Il Corpo Forestale, nell'ambito di una operazione di controllo sulla pesca e la vendita di ricci di mare, polpa e pesce, ha sequestrato 11 chili di gonadi di riccio, confezionate illegalmente, unitamente a 3.000 ricci sotto misura e 12 chili di pesce.

Loperazione ha portato all'elevazione di nove contravvenzioni per 22 mila euro, e alla segnalazione di due persone per occupazione abusiva di suolo pubblico. Ad essere coinvolti 21 tra ristornati, pescherie e banchetti ambulanti a Cagliari e Quartu Sant'Elena.

In particolare, in due ristoranti di Cagliari i Forestali hanno proceduto al sequestro di 3 chili di gonadi di ricci di mare perché privi di tracciabilità, mentre in tre banchetti ambulanti, sempre a Cagliari, sono stati messi i sigilii su circa 3 mila ricci in quanto di misura inferiore a quella consentita.

A Quartu Sant'Elena invece, un ambulante è stato beccato mentre nascondeva la polpa di ricci in una borsa frigo in un tombino. Il prezioso alimento veniva poi prelevato a richiesta dei clienti. Uno stratagemma per eludere i controlli evitando sequestri. 

Inoltre, presso un ristorante di Cagliari sono stati sequestrati 12 chili di pesce congelato privo di tracciabilità. 

Le più lette