Evasione. Scoperti 2 proprietari che hanno nascosto al fisco redditi di locazione per oltre 86 mila euro

La Guardia di Finanza di Sarroch ha concluso due controlli fiscali nei confronti di altrettanti soggetti economici privati operanti nel territorio cagliaritano. L’attività di controllo, scaturita da una preliminare attività di ricerca ed analisi delle diverse realtà economiche del territorio che risultano aver concesso in locazione tre immobili di proprietà, hanno fatto emergere delle difformità nelle corrispondenti dichiarazioni dei redditi ed I.V.A. Nel primo caso il controllo ha permesso di appurare che per le annualità 2015 e 2016, un soggetto privato, proprietario di una villa ubicata in località Chia, nel Comune di Domus De Maria, aveva omesso di indicare nella dichiarazione dei redditi, regolarmente presentata, ricavi percepiti per l’affitto dell’immobile a turisti nel periodo estivo, per complessivi 43.000 €, sottraendoli così al fisco. Da un accertamento fiscale effettuato, invece, nei confronti di un altro cittadino, proprietario di due immobili commerciali ubicati a Cagliari ed a Quartu Sant’Elena locati a due imprese operanti rispettivamente nel campo della ristorazione e del commercio al dettaglio di articoli di biancheria e maglieria, è emerso che lo stesso, per l’annualità 2015 sottoposta a controllo, aveva omesso di indicare nella dichiarazione dei redditi, ricavi per complessivi 43.600 € percepiti dalla locazione dei citati immobili.

Cagliari. In arrivo il grande Triathlon

Ritorna nel capoluogo, per il quarto anno consecutivo, la World Cup di Triathlon - ITU Triathlon World Cup. L'edizione 2019, anticipata a sabato 18 maggio per non sovrapporsi alle giornate dedicate alle elezioni europee, previste per il 25 maggio, sarà caratterizzata dalla distanza sprint (750m nuoto, 19km bici, 5km corsa). Soddisfatto Sandro Salerno, general manager del Comitato Organizzatore Locale che ha sottolineato l'importanza dell'evento per tutto il territorio quale stimolo ulteriore per lo sviluppo del turismo sportivo e la crescita di prodotti e servizi ad esso legati.

Olanda. Raccolta fondi per gli attori di Pippi Calzelunghe

Chi non si ricorda la famosa serie che ha fatto compagnia ad intere generazioni di bambini? Inger Nilsson, la ribelle protagonista della fortunata serie ha pubblicato recentemente un libro sul periodo in cui vestiva i panni del celebre personaggio Pippi Calzelunghe. L'attrice svedese racconta di aver guadagnato pochissimo e che, dopo aver recitato nella famosa serie, non le è più stato offerto alcun ruolo di rilievo. I registi continuavano infatti a vederla come la lentigginosa protagonista del telefilm per bambini. Il racconto della Nilsson ha spinto alcuni appassionati del genere ad organizzare una raccolta fondi. Attraverso lo strumento del crowdfunding i promotori dell'iniziativa intendono "ringraziare", oltre alla stessa Nilsson, i suoi due compagni storici, Pär Sundberg e Maria Persson. "Tutti hanno passato delle serate divertenti ed una infanzia felice grazie a Pippi, eccetto Pippi"- ha dichiarato uno dei promotori. E così, in una società ormai dominata dai social, dove i più piccoli sono molto più interessati a seguire su Youtube disgustosi video, pubblicati da ambigui personaggi, rinunciando di fatto al fascino delle belle favole e dei bei racconti di una volta, in Olanda c'è ancora qualcuno che si ricorda di ringraziare chi, come Pippi Calzelunghe, ha regalato ai più piccoli fantastiche avventure ed una infanzia spensierata. Federico Cheri

