Tumore al pancreas. Protocollo d'Intesa tra Aou di Cagliari e Azienda Ospedaliero universitaria di Verona

Siglato protocollo di intesa tra l'Azienda ospedaliero universitaria (Aou) di Cagliari e l'Azienda ospedaliero universitaria integrata (Aoui) di Verona per consentire l'esecuzione di interventi contro il tumore al pancreas al Policlinico "Duilio Casula" di Monserrato. Allo scopo è stato già avviato un articolato percorso di formazione dei chirurghi della struttura complessa di chirurgia generale polispecialististica diretta da Pietro Giorgio Calò. Grazie alla grande esperienza della struttura veronese, tra le più importanti al mondo in questo tipo di operazioni, il primo intervento al Policlinico sarà effettuato venerdì 16 febbraio, dalle 8.30. ad essere coinvolto un paziente affetto da tumore alla testa del pancreas. Ad eseguire la complessa operazione, il direttore della chirurgia generale e del pancreas dell'azienda di Verona, Claudio Bassi, il professor Calò e Massimiliano Tuveri, chirurgo dell'Aoui. Al termine dell'intervento, che dovrebbe durare almeno cinque ore, il professor Bassi terrà una lezione anche prendendo come punto di riferimento l'intervento della mattina. Il carcinoma pancreatico è una malattia molto aggressiva che al momento della diagnosi si presenta nell'80% dei casi in uno stadio molto avanzato. Rappresenta, nei paesi occidentali, la quarta causa di morte per tumore. In Italia si verificano più di 8 mila nuovi casi l'anno, soprattutto nella popolazione adulta, e ancora di più in quella anziana. In Sardegna tra i 70 e 100 pazienti ogni anno necessitano di un intervento per neoplasia del pancreas. A questi a cui si aggiungono i più rari casi di neoplasie delle vie biliari e del duodeno. Solo il 20% circa di questi tumori è asportabile radicalmente al momento della diagnosi. La chirurgia rimane oggi l'unico trattamento radicale. Nonostante ciò, circa l'80% dei pazienti sperimentano comunque una recidiva entro 3 anni dal trattamento chirurgico. La cura delle neoplasie pancreatiche è però possibile. La terapia è nella maggior parte dei casi multimodale.

Sanità. Nuovo sito istituzionale dell'Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari

L'Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari (AOU) ha da qualche giorno un nuovo sito istituzionale (www.aoucagliari.it). Tra le caratteristiche principali del restyling, una grafica totalmente rinnovata, con l'obiettivo di consentire a pazienti e cittadini un rapido accesso alle informazioni e ai servizi richiesti. Il portale, concepito nel pieno rispetto delle linee guida dell'Agenzia per l'Italia digitale e per la Pubblica amministrazione (Agid), è accessibile anche da smartphone e tablet.

Sanità. La Rete e un'App per combattere i tumori

Grazie alla rete e un'app del Policlinico dell'Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari, che ha messo in collegamento tutti i reparti oncologici della Sardegna, i medici si potranno confrontare in conferenza. Un sistema di web conference attraverso il quale i medici sono in grado di chiedere in tempo reale un consulto o discutere e analizzare i casi più dubbi e complessi. L'innovativa metodologia consentirà una più rapida diagnosi (fondamentale quando si tratta di tumori), mettendo al centro ogni singolo paziente e coinvolgendo, se del caso, esperti nazionali e internazionali. Ad esprimere la propria soddisfazione è il direttore generale dell'Aou di Cagliari, Giorgio Sorrentino che sottolinea: "questa iniziativa dimostra che davvero l'unione fa la forza: mettiamo insieme tutti gli oncologi per assicurare il meglio ai pazienti".

Salute. Endometriosi: un diario per le donne afflitte dalla patologia

Il Centro Endometriosi della Clinica Ginecologia e ostetricia dell'Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari ha presentato un diario rivolto alle donne che soffrono di dolori cronici dovuti all'endometriosi. Una patologia che colpisce le donne durante la vita riproduttiva, la cui manifestazione varia da piccole lesioni a cisti ovariche fino a fibrosi e aderenze. L'insorgenza del disturbo può essere precoce perfino in età adolescenziale. Tra i sintomi, spesso invalidanti, dolori durante la mestruazione, dolori durante i rapporti, dolore pelvico cronico e, nel 30-40% dei casi, è associata a infertilità. A volte, soprattutto nei casi in cui la malattia infiltri altri organi, possono essere presenti sintomi intestinali e/o urinari. Il diario, che verrà distribuito in tutta Italia ai medici di famiglia, consentirà di tenere aggiornato il proprio quadro clinico al fine di permettere ai medici di intervenire in tempi rapidi, consentendo la formulazione di una diagnosi precoce. Soddisfatto il direttore della Clinica di Ostetricia e ginecologia, Gian Benedetto Melis, che fa sapere: "la nostra azienda si conferma tra i più importanti centri di riferimento nazionali per la qualità delle pubblicazioni scientifiche e l'alta specializzazione nelle cure di questa malattia". Il responsabile del Centro Endometriosi, Stefano Angioni, sottolinea che l'iniziativa è stata resa possibile grazie al contributo non condizionato della ditta Bayer.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari