Baunei. Escursionista francese soccorsa nella scarpata

Questo pomeriggio una escursionista francese è stata tratta in salvo dopo essere scivolata in una scarpata, lungo il percorso che porta da Perda Longa a Cengia Giradili. Nella caduta la donna ha sbattuto la schiena e testa, impedendo di fatto ulteriori spostamenti. Per questo motivo i volontari del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, unitamente al personale medico del 118 e un elicottero dei Vigili del Fuoco, si sono recati sul posto per prestare i soccorsi. Una volta raggiunta dai volontari, l'escursionista è stata trasportata in barella in un luogo adeguato per consentire il recupero a bordo dell'elicottero che la ha portata in ospedale per ulteriori accertamenti e cure mediche.

Fondi ai gruppi consiliari. Riaperto in appello il processo per due ex consiglieri

Si tratta degli ex consiglieri regionali di Forza Italia Carlo Sanjust e Onorio Petrini. I due, al termine del primo processo in abbreviato, erano stati condannati rispettivamente a tre anni e a due anni e quattro mesi. Per il primo, tra le accuse contestate, quella di aver addebitato al suo gruppo consiliare di appartenenza le spese per il banchetto del suo matrimonio. Tra le contestazioni che riguardano Petrini, l'acquisto per uso privato di una maxi-tv e altro materiale elettronico ritenuto non consono alle esigenze del gruppo. Riaperto in appello, il processo per peculato nei confronti dei due ex consiglieri, oggi avrebbe dovuto emettere la sua sentenza. Tuttavia, per consentire ai giudici di sentire in aula gli investigatori che hanno lavorato all'inchiesta con il sostituto procuratore, l'udienza è stata aggiornata al 15 giugno.

Ozieri. Istituti scolastici riuniti per le celebrazioni del 73° anniversario della Liberazione

Gli studenti del Liceo “Antonio Segni” e dell'Istituto tecnico “Enrico Fermi”, si sono riuniti questa mattina presso il teatro civico “Oriani Fallaci” del centro logudorese per partecipare alle celebrazioni del 73° anniversario della Liberazione. All'evento, aperto dal primo cittadino, Marco Murgia, hanno partecipato ospiti di rilievo come la senatrice, Albertina Soliani, presidente dell'Istituto Alcide Cervi e il presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau. E proprio Ganau ha voluto rivolgere un lungo e appassionato intervento ai giovani in platea. "Dovete condannare sempre chi tra di voi inneggia al fascismo - ha sottolineato il presidente del Consiglio Regionale - svastica e saluto romano non sono un gioco, sono simboli del periodo più terribile che l’Europa abbia vissuto, dove le persone venivano imprigionate per le proprie idee politiche, per l’appartenenza ad un credo religioso, per l’orientamento sessuale o semplicemente perché per il forte di turno non era persona gradita. Dovete essere cittadini consapevoli non stare alla finestra a guardare». Un intervento quanto mai apprezzato, soprattutto se si pensa a quanto sta accadendo nel mondo dell'istruzione in queste ultime settimane. "Anche quest’anno - ha continuato Ganau - il Consiglio Regionale della Sardegna ha deciso di celebrare il 25 Aprile sul territorio. Ringrazio la città di Ozieri e il suo sindaco per averci voluto qua oggi a ricordare la liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo". Il presidente del Consiglio ha inoltre ricordato l'episodio delle scritte razziste apparse sui muri del paese, rivolgendo un ringraziamento ai ragazzi di Ozieri “è stato bello vedervi così numerosi in quella piazza – ha detto Ganau - a sostegno degli amministratori e dei migranti ospitati qui. Abbiamo bisogno di buona politica come quella che l’amministrazione comunale sta portando avanti, assumendosi con grande responsabilità la gestione di problematiche complesse che certo non possono essere lasciate sulle spalle delle singole comunità, ma di fronte alle quali non possiamo girare lo sguardo. Restare umani è lo sforzo che dobbiamo compiere per costruire un altro mondo possibile che sia giusto e di pace. Ricordate che quello che accade nel mondo ci riguarda sempre e parlare di immigrazione significa guardare in faccia le grandi questioni del futuro. Si dice che la nostra è una terra povera e che poveri siamo noi che ci viviamo, si dice che non possiamo accogliere perché abbiamo già fin troppi problemi – ha sottolineato Ganau - io dico, invece, che la nostra è una terra bellissima ricca di storia e che un futuro ci deve esser per forza. Non fatevi fermare da chi dice che in Sardegna non ci sono opportunità – ha aggiunto, rivolgendosi ai ragazzi - e ricordate che solo studiando potrete costruirle, non solo per voi stessi ma per la vostra comunità e per il vostro territorio. Ricordatevi che l’isola non è un limite e che oggi è parte non solo dell’Italia e dell’Europa, ma del mondo intero. Siate cosmopoliti, imparate le lingue, abbiate voglia di confrontarvi con i vostri coetanei di tutte le parti del mondo. Partite, se potete, volete e se è necessario, per ampliare le vostre conoscenze, senza timore. Chi vuole rimanere qui lo faccia, non per rassegnazione, ma con l’obbiettivo di migliorare la nostra Regione – ha concluso - si metta a disposizione di un sogno di Sardegna che meglio corrisponda alle proprie esigenze. In una terra così ci sarà posto per tutti».

