BANNER 300X250

Ferragosto in Sardegna: arte, archeologia, cultura, musica, natura e tradizione

Sono questi gli ingredienti principali che animeranno il Ferragosto sardo. Per il 14 e 15 agosto è prevista l'apertura straordinaria del Polo Museale della Sardegna. Il Museo del Duomo a Cagliari sarà aperto il 14, ore 18-24, e il 15, ore 10-13 e 18-24, mentre all'Exmà continua la mostra "Sale Sudore Sangue", con le fotografie di Francesco Zizola che raccontano l'antico metodo di pesca del tonno rosso sviluppato nelle tonnare. Sempre nel capoluogo sardo il 14 va in scena il celebre musical Notre Dame de Paris, mentre a Nuoro il 15, nella Chiesa della Solitudine, ci sarà un omaggio a Grazia Deledda con il canto 'La Grazia', con Gavino Murgia e Valentino Mannias. Ferragosto caratterizzato dalla discesa dei Candelieri a Sassari e a Nulvi. Ad Alghero notte magica con i tradizionali fuochi d'artificio. La festività di mezza estate porterà anche tanta musica. Il 14 agosto il grande Jazz arriva a Tempio Pausania dove, presso l'Agnata (ore 18), si esibiranno Gaetano Curreri e Fabrizio Foschini, rispettivamente voce storica e pianista degli Stadio, Paolo Fresu (tromba e flicorno) e Raffaele Casarano (sax). Artisti d'eccezione anche nell'oristanese, in occasione del Festival Dromos, così come alle terme romane di Fordongianus dove si svolgerà un festival dedicato alla musica indipendente, rock ed elettronica. Punta di diamante del ferragosto oristanese, l'esibizione di Francesco Gabbani il 15 agosto a Cabras (ore 22).

Ferragosto in Sardegna: arte, archeologia, cultura, musica, natura e tradizione

Sono questi gli ingredienti principali che animeranno il Ferragosto sardo. Per il 14 e 15 agosto è prevista l'apertura straordinaria del Polo Museale della Sardegna. Il Museo del Duomo a Cagliari sarà aperto il 14, ore 18-24, e il 15, ore 10-13 e 18-24, mentre all'Exmà continua la mostra "Sale Sudore Sangue", con le fotografie di Francesco Zizola che raccontano l'antico metodo di pesca del tonno rosso sviluppato nelle tonnare. Sempre nel capoluogo sardo il 14 va in scena il celebre musical Notre Dame de Paris, mentre a Nuoro il 15, nella Chiesa della Solitudine, ci sarà un omaggio a Grazia Deledda con il canto 'La Grazia', con Gavino Murgia e Valentino Mannias. Ferragosto caratterizzato dalla discesa dei Candelieri a Sassari e a Nulvi. Ad Alghero notte magica con i tradizionali fuochi d'artificio. La festività di mezza estate porterà anche tanta musica. Il 14 agosto il grande Jazz arriva a Tempio Pausania dove, presso l'Agnata (ore 18), si esibiranno Gaetano Curreri e Fabrizio Foschini, rispettivamente voce storica e pianista degli Stadio, Paolo Fresu (tromba e flicorno) e Raffaele Casarano (sax). Artisti d'eccezione anche nell'oristanese, in occasione del Festival Dromos, così come alle terme romane di Fordongianus dove si svolgerà un festival dedicato alla musica indipendente, rock ed elettronica. Punta di diamante del ferragosto oristanese, l'esibizione di Francesco Gabbani il 15 agosto a Cabras (ore 22).

Riapre parte della quattro corsie della SS 195 Sulcitana

Finalmente ci siamo. L'apertura al traffico di una parte della quattro corsie della SS 195 Sulcitana è prevista per sabato 12 agosto. Il tratto interessato è quello compreso fra lo svincolo di Sarroch Zona Industriale e lo svincolo Sarroch-Villa San Pietro. Ad annunciarlo è l'assessore regionale dei Lavori Pubblici, Edoardo Balzarini. Il tratto in questione è abbastanza limitato (circa 2,5 km), soprattutto se rapportato al complessivo itinerario Cagliari-Pula. Tuttavia - come sottolineato da Balzarini - "riveste una notevole importanza per la scorrevolezza e la sicurezza del traffico, in quanto restituisce alla variante consortile Casic il ruolo di itinerario preferenziale per gli spostamenti Cagliari-Pula, permettendo la separazione dei traffici automobilistici privati da quelli strettamente connessi al Polo industriale di Sarroch".

Riapre parte della quattro corsie della SS 195 Sulcitana

Per ora, nonostante il periodo relativamente più tranquillo delle vacanze estive, la pedonalizzazione di via Roma (lato portici) ha causato solamente disagi per i numerosi automobilisti provenienti da viale Diaz e viale Bonaria, obbligati a svoltare in via Regina Margherita, letteralmente intasata, soprattutto in coincidenza dell'incrocio con via XX Settembre e le strisce pedonali davanti al Bastione. Criticità anche per chi arriva in piazza Matteotti da via Roma e dal largo Carlo Felice, costretto alla svolta a destra per fare il giro dell'isolato della stazione Arst, con conseguente tappo davanti al semaforo tra la Stazione dell'Arst e il porto. L'iniziativa voluta dall'Amministrazione Comunale, per ora sperimentale, impone uno stop alle auto per 24 ore su 24, da oggi e fino al 17 settembre prossimo. L'obiettivo sarebbe quello di consentire più spazio ai residenti e agli esercizi commerciali che potranno disporre posizionare servizi e tavolini ed effettuare le operazioni di scarico e carico. Un provvedimento che, come dichiarato dal sindaco Zedda, "dovrebbe disincentivare il transito per coloro che vengono da fuori Cagliari e finora hanno usato il centro storico come un asse di traffico, ed agevolare chi vuole camminare e fare shopping". La soluzione adottata, di natura temporanea, sarà oggetto di valutazione da parte dell'Amministrazione Comunale per capire se anche Cagliari può ambire ad una importante porzione di area pedonale nel centro città, così come già fatto in altre città italiane ed Europee. Ma c'è già chi avanza dei dubbi sulla capacità dell'Amministrazione Comunale di governare la nuova situazione, non solo per quanto riguarda la regolazione della viabilità cittadina ma, soprattutto, per quanto riguarda le possibilità di garantire più spazi agli esercizi commerciali per lo sviluppo delle loro attività. Siamo infatti sicuri che tale soluzione non incentivi maggiormente il commercio abusivo? Basta vedere cosa succede sotto i portici, in particolare quando arrivano le navi da crociera. Complice l'assenza di controlli, si vede di tutto: teloni sul pavimento con ogni tipo di merce contraffatta, talmente invasivi che impediscono il regolare transito dei pedoni. A ciò si aggiungono i numerosi banchetti che espongono chincaglieria di vario tipo. Un vero e proprio Far West che, se non adeguatamente governato, rischia di neutralizzare gli ambiziosi progetti dell'Amministrazione Comunale. Federico Cheri

Sant'Anna Arresi. Arrestati con 11 chili di cocaina purissima

Provenienti dall'Olanda e sbarcati ad Olbia, due giovani di 29 e 27 anni sono stati arrestati nei pressi di Sant'Anna Arresi dopo che a bordo delle loro vetture, con targa tedesca e olandese, sono stati trovati 11 chili di cocaina purissima per un valore di circa 2 milioni di euro. Fermati dai Carabinieri i due sono apparsi fin da subito sospetti a seguito delle dichiarazioni, piuttosto vaghe, sui motivi del loro soggiorno in terra sarda. La cocaina era nascosta in una intercapedine segreta di una macchina che si apriva con un telecomando in possesso del proprietario dell'altra vettura. Avviate le indagini per cercare di individuare il destinatario della droga.

Sant'Anna Arresi. Arrestati con 11 chili di cocaina purissima

Continua la piaga degli incendi che stanno devastando la Sardegna. Tra i più imponenti quello che ha interessato la località Padroniscas, nel Comune di Santulussurgiu. Ingente lo spiegamento delle squadre di terra che hanno visto coinvolti Vigili del Fuoco, Corpo Forestale, Protezione Civile e Volontari. Impiegati anche i mezzi aerei della flotta regionale e nazionale. L'entità del rogo ha minacciato il cimitero del paese, bruciando pascoli cespugliati e alberati.

Emergenza migranti. Ancora uno sbarco nelle coste del Sulcis

Le coste del Sulcis si confermano meta privilegiata per gli sbarchi indisturbati di migranti di nazionalità algerina. Questa mattina un barchino con a bordo 13 persone, tra cui anche una donna e tre minori, è approdato nella spiaggia di Porto Pino (Sant'Anna Arresi). Individuati dagli agenti del Commissariato di Polizia di Carbonia, i migranti sono stati sottoposti a visita medica e, dopo le operazioni di identificazione, sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module