Cagliari. Invecchiamento attivo, al via il progetto degli specialisti dell’ateneo e del Coni

Venerdì 9 novembre, alle 10.30, la sala consiglio del rettorato - via Università n.21, Cagliari - ospita la conferenza stampa di presentazione dello studio clinico “Anzianità attiva e salute”. Il progetto è curato dal dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica dell’ateneo di Cagliari, con Mauro Carta responsabile scientifico, e la partecipazione del Coni Sardegna. Ai lavori prendono parte il rettore Maria del Zompo e il presidente del Coni, Gianfranco Fara. Di fatto, il 36 per cento della popolazione italiana avrà più di 65 anni nel 2050. L’invecchiamento è associato all’aumentare delle malattie croniche, così come all’aumento proporzionale degli anni di vita con la presenza di disabilità, con un elevato impatto sui costi sociali e sanitari. Per questo, l'Unione Europea ha indicato tra le sue priorità incrementare la ricerca sull'invecchiamento attivo. “L’attività fisica contrasta la disabilità legata alle malattie croniche, ha effetti positivi sulla qualità della vita e sui ritmi biologici, impedisce il declino delle funzioni motorie aiutando a prevenire le cadute, che possono essere associate a disabilità e morte precoce negli anziani” spiega il professor Carta. L’attività fisica migliora la risposta immunitaria durante la vecchiaia, e incide positivamente sui possibili disturbi metabolici, incluso il diabete; fornisce un valido supporto nel fronteggiare il declino cognitivo e della memoria, e agisce nelle prime fasi della depressione e sugli "atteggiamenti disfunzionali" legati alla non accettazione dei limiti imposti dall'età. Tuttavia, a oggi, la letteratura si basa su studi che hanno coinvolto piccoli campioni, raramente condotti con metodo randomizzato controllato, e i cui esiti appaiono spesso contraddittori rispetto ai tempi e ai modi ottimali con cui l’attività fisica debba essere praticata. "La ricerca sull’invecchiamento attivo rappresenta dunque una sfida che richiede uno sforzo multidisciplinare integrato, mentre i gruppi di ricerca di eccellenza sono sempre più spesso orientati alla super-specializzazione. Il progetto multidisciplinare che proponiamo è un'opportunità per affrontare le questioni sopra menzionate e per acquisire ulteriori conoscenze nell'area dell'invecchiamento attivo” aggiunge la specialista Gioia Mura. Lo studio clinico randomizzato controllato, in singolo cieco, “Anzianità attiva e salute” nasce dall’esperienza di un team di ricercatori dell’ateneo di Cagliari sugli effetti dell’attività fisica nelle persone over 65, e dalle competenze professionali del Coni Sardegna. La sinergia tra Università e Coni, con l’accordo tra il professor Carta e il numero uno del Comitato olimpico, Gianfranco Fara, ha già prodotto il progetto “A Chent’Annos in Salude”, in cui abbiamo valutato gli effetti di un protocollo di attività fisica vigorosa versus uno di attività fisica lieve-moderata su parametri fisici, biomeccanici, metabolici, e psicologici. Ovvero, una “buona pratica” non solo nell’ambito della ricerca scientifica del nostro Ateneo, ma per la cooperazione tra il know how universitario, il mondo del lavoro, il Coni (istituzione deputata nel settore dell’attività fisica) e il territorio. “Anzianità attiva e salute”, finanziato dall’Università di Cagliari tra i progetti di ricerca biennali 2017/19 con fondi della Fondazione di Sardegna, mira a verificare gli effetti di un protocollo di attività fisica lieve-moderata versus uno di attività culturali su parametri fisici, biochimici, metabolici, biomeccanici, psicologici, cognitivi, e sulla Qualità della Vita, in persone over 65 enni. Il gruppo di ricerca multidisciplinare del dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica è composto da Mauro Carta (responsabile scientifico), Gioia Mura, Claudia Sardu, Luigi Minerba, Gabriele Finco, Eleonora Cocco, Marco Monticone, Enrico Cacace, Franco Rongioletti, Laura Atzori, Alberto Cauli, Valeria Ruggiero, Sofia Cosentino, Fernanda Velluzzi, Andrea Loviselli, Ernesto d’Aloja, Paolo Contu. Fanno parte del team di ricerca Maria Petronilla Penna (dipartimento Pedagogia, psicologia e filosofia), Massimiliano Pau (dipartimento Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali) e Gian Mario Migliaccio (Coni).

Roma. Premio "L'arte premia lo sport" al cestista Gigi Datome

Si è svolta oggi a Roma la cerimonia per l'assegnazione del premio "L'arte premia lo sport". A riceverlo il sardo Gigi Datome, colonna del Fenerbache e capitano della nazionale italiana di basket. Il prestigioso riconoscimento, che per la prima volta viene assegnato ad un cestista, è stato consegnato direttamente dal presidente del Coni, Giovanni Malagò. Soddisfatto Datome che ha dichiarato: "mi fa davvero piacere che abbiano pensato a me". Il premio che mette in relazione l'arte con lo sport, consiste in una scultura originale di Dante Mortet, erede di una famiglia di cesellatori attiva da oltre un secolo nella bottega capitolina di via dei Portoghesi. L'opera raffigura un pallone da basket e il calco della mano del cestista nato e cresciuto a Olbia. Sulla palla a spicchi è rappresentata la Sardegna e sono impressi i numeri delle maglie, prestigiosissime, che lui ha indossato in Italia, in Europa e negli Usa. Il cestista sardo conferma ancora una volta il suo attaccamento all'isola sottolineando: "cerco sempre di portare con me le mie radici, le mie origini e i miei valori. Non gioco solo per me e per il mio cognome, voglio che i miei conterranei si possano sentire sempre più orgogliosi".

Cagliari. Presentata la 37a edizione del Tourisport

Presentata oggi la 37a edizione del Tourisport che si svolgerà tra il 10 e il 12 novembre presso il complesso fieristico cittadino. Tra le particolarità dell'edizione 2017 la firma del protocollo di intesa tra Ente camerale e Coni, finalizzata a creare sinergie tra il mondo economico, quello sportivo e quello sociale. In questo senso Coni e Camera di Commercio si impegnano a collaborare per un periodo di quattro anni, per la realizzazione di iniziative finalizzate allo sviluppo del territorio. Previsto per quest'anno il coinvolgimento diretto del pubblico che potrà partecipare attivamente alla manifestazione cimentandosi nelle diverse discipline presentate dalle Federazioni sportive. A margine della presentazione del Tourisport il presidente dell'Ente Camerale ha annunciato le trattative in corso con la Federazione nazionale della scherma affinché Cagliari e la Fiera possano diventare sedi permanenti per gli allenamenti di tutte le nazionali di scherma.

Cagliari. Migliore Città europea dello sport e Benemerenza dello Sport 2017

La Città di Cagliari si aggiudica il premio di benemerenza dello Sport 2017 ed il titolo di Miglior Città europea dello sport 2017. L'assegnazione dei prestigiosi riconoscimenti è avvenuta a Roma, presso il Salone d’onore del CONI. Presenti il presidente del CONI, Giovanni Malagò, il presidente ACES Europe Gianfrancesco Lupattelli, il vice presidente vicario dell’ANCI Roberto Palla, il sottosegretario agli esteri, diversi ospiti parlamentari e numerosi amministratori locali. Più che soddisfatto l’assessore allo Sport Yuri Marcialis “Viene premiato il lavoro che l’amministrazione ha messo in campo grazie alla stretta collaborazione del CONI, del CIP, delle federazioni, degli enti di promozione e all’impegno di tante associazioni”. “Questo importante riconoscimento – ha concluso l’assessore Marcialis – è un ulteriore passo per fare della cultura dello sport uno dei valori fondanti della nostra città”.
Sottoscrivi questo feed RSS

17°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 72%

Wind: 24.14 km/h

  • 20 Nov 2018 17°C 12°C
  • 21 Nov 2018 18°C 13°C