Cagliari. Città nel caos per il concerto di Vasco Rossi

Mentre la viabilità soffre per il grande traffico causato dai divieti conseguenti l'arrivo del Blasco in città, i suoi fan continuano ad arrivare da tutta la Sardegna e la penisola. A tal proposito al porto è arrivata una nave della GNV, appositamente proveniente da Genova, con a bordo un numero importante di appassionati (circa 200) che assisteranno al grande concerto della Fiera. L'appuntamento, che rappresenta a pieno titolo un grande evento (previste 35 mila persone), ha letteralmente paralizzato alcune zone della città, blindata per le misure anti-terrorismo, penalizzando tantissimi cagliaritani che sono stati costretti ad inventarsi strade alternative per recarsi al lavoro o semplicemente per andare al Poetto. File di auto interminabili, irritazione degli automobilisti alle stelle, per non parlare dell'accampamento davanti alla Fiera, dove migliaia di fan bivaccano, creando non poco disagio agli abitanti della zona. Sui social crescono le critiche per la maldestra organizzazione dell'evento.

Cagliari. Sicurezza, lotta ad hacker e frodi informatiche, pre finali del corso curato dal Dipartimento ingegneria elettrica ed elettronica

Si sono svolte oggi, giovedì 6 giugno, dalle 9, nell’aula calcolatori “Lidia” della facoltà di Ingegneria e architettura dell'ateneo cagliaritano, le sfide finali tra gli allievi che hanno frequentato il corso di formazione e addestramento cyberchallenge.it. L'evento, che si svolge in contemporanea nazionale con altre diciassette Università coinvolte, vede il coordinamento di Giorgio Giacinto, docente al Diee (Dipartimento ingegneria elettrica ed elettronica). Venti i ragazzi selezionati a gennaio, provenienti dalle facoltà di Ingegneria e architettura, Matematica e Informatica dell’Università del capoluogo regionale, e dagli istituti superiori Brotzu (Quartu), Scano e Giua (Cagliari). La sfida contribuisce alla classifica nazionale e alle classifiche delle sedi locali. Nella giornata di venerdì 7 giugno, l’aula magna “Capitini” - facoltà Studi umanistici, Sa Duchessa - alle 12 si svolgeranno le premiazioni dei migliori tre classificati con un quarto allievo che verrà indicato dai docenti del corso. I quattro vincitori saranno i componenti della squadra che rappresenterà l’Università di Cagliari alla sfida nazionale a squadre che si svolgerà il 27 giugno a Chiavari. La finale nazionale del corso sulla sicurezza informatica si terrà al Comando interforze, luogo in cui è stato realizzato Ultravox, primo “cyber range” italiano. Ai lavori partecipano anche diverse aziende del comparto. I venti allievi hanno seguito il corso intensivo durato tre mesi e avviatosi a marzo. “Un cammino - spiega il professor Giacinto - estremamente impegnativo, svolto contemporaneamente in diciotto atenei italiani su iniziativa del Laboratorio nazionale di cybersecurity del Cini, il Consorzio interuniversitario nazionale per l’Informatica. Abbiamo avuto il supporto del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e del ministero della Difesa”. Su scala nazionale hanno presentato domanda di ammissione oltre tremila ragazzi fra i 16 e i 23 anni. Ma al corso sono stati ammessi venti allievi per sede. Le attività formative tenutesi in ateneo - responsabile Giorgio Giacinto - hanno avuto l’apporto didattico e scientifico di Davide Maiorca (ricercatore, Diee) e la collaborazione del gruppo di ricerca del Dipartimento di matematica e Informatica guidato da Massimo Bartoletti.

Messa in sicurezza incroci a raso SS131. Avviati i lavori preliminari

Avviati gli interventi preliminari per l'eliminazione degli incroci a raso sulla statale 131. I lavori che interessano il tratto di strada in provincia di Oristano, all'interno del territorio comunale di Bauladu, comporteranno delle limitazioni al traffico nella carreggiata in direzione Cagliari. Nello specifico, fino al 31 maggio, per tratti non superiori ai 300 metri, rimarrà chiusa al traffico la corsia di marcia tra il km 108,000 e il km 110,000, nella fascia oraria compresa tra le 7 e le 18 (esclusi i giorni festivi). La circolazione verrà deviata nella corsia di sorpasso libera dai lavori.

Cagliari. Evento informativo sul nuovo bando "ISI" dell'Inail

Pubblicato il 20 dicembre 2018, il bando mette a disposizione oltre 10 milioni di euro di incentivi a fondo perduto per le aziende sarde che vogliono investire in sicurezza. Il primo evento informativo sul territorio si terrà il 28 marzo dalle 9:30 alle 12:30 - nell’Auditorium di Banca Intesa San Paolo/CIS in viale Bonaria a Cagliari. Giunto alla sua nona edizione, il bando introduce alcune novità come l’incremento dello stanziamento; l’incentivazione degli interventi di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale; due settori specifici di attività, tessile e pesca, in sostituzione dei settori del legno e della ceramica, previsti nel bando dello scorso anno; l’ampliamento e affinamento delle definizioni sulla classificazione degli interventi ammissibili. Nel corso dell’evento, organizzato dalla Direzione regionale Sardegna, saranno illustrate le principali peculiarità del nuovo bando e le novità; saranno forniti informazioni e chiarimenti, utili sia ai professionisti incaricati di curare l’istruttoria delle domande, sia alle ditte interessate ad ottenere il finanziamento di cui al bando 2018.

Cagliari. Il bilancio 2018 della Questura

Come ogni anno la Questura di Cagliari traccia un bilancio delle principali attività svolte nel 2018. In base ai dati che sono stati diffusi le chiamate gestite dal 113 nel 2018 sono state oltre 66 mila, mentre gli interventi eseguiti dalla squadra volante hanno raggiunto quota 1.600 con 88 persone arrestate e 250 arrestate. Tra gli altri interventi, il sequestrato di 66 chili di droga e 144 mila euro guadagnati attraverso lo spaccio. Nel corso del 2018 sono stati gestiti 266 servizi di ordine pubblico, tra i quali 55 per manifestazioni in strada, 25 allo stadio e 27 per eventi sportivi. A ciò si aggiunge l'attività svolta dalla sezione amministrativa della polizia che in 12 mesi ha ispezionato 143 attività commerciali tra compro oro, bar e locali: 23 le persone denunciate 60 le contestazioni. Interventi anche sul fronte immigrazione: 84 gli sbarchi diretti nel sud ovest dell'Isola con l'arrivo di 1.012 migranti. Quasi tutti algerini. Rilasciati anche 7.400 permessi di soggiorno. Grande impegno anche per la Polstrada con la rilevazione di 232 incidenti di cui 11 mortali, con 229 feriti. La Polizia Postale ha invece arrestato tre persone, di cui due per reati legati alla pedopornografia, mentre 139 sono stati i denunciati anche per truffe telematiche e furti di identità, 850 le denunce ricevute.

Cagliari. Capodanno in sicurezza

Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza e agenti della Municipale. Sono più di 400 gli uomini delle forze dell'ordine impegnati per assicurare una serena notte di San Silvestro durante i festeggiamenti che si svolgono nelle piazze cittadine. Un'attenzione particolare è stata dedicata alla centrale piazza Yenne, dove si esibirà il gruppo musicale dei Subsonica. Qui saranno attivi anche 100 addetti della security, coordinati dagli organizzatori dell'evento. Allertati anche medici del 118 e i Vigili del Fuoco. Tutta la zona interessata dai festeggiamenti è stata transennata ed è stato introdotto il nuovo divieto per lo spray urticante. Divieto anche per botti, sopratutto in mezzo alla folla. I controlli delle forze dell'ordine riguarderanno tutte le strade cittadine.

Olmedo. Emergenza occupazione per i lavoratori della miniera di bauxite

Niente da fare. Per i lavoratori impiegati nel sito produttivo si prospetta un futuro nero. Di fatto, oltre ai quattro minatori cui è scaduta la mobilità e degli altrettanti cui sta per scadere la disoccupazione, si aggiungono altri diciassette colleghi ai quali non è stato prorogato il contratto con Igea, che scadrà il prossimo 31 dicembre. Non avendo maturato i requisiti necessari, questi ultimi non potranno beneficiare di alcuno strumento di sostegno al reddito. Una situazione critica sotto il profilo occupazionale ma anche per quello che riguarda la gestione della sicurezza nel sito. Infatti, a partire dal 1° gennaio, non sarà più assicurata la custodia della miniera, con il rischio che possano verificarsi incidenti dovuti ad eventuali accessi di persone non autorizzate. Insomma, il problema della sicurezza per la collettività, si va ad aggiungere al già tragico epilogo sul versante dell'occupazione. Nonostante le prospettive, i sindacati hanno confermato di voler restare al fianco dei lavoratori per cercare di trovare delle soluzioni.

Cagliari. Lavori di messa in sicurezza del Centro di Solidarietà in viale Sant'Ignazio

L'Amministrazione Comunale fa sapere che l'immobile che ospita il Centro di Solidarietà in viale Sant'Ignazio sarà oggetto di lavori di messa in sicurezza non più procrastinabili, resi necessari per per la tutela del personale, degli ospiti e degli operatori della struttura. In questo senso in data 7 settembre il servizio Lavori Pubblici ha comunicato la necessità di intervenire urgentemente sull'immobile per eliminare ogni possibile rischio e pericolo all'interno della struttura, chiedendo al Servizio Politiche Sociali e Salute di adottare "con ogni consentita urgenza" tutti i provvedimenti finalizzati a "liberare l'immobile da persone e cose" e quindi poter iniziare le operazioni. Già nel mese di marzo gli uffici dei Servizi Sociali avevano convocato gli ospiti per condividere e sottoscrivere un progetto personalizzato che li accompagnasse in un percorso di autonomia, offrendo loro sia una soluzione abitativa alternativa, sia un sostegno di tipo economico, sia l'aiuto di professionisti sino alla conclusione del progetto concordato. Alcuni ospiti - sottolinea l'Amministrazione Comunale - sono già beneficiari di altre forme di sostegno e tutti hanno diritto alle misure di inclusione nazionali e regionali. Per questo motivo il Comune intende continuare a sostenerli e aiutarli in un percorso verso condizioni di vita rispettose della loro dignità. Intanto 30 ospiti su 88 hanno già lasciato la struttura mentre per gli altri sarà necessario attivare i progetti personalizzati, per i quali sarebbero già stati impegnati i fondi sul bilancio comunale. "L'invito alla sottoscrizione di un progetto personalizzato - evidenzia l'Amministrazione Comunale - non va confuso con un preavviso di sfratto: "nessuno verrà lasciato solo, nessuno verrà lasciato per strada". "È comprensibile che le persone più fragili temano l'abbandono di una sede che per anni è stata la loro casa - si legge nella nota stampa del Comune - ma contrastiamo ogni tentativo di strumentalizzazione di azioni volte a tutelare l'incolumità delle persone. Continuiamo quindi ad auspicare la collaborazione da parte di tutti i soggetti coinvolti".
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module