Capoterra. Libero professionista evasore totale per oltre 291.000 €

La Guardia di Finanza di Sarroch, in un'operazione finalizzata al contrasto dell’evasione fiscale, ha scoperto un libero professionista risultato evasore totale per oltre 291 mila euro. In particolare, la verifica delle Fiamme Gialle si è concentrata sul corretto adempimento delle disposizioni tributarie vigenti ai fini dell’i.v.a. e delle imposte dirette. Il controllo effettuato sull'attività del professionista ha fatto emergere l’irregolare tenuta delle scritture contabili e dei registri per tutti gli anni d’imposta controllati. La stima di imposta evasa è risultata poco inferiore ai 100 mila euro. Omesse anche le previste dichiarazioni per le quattro annualita’ sottoposte ad ispezione. Circostanza che ha permesso di classificare il professionista come come evasore totale.

Capoterra. Incontro per parlare del registro dei tumori

Gli attivisti di Sa Luxi, comitato che dal 2015 si batte per la piena realizzazione del registro dei tumori in Sardegna, ha organizzato per venerdì prossimo, presso Casa Melis, in corso Gramsci 46, un convegno durante il quale si discuterà del registro dei tumori. In particolare, il Comitato Sa Luxi ha come obiettivo la piena realizzazione da parte della Regione di questo strumento di prevenzione del cancro, di pianificazione dei servizi alle persone e di valutazione delle terapie utilizzate in Sardegna. Al momento nell’isola esistono solo due registri tumori locali, gestiti dalle ex Asl di Sassari e di Nuoro, il resto del territorio, ovvero 210 comuni da Bosa a Teulada a Villaputzu sono esclusi dallo studio. L’appuntamento di Capoterra è inserito nel cartellone di eventi del Mese dei Diritti Umani 2017, una campagna di sensibilizzazione che vuole coinvolgere la società civile, il mondo della cultura, della conoscenza e dell’arte. In occasione della giornata mondiale dei Diritti Umani che si celebra in tutto il mondo. Il Mese dei Diritti Umani, è giunto ormai alla sua quinta edizione.

Bracconaggio. Operazioni della Forestale a Teulada e Capoterra

Durante un'operazione antibracconaggio del Corpo Forestale, condotta nel territorio comunale di Teulada e Capoterra, sono state denunciate due persone oltre al sequestro di tremila trappole. A Teulada, in località Bega Su Loi, è stata individuata una riserva di caccia abusiva per la cattura dei cinghiali. Qui gli uomini della Forestale hanno trovato sette gabbie metalliche piazzate sulla via di uscita di corridoi tra la vegetazione. Indagato il proprietario del fondo. Le indagini sarebbero indirizzate anche verso altri soggetti potenzialmnte coinvolti. A Capoterra l'allarme è partito dagli abitanti di Poggio dei Pini, dopo che i loro cani erano finiti nelle trappole di qualche bracconiere. Sorpreso un abitante di Capoterra intento ma posizionare i cavetti per la cattura di cinghiali e cervi e i lacci per uccellagione. L'uomo è stato denunciato.

Politica. Le saette di Maninchedda contro il ministro dell'Ambiente Galletti

L'assessore regionale ai Lavori Pubblici, Paolo Maninchedda, non ci stà e controbatte con fermezza alle affermazioni del ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti che, in visita a Capoterra nelle zone colpite dall'alluvione del 2008, non ha perso l'occasione per criticare l'operato della Regione Sardegna. In base a quanto dichiarato da Galletti, la Regione avrebbe agito con lentezza nella spendita delle risorse necessarie per l'effettuazione degli interventi connessi alle emergenze idrogeologiche. "Ha sbagliato il destinatario e ha sbagliato la località in cui questa affermazione è stata fatta" - ha subito replicato l'assessore ai Lavori pubblici Paolo Maninchedda che ha sottolineato: "speriamo che le vacanze del ministro finiscano al più presto. Non accettiamo lezioni di impatto paesaggistico da chi si è ingoiato una portaerei in un parco nazionale senza dire mezza parola, da chi va nei luoghi delle tragedie senza informarsi e da chi rimprovera alla Regione Sardegna lentezza nella spesa quando questa è l'unica Giunta che ha inaugurato i lavori per il rischio idrogeologico". Un vero e proprio scontro istituzionale che evidenzia, se ce ne fosse ancora bisogno, la situazione di sudditanza della Giunta Pigliaru verso il Governo Renzi, in particolare per quanto riguarda la già nota vicenda della portaerei a La Maddalena. La reazione di Maninchedda alle affermazioni del ministro si fa ancora più tranchant quando si parla di finanziamenti governativi. In questo senso è lo stesso assessore regionale che afferma di non ricordare "da parte del ministro della Repubblica italiana alcuna iniziativa per velocizzare la spesa delle risorse stanziate per le aree alluvionali". "E' inutile che il ministro per la terza volta ricordi i miliardi che ha stanziato - insiste Maninchedda - perché quegli 80 milioni previsti per l'Isola vengono erogati e previsti in otto anni, devono infatti essere compatibili con le esigenze di cassa di una Repubblica quale quella italiana che ha 2 miliardi e 200 milioni di euro di debiti".

Capoterra. Denunciata per aver lasciato la figlia sola in macchina

E' scesa dalla macchina per comprare le pappe alla figlia di un anno e mezzo, lasciandola chiusa in auto. L'episodio si è verificato nei parcheggi del centro commerciale di Capoterra. Ad essere denunciata per abbandono di minore la mamma trentenne della piccola. Alcuni passanti hanno notato la bimba da sola, seduta sul sedile anteriore del passeggero e hanno immediatamente chiamato il 113. Quando la madre è uscita dal centro commerciale ha trovato ad attenderla gli agenti della Squadra Volante, ai quali ha detto di essersi assentata solo per qualche minuto per poter comprare le pappe alla figlia. Una giustificazione che però non è servita ad evitare la denuncia.

Capoterra. Niente da fare per l'aspirante candidato del Movimento 5 Stelle

Ha sperato fino all'ultimo momento di potersi candidare con il Movimento 5 Stelle che però non ha concesso il nulla osta alla lista capeggiata da Giovanni Montis, il 33 enne culturista, medaglia d'argento a Mister Universo. A seguito della decisione assunta dal movimento di Grillo, causata dall'imbarazzo suscitato per la candidatura di "Mister Muscolo", Montis non potrà utilizzare nome e simbolo dei grillini per la corsa alla guida del Comune. Dispiaciuto ma per niente disposto a rinunciare, Montis si presenterà comunque come candidato sindaco con la lista civica 'Capoterra Stellata'. Un nome e un simbolo che richiamano quelli del Movimento 5 Stelle, sottolineando la similitudine degli ideali.

Capoterra. Cordoglio della Giunta Regionale per Fausto Piano

“Colpire persone come Fausto Piano e il suo collega, che liberamente mettono a disposizione le proprie professionalità in un contesto così difficile come quello libico, testimonia ancora una volta come la piaga del terrorismo distrugga ogni regola di civiltà e di possibile convivenza. Sin dal primo momento abbiamo avuto un dialogo costante con l’Unità di crisi della Farnesina, con cui restiamo in contatto. Alla famiglia e a tutta la comunità di Capoterra va il cordoglio della Giunta, rispettando il dolore”. Sono le parole del presidente della Giunta Regionale Francesco Pigliaru, che ieri ha incontrato a Capoterra il sindaco Francesco Dessì. Pigliaru ha espresso al primo cittadino la vicinanza alla famiglia di Fausto Piano e a tutta la comunità capoterrese, colpita dal terribile lutto.

Capoterra. Bimba di 6 anni muore per una meningite fulminante

Una vera e propria tragedia che ha colpito l'intera comunità di Capoterra. Era da qualche giorno che la piccola Giulia Baire manifestava febbre alta. Preoccupata per la salute della figlia, domenica mattina la madre ha deciso di portarla all'ospedale Brotzu dove però non c'è stato niente da fare: alle 18,30 una meningite fulminante si porta via la bimba. Familiari, amici e conoscenti rimangono sgomenti davanti alla piccola bara bianca. Escluso il rischio di contagio.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari