Cagliari. Poetto: bonifica ambientale dai sacchi di nylon in autunno?

In evidenza Cagliari. Poetto: bonifica ambientale dai sacchi di nylon in autunno?
Ci sarà ancora da aspettare per la bonifica delle centinaia e centinaia di sacchi di nylon che continuano a degradarsi lungo la battigia della spiaggia del Poetto, alcuni integri, la maggior parte molto meno. Lo annuncia l'associazione ecologista Gruppo di Intervento Giuridico Onlus (GriG). Di fatto la Direzione generale Enti locali e Finanze – Servizio Demanio e Patrimonio della Regione autonoma della Sardegna - si legge nel comunicato stampo del GriG - ha comunicato la recentissima indizione della conferenza di servizi asincrona per l’approvazione del progetto ‘Poetto di Cagliari - Affioramento di sacchetti di materiale plastico sulla spiaggia antistante lo stabilimento balneare ‘Il Lido’. Progetto sulle modalità di intervento per le opere di rimozione – Relazione tecnica’ predisposto da Il Lido s.r.l., società concessionaria dell’omonimo stabilimento balneare, da parte delle amministrazioni pubbliche competenti. Un provvedimento che segna l'inizio di un percorso che, inevitabilmente, avrà i suoi tempi. Entro il 2 agosto potranno infatti essere richiesti integrazioni o chiarimenti, mentre entro il 1°settembre dovranno esser inviati pareri e autorizzazioni e, finalmente, il 13 settembre 2021 vi sarà la conclusione della conferenza di servizi e l’emanazione del provvedimento autorizzativo. Successivamente potrà esser avviato il progetto di rimozione dei sacchi di nylon e di ripristino ambientale. Andando bene - sottolinea l'associazione ecologista - nella seconda metà di settembre, all’inizio dell’autunno 2021. Nel mentre, la Società concessionaria è autorizzata “a porre in atto tutte le azioni volte alla messa in sicurezza del sito per l’ incolumità pubblica, sia a terra che sullo specchio acqueo” nonché “per contenere il rischio di inquinamento … è autorizzata parimenti a rimuovere il materiale plastico proveniente dai sacchi posti in opera nel 1996, in via d’urgenza e limitandosi a rimuovere il ‘materiale libero’, sia a terra che sullo specchio acqueo, senza movimentazione di sabbia” (nota D.G. Enti locali e Finanze – Servizio Demanio e Patrimonio della Regione autonoma della Sardegna prot. n. 28552 del 7 luglio 2021). Non molto - attacca il GriG, ma meglio di niente.
Ultima modifica ilSabato, 24 Luglio 2021 20:46
giweather joomla module