Maltempo. Si contano i danni causati dallo scirocco

Passata la Pasqua e Pasquetta, in Sardegna si contano i danni causati dal maltempo. Protagonista il forte vento di scirocco, responsabile per numerosi disagi causati a persone e cose. A Cagliari la spiaggia del Poetto è stata letteralmente devastata dalla furia del mare in burrasca. Diversi e cospicui i danni causati a stabilimenti balneari e locali che popolano il litorale. Danni significativi anche nella costa sud orientale tra Villasimius e Costa Rei, mentre la statale 195 "Sulcitana", che collega Cagliari a Pula, nel tratto che consente l'accesso alla zona industriale di Macchiareddu, rimane ancora chiusa per consentire agli operatori dell'Anas di ripulire la carreggiata da alghe e detriti vari portati dalle onde.

Cagliari. Sequestrati gadget e accessori contraffatti, denunciato un soggetto

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle attività finalizzate al contrasto della contraffazione e alla tutela della sicurezza dei prodotti, hanno sottoposto a sequestro diversi articoli contraffatti (sciarpe) destinati alla minuta vendita. In particolare, in occasione del tour della cantante Alessandra Amoroso, nei pressi dei parcheggi della fiera campionaria, le Fiamme Gialle hanno predisposto uno specifico servizio di controllo che ha portato all'individuazione di diverse bancarelle improvvisate gestite da alcuni soggetti extracomunitari e non, intenti a vendere i loro articoli. Alla vista dei militari diversi di loro si sono dati alla fuga ma uno di essi, un cittadino italiano classe 1984, veniva bloccato in prossimità della propria bancarella e identificato attraverso gli accertamenti di rito. Tutta la merce rinvenuta sul posto veniva ritirata dai finanzieri. I prodotti, circa una trentina in tutto, sono risultati essere di buona fattura, ma ad un esame più approfondito, erano manchevoli di alcuni particolari o elementi distintivi che distinguono un prodotto originale da uno contraffatto. Il venditore abusivo e’ stato denunciato alla locale autorità giudiziaria e la merce rinvenuta sottoposta a sequestro.

Cagliari. Passeggiata Su Siccu nuovamente accessibile

Completati i lavori, entro sabato 20 aprile sarà nuovamente fruibile l'intero percorso della passeggiata di Su Siccu. Il cantiere, aperto un mese fa, ha riguardato l'abbattimento di un angolo cieco sul percorso pedonale, compresa la demolizione di parte delle vasche antincendio e il rifacimento del muro perimetrale del Comando Supporto Logistico della Marina Militare. L'intervento rientra nell'ambito del protocollo d'intesa stipulato nel 2004, con successivi accordi, tra il Comune di Cagliari, l'amministrazione Difesa e l'Autorità di Sistema portuale del Mare di Sardegna.

Cagliari. Deviazioni del traffico per il 25 aprile

In occasione della Festa del 73° Anniversario della Liberazione, nella via Alghero e nelle altre vie saranno istituite diverse deviazioni del traffico. In particolare, verrà istituita una breve interruzione del traffico veicolare durante il passaggio del corteo, nella fascia oraria 9.30-13.30, per il giorno 25.04.19, nelle vie: Alghero, Garibaldi, Sonnino (con sosta al parco delle Rimembranze), piazza Lippi, Sonnino, Bonaria (con sosta di piazza Lussu), piazza Amendola, Roma lato portici, Sassari, piazza del Carmine. Sempre per il giorno 25 aprile, in vigore il divieto di transito al traffico veicolare nella fascia oraria 9.00-13.30, su tutta la piazza del Carmine. In aggiunta, sarà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata, su ambo i lati della piazza, nella fascia oraria 00.00-13.30. Altre deviazioni interesseranno Via Crispi / via Sassari, dove verrà istituito l'obbligo di svolta a sinistra da via Crispi verso la via Sassari con direzione viale La Playa e piazza del Carmine/via Maddalena con obbligo di svolta verso il viale Trieste.

Cagliari. Porto Canale: luce di speranza in fondo al tunnel

Dopo le preoccupanti notizie dei giorni scorsi, connesse alla messa in liquidazione della Cict, società del gruppo Contship concessionaria della gestione dello scalo industriale di Macchiareddu, si vede una luce in fondo al tunnel. Pare infatti che all'ordine del giorno dell'assemblea dei soci, prevista per il 30 aprile, vi sia la ricomposizione delle perdite societarie. Una circostanza che fa sperare in una permanenza di Cict a Cagliari, con tutto quello che ne consegue dal punto di vista occupazionale. In ballo c'è il futuro di 700 lavoratori, includendo anche l'indotto. Alla notizia positiva notizia si aggiunge la possibilità che il colosso della logistica Hapag Lloyd possa continuare a mantenere almeno una parte, anche se limitata, dei suoi traffici nel porto di Cagliari. Intanto il Cacip, socio Cict all'8%, si sta impegnando per trovare anche una soluzione regionale per sbloccare tutti i problemi amministrativi (compresi quelli con la Soprintendenza), alla base dello stallo nella pianificazione di nuovi interventi. Impegno che riguarderebbe anche lo sblocco della situazione che ostacola il decollo di Zone economiche speciali e della Zona franca.

Lavoro. Assunzioni da McDonald's: oltre 50 nuovi posti di lavoro nel 2019

La catena di fast food statunitense ha reso noto di voler procedere all'assunzione di oltre 50 nuovi dipendenti nel corso del 2019. Presente in Sardegna con 14 ristoranti e più di 560 dipendenti, McDonald's sembra non soffrire la crisi cui si devono confrontare diverse aziende sarde operanti nel settore del food. In base a quanto comunicato dall'azienda, per poter sollecitare non è necessario avere precedenti esperienze professionali in quanto è previsto, in caso di assunzione, un apposito percorso di formazione in aula e on the job. Attraverso la formazione chiunque può ambire ad una posizione di maggior prestigio all'interno della catena. Di fatto grazie alle oltre 900.000 ore di formazione annuali, non sono pochi i dipendenti che crescono dal punto di vista professionale, fino a raggiungere posizioni manageriali. Tra le figure più rappresentative quella denominata del crew, del manager dello store manager. Previsti contratti di apprendistato o a tempo indeterminato.

Cagliari. Blitz mercato S. Elia: sequestro di ulteriore materiale contraffatto

Il bliz della Guardia di Finanza di Cagliari, effettuato durante il mercato domenicale di Sant’Elia, ha prodotto ulteriori sviluppi. Di fatto i finanzieri hanno ampliato lo spettro delle investigazioni e si sono recati presso l’abitazione dei due venditori, colti in fallo, nel Comune di Quartu Sant'Elena. Al suo interno, in prima battuta, i Baschi Verdi hanno rinvenuto scatole e bustoni contenenti ulteriore materiale contraffatto – non dissimile per tipologia e marchi riportati da quelli sequestrati su strada – pronti per essere commercializzati. Ma la scoperta più interessante è stata quella relativa al rinvenimento di un ingente quantitativo di etichette adesive ed in stoffa, riprodotte, per forma e dimensioni, in modo da essere applicate su scarpe, maglieria ed accessori “neutri” e trasformarli, almeno ad un primo sguardo, in prodotti del tutto simili agli originali. Infatti, prendendo ad esempio una scarpa, la stessa sembrava identica all’originale, ma, ad una osservazione più approfondita, i marchi apposti risultavano posticci e non perfettamente allineati, nonché, la suola non riportava i loghi del brand di appartenenza. L’abitazione dei due venditori è risultata così essere un luogo di vero e proprio assemblaggio dei prodotti illeciti, operazione che avveniva semplicemente con l’applicazione delle etichette grazie a colla e ferro da stiro, strumenti trovati in loco. Complessivamente, sono stati rinvenuti e quindi posti sotto sequestro, tra magliette felpe, pantaloni, scarpe ed occhiali, 849 prodotti nonché 6.617 etichette riportanti i marchi Fila, Converse, Nike, Colmar, Saucony Adidas e Timberland.

Cagliari. Sequestrati 290 articoli contraffatti a Sant'Elia

I Baschi Verdi della Guardia di Finanza, durante un controllo nel quartiere di Sant’Elia, sede di mercatino domenicale, hanno individuato una “bancarella” abusiva con esposte numerose paia di scarpe e articoli di maglieria. Alla vista dei Finanzieri, i due venditori hanno tentato di raccogliere velocemente la loro mercanzia, ma senza esito: i militari li hanno tempestivamente intercettati ed hanno iniziato le operazioni di identificazione dei soggetti e di riscontro della merce venduta. Attività di riscontro che hanno coinvolto anche l'autovettura dei due venditori, parcheggiata nei pressi della bancarella e utilizzata come magazzino per ulteriore merce da vendere. Complessivamente, sono stati rinvenuti 290 articoli non originali tra scarpe, capi d’abbigliamento e accessori, recanti marchi riconducibili a note case di moda, quali Nike, Adidas, Liu-Jo, Hogan, All-Star, Colmar, Saucony, Fred Perry, Fila, D&G, Armani, Gucci. Tutti gli articoli, a prima vista non dissimili dagli originali, presentavano un grado di contraffazione elevato, distinguendosi da quelli venduti tramite i canali ufficiali, per pochi e accurati dettagli, difficili da riprodurre senza i macchinari propri delle “case madri”. La merce è stata sottoposta a sequestro ed i venditori, 2 soggetti extracomunitari con regolare permesso di soggiorno, sono stati segnalati alla locale Autorità Giudiziaria per il reato di contraffazione. Dall’inizio dell’anno, complessivamente sono stati sequestrati 138.617 articoli contraffatti e segnali all’Autorità Giudiziaria 15 soggetti. Sono tutt’ora in corso approfondimenti investigativi volti a verificare i canali di approvvigionamento di prodotti contraffatti.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C