Cagliari. Bilancio positivo per Capodanno. Nessun ferito dai botti

Solo alcune risse e diversi interventi dei Vigili del Fuoco e della Polizia Municipale, ma fortunatamente nessun ferito causato dai botti di Capodanno. In particolare piazza Yenne e via Roma sono state teatro di due risse tra ragazzi, probabilmente in preda ai fumi dell'alcol. Un'altra rissa, più grave, si è svolta nel quartiere di Stampace, dove un giovane, dopo aver ricevuto alcuni pugni è caduto a terra, battendo la testa. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 che lo hanno trasportato all'ospedale Brotzu con codice rosso, ma non è in pericolo di vita. Per quanto riguarda gli interventi dei Vigili del Fuoco, quelli effettuati in diverse zone della città per domare i roghi appiccati ad alcuni cassonetti.

Previsioni meteo per Capodanno

Anche per Capodanno l'isola sarà sferzata da forti raffiche di vento. Previsto un attenuamento per la notte di San Silvestro, ma poi il vento di maestrale continuerà a soffiare con punte meno significative rispetto ai giorni scorsi ma comunque sostenute anche se con temperature previste in rialzo. Secondo gli esperti dell'Ufficio Meteo dell'Aeronautica Militare di Decimomannu, non dovrebbero esserci precipitazioni di rilievo mentre per quanto riguarda il freddo, le temperature, a partire dal primo dell'anno, saranno 5-6 gradi superiori rispetto a quelle registrate in questi ultimi giorni.

Trasporti. Con le festività cresce il traffico negli aeroporti sardi

Con l'arrivo delle festività gli aeroporti sardi fanno registrare il tutto esaurito. Molto frequentati gli hotel cittadini, soprattutto quelli che offrono il cenone di Capodanno. Nei paesi più interni agriturismo e Bed & Breakfast offrono diverse formule di soggiorno, mentre gli alberghi costieri, salvo poche eccezioni, rimangono chiusi. In particolare, solo il 25% delle strutture sarde rimane aperto per le feste di Natale e Capodanno. E mentre gli arrivi congestionano gli scali isolani, il 90% dei sardi preferiscono stare all'interno dei confini regionali. Cagliari, Olbia, Alghero e Castelsardo tra le mete preferite per la notte di San Silvestro, grazie alle star ingaggiate dalle amministrazioni comunali. Nel periodo che va dal 22 dicembre al 7 gennaio per lo scalo olbiese sono previsti cinquantacinquemila passeggeri, con un traffico superiore al 2017 e con un incremento del 20% di viaggiatori rispetto al ponte natalizio dello scorso anno. Aumento dei passeggeri anche per lo scalo cagliaritano dove si dovrebbe registrare un incremento tra le 7.622 e le 9.622 unità in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Cagliari. Natale e Capodanno Solidale

Stare vicino alle persone in difficoltà, in particolare gli anziani e i disabili. E' questo l'obiettivo principale per rendere speciale e soprattutto solidale il Natale e il Capodanno a Cagliari. Con questa premessa, è stato presentato il programma di iniziative volute dall'Amministrazione Comunale per le festività di Natale e Capodanno. Tra quelle principali, il 25 e 26 dicembre verranno consegnati i pasti a domicilio, per l'ora di pranzo, ai cittadini che ne faranno richiesta al Servizio Politiche sociali, nelle diverse sedi territoriali. L’iniziativa sarà ripetuta anche per le giornate dell’1 e 6 gennaio. E per festeggiare il Capodanno, la notte del 31 nella palestra della Casa di Accoglienza per anziani di Terramanini al civico 10 di via Valerio Pisani, gli over 65 potranno degustare una sontuosa cena a base di antipasti di mare e di terra, due primi caldi, verdura, grigliata di carne, maialetto e agnello, lenticchie, frutta di stagione, acqua vino e bibite, panettone e pandoro, spumante. Durante la serata, animata da un complesso musicale, gli ospiti riceveranno dei piccoli doni. L’evento è gratuito, ma bisognerà prenotare entro il prossimo 28 dicembre telefonando al numero 3711131734. Telefonando allo stesso numero sarà possibile fruire del Servizio di accompagnamento con due mezzi da 56 posti ciascuno, che compiono due percorsi cittadini diversi per il trasporto di andata e ritorno degli anziani per la palestra della Casa di Accoglienza. Due i punti di raccolta: piazza Yenne, Sant’Avendrace, piazza San Michele e piazza Italia, il primo; Sant’Elia, Parrocchia San Pio X, piazza Giovanni XXIII e CEP, il secondo. A rafforzare il fronte della solidarietà impostato dall’Amministrazione comunale, anche “l’importante lavoro svolto dal mondo dell’associazionismo e dai Centri di Quartiere che per tutto il corso dell’anno rendono la città viva e aperta, soprattutto alle persone in difficoltà e alle altre culture”, come sottolineato dalla presidente della Commissione Politiche sociali Rita Polo. Intanto, per il 19 dicembre la Biblioteca di Montevecchio n. 29 e il Centro di Quartiere Strakrash, dalle 17 alle 19 hanno organizzato l’iniziativa “Festeggiamo Insieme?" Un evento che coinvolgerà tutti gli abitanti del quartiere di Is Mirrionis con l'obiettivo di scambiarsi gli auguri di Natale e divertirsi tutti insieme grazie ai lavoratori, alle animazioni, ai giochi di società e al bookcrossing. Il Centro di quartiere di via Dei Partigiani a Pirri ha invece organizzato per il prossimo 20 dicembre “Arriva Natale”, con feste e laboratori per bambini che il dopo appena due giorni, il 22, vedranno esposte le loro opere all’Ex Vetreria. Mentre il 23, sabato prossimo, sarà la volta di “La Carovana di Natale”. Venerdì 22 dicembre Natale multietnico nel quartiere Marina. A partire dalle 19 donerà a tutti i suoi abitanti la possibilità di festeggiare insieme, con letture multilingua, giochi e animazione per i più piccoli, spettacoli musicali e per finire le degustazioni di “Sapori dal mondo”. A fine mese sono inoltre previste proiezioni all’insegna della multiculturalità e prendere in prestito libri messi a disposizione dalla Biblioteca di Monteclaro. E per festeggiare l’Epifania, “nella Casa di Accoglienza per anziani di Terramaini, 400 concittadini potranno partecipare Pranzo della solidarietà”, ha annunciato l’assessore comunale alle Politiche Sociali, Ferdinando Secchi. Anche in questa occasione il menù prevede antipasti, arrosti, arrosti di carne e pesce, verdura, frutta di stagione e secca. Non mancheranno dolci e panettone.

Capodanno. Elio e le Storie Tese a Castelsardo

Capodanno in piazza con Elio e le Storie Tese. Sarà questa la novità per la notte di San Silvestro che il Comune di Castelsardo è riuscito a regalare ai suoi cittadini, superando la concorrenza di altre piazze importanti. Un concerto che certamente passerà alla storia in quanto probabilmente uno degli ultimi della band. Infatti, già nei mesi scorsi il gruppo ha salutato i suoi fan in un tour di addio che ha fatto tappa in diverse città italiane e per la prima volta anche all'estero. L'addio non passerà comunque inosservato visto che lo storico gruppo milanese, nonostante l'annuncio del suo scioglimento, parteciperà il prossimo febbraio al Festival di Sanremo con un brano dal titolo "Arrivedorci". Soddisfazione da parte del primo cittadino di Castelsardo, Franco Cuccureddu, che rivendica di aver coinvolto la band alcuni anni fa in occasione di un concerto estivo che aveva riscosso grande successo.

Cagliari. Gli eventi di Capodanno 2017

Dal primo dicembre è ufficialmente Natale a Cagliari. Accese le luminarie nelle vie del centro, aperte le quasi 100 casette dei tradizionali mercatini di piazza Yenne, corso Vittorio e piazza Del Carmine, addobbate le vetrine, stasera, dalle 16,30, la maestria dei suonatori di launeddas inaugura un mese fitto di appuntamenti che l’Amministrazione comunale rivolge a grandi e piccoli, per condividere la magia delle festività di fine e principio d’anno. Evento di punta la serata, o per meglio dire le serate secondo la collaudata formula del Capodanno diffuso, del 31 dicembre. Quattro palchi per quattro appuntamenti, generi musicali e spettacoli per tutti i gusti e tutte le età: Malika Ayane in piazza Yenne, Smash Hits al Bastione Santa Croce, The Longuettes in piazza Savoia, Zamu e i Janas a Pirri, al Parco dell’Ex Vetreria. Musica, canti, sfilate e laboratori animeranno quindi la città sino alle prime ore del 2018, andando da Castello a Sant'Elia, dal Parco della Musica a Pirri, passando per la Marina e il Centro commerciale naturale cittadino. In calendario c’è anche il concorso per la vetrina più bella, organizzato dalle associazioni di categoria e riservato ai commercianti che hanno contribuito alla realizzazione di luminarie e animazione. Nel mese di dicembre sono inoltre previste aperture straordinarie dei Mercati Civici: l’8 dalle 7 alle 13, il 23 dalle 7 alle 19, la vigilia di Natale, il 24, dalle 7 alle 16, il 30 dalle 7 alle 19 e il 31 dalle 7 alle 16. Importante anche il contributo di Ctm che propone un itinerario che favorisce l’utilizzo del trasporto pubblico nel periodo natalizio. Il percorso collega la zona di piazza Yenne e il corso Vittorio Emanuele con le vie dello shopping, ha spiegato il presidente Roberto Murru, sino ad arrivare alla zona di San Benedetto, passando per via Dante e via Alghero. Come di consueto i bus saranno riconoscibili per una particolare livrea natalizia. Lìinvito è di lasciare l'auto a casa.

Cagliari. Capodanno in città all'insegna della cultura

Chi ha deciso di dedicare il primo giorno dell'anno alla cultura ha avuto l'imbarazzo della scelta. In diverse zone dell'isola i musei hanno fatto la parte del leone. Nel capoluogo il Museo archeologico nazionale e la Pinacoteca sono stati visitati da numerosi cagliaritani e diversi turisti, soprattutto del Nord Sardegna e della penisola. Grazie alla giornata festiva e l'ingresso gratuito, la Cittadella dei musei e il quartiere di Castello sono stati la meta preferita di chi ha deciso di stare in città. Diversi i commenti positivi lasciati sul registro delle presenze, testimonianza concreta dell'apprezzamento per l'offerta culturale cittadina.

Meteo. Capodanno con il bel tempo ma temperature in calo

Il bel tempo che ha caratterizzato le giornate post natalizie, durerà fino a Capodanno, anche se le temperature subiranno un calo dovuto a correnti d'aria fredda provenienti dall'Est. Gli esperti dell'Aeronautica militare della base di Decimomannu prevedono infatti un abbassamento delle temperature di cinque o sei gradi, che si aggiunge al calo dei giorni scorsi. Durante la notte di San Silvestro tempo sereno o poco nuvoloso ma con gelate nelle zone interne, nelle ore più fredde. In particolare, sabato notte le minime faranno registrare valori sotto lo zero a Nuoro e Tempio, mentre a cagliari si attesteranno sui 6 gradi. Situazione destinata a mutare già dal 1° gennaio quando, secondo l'Arpas, il cielo sarà irregolarmente nuvoloso. Aumento della copertura per il 2 gennaio con temperature che tenderanno ad aumentare in entrambi i valori. Per i giorni seguenti, possibili ulteriori variazioni. In base alle previsioni dell'Aeronautica Militare, a partire dal 3 gennaio arriva il maestrale con temperature nuovamente in calo di 2-3 gradi.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari