Cagliari. Allerta per la presenza del ragno argia presso la scuola di via Garavetti

Dopo la comunicazione relativa alla pianificazione di una disinfestazione per la giornata di venerdì 22 ottobre, arriva la notizia che la Scuola primaria Via Garavetti verrà chiusa per consentire l'intervento finalizzato a scongiurare il rischio connesso alla presenza del ragno argia nella zona antistante campetti confinanti col Tennis Club. Il provvedimento del primo cittadino, Paolo Truzzu, che determina lo stop di 48 ore delle lezioni, segue alla chiusura di altre due scuole, in questo caso dovuta alla presenza di alcuni casi di scabbia.

Olbia. Aeroporto Costa Smeralda escluso dalle tratte su Bologna e Torino

La denuncia arriva dal consigliere regionale del M5S Roberto Li Gioi, che spiega: "il nuovo bando di continuità territoriale aerea che, stando alle dichiarazioni dell'assessore regionale ai Trasporti Todde, verrà pubblicato a breve, penalizza inspiegabilmente l'aeroporto Costa Smeralda di Olbia, che viene escluso dai collegamenti con le città di Torino e Bologna. Infatti, le tratte in continuità previste riguardano soltanto i collegamenti Cagliari-Torino, Cagliari-Bologna e Alghero-Bologna”.

“Considero questa decisione assolutamente vergognosa e irrispettosa nei confronti di un territorio di grandissima valenza turistica e commerciale. Non si comprendono quindi le ragioni che hanno portato la Giunta regionale a privilegiare lo scalo cagliaritano e quello algherese privando di fatto la Gallura di due collegamenti sicuramente fruttuosi in termini di richiesta. Riteniamo – attacca Li Gioi - che gli Uffici dell'Assessorato ai Trasporti debbano obbligatoriamente provvedere a correggere il bando e inserire Olbia tra gli scali della Ct2. In caso contrario, sarebbe un ulteriore schiaffo inaccettabile al Nord Est Sardegna”.

Cagliari. Firmato protocollo d'intesa tra il Comune e la Federazione Italiana Scherma

Siglato nella mattina di oggi un Protocollo di Intesa tra il Comune di Cagliari e la Federazione Italiana Scherma. Obiettivo dell'accordo, quello di confermare il capoluogo sardo come City Partner della FIS. A firmare il documento è stato il Sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu che ha ricevuto nel suo ufficio, al secondo piano del Palazzo Civico di via Roma, il Presidente nazionale della Federazione, Paolo Azzi. Il numero uno federale è stato accompagnato dal Presidente del Comitato regionale Sardegna, Gianmarco Tavolacci e da Maurizio Fuccaro del comitato organizzatore dei Campionati italiani under 23 di Scherma. Quella di Cagliari non è stata certo una scelta casuale, visto che la Federazione Italiana Scherma ha deciso di scommettere sul capoluogo sardo anche per il futuro. Con il Protocollo, infatti, i rapporti con l'Amministrazione comunale verranno rafforzati in vista di numerose iniziative che sono già in cantiere. A cominciare dai Campionati italiani under 23 di Scherma che sono in programma dal 26 al 28 novembre 2021 in città, ma anche in prospettiva, con Cagliari che sarà tra le città candidate ad ospitare, nel marzo 2023, i mondiali giovanili. Occasione da non perdere, secondo il primo cittadino Paolo Truzzu, considerato che i Campionati italiani porteranno in città oltre ottocento atleti provenienti da ogni regione italiani, ai quali si aggiungeranno tecnici, arbitri e accompagnatori.

“Il turismo sportivo – ha confermato il Sindaco – è stato uno dei primi a ripartire e noi ci stiamo specializzando nell'ospitare eventi internazionali in diverse discipline. Abbiamo in programma di completare un villaggio sportivo che si presti a questo tipo di manifestazioni, il tutto per uno sviluppo sempre migliore della nostra città”.

“Da competizioni come quella in programma a fine novembre a Cagliari – ha aggiunto Paolo Azzi – arriveranno i componenti della squadra Azzurra del futuro e per questo ci fa piacere che una manifestazione così importante si svolga in Sardegna. C'è un bel fermento attorno alla scherma nell'Isola e noi vogliamo alimentarlo”.

All'incontro di questa mattina hanno preso parte anche gli Assessori comunali allo Sport, Andrea Floris e alle Attività Produttive e Turismo, Alessandro Sorgia.

Coronavirus. Aggiornamento del 20 ottobre: 28 nuovi casi, nessun decesso

In Sardegna oggi si registrano 28 ulteriori casi confermati di positività al Covid-19, sulla base di 1.979 persone testate. Non si registrano decessi, mentre i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva rimangono stabili a 11. Aumenta invece il numero delle persone ricoverate in area medica, attualmente 59. i casi di isolamento domiciliare sono 54 in meno rispetto al precedente aggiornamento e si attestano sulle 1.373 unità.

Turismo, paesaggio e cura del patrimonio olivicolo: presentata la 5a edizione della Giornata nazionale della Camminata tra gli olivi

“Unire la promozione turistica alle eccellenze del nostro territorio. Noi con questa nuova edizione potenziamo la promozione della destinazione Sardegna”, sono le parole dell'assessore regionale degli Enti Locali, Quirico Sanna, durante la presentazione della 5a edizione della Giornata nazionale della Camminata tra gli olivi, in collaborazione con l’associazione nazionale Città dell’Olio.

Una vetrina – ha proseguito Sanna - che sta diventando un appuntamento importantissimo, sia a livello nazionale che mondiale dove viene messo in vetrina tutto il percorso dove si produce eccellenza. Il nostro olio sardo - ha sottolineato l’esponente della Giunta Solinas - è una assoluta eccellenza in Italia e nel mondo che deve anche promuovere il territorio. Le scorse quattro edizioni della Giornata nazionale Camminata tra gli Olivi hanno visto la partecipazione attiva di un cospicuo numero di Comuni italiani i quali hanno aderito all’iniziativa ideando percorsi, ludico-motori, attraverso il territorio olivicolo della propria area geografica. L’evento ha lo scopo di sensibilizzare e riportare l’attenzione sulle tematiche paesaggistiche e di cura del patrimonio olivicolo.

“ Noi – ha concluso l’assessore regionale del Turismo, Gianni Chessa - con questa edizione aumentiamo la promozione della destinazione Sardegna. Ancora una volta, valorizzando quelle che sono le nostre qualità, portiamo avanti la tradizione dell’olio di qualità e dell’enogastronomia d’eccellenza, promuovendo nello stesso tempo il territorio e le nostre bellezze naturalistiche”.

Cagliari. European Jazz Expo: successo di pubblico

Sul palco dell'Euopean Jazz Expo Dave Holland e John Scofield hanno dato vita a un coinvolgente duetto tra contrabbasso e chitarra. Una sintesi di due differenti cammini musicali. Da "Memorette" a "Home coming" , "Icons" , "Mr B", hanno deliziato il numerosissimo pubblico, in un magnifico crescendo composto da virtuosismo e esperienza, l'essenza del Jazz. A seguire i giovani Butcher Blues, band americana radicata a Richmond in Virginia. Un sound fatto da tanta sperimentazione e da quella cultura multietnica tipica del sud degli stati uniti. Dietro le quinte invece ai nostri microfoni abbiamo intervistato Massimo Palmas, direttore artistico del festival, facendo il punto della situazione sul jazz in Sardegna.
  • 0

Cagliari. Al via il progetto “Sport di Squadra” strumento per l'inclusione e pari opportunità

Si chiama “Sport di squadra” e la sua finalità principale é l'inclusione sociale. E' il progetto promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e sostenuto convintamente dal Comune di Cagliari che fino ad aprile 2022 coinvolgerà 280 studenti di 3-14 anni, ma anche universitari, coniugando l'attività motoria ai temi delle pari opportunità e della formazione. “Lo sport è cultura”, ha sottolineato l'assessora Rita Dedola. E in anche questo delicato momento in cui l’attenzione alla salute e la sicurezza dei cittadini sono prioritarie, puntare sui più giovani è un gesto di speranza e fiducia nel futuro. “Dopo aver passato momenti di esclusione, perché ciascuno di noi si è dovuto auto-escludere per proteggere la salute propria e degli altri, adesso più che mai lo sport serve per recuperare il tempo perso”.

“Il Comune di Cagliari – ha aggiunto la rappresentante della Giunta Truzzu, titolare dell'Istruzione e Pari opportunità - si sta molto impegnando con l'Assessorato allo Sport, con l'assessore Floris in questo momento, ma il sindaco Truzzu in prima battuta, per promuovere lo sport. Non solo all'interno delle scuole, ma anche all'esterno. E il progetto “Sport di squadra”, ricalca in maniera perfetta quest'obiettivo”.

All'incontro con la stampa di questa mattina anche Andrea Lobina. “Sport di squadra – ha precisato il presidente Aics – non è un progetto teorico, ma concreto e già finanziato dal Miur per il quale l'Associazione Italiana Cultura Sport mette a disposizione l'infrastruttura progettuale e quella operativa”. Con lui Federica Iecle, dirigente scolastica Istituto “Giusy Devinu” che ha aderito al progetto assieme alla direzione scolastica “Is Mirrionis”. Per i plessi “Collodi”, “Italo Stagno” e “San Michele”, 9 classi coinvolte, la responsabile del progetto è Monica Zedda. Nelle scuole dell’infanzia via Brianza e via Serbariu nel percorso educativo e inclusivo sono coinvolte 5 classi. Dopo la famiglia e la scuola, lo sport è in grado di abbattere barriere e disuguaglianze, formare società di persone consapevoli, attente a ciò che ci circonda. “Anche per noi universitari – ha detto Elisa Melis, referente degli studenti universitari che affiancheranno gli operatori Aics durante lo svolgimento del progetto – lo sport è molto importante, sia per rafforzare i rapporti sociali, che come valvola di sfogo per migliorare le attività di studio”.

