BANNER 300X250

Meteo. Ondata di calore prevista tra il 18 e il 20 giugno 2021

A partire dalle 12 di venerdì 18 e fino alle 15 di lunedì 21 giugno 2021 è previsto sulla Sardegna un sensibile aumento delle temperature con valori massimi molto elevati, in particolare sulla zona occidentale dell'Isola. In questo senso la Protezione Civile Regionale ha provveduto a diramare uno specifico Avviso di Condizioni Meteo Avverse per ondate di calore, nel quale vengono evidenziate le precauzioni da adottare per non correre rischi. In particolare si raccomanda alla popolazione di non uscire di casa nelle ore più calde della giornate e più precisamente tra le 12 e le 18. L'invito è rivolto soprattutto ai soggetti a rischio e cioè alle persone anziane e/o non autosufficienti o convalescenti, le persone che assumono regolarmente farmaci, i neonati e i bambini piccoli, chi fa esercizio fisico o svolge un lavoro intenso all'aria aperta. In casa è consigliabile proteggersi dal calore del sole con tende o persiane. In generale, meglio consumare pasti leggeri e mangiare molta frutta, bere adeguatamente evitando bevande alcoliche e caffeina. Meglio indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro ed evitare le fibre sintetiche. Se in casa ci sono persone malate, è opportuno fare attenzione che non siano troppo coperte.

Coronavirus. Aggiornamento del 16 giugno: 24 nuovi casi, 1 decesso

Sale lievemente, a 57.085, il numero dei casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. Di fatto, nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 24 nuovi casi su 1.737 test effettuati. Si registra un nuovo decesso per un totale di 1.485. Cala a 70 il numero di persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre resta invariato a 6 il numero dei pazienti in terapia intensiva, dove non si sono verificati nuovi ingressi. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.688 e i guariti sono complessivamente 43.836 (+126). Sul territorio, dei 57.085 casi positivi complessivamente accertati, 14.939 (+4) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.675 (+1) nel Sud Sardegna, 5.163 a Oristano, 10.958 (+3) a Nuoro, 17.336 (+16) a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento del 15 giugno: 22 nuovi casi, nessun decesso

Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di Crisi Regionale sono stati rilevati 22 nuovi casi di positività al Covid-19, a fronte di 2.749 test. Sale quindi a 57.061 il numero dei positivi complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. Nessun decesso. Rimane quindi stabile, a 1.484, il numero di vittime totali rilevate in tutto il territorio della regione. Significativo miglioramento per quanto riguarda la pressione sugli ospedali, dove si registra un calo di 10 unità, ora 73, del numero di pazienti ricoverati in reparti non intensivi. Resta invariato a 6 il numero di persone ricoverate in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.788 e i guariti sono complessivamente 43.710 (+127). Sul territorio, dei 57.061 casi positivi complessivamente accertati, 14.935 (+2) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.674 (+7) nel Sud Sardegna, 5.163 a Oristano, 10.955 (+6) a Nuoro, 17.320 (+7) a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento del 14 giugno: 31 nuovi casi, nessun decesso

Sono 31 i nuovi casi di positività rilevati nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di Crisi Regionale. Il bilancio complessivo sale quindi a 57.039 positivi al Covid-19, accertati in tutto il territorio regionale dall’inizio dell'emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.340.983 tamponi, per un incremento complessivo di 1.160 test rispetto al dato precedente. Non si registrano nuovi decessi per un bilancio generale che rimane invariato a 1.484 vittime. Lieve calo dei pazienti ricoverati in reparti ospedalieri non intensivi, attualmente 83. Aumenta di una unità, a 6, il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.883 e i guariti sono complessivamente 43.583 (+110). Sul territorio, dei 57.039 casi positivi complessivamente accertati, 14.933 (+10) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.667 nel Sud Sardegna, 5.163 (+2) a Oristano, 10.949 (+1) a Nuoro, 17.313 (+18) a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento del 13 giugno: 11 nuovi casi, 1 decesso

Numeri in calo, quelli registrati nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di Crisi Regionale. Di fatto i nuovi positivi sono solo 11, a fronte di 1.837 test effettuati, per un totale di 57.008 casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. Si registra inoltre un nuovo decesso per un totale di 1.484 vittime in tutto il territorio regionale. Ancora un lieve incremento, a 87, per il numero di persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre continua a rimanere stabile, a 5, il numero dei pazienti in terapia intensiva, dove non si registrano nuovi ingressi. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.959 e i guariti sono complessivamente 43.471 (+30). Sul territorio, dei 57.008 casi positivi complessivamente accertati, 14.923 (+2) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.667 nel Sud Sardegna, 5.161 a Oristano, 10.948 (+1) a Nuoro, 17.295 (+8) a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento del 2 giugno: 20 nuovi casi su 3.725 tamponi effettuati, nessun decesso

Sono solo 20 i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di Crisi Regionale. Un dato contenuto, anche in considerazione dei 3.725 tamponi effettuati, che si aggiunge all'assenza di decessi. Sale pertanto 56.997 il numero di positivi al Covid-19, complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza, mentre rimane invariato a 1.483 il numero totale delle vittime. Lieve aumento, a 85, per il numero di pazienti ricoverati in reparti ospedalieri non intensivi, rimane invece stabile, a 5, il numero delle persone terapia intensiva, dove non si registrano nuovi ingressi. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.981 e i guariti sono complessivamente 43.443 (+22). Sul territorio, dei 56.997 casi positivi complessivamente accertati, 14.921 (+5) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.667 nel Sud Sardegna, 5.161 a Oristano, 10.947 (+3) a Nuoro, 17.287 (+12) a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento dell'11 giugno: 21 nuovi casi, 2 decessi

Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di Crisi Regionale sono stati rilevati 21 nuovi casi per un totale di 56.977 positivi al Covid-19, complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.334.261 tamponi, per un incremento complessivo di 3.340 test rispetto al dato precedente. Si registrano due nuovi decessi che portano il bilancio globale a 1.483 vittime in tutto il territorio regionale. Ancora giù il numero delle persone ricoverate in ospedale in area medica, attualmente 83. Stabile a 5 il numero dei pazienti in terapia intensiva, dove non si registrano nuovi ingressi. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.985 e i guariti sono complessivamente 43.421 (+79). Sul territorio, dei 56.977 casi positivi complessivamente accertati, 14.916 (+3) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.667 nel Sud Sardegna, 5.161 a Oristano, 10.944 (+10) a Nuoro, 17.275 (+8) a Sassari.

Cagliari. Plastic free Challenge, una borraccia per utilizzare meno plastica

L'Amministrazione Comunale, nell'ambito delle iniziative finalizzate a ridurre al minimo la produzione dei rifiuti, ha avviato una campagna di acquisto e distribuzione di borracce a tutti i dipendenti comunali, in coerenza con l'adesione all'iniziativa denominata Plastic free Challenge, promossa dal Ministero dell'Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare. L'obiettivo é quello di sensibilizzare la collettività - a partire dai dipendenti comunali - verso un minore utilizzo di plastica, a beneficio dell'ambiente. Di fatto, la produzione mondiale di plastica ha raggiunto livelli tali da creare danni all'ambiente, all'uomo e agli animali. Ogni anno finiscono in mare, direttamente o indirettamente, milioni di tonnellate di rifiuti plastici che causano gravi problemi di inquinamento e danni alle specie marine e all'ecosistema. Purtroppo raccogliere la plastica e riciclarla non è più sufficiente: una bottiglia di plastica impiega 100 anni a decomporsi e un litro di acqua minerale in bottiglia costa in media 312 volte in più di un litro di acqua del rubinetto. Eppure in Italia ogni anno si consumano 8 miliardi di bottiglie da 1,5 litri di acqua minerale, che producono 280 mila tonnellate di rifiuti in plastica. In questo senso già dai prossimi giorni - come sottolineato dall'assessore comunale responsabile per l'Innovazione Tecnologica, Ambiente e Politiche del Mare, Alessandro Guarracino - verrà consegnata ad ogni dipendente una borraccia termica con la quale si potrà iniziare a dare un piccolo, ma grande contributo alla messa al bando della plastica monouso.

"In questo modo - precisa Guarracino - possiamo dare il buon esempio andando a modificare le nostre abitudini quotidiane, improntate sul rispetto dell'ambiente che potranno portare alla riduzione della produzione delle plastiche ma anche delle ancora più pericolose microplastiche: sarà un piccolo gesto che contribuirà alla salute del nostro pianeta".

Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module