Fonni. Arrestato il responsabile degli attentati ad un B&B

E' stato arrestato il 43 enne di Fonni, responsabile degli attentati perpetrati ai danni di un B&B di Fonni e dei loro ospiti. L'uomo, che dovrà rispondere di atti persecutori, stalking, porto e detenzione di arma in luogo pubblico e danneggiamenti, aveva preso di mira la struttura, ininterrottamente per un anno intero. Il primo episodio nel giugno 2016 quando aveva danneggiato l'auto di un ospite del B&B. A seguire, (luglio e settembre) l'invio di due lettere minatorie indirizzate alla titolare del B&B. A fine anno (dicembre 2016) aveva preso di mira l'insegna dell'attività, sparandola con un'arma da fuoco. E ancora, lettere minatorie e imbrattamenti vari del portone di casa della famiglia con olio esausto. Sui motivi degli attentati non si sa ancora molto. Gli inquirenti pensano possa trattarsi di rapporti di vicinato deteriorati.

Consumo idrico. Allacci abusivi: Abbanoa presenta 500 denunce

I controlli effettuati da Abbanoa, eseguiti sulla base delle segnalazioni pervenute, hanno portato all'emersione di diverse situazioni di allacci abusivi. A Budoni sono state scoperte due intere lottizzazioni allacciate alla rete idrica tramite un unico punto di fornitura abusivo. In Costa Smeralda una villa di lusso, intestata a una società Lussemburghese non pagava un centesimo per la grande quantità d'acqua utilizzata. Sempre al nord, scovato un camping di S.Teodoro, anch'esso allacciato abusivamente alla rete fognaria. Nel centro dell'isola un caseificio fruiva del servizio erogato da Abbanoa senza la sottoscrizione di alcun contratto mentre a Cagliari, un chioschetto del Poetto, nonostante la reiterata sospensione della fornitura, si è riallacciato alla rete pubblica. Questi i casi più eclatanti, ma in tutto le denunce presentate da Abbanoa sono quasi 500. Il trucco è sempre lo stesso, al posto dei contatori sono installati tubi flessibili che consentono di fornire l'acqua direttamente dalla rete. Frequenti anche i casi di contatori irregolari. Una situazione che va affrontata ma che, come sottolineato dallo stesso gestore unico, è rappresentativa di un'esigua minoranza di popolazione. Di fatto su 10 sardi presi ad esempio, otto pagherebbero regolarmente il servizio idrico fornito.

Consumo idrico. Allacci abusivi: Abbanoa presenta 500 denunce

Ci siamo quasi. Le procedure burocratiche per consentire l'utilizzo del nuovo stadio del Cagliari sono al giro di boa finale. Oggi si è svolta la riunione della commissione di vigilanza per il via libera all'impianto. A brevissimo si dovrebbero svolgere i primi sopralluoghi. Nei piani della società rossoblù lo stadio dovrebbe essere pronto per la partita casalinga con il Crotone, prevista per il 10 settembre. In ballo ci sono circa 8 milioni di euro, investiti dal club del capoluogo, per uno stadio provvisorio che potrà contare su 16.233 posti a sedere con 15 Sky box. Per la realizzazione dell'impianto si è fatto ricorso alle tribune del Sant'Elia e alla main stand utilizzata nello stadio di Is Arenas. Tra le particolarità, è allo studio la creazione di un percorso multimediale sulla storia del Cagliari, che troverebbe collocazione al piano terra.

Cagliari. Rissa fra migranti in via Tuveri: cresce la preoccupazione dei residenti

Le urla di una donna hanno svegliato chi ancora dormiva nella centrale via Tuveri, attirando l'attenzione dei numerosi commercianti che si apprestavano ad aprire i prori esercizi commerciali. L'episodio si è svolto questa mattina, in prossimità del supermercato Gieffe, dove spesso staziona una donna migrante per chiedere l'elemosina. Ad un certo punto si sarebbero avvicinati un uomo e una donna che avrebbero aggredito la donna, trascinandola con la forza per poi colpirla. Il tentato intervento degli astanti è stato disincentivato dalle minacce dei due aggressori. Tutto questo a pochissimi metri degli uffici della Questura. Alla base della vicenda la volontà di accapparrarsi il posto dove mendicare. Una situazione non più sopportabile, a detta degli abitanti della zona, intimoriti dai sempre più frequenti episodi di violenza pepetrati dai migranti che tavolta sono usi minacciare le persone.

Cagliari. Rissa fra migranti in via Tuveri: cresce la preoccupazione dei residenti

Conteneva due cartucce da fucile la lettera destinata al Consiglio Regionale della Sardegna, avente al suo interno un foglio di carta con quattro nomi: quello del governatore, Francesco Pigliaru e quelli di altri tre politici regionali. Una volta fatta la scoperta, è stato allertato il 113 e sono intervenuti gli agenti della Digos di Cagliari.

Olbia. Operazione antidroga dei Carabinieri

I Carabinieri del Comando Provinciale di Sassari, in collaborazione con i mezzi aerei dei Cacciatori di Sardegna, hanno concluso un'importante operazione antidroga, scovando una piantagione nelle colline fra Berchideddu e Loiri. Circa 5.000 piante di canapa indiana. Una quantità tale da poter ipotizzare potenziali proventi per 3 milioni di euro. A finire in manette un 40 enne di Olbia e un 30 enne di Onanì. Per entrambi l'accusa di coltivazione illecita di sostanza stupefacente. Oltre alle piante è finito sotto sequestro tutto l'occorrente per irrigare e far crescere le piante: circa otto chilometri di tubi, centinaia di raccordi professionali, due pozzi con pompe sommerse, una cisterna, quattro gruppi elettrogeni, fertilizzante e trappole.

Olbia. Operazione antidroga dei Carabinieri

E' quanto accertato dai risultati del Piano straordinario di controllo attivato dalla Regione Sardegna a seguito delle indicazioni provenienti del Ministero della Salute. A condurre le analisi l'Istituto Zooprofilattico sperimentale di Sassari che conferma l'assenza di Fipronil in tutti gli esami da laboratorio. Sulla base dei risultati ottenuti, la Regione esclude che l'insetticida possa essere stato utilizzato negli allevamenti o che siano state commercializzate uova contaminate sul territorio regionale.

Orgosolo. Ferito da un proiettile vagante durante il Palio dell'Assunta

Un giovane di Ottana è stato ferito ieri sera alla coscia destra da un proiettile mentre nel corso Repubblica si svolgevano le celebrazioni connesse al Palio dell'Assunta. Fortunatamente le condizioni di salute del malcapitato non sono gravi. I medici dell'ospedale San Francesco di Nuoro, dove è stato ricoverato, lo hanno giudicato guaribile in 20 giorni. Sull'episodio indagano i Carabinieri.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module