Cagliari. Un spazio verde attrezzato nel nuovo borgo di San Bartolomeo

Aperta al pubblico una grande area verde nel Nuovo Borgo di san Bartolomeo, con un'attenzione particolare verso la sostenibilità: niente pavimentazioni impermeabili ma solo superfici drenanti. Sono 6.500 metri quadri attrezzati con panchine e cestini portarifiuti e abbelliti con grandi piante di ulivi e 6 esemplari di Jacarande, che con la loro ombra e le splendide fioriture ornano già molti spazi cittadini. Un vasto spazio verde nel quale si è voluto ricreare un habitat tipicamente mediterraneo con la piantumazione di 150 piccole piante di noce e mandorlo e di 2.500 arbusti di corbezzolo, mirto, lentischio, viburno e rosmarino, molti dei quali messi a dimora dai ragazzi delle scuole in occasione della festa degli alberi. Uno spazio dunque per la sosta e per trascorrere qualche momento di totale relax in un accogliente e riservato giardino pubblico al quale si accede da via Raffaello Delogu. A fianco è stata realizzata un'area destinate ai cani, una delle più grandi realizzate in città, alberata con piante di oleandro e carrubo e dotata di panchine e fontanelle.

Cagliari. La storia del capoluogo viata dalla Camera di Commercio

"A passeggio per Cagliari: la città vista dalla Camera di Commercio". E' il titolo del libro, edito dalla Camera di Commercio di Cagliari che racconta la storia della città. L'iniziativa, resa possibile anche grazie al contributo della Fondazione di Sardegna, è arricchita dalle opere dell'artista Enzo Loy e dai racconti di Mario Pintor. All'interno del volume una serie di 12 tempere e 11 disegni realizzati da Enzo Loy, integrati da 40 articoli di Mario Pintor, pubblicati sulle riviste della Camera di Commercio "Cagliari Economica" e "Sardegna Economica", risalenti agli anni Cinquanta e Sessanta.

Cagliari. A Cagliari informatica per tutti nelle biblioteche comunali

Il Sistema Bibliotecario comunale di Cagliari promuove, per i mesi di febbraio, marzo e aprile 2 incontri in ognuna delle sue biblioteca durante i quali verrà offerto gratuitamente a tutti gli utenti, un servizio di supporto all'uso degli strumenti informatici e dei dispositivi elettronici di uso più comune. L'obiettivo degli incontri è quello di fornire abilità, competenze, conoscenze e attitudini sia a chi non ha mai usato un computer, e vuole conoscerne le principali componenti e gli usi più comuni, sia a chi già possiede le conoscenze informatiche di base ma vuole accrescerne la padronanza. La partecipazione è libera e gratuita. Inoltre, non è richiesta alcuna prenotazione, basterà l'iscrizione alla Biblioteca. Chi già non la possiede potrà farla presentando un documento d'identità valido e il codice fiscale; per i minori di 18 anni, l'iscrizione dev'essere autorizzata da un genitore (o da chi ne fa le veci). L'operatore riceverà le persone in ordine di arrivo dalle ore 10 alle ore 12, secondo il seguente calendario: - giovedì 14 e 21 febbraio - Biblioteca Tuveri - mercoledì 20 e venerdì 22 febbraio - MEM – Mediateca del Mediterraneo - martedì 5 e 12 marzo - Biblioteca Montevecchio - mercoledì 3 e 17 aprile - Biblioteca di Pirri Contatti utili: MEM – Mediateca del Mediterraneo, via Mameli 164 – tel. 070.6773859, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Bibliotea di Pirri, via Santa Maria Goretti 63 – tel. 070.6773815, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Biblioteca Tuveri, via Venezia 23 – tel. 070.6775632, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Bibloteca Montevecchio, via Montevecchio 29 – tel. 070.6775640, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Berlino. Docufilm sul canto a tenore all'European Film Market in occasione della Berlinale

C’è anche un pezzo di Sardegna nella nuova edizione del Festival internazionale del Cinema di Berlino, evento in programma da giovedì 7 fino a venerdì 15 febbraio nella capitale tedesca. “A bolu”, il docufilm sul canto a tenore realizzato dalla società cagliaritana Karel Film, sarà presente al festival nella sezione European Film Market, uno dei principali mercati cinematografici del mondo ospitato al Martin-Gropius-Bau del quartiere Kreuzberg, rappresentato dalla distribuzione internazionale TVCO con la quale è appena stato siglato un accordo per la distribuzione nazionale e internazionale. Le riprese del documentario, realizzato con la regia di Davide Melis e la consulenza scientifica e artistica di Sebastiano Pilosu grazie a un contributo sul bando IdentityLAB dell’Assessorato regionale alla Cultura della Regione Sardegna, hanno coinvolto i tenores di Mamoiada, Pattada, Ottana, Orgosolo, Seneghe, Loculi, Orune, Dorgali e Benetutti. Le riprese delle testimonianze e le registrazioni dei canti in presa diretta, ultimate tra giugno e luglio scorsi, sono state arricchite da immagini della Sardegna vista dall’alto girate a bordo di un elicottero. Il risultato è un documento pensato non come un’enciclopedia di voci e stili, quanto piuttosto come un suggestivo racconto che nasce direttamente dalla voce delle persone che praticano il canto a tenore e lo vivono all'interno delle loro comunità. Ciascuno con la sua storia, le sue esperienze, il suo vissuto personale: pastori, studenti, ingegneri, impresari, operai, disoccupati, veterinari, giovani, anziani e persino bambini. Un mondo vario ed eterogeneo che ha fatto propria un'eredità antichissima, dal 2005 riconosciuta patrimonio immateriale dell'Umanità dall'Unesco. Tra le voci del docufilm ci sono il tenore Sa Niera e Sos Isteddos di Pattada, il tenore Supramonte di Orgosolo, Su Cuntratu di Seneghe, Santa Rosulia di Benetutti, il tenore Santa Maria di Ottana, Su Hussertu di Mamoiada, il tenore Santu Pretu di Loculi, Su Nunnale di Orune e il tenore Santa Caterina di Dorgali: tutti testimoni di un'arte viva dalle solidissime radici, la cui ricchezza espressiva risiede nelle diverse modas, o stili, caratteristiche di oltre sessanta paesi del centro nord Sardegna, modas che incontriamo interpretate sempre in modo diverso e originale a seconda dello stile personale e del gusto dei cantori. Dopo la Berlinale, “A bolu” sarà ospite presso altri festival internazionali dedicati al documentario, alla musica, alle lingue minoritarie e sarà presentato in Sardegna. Il progetto realizzato sul bando IdentityLAB dell'Assessorato alla Pubblica istruzione della Regione Sardegna su Por Fesr 2014-2020 è stato realizzato in collaborazione con l'Associazione Tenores Sardegna, la società di servizi informatici Arionline e la Fondazione Sardegna Film Commission

Cagliari. Intitolata a Maria Lai la piazzetta tra le vie del Duomo e del Fossario

La proposta fatta dagli scolari e dagli studenti dell'Istituto Comprensivo “Santa Caterina” si è tramutata in realtà. E così, martedì 5 febbraio, è stata scoperta la targa che darà il nome di Maria Lai ad un nuovo spazio nel cuore di Castello. Situata tra la via del Duomo e la via del Fossario, la piazzetta prende il nome dell'artista di Ulassai che è stata al centro di un progetto scolastico dedicato alla toponomastica femminile. Diversi gli spazi pubblici del capoluogo dedicati alle donne (circa l'8%, contro una media nazionale del 4%). A far cadere il drappo rosso posizionato sulla targa è stato il Sindaco Massimo Zedda, affiancato per l'occasione dal suo collega di Ulassai, Gian Luigi Serra. Presenti, oltre a studenti e insegnanti della “Santa Caterina”, anche il vice Sindaco, Luisa Anna Marras e il presidente della Commissione Consiliare Affari Generali, Roberto Tramaloni. A delineare un breve profilo dell'arte di Maria Lai, ci ha pensato la nipote Maria Sofia Pisu che, accompagnata da numerosi familiari e amici dell'artista, è intervenuta alla cerimonia.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C