Cagliari. Tre nuovi metro da Cagliari a Settimo San Pietro

Moderni, veloci, poco rumorosi e in grado di far risparmiare tempo ai passeggeri. Sono queste le caratteristiche che accomunano i tre nuovi treni che collegheranno Cagliari a Settimo San Pietro. I mezzi sono stati inaugurati questa mattina in occasione dei festeggiamenti dei 10 anni della metro leggera cagliaritana. Tra le particolarità, una nuova fermata, "Camelie", che coinvolge anche Selargius. I treni arrivano dalla Spagna e possono ospitare a bordo 237 persone, con 56 posti a sedere. Spazio anche per le carrozzine e le biciclette (quattro per entrambe le categorie). E per il futuro, l'obiettivo è quello della linea Repubblica-Matteotti con inizio lavori previsto per il 2019. Al vaglio anche la progettazione per il Poetto e il raddoppio della parte di tracciato da Largo Gennari a Caracalla.

Orientamento, nuove iniziative all’Università di Cagliari

Tantissimi gli studenti delle scuole superiori che oggi hanno raggiunto i Campus di Piazza d’Armi per le attività dedicate all’orientamento universitario, "UMANAmente OpenDay" e "OpenDays 4 OpenMinds", delle facoltà di Studi Umanistici, Ingegneria e Architettura. In entrambi i poli dell’Ateneo cagliaritano, studenti e docenti hanno organizzato workshop, presentazioni e lezioni per coinvolgere i futuri studenti nelle abituali attività dei rispettivi corsi di laurea. Per quanto ritguarda Studi Umanistici, le attività sono state aperte dall’esibizione dei ragazzi del MUSE (Unica Musica Ensemble), il centro musicale dell’ateneo coordinato da Ignazio Macchiarella, docente di Etnomusicologia che, poco prima del concerto ha spiegato: “lo spirito del MUSE è la libertà. Qui, studenti, docenti e personale amministrativo collaborano in sinergia per fare musica”. La mattinata è proseguita con la lezione di Psicologia delle disabilità, con Donatella Rita Petretto, docente di psicologia clinica, e Silvia Vinci del SIA (Servizi per l’Inclusione e l’Apprendimento), durante la quale i ragazzi hanno analizzato i concetti, strettamente interconnessi, di benessere e salute. Particolarmente interessante è stato anche il seminario di Maria Chiara Fastame, ricercatrice del dipartimento di Pedagogia, Psicologia e Filosofia, durante il quale ha raccontato gli studi condotti dal suo team di ricerca che hanno catturato l’interesse della CNN. “Gli anziani e i centenari della Blue Zone dell’Ogliastra - ha sottolineato - devono la propria longevità e salute non solo all’alimentazione e allo stile di vita tipico di quelle zone, ma anche e soprattutto al ruolo attivo che ancora ricoprono nel loro contesto sociale”. Relativamente a Ingegneria e Architettura, in parallelo alle attività di Studi Umanistici, si è svolta invece l’iniziativa "OpenDays 4 OpenMinds". Qui, tra i seminari e i workshop organizzati da studenti e docenti, la partecipazione di un’ospite d’eccezione: Sara Cabitza, ingegnere del team Formula1 Renault: “Vale la pena iscriversi all’Università di Cagliari. Qui ho imparato a ragionare e a gestire le situazioni di stress, elementi fondamentali per lavorare in questo mondo”. Valeria Aresu

Trasporti aerei. Più posti nel periodo 20 aprile - 2 maggio

Ad annunciarlo Alitalia che, in conformità con quanto stabilito dal comitato di monitoraggio regionale, ha confermato l'incremento di posti a partire dal 20 aprile e fino al 2 maggio. Con l'iniziativa promossa da Alitalia, che riguarda le rotte in continuità territoriale, l'aumento complessivo dei posti, su tutti i collegamenti, da Cagliari per Fiumicino e Linate e da Alghero per lo scalo milanese, è del 49%. Di fatto, le poltrone al momento in vendita sono oltre 72 mila, 23.842 in più di quelle previste dagli obblighi di servizio. Sulla rotta Alghero-Linate-Alghero la capacità aggiuntiva media nel periodo indicato è del 137%, con 11.674 posti in vendita, sulla Cagliari-Fiumicino-Cagliari è del 15% con 33.176 poltrone disponibili, mentre sulla Cagliari-Linate-Cagliari l'aumento di offerta raggiunge l'88% con 27.442 posti.

Cagliari. Individuato un evasore totale che ha occultato oltre 135.000 al fisco

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, ha individuato una società del capoluogo, operante nel campo dell’edilizia, che ha occultato al fisco oltre 135 mila euro. L'attività ispettiva, finalizzata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette e dell’iva, ha fatto emergere l'inosservanza della normativa civilistico – fiscale. Di fatto venivano disattesi agli obblighi contabili, dichiarativi e di versamento dei tributi. Un comportamento che faceva della società in questione e per il periodo sottoposto a controllo, un evasore totale per complessivi 135.048 euro. A oltre 4.000 euro ammonta invece l'iva evasa.

Ottana. Gli amministratori locali a sostegno del sindaco e della giunta

Si è svolto oggi a Ottana un incontro che ha visto protagonisti numerosi amministratori locali, riuniti per testimoniare il loro supporto al sindaco, Franco Saba e la sua Giunta, a seguito delle annunciate dimissioni, quale segnale di impotenza contro la crisi occupazionale che sta mettendo in ginocchio l'intero territorio. L'ufficio di Presidenza del Consiglio delle autonomie locali (Cal), che si è riunito per l'occasione presso la casa comunale di Ottana, ha raccolto l'appello del sindaco di Ottana per cercare di sconfiggere la disoccupazione e per implementare politiche di sviluppo in grado di far rinascere l'intera zona. In questo senso tutti i sindaci presenti sono d'accordo: occorre un segnale forte alla Regione con un'apposita legge. "Come lo scorso anno hanno aiutato Alghero con 15 milioni di euro per la ricapitalizzazione dell'aeroporto, così possono aiutare Nuoro e i comuni a rischio dissesto", ha sottolineato il sindaco di Nuoro, Andrea Soddu. A rincarare la dose anche il sindaco di Padru, Antonio Satta, che messo in evidenza, se ancora ce ne fosse bisogno, come gli amministratori locali siano impegnati quotidianamente con la disperazione della gente, senza alcun mezzo per poter intervenire. E per quanto riguarda le annunciate dimissioni, il sindaco di Ottana precisa: "ho annunciato le dimissioni perché sono stanco di vedere la gente soffrire e di non avere soluzioni per loro. Il problema di Ottana è il problema delle zone interne che soffrono perché la Regione è molto distante: la programmazione territoriale dura da 3 anni e ancora non si è distribuito un euro. Ottana paga lo scotto della disoccupazione e dell'abbandono dell'industria, che non vuole bonificare l'inquinamento che ha lasciato e così l'area è in abbandono totale".
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari