BANNER 300X250

Sulcis. Spazi di Frontiera Festival, 17 – 25 ottobre

Tornano nel Sulcis-Iglesiente gli appuntamenti con Spazi di Frontiera, il festival organizzato da Cernita Teatro e Gruppo Teatro Albeschida. Il festival, diretto da Monica Porcedda, ha preso il via lo scorso giugno con incontri e performance attorno al tema della salute mentale e della salute nel suo complesso. Un tema di grande attualità, in un momento come questo, caratterizzato da diverse limitazioni che hanno cambiato le abitudini di tutti. Una visione universale calata però nella dimensione comunitaria di una realtà, quella del Sulcis-Iglesiente, dove ancora persiste un forte disagio socio-economico e un alto tasso di dispersione scolastica e di disoccupazione giovanile. In questo contesto si inserisce quindi l'azione di Cernita Teatro, nata nel 2009, con l'obiettivo di promuovere azioni di teatro sociale, e del Gruppo Teatro Albeschida, nato nel 2000 nel Centro Diurno di Salute mentale dell'Assl 7 Carbonia. Spazi di frontiera" è l'ultimo progetto condiviso dalle due realtà. Si parte sabato 17 ottobre alle 17 a Bacu Abis, frazione di Carbonia, nel cortile ex scuola elementare con “Vorrei essere libero come...”, spettacolo diretto da Monica Porcedda per Cernita Teatro e Gruppo Teatro Albeschida (in replica il giorno dopo alle 16.30 a Iglesias, nella chiesa di San Salvatore). Di seguito andrà in scena Il Crogiuolo teatro con "Memorie dal sottosuolo" di Giorgio Todde, con Rita Atzeri e la violinista Barbara Sirigu. Da lunedì 19 a giovedì 22 ottobre Cernita e Albeschida terranno i laboratori teatrali Cantieri Creativi che saranno ospitati tra Bacu Abis, Fluminimaggore, San Gavino e Sanluri. Sabato 24 ottobre alle 16 alla Tonnara Su Pranu di Portoscuso andrà in scena il Crogiuolo con “La capretta di Maria”, testo e regia di Rita Atzeri con Marta Gessa, Antonio Luciano, Daniela Vitellaro e la danzatrice Giulia Cannas, e a seguire il laboratorio per ragazzi ispirato a Maria Lai con Marco Nateri. Alle 17 al Teatro di Bacu Abis "Madame La Thèrapie" con Albeschida. Il festival Spazi di Frontiera si chiuderà domenica 25 ottobre: alle 18 a Bacu Abis gli attori dello spazio Lab saranno protagonisti di "Chaos parte terza", per la regia di Monica Porcedda. Nel rispetto delle misure di contenimento del Covid-19 l'ingresso agli eventi potrà avvenire solo su prenotazione ai numeri 3897673106 - 3393380375. Il Festival è realizzato in collaborazione con l'Assessorato della Pubblica Istruzione e Beni Culturali della Regione Sardegna, l'ATS - Azienda per la Tutela della Salute in Sardegna, la Fondazione di Sardegna, i Comuni di Carbonia, Portoscuso, Iglesias, Fluminimaggiore, San Gavino Monreale e Sanluri e con il supporto del Coordinamento delle Associazioni di Bacu Abis, Anpi Carbonia, Rete Unitaria Antifascista del Sulcis Iglesiente, Primavera Resistente - Sulcis Iglesiente, Asce- Associazione sarda contro l'emarginazione.

Poste Italiane. Arriva anche nel Sud Sardegna la nuova carta prepagata Postepay totalmente digitale

Disponibile anche nel Sud Sardegna la carta prepagata Postepay completamente digitale. Per richiederla è possibile scaricare dal proprio smartphone o tablet l’App Postepay, che permette di usufruire delle principali funzionalità delle carte prepagate di PostePay. La nuova Postepay Digital consente di effettuare pagamenti online e ricariche e usufruire di tutti i servizi disponibili nell’App Postepay, tra questi il pagamento dei trasporti o la possibilità di dividere le spese con gli amici grazie al “p2p”. Permette inoltre di pagare inquadrando un codice QR nei negozi convenzionati o con Google Pay per i possessori di uno smartphone Android abilitato. Nel Sud Sardegna ad oggi sono oltre 106mila i titolari di carte Postepay. È possibile “evolvere” la Postepay Digital richiedendo un codice IBAN per effettuare e ricevere bonifici, accreditare lo stipendio o domiciliare le utenze. Se si sceglie di evolvere la Carta associando l’IBAN si avrà anche l’opportunità di richiedere una carta fisica, che consentirà di prelevare contante da qualsiasi sportello automatico ATM e di pagare in tutti i negozi convenzionati con il circuito Mastercard. Le spese di emissione della Postepay Digital e il primo canone annuo sono gratuiti per tutto il 2020. Tutte le “evoluzioni” della Postepay Digital, come il passaggio da carta digitale senza IBAN a carta digitale con IBAN e il passaggio da carta digitale con IBAN a carta fisica, possono essere richieste anche dopo l’attivazione della Carta. Tutte le informazioni suPostepay Digital sono disponibili su www.postepay.it.

Carbonia. Cala il sipario sul Carbonia Film Festival

Giunge al termine il Carbonia Film Festival. Nella sua edizione del 2020, pur caratterizzata dall'emergenza sanitaria in atto, la manifestazione è comunque riuscita ad offrire una selezione di livello affiancando la programmazione in streaming a quella cittadina, con la possibilità di mostrare gratuitamente i film in tutta Italia tramite la piattaforma streaming. Spazio anche al teatro. Domenica alle ore 16, al Cine-Teatro Centrale andrà in scena Oltre il velo di e con Preziosa Salatino, cofondatrice del Teatro Atlante di Palermo che tuttora dirige. Il suo spettacolo, basato su storie vere, nasce per dare continuità ai laboratori teatrali condotti nell'ambito del progetto “OLTRE L'ORIZZONTE- Contro narrazioni dai margini al centro”, con giovani musulmani di seconda generazione. Attraverso le loro testimonianze, Salatino prova a mettere ordine fra i tanti pregiudizi legati a questo tema, come religione, velo e patriarcato. In attesa di scoprire i film vincitori, per la giornata di domenica 11 ottobre il focus è dedicato al territorio con il consolidato appuntamento “Spazio Sardegna” (ore 18.30, Cine-Teatro Centrale), durante il quale verranno proiettati Padenti di Marco Antonio Pani, documentario girato nella foresta di sughero di Is Pranus che osserva il duro lavoro di estrazione del sughero e il rispetto del territorio da parte degli uomini che ci lavorano; Progresso Renaissance di Marta Anatra, film ambientato in un tempo non definito a Portovesme che osserva, alternando immagini d’archivio, il racconto di una generazione che ha attraversato l’era industriale dalla nascita al suo declino; Inferru di Daniele Atzeni, che racconta il mondo delle miniere attraverso il monologo di un minatore tra passato, presente e futuro. I registi dei tre film saranno in sala per dialogare con il pubblico del festival. La serata si concluderà con la premiazione dei film vincitori. Il Carbonia Film Festival è organizzato dal Centro Servizi Culturali Carbonia della Società Umanitaria - Fabbrica del Cinema e Cineteca Sarda, insieme alla Regione Autonoma della Sardegna e al comune di Carbonia, con il sostegno di Fondazione Sardegna Film Commission e Mibact – Direzione Generale Cinema, e la direzione artistica di Francesco Giai Via.

Cagliari. Marina Café Noir, al via il Festival di letterature applicate - XVIII edizione

Torna a Cagliari il Marina Cafè Noir, con un allestimento totalmente ripensato per venire incontro alle esigenze di questo periodo di incertezze e cambiamenti. Nuovi mondi è infatti il tema di questa diciottesima edizione, in programma dal 17 al 19 dicembre all’Auditorium del Conservatorio. Nuovi mondi, nuovi libri, ma vecchie tradizioni, a cominciare da domenica 18 ottobre con un’anteprima in compagnia dello scrittore Francesco Abate, che molte volte ha tenuto a battesimo la rassegna con grande riscontro di pubblico. In libreria dal 13 ottobre con il suo romanzo I delitti della salina (Einaudi Stile Libero), Abate racconta nuove storie di una Cagliari antica. Per l’anteprima del Marina Cafè Noir lo farà in uno degli spazi più suggestivi in cui è ambientato il suo ultimo lavoro: l’orto botanico. Per rispettare le norme sul distanziamento sociale sono previsti due turni mattutini da 100 spettatori ciascuno, con ingressi alle 10 e alle 11,45 (Info e prenotazioni sul sito www.marinacafenoir.it). Ulteriore tappa di avvicinamento al festival sarà poi l’Accademia Popolare, in programma dal 2 al 4 dicembre a Su Tzirculu in via Molise. Un appuntamento che propone al pubblico la condivisione dei saperi, brevi lezioni informali da parte di docenti e ricercatori universitari, letture teatrali e musica. Quest’anno con due novità: la decisione di aprire ognuna delle serate con una presentazione editoriale, e la scelta di concentrare le giornate in un unico spazio, avviando così una nuova collaborazione con uno dei locali cittadini che negli ultimi anni più e meglio si sono fatti apprezzare per la qualità delle proposte culturali e per l’impegno sociale diffuso a più livelli. Infine, dal 17 al 19 dicembre, la nuova edizione del festival che per la prima volta in 18 anni non potrà essere una festa di piazza: «Ma non per questo – spiegano i soci dell’associazione Chourmo - non festeggeremo, anzi. Lo faremo in uno dei teatri più belli e più importanti della nostra città, l’Auditorium del Conservatorio, che ha accolto la nostra proposta e che oltre a ospitarci supporterà attivamente l’iniziativa segnando una nuova collaborazione. E di supporto avremo bisogno anche da parte del pubblico: per garantire il rispetto delle norme anticovid potremo ospitare un massimo di 200 spettatori a evento» . Ma chi non avrà modo di seguire gli eventi dal vivo potrà farlo in streaming sui canali social del festival, per un’edizione che prevede sia ospiti in presenza che collegamenti video. Il Marina Cafè Noir non rinuncia però al suo marchio di fabbrica, cioè a quel concetto di letterature applicate che porta le storie fuori dai libri, sul palcoscenico, con performance e musica. Sarà dunque, come sempre, una tre giorni di incontri, dibattiti, presentazioni, reading e concerti. Con una novità, nell’anno in cui il festival diventa maggiorenne, una divagazione per indagare l’affascinante mondo della letteratura erotica.

Tratalias. Moria di pesci nel lago di Monte Pranu

Dagli ultimi giorni di settembre, nelle rive del lago artificiale di Monte Pranu a Tratalias, si è verificata una moria di pesci, soprattutto carpe, trovate ammassate nel bagnasciuga. “Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, è intervenuto il Corpo forestale con il personale della base navale di Sant’Antioco – ha spiegato l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis – Durante alcuni sopralluoghi è stato realizzato un costante monitoraggio e, a cura dei tecnici dell’Arpas, anche una serie di campionamenti e di analisi per verificare la salubrità dell’acqua. Comunque, negli ultimi sopralluoghi è stata riscontrata la diminuzione del fenomeno”.

Villa San Pietro. Inaugurata la nuova sede dell'Ufficio postale

E’ stata inaugurata oggi, alla presenza dei Responsabili Provinciali di Poste Italiane, della Sindaca Marina Madeddu e di molti cittadini, la nuova sede dell'Ufficio Postale di Corso Vittorio Emanuele 39.

"Oggi è un grande giorno per Villa San Pietro. – commenta la Sindaca Madeddu - il trasferimento dell’Ufficio Postale nei nuovi locali, che a breve saranno dotati anche di sportello ATM, è un risultato fortemente voluto e cercato dall’Amministrazione Comunale per rispondere all’esigenza di un servizio efficiente e adeguato ad una cittadinanza in continua crescita e ad un territorio a vocazione turistica. Un doveroso ma sentito ringraziamento lo rivolgo a Poste Italiane per la sensibilità nel recepire il bisogno della Comunità e per la determinazione dimostrate nel raggiungere l’obiettivo".

Il nuovo ufficio postale, di circa 60mq complessivi, è stato realizzato adottando le più moderne tecnologie finalizzate a coniugare qualità del servizio e design, con spazi più ampi, maggiore luminosità all’interno, arredi nuovi e più funzionali e impianti di sicurezza all’avanguardia. A disposizione della clientela due sportelli, dedicati ai servizi finanziari e ai servizi postali, mentre prossimamente verrà installato un ATM Postamat esterno di nuova generazione, che sarà disponibile h24 per i prelievi di denaro contante e per tutte le operazioni consentite. L’ufficio postale sarà anche punto di riferimento dei residenti per la consegna delle raccomandate, degli invii a firma e dei pacchi non consegnati per assenza del destinatario. Nel nuovo ufficio di Corso Vittorio Emanuele 39, che osserva orario di apertura dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.45 e il sabato fino alle 12.45, è a disposizione della clientela la connessione Wi-Fi gratuita. L'iniziativa si inserisce nell'ambito del piano di interventi a favore dei piccoli Comuni italiani, realizzato da Poste Italiane attraverso il potenziamento dei servizi postali e finanziari e con iniziative di pubblica utilità per contribuire allo sviluppo economico e sociale dei piccoli centri.

Cagliari. Via Pessina: cede il manto stradale, voragine in mezzo alla strada

Questa mattina, la rottura di una tubatura dell'acqua ha causato il cedimento del manto stradale, aprendo una voragine in mezzo alla strada. Paura per una macchina che ha rischiato di essere inghiottita dalla buca ed è rimasta in bilico. A causa del cedimento la via è stata chiusa la traffico dalla Polizia Municipale. L'auto coinvolta è stata recuperata dai Vigili del Fuoco, mentre gli operai si sono attivati per riparare la tubatura dell'acqua e il manto stradale.

Cagliari. Posizionamento autovelox mese di ottobre 2020

Il Corpo di Polizia Municipale di Cagliari ha reso noto il calendario del posizionamento dell'autovelox in città per il mese di ottobre 2020. In particolare i giorni, luoghi e orari dove sarà collocata la posizione di rilevamento della velocità sono:

Mercoledì 7, Viale Monastir (ore 9-13);

Venerdì 9, Viale Salvatore Ferrara (ore 9-13);

Martedì 13, Asse Mediano (ore 14-19);

Mercoledì 14, Via Lungosaline (ore 9-13);

Giovedì 15, Strada Arginale Terramaini, (ore 14-19);

Lunedì 19, Viale Monastir (ore 14-19);

Martedì 20, Strada Arginale Terramaini (ore 9-13);

Venerdì 23, Asse Mediano (ore 9-13);

Lunedì 26, Via Lungosaline (ore 9-13);

Martedì 27, Viale Salvatore Ferrara (ore 14-19);

Mercoledì 28, Asse Mediano (ore 9-13). Ogni infrazione verrà sanzionata come previsto dal Codice della Strada.

Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module