Calcio. Cossu al settore giovanile dei rossoblù

Appena smaltite le forti emozioni dell'addio al calcio giocato che arriva la "convocazione" nello staff tecnico del settore giovanile del Cagliari calcio. Nel suo nuovo ruolo Andrea Cossu si concentrerà soprattutto sui centrocampisti e trequartisti, collaborando inoltre con Daniele Conti per l'area scouting. L'ormai ex centrocampista cagliaritano ha totalizzato 270 partite con la maglia dei rossoblù, dopo aver mosso i primi passi nella Johannes e dopo aver girovagato tra Sardegna e Penisola giocando in diverse squadre. Tra i suoi risultati più prestigiosi, la convocazione in Nazionale con due presenze.

Cagliari. Richiesta la modifica per il nuovo stadio

La società rossoblù ha affidato alla società Sportium l'incarico per la modifica del progetto preliminare dell'impianto per un aumento dei posti fino a 25.200, con la possibilità di incrementarli ulteriormente a 30.000. Condizione, quest'ultima, da valutare qualora Cagliari dovesse essere designata quale sede delle eventuali partite previste per gli Europei 2028 (sempre che l'Italia venga scelta come Paese ospitante). Una volta terminato il lavoro entro il 30 settembre prossimo, e approvate le relative modifiche, la fase successiva prevede la progettazione esecutiva dell'impianto che sorgerà al posto del vecchio Sant'Elia. Per quanto riguarda i tempi di consegna, l'obiettivo del 2020 potrebbe saltare. Quasi certamente il Cagliari giocherà anche il prossimo campionato al Sardegna Arena.

Buddusò. Educazione e sport: i baby micro micro vincono il campionato di calcio

Si è conclusa nel migliore dei modi l’esperienza sportiva dei piccoli micro micro di Buddusò nel medesimo campionato di categoria. I bimbi, tutti di età compresa tra i 5 e i 7 anni sono allenati dal Vice Parroco di Buddusò, Don Stefano Nieddu e Luigi Mandras, con l’importante collaborazione di Edoardo Marrone e Andrea Maureddu. I giovani atleti si sono infatti posizionati al primo posto, percorrendo un gran cammino educativo oltre che sportivo. Il progetto è stato portato avanti con il fondamentale contributo delle famiglie dei piccoli, sempre presenti anche nelle trasferte logisticamente più ardue. Lo sport a questa età è uno dei mezzi fondamentali per far crescere le nuove generazioni con un vigoroso senso civico e l’occasione per imparare a rispettare le regole di una società che con il tempo ha affievolito il valore del sano divertimento. In attesa del prossimo campionato, i bimbi disputeranno alcuni tornei estivi, con l’augurio di non perdere mai il sorriso e l’unione che ha contraddistinto questo fantastico percorso. Alessandro Taras

Calcio. Il Cagliari vince a Firenze e spera

Non ci siamo ancora ma il risultato di oggi sul campo della Fiorentina fa ben sperare, nonostante i risultati delle dirette concorrenti impegnate nella lotta per restare in serie A. Tre punti importantissimi che consentono ai rossoblù di giocarsi il tutto per tutto nell'ultima partita di campionato. Il goal arriva nel primo tempo grazie a una punizione battuta da Lykogiannis, sulla quale si è avventato Pavoletti che insaccava di testa. La gara, soprattutto nella ripresa, non è stato un bello spettacolo, complici i brutti falli e le continue perdite di tempo che hanno esagitato gli animi in campo. A farne le spese il mister della Fiorentina, Pioli, espulso nel recupero per proteste. A seguire Veretout, responsabile per una brutta entrata ai danni di Joao Pedro, in campo dopo due mesi di sospensione per l'accusa di doping. E per finire, la rissa finale, davanti ai genitori del compianto Astori e ai due presidenti delle squadre.

Calcio. Il Cagliari si tiene Diego Lopez

Nonostante le brutte prestazioni delle ultime settimane (ultima in ordine cronologico quella contro la Sampdoria) il presidente Giulini non intende sbarazzarsi del tanto discusso mister, Diego Lopez, che resta in sella alla panchina rossoblù. Giulini avrebbe potuto optare per uno dei tre mister a disposizione, ovvero Beretta (responsabile delle giovanili), Rastelli e Legrottaglie, ancora sotto contratto dopo l'esonero di ottobre. Ma alla fine la scelta è stata quella di confermare Lopez, probabilmente in quanto conosce bene la squadra e potrebbe risolvere la difficile situazione in cui versa la squadra.

Andiamo a San Siro per fare punti...... Di Antonello Lai

Non ci sono partite impossibili..... I giocatori devono esprimersi al massimo..... e via dichiarando. Massimo Lopez, durante la conferenza stampa in preparazione alla partita contro l'Inter era stato chiaro.... per poi rimangiarsi tutto nel momento di dare all'arbitro la formazione. E' vero che mancavano squalificati e infortunati importantissimi. E' altrettanto vero che la partita contro l'Inter era davvero di quelle da bollino rosso. E' altrettanto vero che domenica prossima c'e' la vera partita che conta per la classifica contro il Bologna. Ma allora era davvero così importante creare un'illusione tra i tifosi? Evidentemente, dopo una prestazione dove i rossoblù sono stati completamente annientati dai nerazzurri con un secco 4 a zero, c'è da meditare. In campo, una squadra senza capo nè coda. Neppure un tiro in porta nell'arco dei 90 minuti (senza recupero, perchè l'arbitro ha avuto pietà di Cossu e compagni). Due squadre che davano vita ad un allenamento tra squadra maggiore e primavera. Mancava solo che si accordassero per allenare meglio il portiere dell'Inter spostandolo nella porta dei rossoblù. Forse era meglio come si faceva all'antica, quando servivano forze fresche per il campionato e per le partite di Coppa Italia si mandavano le giovanili a giocare in trasferta. Almeno sapevi. Qui no, si fanno le dichiarazioni di prammatica, tanto il tifoso ha memoria precaria, soprattutto quando si tratta di calcio e di politica, come insegnano le tante promesse dei vari governi spesso disattese. A Sa scarescia, si direbbe da noi. Il calcio è cambiato, i giocatori sono prima atleti e poi calciatori. Ci sono giocatori che fanno campionato, coppe internazionali e Coppa Italia. E molto spesso i nomi sono gli stessi. Come sono gli stessi i soldi che i tifosi pagano per vedere qualunque partita. Compresa quella degli abbonamenti tv. E allora bisogna rispettare chi ha il Cagliari nel cuore. Il vero tifoso, martedì, ha mangiato col groppone in gola la sua cena. O non l'ha fatto per rabbia e delusione. E' davvero sconcertante,d eludente e persino penoso vedere giocatori vagare per il campo come Ceter o vedere l'inconsistenza mentale di un coach che ha pensato solo a non prenderne sei. Anche se quattro palloni in saccoccia sono davvero brutta cosa. Giochi in serie A? Questa è la massima serie, caro Giulini. Lo sapevi? Pochi sconti per lui milanese e interista. I tifosi nerazzurri non fanno sconti. Perchè quelli rossoblù devono sentirsi umiliati come martedì sera? Antonello Lai

Calcio. Brutta sorpresa nell'uovo di Pasqua del Cagliari

Non una, ma quattro brutte sorprese dentro l'uovo di Pasqua di mister Lopez e dei suoi ragazzi. Al Sardegna Arena passa il Torino di Mazzarri con un rotondo 4 a 0. La squadra granata, dopo quattro sconfitte consecutive, ritrova la vittoria, dopo un primo tempo deludente. Con l'ingresso in campo di Ljaijc la partita del Torino prende un'altra piega. Al 16° del secondo tempo, mentre la difesa rossoblù probabilmente era impegnata a cercare le uova di Pasqua, Iago Falque ha aperto le danze, infilando la rete del Cagliari. Da questo momento per il Cagliari non c'è stata più storia.

Doping. Vicinanza di Lopez a Joao Pedro

Dopo lo stupore e la fiducia nella buona fede e nella correttezza del calciatore, arriva il messaggio di vicinanza del Mister rossoblù, Diego Lopez, che sull'accusa di doping per uso di un diuretico a carico dell'atleta brasiliano, ha dichiarato: "stiamo tutti vicini a Joao Pedro. Nulla da aggiungere a quanto già detto dalla società". La notizia ha travolto come un fulmine a ciel sereno tutto l'ambiente rossoblù, che ora si ritrova a dover rinunciare al trequartista, almeno per il tempo della sospensione da parte del tribunale antidoping.
Sottoscrivi questo feed RSS

32°C

Cagliari

Mostly Cloudy

Humidity: 41%

Wind: 28.97 km/h

  • 14 Aug 2018 32°C 22°C
  • 15 Aug 2018 31°C 24°C