Metro Cagliari. Lente d'ingrandimento della Procura

La denuncia di speculazione edilizia connessa al progetto di sviluppo della metropolitana leggera, avanzata dal primo cittadino cagliaritano, Massimo Zedda, ha sortito il suo primo effetto. Infatti, per verificare la fondatezza delle accuse di Zedda, la Regione ha messo a disposizione della Procura della Repubblica l'incartamento sul processo amministrativo relativo alla realizzazione della metropolitana di Cagliari. In particolare per il sindaco del capoluogo intorno alla metropolitana leggera si starebbe praticando "il più grande progetto di speculazione edilizia in corso a Cagliari". Un'affermazione forte che, sempre secondo il primo cittadino, vedrebbe tra gli ispiratori l'assessore all'Urbanistica di Monserrato, Gabriele Asunis, già assessore agli Enti locali nella precedente Giunta regionale. La Regione, tramite l'assessore dei Trasporti Careddu, sottolinea che il progetto è stato ereditato dalle amministrazioni precedenti, compresa la condivisone del tracciato, che attiene alla pianificazione territoriale ed è dunque in capo ai Comuni. Intanto il sindaco cagliaritano Zedda, si appresta a discutere la questione con l'attuale direttore dell'Arst.

Cagliari. Manifestazione di Coldiretti: variazioni alla viabilità

In occasione dello svolgimento di una manifestazione organizzata dalla COLDIRETTI sarà impegnata la sede stradale e pertanto non sarà possibile consentire il transito dei veicoli nel tratto interessato dalla stessa. Nella Piazza del Carmine e nelle altre vie come specificate verranno adottate, mercoledì 21 febbraio, le seguenti prescrizioni: l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata nella Piazza A. Contu su tutta la Piazza, nella fascia oraria 08.30-15.00, escluso i mezzi autorizzati; l'istituzione di una breve interruzione del traffico veicolare durante il passaggio della manifestazione, nella fascia oraria 08.30-fine manifestazione nelle vie: Piazza Del Carmine, Trieste, Roma (prolungamento), Roma (Lato Portici), Piazza A. Contu.

Bandi agricoltura per i giovani. Coperture per sole 883 domande su 2.985 ricevute

Mentre Coldiretti si appresta a mettere in campo la protesta che mercoledì paralizzerà alcune strade cittadine, arrivano i primi dati sui bandi per giovani agricoltori per il primo insediamento. Complessivamente sono giunte in Regione 2.985 domande, compreso il pacchetto giovani. Di queste, 883 - 572 per primo insediamento e 311 per pacchetto giovani - sono coperte da finanziamento per un ammontare di 70 milioni di euro. Una coperta troppo corta per coprire le restanti 2.100 richieste. A confermarlo è l'assessore regionale dell'Agricoltura, Pier Luigi Caria, che conferma il completamento dell'strutturia entro maggio per tutte le domande coperte dai fondi. L'erogazione dei pagamenti da parte dell'ente preposto, Agea, si stima possa avvenire entro il mese di luglio. Nello specifico, il bando per il primo insediamento (Misura 6.1) prevede un finanziamento a fondo perduto di 35 mila euro per ogni nuovo giovane sotto i 41 anni. In questo caso le domande pervenute sono 1.668. Il pacchetto giovani - 1.317 richieste - prevede invece un finanziamento a fondo perduto di 50 mila euro. Al 31 di gennaio risultano concessi fondi solo per 6-7 domande per il bando primo insediamento, per un ammontare di 210 mila euro. Per questo motivo mercoledì 21 febbraio Coldiretti ha indetto la manifestazione di Cagliari.

Sport e salute. Cardioprotette 184 società sportive dilettantistiche

La Regione Sardegna ha deciso di dare a 184 società sportive dilettantistiche un contributo per acquistare un defibrillatore; altre 58 società sono in aspettativa. Un grande passo avanti che non solo permetterà a questi centri sportivi di adeguarsi all'obbligo previsto dal decreto Balduzzi, «ma è soprattutto un’occasione per dare il meglio che possiamo ai nostri ragazzi: tutelare la loro vita e non leggere più quegli orribili fatti di cronaca che avremmo forse potuto evitare con un minimo di senso di responsabilità in più». A parlare è Simona Buono, fondatrice di Distribuzione Defibrillatori e consulente impegnata da tempo in una campagna di sensibilizzazione che possa portare i Dae dentro ogni spazio vitale. «Due anni fa - racconta - portai in Regione i miei studi sull’argomento, e la Giunta finanziò 400 mila euro perché le realtà sportive potessero avere un contributo pubblico che permettesse loro di diventare luoghi sicuri per i nostri ragazzi. Ad ascoltarmi e a portare avanti la battaglia con me furono i consiglieri Anna Maria Busia e Roberto Cappelli. Ma anche il presidente del consiglio Gianfranco Ganau partecipò con piacere al convegno da me proposto “Salvare una vita si può… entro cinque minuti. La cardio-protezione a portata di tutti col semplice utilizzo del defibrillatore”. Fu un successo in Consiglio, poi in Giunta, e oggi vedo che il nostro progetto è diventato realtà, un sogno realizzato». Per la consigliera regionale del Centro Democratico Sardegna Anna Maria Busia, si tratta di una vittoria che ha visto l’impegno in Consiglio Regionale del suo partito. "Ci siamo battuti, noi del Centro democratico, fin dall'inizio della legislatura affinché si arrivasse a questo risultato. Sicurezza, salute e sport sono le tre esse vincenti sulle quali puntare il massimo dell’attenzione per avere tutti una vita migliore". Da tempo Simona Buono si occupa di diffondere il tema della cardioprotezione con numerose iniziative attraverso le quali ha cardioprotetto ristoranti, stabilimenti balneari, uffici. "Ma la mia campagna è senza scopo di lucro, volevo solo che la politica facesse qualcosa per la Sardegna. Oggi posso dire di essere soddisfatta".

Cagliari. Sospeso il sit-in degli operai dell'Eurallumina

Dopo quattro giorni davanti alla sede dell'assessorato regionale dell'Ambiente, gli operai dell'Eurallumina di Portovesme sospendono il sit-in. Alla base della decisione quanto riferito dagli assessori regionali dell'Ambiente e della Sanità in marito all'esito del confronto tra i tecnici e i dirigenti dei vari enti sulla documentazione inoltrata dalla Rusal. Parrebbe infatti che non siano emerse richieste di integrazioni. Ora si procederà a trasmettere all'azienda le indicazioni sulle parti specifiche della documentazione per le quali sono necessarie ulteriori delucidazioni. Intanto resta operativo lo stato di mobilitazione permanente degli operai, in attesa degli sviluppi.

Continuità territoriale. Arriva la proroga in attesa del nuovo bando

Grazie ad un atto amministrativo della Regione il regime di continuità aerea continuerà fino a ottobre, superando il termine dell'8 giugno, fino ad oggi data ultima per poter prenotare voli da e per Roma e Milano attraverso i tre aeroporti isolani. Un provvedimento reso necessario per garantire l'attuale continuità territoriale fino a quando non entrerà in vigore la nuova. Intanto, mentre si definiscono le modifiche alle convenzioni firmate con le compagnie aeree coinvolte nella proroga, entro fine mese verrà presentata la nuova gara. Previsti sei mesi dal momento della pubblicazione del bando, alla effettiva assegnazione della gara. Attualmente la compagnia aerea Alitalia garantisce i voli da Cagliari per Roma e Milano. Meridiana invece si occupa dei voli dall'aeroporto di Olbia agli aeroporti di Roma e Milano. I collegamenti aerei tra Alghero e Milano vengono effettuati da Alitalia mentre la tratta Alghero - Roma è operata dal vettore italo-romeno Blue Air.

Agricoltura. Progetto "Terra ai Giovani", a disposizione altri 792 ettari di terra

Sono 792 gli ettari di terra resi disponibili nell'ambito del progetto della Regione denominato "Terra a ai Giovani". In tutto altri 16 lotti, con l'obiettivo di favorire il ricambio generazionale in agricoltura. Un'iniziativa varata nel 2016, che vede l'agenzia regionale Laore quale soggetto attuatore, che prevede anche il riutilizzo di terre incolte e libere. Giunti al secondo bando - nel primo furono assegnati 10 lotti per un totale di 670 ettari - ora il numero di amministrazioni coinvolte è giunto a 13 (Alghero, Arborea, Arbus, Gonnosfanadiga, Luras, Maracalagonis, Marrubiu, Palmas Arborea, San Basilio, San Vito, Serramanna, Siliqua e Villasor). I terreni potranno essere concessi in affitto agevolato a giovani con età inferiore ai 40 anni, per 15 anni. Un periodo rinnovabile per una sola volta.

Terza età. Presentato il progetto "A Chent'Annos in Salude"

Presentato oggi il progetto denominato "A Chent'Annos in Salude", realizzato dal Coni con la collaborazione della Regione. Protagonisti gli over 65, oggetto di interventi finalizzati a promuovere l'attività fisica e a migliorare lo stile di vita. L'iniziativa, come sottolineato dal presidente regionale del Coni, Gianfranco Fara e dall'assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru, interessa tutta l'Isola, con la selezione dei centri urbani più importanti sulla base delle esigenze della popolazione. Coinvolte circa cinquemila persone, distribuite in circa cinquanta strutture sportive con alti standard di qualità, sicurezza e formazione dei tecnici. Tra gli interventi previsti, un ciclo di attività motoria - aerobica o anaerobica e moderata o vigorosa - tre volte alla settimana per tre mesi, per un'ora al giorno. Il tutto sotto costante monitoraggio. La maggior parte delle adesioni riguarda la provincia di Cagliari e quella di Carbonia Iglesias con circa 2500 partecipanti, distribuiti in 13 strutture. segue Sassari e Olbia-Tempio con 1500 adesioni, Nuoro e Oristano con 500 ciascuna. A regime (entro il 2018) gli over 65 coinvolti dovrebbero raggiungere le cinquemila unità.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari