Vertenza Aias. Arrivano due stipendi

Confederazione sindacale sarda, Fials, Ugl, Isa e Confintesa trovano l'accordo con l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru e il direttore generale dell'Ats, Fulvio Moirano. Le numerose manifestazioni in piazza hanno portato all'impegno della Regione per il pagamento immediato di 5,1 milioni, a fronte delle fideiussioni presentate da Aias. L'importo consente di sbloccare la difficile situazione e garantire il pagamento dei primi due stipendi arretrati. In base all'accordo raggiunto ci sarebbe anche una proroga della convenzione Ras-Aias con la clausola che entro il 31 luglio sia istituito il tavolo politico tecnico in cui l'azienda si presenti con un piano industriale e un piano di rientro degli stipendi dovuti ai dipendenti. Altri punti principali dell'accordo sono l'interesse comune per la salvaguardia dei posti di lavoro, l'assistenza ai malati e a tutti i soggetti deboli ospiti delle strutture Aias e l'impegno comune a vigilare affinché l'Aias osservi le normative cogenti in materia di salari, sicurezza e formazione, nei confronti dei lavoratori e degli ospiti delle strutture.

Trasporti aerei. Continutà territoriale: via libera della Giunta

Aumento significativo dei voli a disposizione dei sardi, differenziazione delle tariffe tra residenti e non, garanzia di posti riservati per i viaggiatori diversamente abili. Sono questi i tre punti principali del progetto definitivo di continuità territoriale aerea da e per la Sardegna, adottato dalla Giunta Regionale. Varato il 12 luglio scorso dalla Conferenza dei servizi, ora il documento tecnico dovrà essere esaminato dalla commissione Trasporti del Consiglio Regionale e poi ritornare in Giunta per la presa d'atto del parere. A seguire dovrebbe arrivare l'adozione del decreto ministeriale con l'imposizione degli oneri di servizio e la pubblicazione del bando sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione Europea. Decorsi sei mesi previsti dalla normativa, svolte le gare e assegnate regolarmente le rotte, saranno avviati i servizi della nuova continuità territoriale, orientativamente dopo il 31 marzo 2019. In particolare, il nuovo schema prevede un incremento dei posti del 57% (da 2.461.900 a 3.672.532). Saranno complessivamente 21.646 i voli sulle sei rotte aeree (che collegano Olbia, Alghero e Cagliari a Roma Fiumicino e Milano Linate) da e per l'Isola sottoposte a oneri di servizio. L'incremento in questo caso è del 15%, con un aumento di 2.398 collegamenti rispetto agli attuali 19.248. Nessuna variazione alle tariffe per i residenti che pagheranno 40 euro più tasse per Fiumicino, 49 euro per Linate. Per i non residenti la tariffe potranno lievitare ma non oltre il doppio del costo (tasse escluse, 120 euro) nel periodo 1 ottobre-31 maggio e non oltre il triplo (tasse escluse, 147 euro) nel periodo 1 giugno-30 settembre. Infine, fino alle 48 ore antecedenti la partenza, sono riservati due posti per emergenze sanitarie.

Domusnovas. No all'ampliamento della fabbrica di bombe della Rwm Italia

A pronunciarlo è il presidente della Giunta Regionale, Francesco Pigliaru che sottolinea la posizione della Regione, ben consapevole del problema occupazionale che attanaglia il Sulcis ma contraria al fatto che "la Sardegna sia identificata come terra da cui partono armamenti utilizzati in scenari di guerra nei quali si coinvolgono popolazioni civili e che nulla hanno a che fare con le esigenze di difesa del nostro Paese o dei nostri alleati occidentali". Una posizione che pone al centro i diritti umani - come sottolineato dallo stesso Pigliaru - e che rende necessaria una soluzione specifica, per la produzione di armi in Sardegna, coerente con quanto definito nella Carta Costituzionale e nelle risoluzioni adottate dal Parlamento europeo in tema di esportazioni di armamenti verso l'Arabia Saudita in particolare.

Regione. Predisposto promemoria per premier Conte

La Regione Sardegna ha predisposto il promemoria da consegnare al premier, Giuseppe Conte. Al centro temi principali quali la continuità territoriale, i costi dell'energia e gli accantonamenti. A deciderlo, la maggioranza in Consiglio Regionale che, insieme al presidente, Francesco Pigliaru, si è riunita per per fare il punto sul dossier da presentare al nuovo governo gialloverde. Intanto Pigliaru si è confrontato con il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, con il quale dovrebbe avere un incontro nel più breve tempo possibile. Entro ottobre, infatti, serve un nuovo bando sulla continuità territoriale aerea che richiede la firma del ministro, oppure si dovrà procedere con una proroga dell'attuale regime.

Cagliari. Turismo e matrimoni

Si concluderà giovedì il seminario voluto dalla Regione, Assessorato regionale del Turismo, per discutere delle possibilità di sviluppo del cosiddetto "Wedding tourism:. L'obiettivo è quello di promuovere questa importante opportunità di crescita e sviluppo economico per l'isola, cercando di incentivare azioni di sistema che potenzino l'offerta territoriale, come sottolineato da Barbara Argiolas, assessore regionale del Turismo. Articolato il programma dell'evento. Oltre ad una introduzione al mercato del turismo matrimoniale, con tendenze e numeri, si è discusso anche dell'indagine relativa all'offerta in Sardegna, realizzata dal BIC Sardegna. Un documento focalizzato sull'impatto economico, i punti di forza di una location nell'isola e gli aspetti da migliorare. Nutrite le aspettative degli operatori turistici sul prodotto wedding tourism.

Regione. Stanziati 1,5 milioni di euro per i danni causati dal maltempo

Interventi di ripristino e messa in sicurezza di opere pubbliche danneggiate da calamità naturali ed eventi atmosferici eccezionali. E' quanto previsto con lo stanziamento da 1,5 milioni di euro, deliberato dalla Giunta Regionale per dare risposte immediate alle diverse criticità segnalate dai diversi Enti Locali, a partire dal 2017, fino ai primi mesi di maggio 2018. Come sottolineato dall'assessore regionale Balzarini, "è stato stilato un elenco di opere che tiene conto dell'ordine cronologico di presentazione delle domande e della necessità di intervenire in tempi rapidi". Ad essere finanziato un solo intervento per ogni soggetto richiedente per un importo massimo di 100 mila euro.

Porto Cervo. Delegazione di buyers cinesi a caccia dei prodotti sardi

Una delegazione di buyers cinesi, provenienti da Pechino, Tianjin, Hainan e Wuhan è arrivata in questi giorni a Porto Cervo per incontrare un gruppo di aziende isolane attive nell'ambito dell'agroalimentare. Inserite all'interno del Programma di Internazionalizzazione dell'Assessorato dell'Industria, le imprese isolane hanno avuto modo di confrontarsi con i buyers cinesi per proporre i loro prodotti e fruire delle possibilità connesse al programma di internazionalizzazione messo in campo dalla Regione con uno stanziamento complessivo di 30 milioni di euro. La delegazione cinese ha incontrato le aziende della rete "Sardinia Food Experience" della quale fanno parte sette realtà imprenditoriali, in particolare cantine, panifici, caseifici e produttori di dolciumi.

Bando regionale "più turismo più lavoro". Il Click day è un flop

Per il presidente di Federalberghi Sardegna, Paolo Manca, "è inaccettabile che per la terza volta il bando venga rinviato". Finalizzato a favorire la ripresa del settore turistico, attraverso contributi per il prolungamento della stagione, "più turismo più lavoro" ha subito diversi rinvii per la presentazione della domanda, a causa del malfunzionamento del sistema Sil Sardegna, nuovamente bloccato. Una situazione che crea diversi disagi alle imprese del comparto turistico che, come sottolineato da Manca, "nel frattempo, investono centinaia di migliaia di euro in assunzioni senza certezza e nessun rispetto per il loro operato". Molto critico anche Carlo Amaduzzi, presidente Assotel Sardegna, che si domanda "in che mani siamo" e racconta: "eravamo tutti pronti il 10 aprile alle 10, davanti al pc per inviare la domanda, ma c'è un primo rinvio al 4 maggio. Oggi un altro. Un avviso nel sistema informa che non è possibile inviare la domanda perché non sono ancora aperti i termini e che sarà possibile inviare la domanda a partire dalle ore 10 del 1 maggio 2020, in un giorno di festa tra due anni. Solo dopo 20 minuti l'avviso viene modificato "in data da stabilire". Intanto arrivano le accuse di incapacità della Giunta Regionale. In tal senso si è espresso il consigliere regionale dei Riformatori, ex assessore al Turismo, Luigi Crisponi, che evidenzia come "il flop del click day" rappresenti "l'ennesima dimostrazione di incapacità della Giunta Regionale". Per questo motivo lo stesso Crisponi non esita ad invitare l'assessore al lavoro, Virginia Mura, a fare "l'unica cosa gradita ai tanti consulenti e imprenditori: dare le dimissioni".
Sottoscrivi questo feed RSS

27°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 81%

Wind: 35.40 km/h

  • 20 Jul 2018 32°C 20°C
  • 21 Jul 2018 31°C 23°C