Il deposito Gnl di Cala Saccaia non vedrà mai la luce.

A decretarlo è l'esito negativo della valutazione di impatto ambientale, ricevuto dal ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica.

 

In particolare il documento, che  prende in esame tutti i pareri tecnici e le osservazioni pervenute sul progetto chiamato "EnerClima 2050", boccia l'iniziativa che prevedeva la realizzazione di un terminale per il metano con un serbatoio di stoccaggio di Gnl da 40mila metri cubi rifornito attraverso le navi metaniere nel porto merci e di una relativa centrale elettrica a ciclo combinato a gas.

L'esito negativo della valutazione di impatto ambientale viene incontro alla contrarietà per il progetto, manifestata dall'opposizione politica in Consiglio Comunale e da molti cittadini e imprenditori agricoli, spaventati dall'impatto dell'iniziativa per il golfo di Olbia.

Soddisfazione è stata espressa anche dal consigliere regionale gallurese del M5s, Roberto li Gioi. Il progetto era stato invece appoggiato dal primo cittadino, Settimo Nizzi.

Le più lette