Porto Torres. Emergenza idrica: scuole e asili chiusi

A causa del protrarsi dell'emergenze idrica il sindaco di Porto Torres, Sean Christian Wheeler, ha deciso di emettere un'ordinanza per la chiusura di scuole e asili nido per la giornata di venerdì 6 dicembre. Il provvedimento è finalizzato a garantire la tutela della salute di alunni, insegnanti e personale scolastico. Di fatto, senza l'erogazione dell'acqua, è praticamente impossibile utilizzare i servizi igienici e garantire la fruizione di acqua corrente all'interno degli edifici. Per poter procedere al ripristino dei servizi scolastici il Comune rimane in attesa di ricevere ulteriori dettagli dal gestore idrico in merito alla cessazione dello stato di emergenza.

Cagliari. Sant'Elia: riaperto l'asilo di via Schiavazzi dopo la ristrutturazione

“Quaranta bambini potranno riprendere a frequentare l’asilo di via Schiavazzi, chiuso da febbraio a causa di un incendio. Avevamo promesso la riapertura: impegno mantenuto. Sono molto soddisfatto”. Queste le parole del sindaco Paolo Truzzu a termine di un'operazione che l'Amministrazione comunale ha voluto mettere in campo per rispondere alle esigente del quartiere e di tutta la città. Formalmente riaperto (martedì 9 settembre 2019), ieri mattina ad affiancare il Primo cittadino durante un sopralluogo all'asilo di Sant'Elia anche Rita Dedola, che, nella veste di assessora della Pubblica istruzione, ha rimarcato come l'obiettivo sia stato raggiunto raggiunto con un “grande lavoro di squadra”, a cui hanno contribuito diversi servizi e assessorati diversi. Dello stesso avviso anche Roberta Perra, presidente della Commissione Pubblica Istruzione.

Vaccini. Autocertificazioni al vaglio dei Carabinieri del Nas

Mentre regna sovrano il caos sulle vaccinazioni, scattano i controlli per verificare la regolarità delle autocertificazioni obbligatorie che i genitori dei bambini devono presentare per la frequenza negli asili nido e nelle scuole materne. In Sardegna gli istituti comprensivi sotto la lente dei Nas sarebbero oltre una decina, localizzati prevalentemente nel Cagliaritano e nell'Oristanese. Ad essere controllate le autocertificazioni già controfirmate dalle Assl e quelle che ancora devono essere vidimate. E sarebbero proprio queste ultime a far emergere alcune anomalie. In questo senso i Carabinieri stanno effettuando degli accertamenti, confrontando le autocertificazioni ancora prive di vidimazione con le domande presentate alle Assl. Prevista la denuncia per le autocertificazioni false.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module