Cagliari. Parcheggio più facile con l' App MyCicero

Due importanti novità messe a punto dal Comune di Cagliari e Parkar, permetteranno a tutti i fruitori dei parcheggi a pagamento in città, di avere vita facile nel procedere a regolarizzare la sosta. Da lunedì 13 agosto, infatti, saranno operative sia l'App MyCicero che cinque nuovi parcometri. Scaricando l'applicazione, il cliente potrà, dopo aver completato la procedura di registrazione, pagare la tariffa della sosta comodamente tramite smartphone inserendo il numero di targa dell'automobile, e potrà anche prolungare la sosta se necessario, sempre utilizzando il telefono. Dopo aver scaricato l'app, è necessario registrarsi solo per la prima volta e ricaricare, direttamente dallo smartphone, con carta di credito o PostePay, Masterpass o Satispay. Anche per coloro che non hanno uno smartphone è possibile pagare il parcheggio tramite il servizio sms, con una telefonata o tramite l'assistente virtuale, dopo essersi registrati sul sito www.mycicero.it. Per il momento i nuovi parcometri saranno presenti nella zona del Mercato di San Benedetto (tre apparecchi), uno in via Cammino Nuovo e uno in Piazza De Gasperi nel parcheggio del Palazzo Civico (via Sonnino). Ma progressivamente verranno sostituiti tutti i vecchi parcometri che lasceranno spazio a quelli di nuova generazione. Gli ausiliari del traffico verificheranno la regolare attivazione della sosta dell'automobile tramite la connessione online con la centrale. Le card ricaricabili contactless PARKAR possono essere richieste negli Uffici Parkar di viale Trieste 151 oppure agli ausiliari della sosta presenti nelle zone, ad un costo di 23 euro. La card può essere ricaricata negli stessi parcometri.

Cagliari. Approvato il progetto definitivo dei collegamenti tra le piste ciclabili in città

Nell'ambito del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020 (Asse 2: Sostenibilità dei servizi pubblici e della mobilità urbana), su proposta dell'assessore alla Mobilità, Luisa Anna Marras, la Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo per il completamento dei collegamenti tra piste ciclabili esistenti in città. Il progetto prevede la connessione dei percorsi già esistenti e consentirà di realizzare una rete ciclabile in cui si rafforzano i collegamenti tra le diverse zone della città, che andrà a inserirsi nel disegno più ampio di ciclabilità verso gli altri comuni della Città Metropolitana. La delibera segue infatti l'approvazione di tre dei cinque corridoi finanziati con le risorse PON Metro: quello di Monte Mixi, quello per il collegamento tra il Poetto e Sant'Elia, quello di Terramaini. Di prossima approvazione il progetto definitivo che disegna il percorso ciclabile tra Cagliari e Quartu, mentre è in gara la progettazione del corridoio Cagliari-Elmas. Nello specifico, il progetto, condiviso come gli altri con le associazioni più rappresentative dei ciclisti cittadini, porterà alla realizzazione dei collegamenti delle piste ciclabili tra via Paoli e via Sonnino lungo piazza Garibaldi, tra via dei Giudicati e via Is Mirrionis attraverso via Liguria e via Campania, tra via Dante e via Sonnino lungo via San Lucifero e tra via Sonnino e la Darsena attraverso via Campidano, con la realizzazione dell'attraversamento protetto nella rotatoria di via Sonnino, per un totale di tre nuovi chilometri di percorsi riservati alle biciclette. Una volta realizzati tutti, i sei progetti del PON Metro faranno crescere di 28 chilometri le piste esistenti, che ora si sviluppano per circa 24 chilometri. Le nuove piste avranno un fondo colorato e riqualificato e specifica segnaletica orizzontale e verticale. Gli interventi di messa in sicurezza di chiusini e caditoie, assieme alla riqualificazione del manto stradale dove necessario, contribuiranno alla sicurezza dei ciclisti, così come la realizzazione in alcuni tratti di cordoli protettivi e attraversamenti ciclopedonali rialzati. Il progetto delle connessioni tra le piste ciclabili è inserito in un disegno più ampio, che prevede anche la realizzazione di due velostazioni e il rafforzamento del servizio di bike sharing, sempre a valere sulle risorse dell'Asse 2 del Pon Metro 2014-2020. Proprio con l'obiettivo di migliorare il servizio delle biciclette in condivisione, che ha raggiunto oggi i 270 abbonati, è stato appena pubblicato sul sito istituzionale del Comune il bando di gara per la fornitura di 60 biciclette a pedalata assistita, dotate di software antifurto, da utilizzare nella modalità a flusso libero.

Sassari. Abbandona suv in nella spiaggia di Porto Ferro

La scoperta è della compagnia barracellare, impegnata nel servizio antincendio nella zona di Porto Ferro. Un turista ha abbandonato l'auto a noleggio, rimasta insabbiata, tra le dune. Avvisati dagli uomini della compagnia barracellare, gli agenti della Municipale, hanno avviato le indagini per risalire all'identità del turista incivile. Lo attende infatti una multa salata e, probabilmente, anche anche una denuncia penale in quanto la spiaggia di Porto Ferro si trova all'interno di una zona naturale a vincolo paesaggistico totale.

Nuoro. Sanzionati ambulanti privi di licenza commerciale

Privi di licenza commerciale, sono stati sanzionati per commercio abusivo su demanio marittimo. E' quanto accaduto a sette ambulanti che "esercitavano" nelle spiagge di Santa Lucia, La Caletta, La Cinta e Cala Brandinchi, tra le province di Nuoro e Olbia. Mentre proponevano i loro articoli ai bagnanti, sono stati intercettati dagli uomini della Guardia di Finanza che, accertata l'assenza di licenza commerciale, hanno fatto scattare il sequestro amministrativo di circa 1.600 articoli. Tra questi, abbigliamento mare, accessori moda e giocattoli da spiaggia. L'operazione ha visto anche il coinvolgimento della Polizia Municipale di Siniscola e San Teodoro e il personale della Polizia di Stato e della Capitaneria di Porto.

Impresa Sardegna. Saldo positivo tra nuove aziende e aziende cessate

E' quanto emerge dai dati sulla natalità e mortalità delle imprese italiane nel secondo trimestre 2018, diffusi da Movimprese, ed elaborati dalla Cna Sardegna. In particolare, durante il secondo trimestre 2018 il saldo tra nuove aziende e aziende cessate è di 907 (+0,54% contro lo 0,52% nazionale). Le nuove attività sono 2.614 mentre quelle che hanno chiuso 1.707. Anche se positivo, il dato evidenzia un rallentamento rispetto al 2017. Il saldo attivo di 31.118 imprese è infatti inferiore di quasi 5 mila unità rispetto a un anno fa, quando la crescita fu pari a 35.803 unità, e riporta la "natimortalità" imprenditoriale al livello del 2012 (+31.565). Alberghi e ristoranti, commercio e agricoltura sono i settori cresciuti di più in valore assoluto nel trimestre. Attività professionali, servizi alle imprese, sanità e, di nuovo, il settore del turismo e dell'ospitalità quelli che hanno mostrato la dinamica più brillante in termini percentuali.

Cagliari. Richiesta la modifica per il nuovo stadio

La società rossoblù ha affidato alla società Sportium l'incarico per la modifica del progetto preliminare dell'impianto per un aumento dei posti fino a 25.200, con la possibilità di incrementarli ulteriormente a 30.000. Condizione, quest'ultima, da valutare qualora Cagliari dovesse essere designata quale sede delle eventuali partite previste per gli Europei 2028 (sempre che l'Italia venga scelta come Paese ospitante). Una volta terminato il lavoro entro il 30 settembre prossimo, e approvate le relative modifiche, la fase successiva prevede la progettazione esecutiva dell'impianto che sorgerà al posto del vecchio Sant'Elia. Per quanto riguarda i tempi di consegna, l'obiettivo del 2020 potrebbe saltare. Quasi certamente il Cagliari giocherà anche il prossimo campionato al Sardegna Arena.

Cagliari. L'importanza di un servizio di trasporto pubblico locale notturno

A sostenerlo é il comitato spontaneo #BusNotturniCagliari che oggi ha incontrato la stampa al chiosco Corto Maltese, nella spiaggia del Poetto di Cagliari. Il comitato ha realizzato un'indagine online nell'ultimo mese a cui hanno risposto più di 370 persone interessate a usufruire di un servizio più esteso di quello attualmente offerto. I dati sono stati illustrati da Alexander Maxia, portavoce del Comitato: “Quasi 1 intervistato su 2 (48%) sarebbe disponibile ad aspettare un bus notturno per mezz’ora o più. Mezz’ora é la frequenza attuale di ‘Linea Blu Notte’ l’unica linea notturna in esercizio attualmente solo d'Estate. La maggior parte dei rispondenti reputa importante avere un vigilante a bordo vettura, a differenza di altre città in Europa in cui non c’è”. “Anche per quanto riguarda il prezzo dei biglietti da comprare a bordo vettura dei bus notturni - ha illustrato Alexander Maxia - molte persone sarebbero disposte a pagare in più un biglietto acquistato all’ultimo minuto. Attualmente costa € 1,80, il 42% sarebbe disposto a pagare € 3,00 e il 20% sarebbe disposto a pagare anche di più. Il Comitato nasce dall’esperienza precedente più ampia legata alla sicurezza stradale e alla prevenzione di incidenti e vittime. Il progetto - che si chiamava “Vivo Sicuro” - dedicato alla memoria di uno studente del Liceo Brotzu di Quartu che perse la vita in un incidente stradale proprio davanti alla scuola nel 2010. “Ora come comitato spontaneo abbiamo unito le forze estendendo l’invito a organizzazioni studentesche, sindacati, associazioni e singoli cittadini interessati per formare un team di lavoro che potesse discutere idee e collaborare con Ctm, Arst, i comuni, l’area metropolitana e la regione per trovare una formula ottimale che possa essere realisticamente realizzata usando al meglio le risorse a disposizione” ha concluso Maxia. La proposta di un servizio notturno urbano durante tutto l’anno è stata raccolta anche dai sindacati locali della Polizia e del settore sanità Coisp, Consap, Sap, Silp Cgil, Ugl Fs, Fsi Fp, Nursing Up. Tra le principali categorie di lavoratori che garantiscono servizi pubblici tutti i giorni dell’anno, a tutte le ore e che spesso sono impegnate sul fronte degli incidenti stradali. Secondo i dati presenti sulla stampa tra il 2011 e il 2016, ogni anno nella sola Città Metropolitana perdono la vita da 12 a 26 persone in incidenti stradali. "Molte di queste tragedie avvengono la notte e coinvolgono giovanissimi che rientrano dai locali e non avendo mezzi pubblici a disposizione chiedono passaggi a persone che hanno bevuto o assunto stupefacenti, che non hanno manco la patente o che si mettono a correre" ha detto Michele Vacca, Referente Sud Sardegna dell'associazione Utenti Trasporto Pubblico Sardegna. "Altre tragedie riguardano onesti lavoratori che perfettamente sobri e in regola terminato il lavoro sono costretti a mettersi alla guida stanchi e hanno il colpo di sonno". "Il successo delle linee notturne del Ctm, che ha costretto l’azienda a impiegare anche 2 pullman uno dietro l'altro sulla stessa corsa perché altrimenti i passeggeri resterebbero a terra, dimostra che - ha spiegato Vacca - quando l’offerta c’è le persone che vanno a far serata o i lavoratori della ristorazione, del comparto sicurezza, della sanità e altri turnisti che finiscono tardi o iniziano tardi il lavoro usano i mezzi pubblici". La copertura finanziaria di questi servizi potrebbe arrivare da una politica della sosta mirata, i cui ricavi vengano usati per l’istituzione di servizi pubblici o destinando ad essi parte dei proventi degli incassi delle sanzioni al codice della strada. "È importante non buttare a fine estate all’aria il lavoro fatto dal Ctm, - ha sottolineato Vacca - dato che se non arriveranno modifiche da metà settembre si tornerà ad avere l’ultimo collegamento da Cagliari verso Selargius, Quartucciu e Quartu e verso Decimomannu alle 22:30, l’ultimo verso Flumini alle 22:50 e l’ultima partenza della linea 1 che collega quasi tutti i quartieri di Cagliari alle 23:15”. UniCa 2.0 ed Eureka - Rete degli studenti medi Cagliari, sindacati studenteschi dell'Università e delle scuole superiori, sostengono attivamente il Comitato: “La presenza di un trasporto notturno capillare ed efficiente è di grande importanza affinché si possa vivere a pieno la nostra città: permetterebbe infatti a tutti coloro che già vivono la notte, lavoratori in primis, di evitare l'utilizzo della macchina privata, oltre ad incentivare, con la sua stessa presenza, una vita notturna più attiva e la possibilità di attività sociali e culturali che non siano limitate dalle contingenze del trasporto” hanno scritto in una nota congiunta le due organizzazioni. “In quest’ottica abbiamo lanciato la petizione ‘Movirindi’, che oltre a puntare sulla mobilità notturna comprende anche la gratuità dei trasporti per gli studenti universitari e delle superiori ed una maggiore capillarità dei mezzi. Siamo certi che con la collaborazione sia della Regione che del Comune si possa arrivare ad una soluzione che garantisca questo servizio: crediamo che se esiste la volontà politica esiste anche la possibilità di realizzare una misura relativamente poco dispendiosa e con enormi benefici per il singolo e la collettività”. La macchina del comitato #BusNotturniCagliari è in pieno movimento. In autunno ci saranno altri eventi pubblici. Intanto é possibile seguire la pagina del comitato per gli ultimi aggiornamenti (www.facebook.com/busnotturnicagliari). E' inoltre possibile utilizzare la hashtag per condividere foto e commenti sulla tematica: #BusNotturniCagliari. Il comitato sottolinea di essere aperto alla collaborazione con altre organizzazioni, associazioni, enti, aziende, locali o private che avessero l’interesse a rivestire un ruolo attivo nel comitato stesso. Allo scopo si invita a consultare la pagina facebook o inviare un'apposita email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Cagliari. Birreria bavarese dentro l'aeroporto di Elmas

Non sarà propriamente il tipo di birreria che solo a Monaco di Baviera ti aspetti di trovare, ma quella che verrà gestita da Chef express (Gruppo Cremonini) presso l'aerostazione di Elmas, promette bene. L'iniziativa, presentata questa mattina presso lo scalo cagliaritano, si inserisce nell'ambito del più generale restyling degli spazi aeroportuali, anche in considerazione della dimensione sempre più internazionale dell'aerostazione. La direzione commerciale di Sogaer ha tuttavia sottolineato che i prodotti tipici sardi rimarranno sempre bene in vista.
Sottoscrivi questo feed RSS

22°C

Cagliari

Mostly Clear

Humidity: 85%

Wind: 11.27 km/h

  • 21 Aug 2018 30°C 21°C
  • 22 Aug 2018 30°C 21°C