Turismo crocieristico. La Sardegna meta di croceristi disabili

Per la prima volta sbarcano nell'isola numerosi croceristi disabili. Accompagnati da familiari e assistenti, scenderanno dalla nave "Sovereign" che effettuerà un doppio scalo, mercoledì 2 e giovedì 3 maggio tra Cagliari e Olbia. L'iniziativa si inserisce nell'ambito di un tour mediterraneo dedicato a passeggeri ciechi, ipovedenti e diversamente abili. La nave della compagnia Pullmantur, noleggiata per una crociera nel Mediterraneo dall'Once, l'Organizzazione nazionale ciechi spagnoli, è arrivata alle 10 a Cagliari con a bordo 2.500 passeggeri. Tra i visitatori "speciali" anche Javier Marín Martinón, direttore dell'Itinerary Planning, Full Charter & Charter Flights della compagnia spagnola, che ha voluto seguire personalmente il tour ed ispezionare i porti toccati. Previsto per giovedì 3 maggio l'arrivo della nave al porto dell'Isola Bianca. Per loro 26 pullman che li accompagneranno per un breve tour in Costa Smeralda (1.200 passeggeri), mentre un'altra parte visiterà la città di Olbia.

Cagliari. Turismo crocieristico: firmato protocollo d’intesa tra Comune, Autorità Portuale, Sogaer e Cagliari Cruis Port

Il turismo crocieristico nel capoluogo fa registrare numeri da record. È il segno “più” il tratto distintivo del bilancio della stagione crocieristica durante il 2017. Un anno in cui il traffico al porto è cresciuto del 70% rispetto al 2016: 430 mila i passeggeri provenienti da 100 nazionalità diverse. Oltre 160 le navi da crociera delle 25 compagnie armatrici che hanno ormeggiato nelle banchine del Capoluogo della Sardegna che si attesta tra le prime 10 realtà crocieristiche d’Italia. Numeri importanti che fanno ben sperare anche per il 2018, nonostante un leggero calo (135 arrivi e circa 370 mila ospiti), dovuto principalmente alla cosiddetta “rotazione della destinazione” messa in campo dalle compagnie di navigazione per diversificare l’offerta. In ogni caso, come sottolineato da Marzia Cilloccu, assessore comunale alle Attività produttive e al Turismo “per gli operatori economici cittadini le occasioni di sviluppo non saranno poche”. Ora l'obiettivo congiunto di Amministrazione Comunale, Autorità Portuale, Sogaer e Cruis Port, è quello di far diventare Cagliari “home port”, ovvero capolinea delle navi da crociera, scalo di partenza e di arrivo nel quale viene imbarcato e sbarcato un gran numero di passeggeri. “Il Comune è pronto”, ha assicurato Cillocu e come già sta facendo “metterà in campo le risorse che ha a disposizione e tutti i suoi servizi”. E per il prossimo 1 di maggio, in occasione della 362^ Festa di Sant’Efisio, anche i passeggeri delle due navi MSC potranno contare anche su una tribuna in più di oltre 1000 posti nella piazza del Carmine. In questo prospettiva si inserisce anche il protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune e Città Metropolitana di Cagliari, con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar di Sardegna, l’Aeroporto Cagliari-Elmas, insieme con il Terminal Crociere che da poco più di un anno è entrato a far parte del network di Global Ports Holding, il più importante operatore indipendente di terminal crocieristici al mondo. Ma anche il progetto di ampliamento del terminal cagliaritano (i lavori inizieranno quest’anno), lo spostamento del traffico merci dal Molo Rinascita e da quello Sant’Agostino al Porto Canale.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari