimozione dei rifiuti ed il ripristino ambientale. Trascorso infruttuosamente il termine assegnato, provvede d’ufficio l’amministrazione comunale in danno degli obbligati".

"Un intervento di bonifica in tempi brevi è fondamentale per la tutela della salute pubblica e l’ambiente - precisa il GriG - ma sarebbe necessaria un’adeguata vigilanza, considerata la forte presenza di scarichi incontrollati di rifiuti ai lati di strade principali e secondarie".

Ultima modifica ilGiovedì, 16 Settembre 2021 18:33
giweather joomla module