“Il punto nodale del progetto – ha concluso l'assessora Dedola - sviluppa quelli che poi sono gli obiettivi dell'Agenda 2030, con riferimento al Patto educativo con le scuole e al Patto formativo con i giovani universitari”. Il ché porta ad una “condivisione” e “co-progettualità” fra associazioni sportive, studenti, scuole ed enti pubblici, “per combattere la povertà educativa e la dispersione scolastica”.

  • 0

Strada Statale Olbia - Tempio. Cantiere ancora bloccato dopo il dissequestro

A sollevare la questione é il consigliere regionale del M5S Roberto Li Gioi, che denuncia la preoccupante situazione di stallo che sta ulteriormente ritardando il ripristino della viabilità sulla Olbia-Tempio.

“Dal 22 settembre scorso, da quanto il gip del Tribunale di Tempio ha disposto il dissequestro del cantiere, i lavori di ricostruzione della strada provinciale 38 bis, crollata nel tratto di Monte Pino durante l'alluvione del 2013, non sono mai ripartiti. A una settimana dall'eliminazione dei sigilli - sottolinea Li Gioi - l'Anas ha fatto sapere che sarebbe stato necessario attendere ancora qualche giorno per conoscere il cronoprogramma dei lavori. Ebbene, oggi, a distanza di quasi un mese, le ruspe non sono ancora state messe in moto, la ricostruzione della strada non è ancora iniziata, e nell'area del cantiere regna il silenzio più assoluto”.

“Poiché, come comunicato dalla stessa Anas – ricorda l'esponente del M5S - per la ripresa degli interventi non sarebbe stato necessario indire alcuna gara d'appalto ma gli stessi sarebbero stati affidati sulla base degli accordi quadro già stipulati, questa situazione di stallo è incomprensibile. Sono più che legittimi i dubbi già manifestati dai cittadini, esasperati da infinite promesse cadute nel vuoto dopo otto anni di accorati appelli e manifestazioni che non hanno prodotto sinora alcun risultato pratico”.

Da qui l'interrogativo rivolto alla Regione e all'assessore ai Lavori Pubblici Aldo Salaris: "la strada di collegamento tra l'alta e la bassa Gallura deve essere riconsegnata agli automobilisti quanto prima. Quali sono le ragioni per cui, dopo aver per l'ennesima volta illuso la popolazione di una immediata riapertura del cantiere, ciò non è ancora avvenuto? Quanto deve durare ancora l'attesa per la costruzione di un'arteria di collegamento fondamentale per l'intero territorio gallurese? Da troppi anni i cittadini sono costretti a percorrere una strada alternativa tortuosa e dissestata. É ora che l'Assessorato passi dalle parole ai fatti, i cittadini galluresi meritano rispetto”.

Cagliari. Conclusa a Marina Piccola la 3a prova del campionato zonale di Windsurf Techno 293

Si é conclusa a Marina Piccola la terza prova del campionato zonale di Windsurf Techno 293. Il Sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu e l'Assessore comunale allo Sport, Andrea Floris, hanno partecipato alla cerimonia di premiazione che si è tenuta domenica 17 ottobre 2021 al Windsurfing Club di Cagliari.

“I complimenti sono doppi – ha commentato il primo cittadino del capoluogo isolano – perché è più difficile riconfermarsi che vincere e per l'attività del circolo che avvia i giovani verso valori assolutamente positivi. Stiamo lavorando per trasformare questo magnifico angolo della città, affinché possa offrire una qualità ancora più elevata a chi lo vive e pratica sport”.

Il Sindaco Truzzu, prima dell'inizio della premiazione, ha voluto consegnare un riconoscimento al circolo da parte dell'Amministrazione, per essere la prima scuola di vela in Italia, così come l'aveva già riconosciuta la Federazione Italiana Vela nel 2020. Cagliari, infatti, si conferma sempre più protagonista degli sport velici offrendo agli addetti ai lavori e agli appassionati, un golfo che si presta per la maggior parte di sport nautici. Ne sono la conferma i numeri che hanno riguardato anche quest'ultima manifestazione con le gare che hanno fatto registrare ottimi risultati. Tre regate per categoria che hanno coinvolto settantacinque regatanti provenienti da tutta la Sardegna, il tutto condito, oltre che dalla sana competizione, anche dalla voglia di stare insieme e condividere una giornata di sport e festa. Soddisfatto anche il presidente del Windsurfing Club Cagliari, Andrea Caproni che ha accolto con grande emozione la targa consegnatagli da Paolo Truzzu. “I ragazzi e i giudici – il suo commento – sono stati bravissimi a confezionare due splendide giornate di sport e divertimento”.

giweather joomla module