Lotzorai. Rapinato un dipendente di una ditta di slot machine

E' accaduto verso le 10 di questa mattina. Un dipendente di un'azienda di slot machine, al termine del ritiro delle monete presso alcuni bar, è stato fermato da due banditi armati di pistola e con il volto coperto. I due hanno sbarrato la strada, con il loro mezzo, all'auto del dipendente dell'azienda di slot machine, costringendolo a consegnare una borsa contenente circa 4 mila euro. I Carabinieri della stazione di Santa Maria Navarrese e della Compagnia di Lanusei hanno aperto la caccia ai due banditi, scappati dopo essersi impossessati del bottino.

Cagliari. “Tradizione e Modernità” all'Auditorium del Conservatorio di Musica “G. Pierluigi da Palestrina”

Domenica 16 dicembre, a partire dalle 18 e lunedì 17 dicembre, alle 21, all'Auditorium del Conservatorio di Musica “G. Pierluigi da Palestrina” si svolgerà un'intensa due giorni con il progetto incastonato nella Stagione Concertistica 2018 degli Amici della Musica – nel segno di Sant'Efisio. A dare il la alla kermesse, la “Poesia di improvvisazione campidanese”, domenica 16, con is cantadoris Paolo Zedda, Marco Melis e Riccardo Pittau accompagnati alla chitarra da Stefano Campus e alla voce da Luca Farci (bassu) e Angelo Secci (contra). A seguire spazio all'hip hop con la performance del rapper Sensei e infine il concerto del MimiM Ensemble – formazione a organico variabile dedita alla musica contemporanea – che schiera il baritono Alessandro Porcu (voce) e Riccardo Sarti ai live eletronics, per l'esecuzione di “Eo’” - un brano del compositore cagliaritano Lucio Garau ispirato al suono delle launeddas. Il fascino arcaico del canto a tenore – sempre domenica 16 dicembre alle 21, con i Tenores di Oniferi - ovvero Francesco Pirisi (boche), Carmelo Pirisi (mesu boche), Giovanni Pirisi (contra), Giuseppe Brau (bassu) e per finire il MimiM Ensemble - con Francesco Ciminiello, Roberto Migoni e Andrea Desogus alle percussioni e Riccardo Sarti ai live electronics sulle note di “9 colpi” di Lucio Garau, che reinterpreta in chiave contemporanea la tradizione del canto a tenore. L'Auditorium del Conservatorio ospiterà anche l'installazione sonora dedicata a “Sant'Efisio” con composizioni originali ispirate alle atmosfere della Festa in onore del Santo Patrono, oltre a una degustazione di prodotti tipici della Sardegna a cura del consorzio Custodi della Terra e dell’azienda Liune. Sarà inoltre possibile acquistare il libro sui “Mille Mutetus Cagliaritani” raccolti da Raffa Garzia (Edizioni Arkadia) a cura di Paolo Zedda e Gianni Stocchino. Invece lunedì domenica 17 dicembre, alle 19.30, si terrà l'insolito “Laboratorio sulla degustazione dell’acqua” con Rita Palandrani (su prenotazione) e sarà disponibile il libro di Francesco Libetta “Musicista in pochi decenni”. Tutti i concerti saranno preceduti da brevi ascolti di musica acusmatica. Suggellerà la due giorni del progetto “Tradizione e Modernità” l'assolo del pianista, compositore e direttore d'orchestra Francesco Libetta – che ritorna a Cagliari dopo il fortunato “Concerto all'alba” in collaborazione con il Festival Leggendo Metropolitano al Giardini Pubblici – con un programma incentrato sugli Etudes e i Nocturnes, ma anche Valzer e Mazurche di Fryderyk Chopin – accanto agli ardui Studi di Leopold Godowsky fondati sugli Etudes di Chopin, e ancora l'originale e ulteriore elaborazione dello stesso Francesco Libetta degli Studi di Chopin-Godowsky – in un affascinante e virtuosistico gioco di specchi – accanto all'interpretazione di una partitura di Lucio Garau - “Ballu” che ripropone le metriche delle danze tradizionali sarde in una moderna rilettura “a canone”. La Stagione Concertistica 2018 dell'Associazione Amici della Musica di Cagliari è patrocinata e sostenuta dal MiBAC/ Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dalla Regione Sardegna e dal Comune di Cagliari – ed è realizzata in coproduzione con il Conservatorio “G. Pierluigi da Palestrina” di Cagliari. Maggiori informazioni su www.amicidellamusicadicagliari.it

Sassari. Tratta di migranti, arrestato un ricercato

E' un nigeriano di 30 anni l'uomo arrestato dai Carabinieri nell'ambito dell'operazione "Arruga", finalizzata a smantellare due organizzazioni criminali attive nella tratta di migranti e donne dall'Algeria e dalla Nigeria. All'interno dell'organizzazione l'uomo, accusato di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e allo sfruttamento della prostituzione, aveva il compito di finanziare la permanenza in Libia delle giovani donne in attesa del viaggio verso l'Italia. Per fare questo intratteneva i contatti con i carcerieri libici. Prima di essere imbarcate dalle coste libiche, le ragazze venivano rinchiuse all'interno di ghetti, dove subivano violenze e torture.

Tecnologia Blockchain. Premiati a San Francisco gli specialisti dell’Università di Cagliari

Il gruppo “Agile”, guidato da Michele Marchesi (dipartimento di matematica e informatica, facoltà di Ingegneria e architettura dell’Università di Cagliari), viene premiato a gennaio, negli Stati Uniti, al San Francisco Marriott Marquis, per l'articolo "Blockchain Oriented Software Engineering: Challenges and New Directions". Lo studio, pubblicato nella conferenza International Conference on Software Engineering (Icse), la più importante convention sull'ingegneria del software, è stato giudicato tra i cinquanta articoli più influenti del 2018 sul tema della Blockchain. Con il professor Marchesi firmano l’articolo i ricercatori e docenti dell’ateneo Andrea Pinna, Simone Porru e Roberto Tonelli. L’"Award for Top 50 Influential Papers in Blockchain of 2018" si traduce in una enorme visibilità sui cinque continenti per gli studiosi dell’ateneo di Cagliari. Ma anche per un continuo, solido e accreditato percorso di ricerca, oltre che di formazione e sviluppo di tematiche didattiche e accademiche, in un contesto attuale e in perpeta evoluzione. Il premio verrà ritirato a San Francisco dal professor Tonelli, invitato come speaker ad esporre il lavoro alla "Blockchain Connect. Il riconoscimento premia il gruppo di Michele Marchesi e Roberto Tonelli per il lavoro di ricerca fatto sul tema della Blockchain. Da anni gli studiosi si occupano, tra i primi in Italia, di condurre ricerche su questa nuova tecnologia informatica che promette di rivoluzionare il modo in cui si possono scambiare beni, dimostrare il possesso di documenti, scambiare valute e sottoscrivere contratti senza l'intervento di un terzo garante ma semplicemente appoggiandosi alla tecnologia informatica. La Blockchain Connect Conference di San Francisco è il massimo appuntamento internazionale per gli specialisti del settore e ospiterà oltre duemila professionisti e ricercatori del settore. Sterminata la lista dei relatori con curricula ed esperienze di primissimo piano nell’ingegneria del software. Tra questi interverrà anche Vitalik Buterin, il creatore della Blockchain di Ethereum, prima Blockchain esplicitamente creata per implementare gli Smart Contracts. Inoltre, sono annunciati tra gli speaker Dawn Song (ceo e co-dounder di Oasis Labs), Mic Bowman (principal engineer di Intel Labs), Kevin Sekniqi (chief protocol architect of Ava Labs) e Bharath Ramsundar (co-founder and cto di Computable Labs).

La Cisl e il ruolo della donna nel mondo del lavoro

Il 12 dicembre 2018, a Cagliari, nella sede Cisl di via Ancona, la federazione Funzione Pubblica, ha organizzato un importante incontro-convegno, sul ruolo della donna nel lavoro. Il folto numero dei relatori e degli interventi è stato cadenzato, in una costruttiva e necessaria scaletta programmatica, moderata da Mimmo Contu, Segretario Generale Cisl Cagliari, da personalità di altissimo profilo del mondo del lavoro e del sindacato. I lavori hanno avuto inizio con l’ampia introduzione di Paola Sarigu, Segretaria Cisl FP Cagliari, che ha delineato le attuali problematiche per le donne nel mondo del lavoro. Successivamente la prima fase è stata dedicata a relazioni puntuali dello specifico ambito lavorativo, nell’avvicendarsi delle relatrici/relatori, Michela Medda, Coordinatrice donne Cisl FP di Cagliari; Serenella Secci, Dirigente medico SSN; Luigi Porrà, avvocato del foro di Cagliari; Genet W. Keflay, mediatrice culturale e direttrice Anolf/Cisl; Massimo Temussi, Direttore generale Aspal; e Cristina Deidda, Direttrice regionale Inps. Una sessione corposa ed intensa, cui l’esposizione dei dati e delle leggi riguardanti il mondo del lavoro, come l’individuazione delle discriminazioni e la descrizione delle misure adottate dal legislatore, ha reso chiara la condizione della normativa vigente, definita in anni di confronto e consapevolezza, rispetto alle condizioni di emarginazione e sfruttamento, in cui il lavoro delle donne è sempre stato tollerato. Ed è da questa corposa ed indicativa situazione appena descritta, che gli interventi successivi concorrono a legare la gravità della condizione umana in cui le donne, per anni, hanno “asservito” al loro compito con efficienza e professionalità nel mondo produttivo, in un disconoscimento sostanziale del loro insostituibile, quanto centrale, contributo al mondo produttivo e sociale. Federica Tilocca, Segretario Cisl Sardegna, restituisce ulteriore valore all’impegno femminile, di cui è parte, attraverso il suo lavoro, doppio, triplo, quello nell’ambito sindacale, familiare e del lavoro produttivo, mettendo a nudo le problematiche del 90% delle donne del nostro Paese. Di seguito, Barbara Marongiu, Rsu Cisl Fistel Tiscali, riporta il dramma dei call center, in cui quasi esclusivamente lavorano delle donne, ove la precarietà e le difficoltà economiche, rendono impossibile trovare un’alternativa al loro impegno familiare, inducendo una evidente disparità tra uomo e donna. In perfetta continuità, Simona Murgia, Direttrice Inas Cagliari, ha umanizzato il suo intervento, centrando il ruolo di donna, prima di tutto, e quello del lavoro ad integrazione dell’esser donna, ovvero "il ruolo del lavoro nel mondo della donna". Con arguta saggezza, Maria Bonaria Atzori, Segretaria Generale Cisl Fnp Cagliari, parla del ruolo delle donne in pensione, nella loro età adulta, focalizzando l’attenzione sulle problematiche generali, comuni ai sessi, di chi esce dal mondo produttivo. In sequenza finale Valeria Picciau, Segretaria Cisl Cagliari e Francesca Monni, scavano sul ruolo delle donne all’interno del Sindacato, dei riconoscimenti e delle difficoltà cui in alcuni momenti hanno dovuto far fronte, con il grande aiuto dei colleghi. Giunti alle conclusioni, Luisella Spignesi, Segretaria Cisl Fp Sardegna, mette in evidenza la solitudine della donna e la sua invisibilità, chiude il convegno, da cui emerge, come la stessa Spignesi ricorda, le sostanziali ed immutate condizioni di confronto rispetto a dibattiti e convegni svolti vent’anni prima, su analoghe tematiche. Temi e problemi cui attraverso un seppur necessario impianto giuridico di tutela, quanto per l’abbattimento di barriere esistenti e di ostacolo per la donna nel mondo del lavoro, è evidente che le problematiche evidenziate resteranno irrisolte o tamponate, se non si agisce radicalmente sul versante dell’educazione e della cultura, della consapevolezza sociale. Aspetto evidentemente ben chiaro a tutte le intervenute, che non hanno mai isolato i necessari interventi legislativi, da questo aspetto primario, come in chiusura sottolinea il Segretario Generale Fp Cagliari, Gianni Sainas. Maurizio Ciotola

Cagliari. Torna a Castello la Linea 7

“Migliora l’accessibilità del Centro Storico dopo che i lavori per la riqualificazione della piazza Costituzione hanno comportato alcune deviazioni dei percorsi dei mezzi pubblici”. Lo ha annunciato il sindaco Massimo Zedda durante il viaggio inaugurale questa mattina sull’autobus della linea 7 Ctm che con la riapertura della via Mazzini torna in Castello. “Un servizio importante per residenti e turisti che senza cambiare bus possono visitare tutti i quartieri storici di Cagliari”, dalla piazza Yenne sino al Mercato di San Benedetto, attraverso Porta Cristina, la Cittadella dei Musei, la Torre di San Pancrazio, la Cattedrale, la Torre dell’Elefante e il Bastione di Saint Remy. A testare il nuovo percorso anche Fabrizio Marcello, delegato della Città Metropolitana e l’assessora e vicesindaca Luisa Anna Marras. “Quella di oggi ha scandito la titolare della Viabilità – è una giornata importante per l’attuazione della politica di mobilità sostenibile che l’Amministrazione comunale sta portando avanti e che nei quartieri storici comporta l'implementazione dei mezzi di trasporto collettivo”. Nel frattempo proseguono gli interventi per i nuovi ascensori e le procedure per l'acquisto dei due nuovi montascale per l'accessibilità verso il Mercato di Santa Chiara. Soddisfazione è stata espressa anche da Roberto Porrà, presidente Ctm che ha annunciato l’arrivo dei primi tre minibus elettrici entro la prossima estate. “Saranno utilizzati per dare proprio a Castello un servizio all’avanguardia, pulito e sostenibile”. In totale Ctm si appresta ad acquistare 57 nuovi autobus.

Cagliari. Contamination Lab, centoventi studenti al via nel percorso utile a creare impresa più titolato d’Italia

Si è aperta oggi la sesta edizione del Contamination Lab dell’Università di Cagliari. L’evento è capofila del network nazionale voluto dal ministero per lo Sviluppo economico. “Da Cagliari si vede il futuro!” lo slogan dell’evento con al via centoventi studenti di discipline diverse. Il CLab di UniCa (oltre settecento allievi coinvolti finora) prevede da oggi a venerdì 14, quattro giornate di matching. Ovvero, confronto, regole, dinamiche di percorso, partner, creazione dei team in un contesto ricco di opportunità. La seconda fase si apre dal 16 gennaio al 16 marzo , la terza dal 22 marzo al 6 maggio e la quarta chiude il percorso con la finale del 26 maggio del prossimo anno. “Si vince in tanti modi, nella vita e nella professione. Ma quel che conta è assimilare le cose che ci hanno insegnato, condividerle, crescere. Credete sempre in voi, lo dico alle tante ragazze del CLab che potrebbero incontrare più difficoltà: non mollate mai. Datevi - ha sottolineato il rettore Maria Del Zompo - un obiettivo, percorrete il percorso più adatto e ripartite. L’ateneo, per via dei tagli e delle risorse in calo, fa fatica, ma crede a fondo nel ContaminationLab. Una scommessa vincente, con l’innovazione che nasce da competenze e interazione”. La professoressa ha sottolineato un aspetto: “La parte emotiva di ciascuno di noi fa la differenza, allenatela bene perché solo così potrete creare meglio: anche le tecnologie sono al servizio della creatività”. “Il Contamination Lab Unica da sei anni costruisce un ecosistema dove le idee trovano la strada della concretezza, l’individualità lascia spazio al gruppo, si traccia la rotta per innovare con sapienza e guardare avanti. Un percorso sfidante - ha rimarcato Maria Chiara Di Guardo, pro rettore Innovazione - dove si moltiplicano le opportunità legate all’innovazione. Andate verso un futuro in cui dovrete individuare i trend di sviluppo”. La professoressa ha ricordato che il CLab dell’ateneo è capofila nazionale del Network creato dal ministero dello Sviluppo economico e dall’Ocse è stato riconosciuto come modello doc del settore. “Viviamo un’epoca in cui si è attenti all’individuo. Ma il percorso lo farete assieme e con il nostro supporto”. Se le professoresse Del Zompo e Di Guardo hanno sottolineato anche la perfetta integrazione con il territorio, tra enti, istituzioni, imprese, associazioni, Raffaele Paci (assessore regionale Programmazione) ha plaudito al CLab (“Sono da sempre un fan!”) e rimarcato “l’energia e l’entusiasmo in sala. Il ContaminationLab è uno dei tasselli di una Sardegna che crede con la giusta consapevolezza nell’innovazione, nelle start up, nel digitale e nell’Ict”. Per Marzia Cillocu (assessore comunale Attività produttive) “il Clab è un’azione di forte interesse per la municipalità e le imprese. Siamo grati all’Università che fa crescere la formazione e la collettività”. All'evento sono intervenuti Mario Mariani (docente, The net value), Maurizio Del Conte (Anpal), Marco Borsani (Boston consulting group), Annalisa Bonfiglio (presidente Crs4), Alessandra Argiolas (Confindustria giovani), Susanna Zuccarini (InvItalia) e Giacomo Scillia (Cineca).

Astori. La Procura di Firenze emette due avvisi di garanzia

A distanza di 8 mesi dal decesso del capitano della Fiorentina, avvenuto il 4 marzo, la procura di Firenze emette due avvisi di garanzia. Ad essere coinvolti sarebbero due professionisti operanti in strutture pubbliche incaricate di certificare l'idoneità sportiva, una con sede a Firenze e l'altra con sede a Cagliari. Sulla base dei risultati dell'autopsia, il calciatore sarebbe deceduto per morte cardiaca improvvisa seguita a fibrillazione ventricolare dovuta a una cardiomiopatia aritmogena silente. I risultati dell'ultima perizia, quella disposta dalla magistratura di Firenze ed effettuata dal professor Domenico Corrado dell'Università di Padova, avrebbero portato all'iscrizione nel registro degli indagati dei due medici, destinatari degli avvisi di garanzia. I due professionisti risulterebbero indagati per il reato di omicidio colposo.
Sottoscrivi questo feed RSS

8°C

Cagliari

Mostly Sunny

Humidity: 78%

Wind: 19.31 km/h

  • 18 Dec 2018 13°C 6°C
  • 19 Dec 2018 14°C 6°C