Cagliari. Convegno su cave, lavorazione del marmo e risorse lapidee

Si é svolto presso la facoltà di Ingegneria e architettura dell’Università di Cagliari, il convegno sul tema “La valorizzazione delle risorse lapidee: un uso economico degli sfridi”. Il confronto tra specialisti, addetti ai lavori ed esperti del settore é stato aperto da Corrado Zoppi, presidente della facoltà di Ingegneria e architettura dell’Università di Cagliaritana e ha visto la partecipazione di Giorgio Massacci (direttore Dicaar-Dipartimento ingegneria civile, ambientale e architettura) e di Giuseppina Vacca (Ordine ingegneri, Cagliari). Durante i lavori sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ambito del progetto di ricerca: “Riduzione delle discariche di lavorazione del marmo mediante la valorizzazione del CaCO3”, finanziato dalla Regione (legge 7/2007, annualità 2013). Sono stati mostrati alcuni particolari usi degli sfridi, provenienti dal bacino marmifero di Orosei, in processi di produzione ad alto valore aggiunto. Ma non solo. I ricercatori hanno presentato anche la situazione generale delle rocce ornamentali e dell’attività mineraria. “Il settore delle rocce ornamentali comprende tutta una serie di sotto-settori, che studiamo in stretta collaborazioni con istituti scientifici, aziende ed enti. Peraltro - ha detto Nicola Careddu, anima dei lavori, responsabile del progetto e docente al Dicaar - a breve verrà siglato un accordo di programma tra il nostro dipartimento e la Confindustria Marmomacchine”. Ovvero, accademia e territorio a braccetto. Sulla ricerca, è intervenuta Graziella Marras: “Gli sfridi del distretto marmifero di Orosei hanno ottime caratteristiche anche per i prodotti per l’edilizia. Inoltre, abbiamo dimostrato la fattibilità tecnico economica dell’uso dei materiali finissimi nella produzione di pneumatici e vernici” ha spiegato la ricercatrice del Dicaar, autrice dei test sperimentali. Di fatto, gli sfridi delle attività di cava e di successiva trasformazione della pietra, sono recuperabili e riusabili. “Il materiale può raggiungere buoni valori di mercato ed essere impiegato nella produzione di prodotti ad alto valore aggiunto. Inoltre, si riduce il materiale da portare a discarica, soluzione attuale non compatibile con il concetto di sviluppo sostenibile” ha rimarcato l’ingegner Marras. “Il Raw material initiative dell’Unione Europea, ripreso anche nel decreto “del fare” del governo Renzi, sull’approvvigionamento di materie prime, ci ha spinto a lavorare in questo senso. In Europa e nei Paesi avanzati - ha rimarcato il professor Careddu - si punta su un’economia circolare tesa a preservare le risorse valorizzando le scorte materiali esistenti”. Con i ricercatori del Dicaar sono intervenuti ai lavori e hanno collaborato agli studi l’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria (Igag) del Cnr, i partner del progetto (Simg-Sardo italiana marmi e graniti e Sardegna marmi di Orosei, Mediterranea progetti e finanza di Cagliari). Durante lo sviluppo della ricerca, la collaborazione si è estesa anche alle aziende Marangoni Pneumatici di Frosinone e Edichem di Elmas. Tra gli interventi al convegno, quelli di Roberto Peretti (primo ricercatore Igag), del docente Giampaolo Siotto (autore del progetto della prima cava aperta a Orosei nello storico distretto del marmo) e di Marco Fuccello (direttore generale Sardo italiana marmi e graniti, presidente settore lapideo Confindustria Sardegna centrale). “Ci è spiaciuto non fossero presenti alla presentazione del progetto i delegati della Regione” ha concluso Nicola Careddu.

Situazione vaccini. Alunni non ammessi a Elmas

La dirigente scolastica della scuola dell'infanzia di via Temo non ha consentito l'ingresso in classe da parte di otto alunni in quanto avrebbe constatato delle anomalie sulle certificazioni dei vaccini. Naturalmente si é ancora in attesa delle verifiche da parte della ASL di competenza ma la decisione farà sicuramente discutere, anche alla luce delle non troppo chiare normative di riferimento e i contemporanei controlli effettuati dai Carabinieri del Nas sulla veridicità delle autocertificazioni. Intanto arriva l'approvazione dell'Ufficio scolastico regionale, sull'operato della dirigente scolastica, giudicato appropriato. In questo senso il direttore dell'ufficio, Francesco Feliziani, ha sottolineato che "la vaccinazione va fatta nell'interesse di tutti. Giocare e scherzare con le autocertificazione, e questo vale per qualsiasi campo, è una cosa molto pericolosa e in violazione della legge. L'invito è quello, ove non ci siano delle condizioni di esenzione, di vaccinare i bambini". Oltre a Elmas un caso analogo si sarebbe verificato anche nella scuola dell'infanzia a Orosei.

Guardia Costiera. Sequestrate nasse irregolari pesca irregolare di aragoste

La Guardia costiera di Olbia, nell'ambito di due distinti operazioni ha individuato tre situazioni di pesca irregolare. In particolare, nel primo intervento, di martedì 4 settembre, sono state sequestrate 41 nasse irregolarmente segnalate e sprovviste di qualsiasi etichetta identificativa. Una situazione che non consente di individuare il proprietario e costituisce un pericolo per la sicurezza della navigazione in una zona altamente frequentata dai diportisti. In un secondo intervento, nel tratto di mare davanti alla foce del fiume Cedrino, sono state sequestrate 125 nasse. Il pescato ancora vivo é stato rilasciato in mare mentre gli attrezzi da pesca sono stati sottoposti a sequestro, procedendo alle segnalazioni del caso all'autorità giudiziaria. Ad Alghero, invece, la Guardia Costiera locale ha individuato due pescatori con a bordo diversi esemplari di aragosta, specie in regime di fermo biologico a partire dal 31 agosto. Il pescato (20 Kg) e le attrezzature sono stati sequestrati, mentre sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di 9.000 euro. Uno dei pescatori, in possesso di esemplari sotto misura, è stato inoltre sanzionato con l'assegnazione di cinque punti sulla licenza di pesca.
Sottoscrivi questo feed RSS

17°C

Cagliari

Mostly Cloudy

Humidity: 92%

Wind: 24.14 km/h

  • 14 Nov 2018 20°C 16°C
  • 15 Nov 2018 19°C 13°C