BANNER 300X250

Screening anti-Covid. "Sardi e Sicuri": al via la terza tappa nel Medio Campidano

Dopo la provincia di Nuoro e l'Ogliastra, Sardi e sicuri, la campagna di screening anti-covid della Regione, realizzata da Ares-Ats, prosegue con la terza tappa nel Medio Campidano. Ventotto i comuni coinvolti per un totale di 47 postazioni e un unico accorpamento logistico previsto: Villanovafranca ospiterà la sede dei test anche per i cittadini di Villamar. Lo screening si svolgerà nel prossimo fine settimana nelle date del 20 e 21 febbraio, in un'unica fase con l'immediato impiego dei tamponi antigenici a immunofluorescenza di ultima generazione e alta sensibilità al virus. Oltre duecento gli operatori in campo, fra medici, infermieri e tecnici informatici, a cui si aggiungono i numerosi volontari e il personale delle amministrazioni civiche. Il target del monitoraggio è fissato tra il 50 e il 60% della popolazione, a esclusione dei minori sotto i 10 anni. Tutti i cittadini potranno presentarsi nelle sedi indicate per l'esecuzione dei tamponi (dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 18) e sottoporsi al test liberamente e gratuitamente, presentando la propria tessera sanitaria e comunicando agli operatori il numero di telefono a cui saranno inviate le credenziali per la consultazione e il ritiro del referto online.

Nuoro. Parte la campagna di screening "Sardi e Sicuri" nei 52 Comuni della provincia

È partita oggi nel Nuorese la seconda tappa della campagna di screening "Sardi e Sicuri", il progetto della Regione, condotto da Ares-Ats, con la collaborazione del professor Andrea Crisanti, microbiologo e ordinario dell'Università degli studi di Padova. La complessa organizzazione dei test per la rilevazione del virus Sars-cov-2 è stata messa in moto alle 8.30 nelle aree designate all'interno dei comuni coinvolti. I punti allestiti sono almeno uno per i 52 Comuni della provincia, sette per la sola Nuoro. In particolare, i test si svolgeranno in quattro giornate, due turni suddivisi in altrettanti weekend. Una sola giornata per ciascun turno nei centri più piccoli: per i Comuni di Loculi, Noragugume e Osidda il primo turno si svolgerà solo oggi, mentre a Lei, Onanì e Onifai nella giornata di domani. I test antigenici rapidi saranno ripetuti nel prossimo weekend su tutte le persone risultate negative al virus. In entrambi i turni i soggetti che dovessero risultare positivi saranno immediatamente testati con il tampone molecolare per confermare l'eventuale infezione e consentire il tracciamento dei contatti stretti. Coinvolta tutta la popolazione ad esclusione dei minori di 10 anni, per un numero di test stimato tra i 70 mila e i 100 mila tamponi. Test anche per gli studenti delle scuole, che potranno sottoporsi al tampone volontariamente e gratuitamente negli spazi organizzati presso gli istituti. Si punta a un maggiore coinvolgimento della fascia d’età 14-18 anni: 2.700 gli studenti già iscritti agli elenchi per l’esecuzione dei test, ma si stima potranno essere il doppio. Anche chi non ha effettuato la prenotazione potrà richiedere l'esecuzione del test.

"Sardi e Sicuri". Al via lo screening nella provincia di Nuoro

La campagna di screening anti-Covid denominata "Sardi e Sicuri", dopo l'Ogliastra prosegue anche nella provincia di Nuoro. Nella sua seconda tappa, il progetto voluto dalla Regione e realizzato con la collaborazione del professor Andrea Crisanti, coinvolgerà nell’attività di monitoraggio 52 comuni dell’area. Di questi, 6 con una popolazione compresa fra i 5mila e i 40mila abitanti, 16 tra i 2mila e i 5mila e 30 tra i 200 e i 4.900. Il target fissato punta a una partecipazione tra il 50 e il 65% degli abitanti complessivi a esclusione dei minori sotto i 10 anni (circa l’8% della popolazione) per un numero di test stimati tra i 71mila e i 98mila tamponi antigenici. Le prime due giornate, ipotizzate a seguito delle riunioni intercorse con le istituzioni del territorio, sono quelle del 6 e 7 febbraio. Attualmente in corso anche le interlocuzioni con il territorio nell’area del Medio Campidano, dove lo screening potrebbe partire poco più tardi. Nel nuorese saranno circa 500 gli operatori in campo, tra medici, infermieri e amministrativi e tecnici informatici. “Continueremo nella strada che abbiamo segnato, mettendo in campo un modello che si è dimostrato efficiente ed efficace”, dichiara il Presidente della Regione, Christian Solinas. “Sul piano logistico e organizzativo – prosegue il Presidente - il punto di partenza resta sempre il cittadino e le sue esigenze. I comuni non saranno accorpati, ma ci sarà almeno un’area per l’esecuzione dei test per ciascuno di essi, al fine di rendere più agevole a tutti la partecipazione. La città di Nuoro, che abbiamo diviso in quattro aree, sarà il primo banco di prova per l’esecuzione del monitoraggio all’interno di un comune di grandi dimensioni e in questo senso potremo ricavarne informazioni molto utili”.

Ogliastra. Al via la seconda fase dello screening anti-covid "Sardi e Sicuri"

E' partita in Ogliastra la seconda e ultima fase della campagna "Sardi e Sicuri". Nella prima fase, che si è svolta nelle giornate del 4 e 5 gennaio, sono state 26.937 le persone che si sono sottoposte al tampone antigenico nei 46 centri allestiti all'interno dei 23 comuni del territorio. Immediati gli accertamenti con tampone molecolare sui soggetti positivi individuati e i successivi tracciamenti. In mattinata l'assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, e Andrea Crisanti, professore ordinario dell'Università di Padova, che collabora al progetto della Regione, hanno visitato i centri di Lanusei e Tortolì.

“In Ogliastra – dichiara Nieddu – abbiamo ottenuto un'ottima risposta da parte dei cittadini, arrivando a superare l'80% del target individuato. È importante che le operazioni di screening proseguano in parallelo alla campagna vaccinale anti-Covid, che oggi vede la Sardegna sesta regione per percentuale di dosi somministrate rispetto a quelle già ricevute. Due importanti azioni complementari a contrasto del virus, che il nostro sistema sta dimostrando di riuscire a portare avanti senza alcuna conflittualità”.

“L'elevata adesione registrata in Ogliastra – sottolinea Crisanti – è indicativa del fatto che sia stato intercettato un bisogno della popolazione. I cittadini hanno dimostrato grande fiducia nella scienza e nelle istituzioni. Questa seconda tornata di test ci consentirà di paragonare le due tecnologie utilizzate – aggiunge il microbiologo, in riferimento ai tamponi antigenici cromatografici e a immunofluorescenza utilizzati nelle due differenti fasi – e allo stesso tempo trovare i positivi non riscontrati precedentemente. Una volta ridotta in maniera sensibile la circolazione virale, contiamo di lasciare sul campo le competenze e la capacità per gestire tutti i casi residui”.

Ogliastra. Campagna "Sardi e Sicuri": screening per l'80% del target individuato

Il primo bilancio del progetto "Sardi e sicuri" pare aver raggiunto risultati positivi. Di fatto, nella prima fase del test, durante le giornate del 4 e 5 gennaio, sono stati eseguiti 26.936 tamponi antigenici pari all'80% del target individuato per l'attività di screening sulla popolazione residente nei 23 comuni dell'area. In particolare, 14.218 tamponi eseguiti nella prima giornata e 12.718 nella seconda. Le positività rilevate al tampone antigenico sono 142. Le persone risultate positive sono state sottoposte al test molecolare e in base alle positività accertate e confermate sono avviate immediatamente le operazioni di tracciamento. Il test antigenico sarà ripetuto sulla popolazione l'11 e il 12 gennaio.

Ogliastra. Seconda giornata di screening anti-Covid

Prosegue la campagna di screening voluta dalla Regione Sardegna, con la collaborazione del microbiologo Andrea Crisanti, che prevede il coinvolgimento dei 23 comuni ogliastrini. Nella econda giornata in programmazione, l'assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, insieme al collega assessore dei Trasporti ed esponente ogliastrino della Giunta Solinas, Giorgio Todde, ha visitato i centri di Tortolì, Girasole, Ilbono e Lanusei dove, fino alle 18, è proseguita l'esecuzione dei tamponi nell'ambito del progetto "Sardi e sicuri". Tra una settimana saranno ripetuti i test e nei prossimi mesi sarà coinvolta tutta l'Isola.

"Un'opportunità per la Sardegna - ha dichiarato Nieddu- la campagna di screening, unitamente ai vaccini che in queste ore partiranno progressivamente in tutti i centri di vaccinazione del territorio, rappresentano la speranza per l'Isola di un ritorno alla normalità nel più breve tempo possibile. Ogni nostro sforzo è improntato in questa direzione"

"L'attività di screening - ha sottolineato l'esponente della Giunta Regionale - procede bene e puntiamo al target dei 30mila test. Il banco di prova dell'Ogliastra conferma la bontà dell'impostazione che ci siamo dati. I cittadini, con la loro partecipazione, hanno dimostrato e stanno dimostrando grande senso di responsabilità e solidarietà".

Ogliastra. Iniziata la campagna "Sardi e Sicuri"

È partita questa mattina, in tutti e 46 i punti di prelievo dei 23 Comuni dell’Ogliastra, la campagna ‘Sardi e sicuri’, il progetto della Regione per l'attività di screening anti-Covid che riguarderà successivamente l'intera isola. Nella giornata odierna e fino alle 18 di martedì 5 gennaio, 180 operatori eseguiranno sui cittadini ogliastrini, che si presenteranno ai punti di prelievo muniti di tessera sanitaria, la prima serie di tamponi antigenici cromatografici, in grado di restituire il risultato in pochi minuti segnalando eventuali positività attraverso la colorazione. I test saranno ripetuti tra una settimana sui soggetti risultati negativi sempre per mezzo di tamponi antigenici, questa volta a immunofluorescenza, processati sul posto con appositi macchinari. Oltre 30 mila i tamponi previsti nelle due giornate, che vedono sottoporsi al test anche 200 militari della base di Perdasdefogu e la collaborazione dell’esercito, con sei medici e sei infermieri, nel punto di prelievo di Elini. Con quattro postazioni per i test, Tortolì, che ha anche registrato cinquemila cittadini iscritti nei giorni scorsi, è il Comune con il maggior numero di centri per l’esecuzione dei test. Mentre il centro aggregato più grande, allestito nel Palazzetto dello sport ‘PalaLixius’, con 8 postazioni per i tamponi e quattro per l’accettazione, è quello di Lanusei. La campagna in Ogliastra è stata preceduta da un’ampia attività di informazione e di sensibilizzazione all’adesione rivolta ai cittadini. In particolare, si punta a una copertura che superi il 60% della popolazione con l’esecuzione di oltre 30mila test.

Ogliastra. Parte la campagna d'informazione "Sardi e Sicuri" in vista dello screening anti - covid

Al via la campagna di comunicazione "Sardi e sicuri", finalizzata a promuovere e informare i cittadini sul grande progetto di screening anti-Covid della Regione Sardegna. Per ora si concentrerà in Ogliastra con avvio nelle giornate del 4 e 5 gennaio. I comuni ogliastrini coinvolti sono 23, per un'organizzazione complessiva - resa possibile anche grazie alla collaborazione del microbiologo Andrea Crisanti - che comprenderà 46 postazioni e 180 operatori per l’esecuzione, stimata, di 32.278 test. Nel corso delle due giornate i cittadini dei comuni ogliastrini potranno effettuare il tampone in tutte le postazioni, operative dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 18, muniti della tessera sanitaria e lasciando un numero del cellulare al quale saranno comunicate le credenziali per ottenere il referto. La campagna si svolgerà in due fasi e i tamponi antigenici rapidi saranno ripetuti a distanza di una settimana su tutti i soggetti risultati negativi al primo tampone. Mentre chi dovesse risultare positivo, nella prima o nella seconda fase, sarà sottoposto ad accertamento per mezzo del tampone molecolare con conseguente tracciamento dei contatti al fine di arginare il Covid e spezzare la catena dei contagi.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module