Cagliari. Rilevamento della velocità nel mese di marzo 2020

Il Corpo Polizia Municipale di Cagliari ha reso noto il calendario indicante i giorni e i luoghi in cui saranno operativi gli strumenti di controllo elettronico della velocità per il mese di marzo 2020: In particolare, le aree interessate sono:

Lunedì 2, Via Lungosaline 9-13;

Martedì 3, Strada Arginale Terramaini 14,30-19;

Mercoledì 4, Viale Monastir 9-13;

Venerdì 6, Asse Mediano 9-13;

Sabato 7, Viale Salvatore Ferrara 9-13;

Martedì 10, Via Lungosaline 14,30-19;

Mercoledì 11, Strada Arginale Terramaini 9-13;

Sabato 14, Viale Monastir 9-13;

Lunedì 16, Asse Mediano 9-13;

Mercoledì 18, Via Lungosaline 9-13;

Venerdì 20, Viale Monastir 9-13;

Lunedì 23, Via Lungosaline 9-13;

Martedì 24, Strada Arginale Terramaini 14,30-19;

Mercoledì 25, Viale Monastir 9-13;

Venerdì 27, Via Lungosaline 9-13;

Lunedì 30, Viale Salvatore Ferrara 9-13;

Martedì 31, Asse Mediano 14,30-19;

In caso di superamento dei limiti di velocità, verranno applicate le sanzioni previste dal Codice della Strada.

Cagliari. Ecologia e riciclo dei rifiuti tra i temi da inserire nel patto educativo degli istituti scolastici cittadini

A partire dall’inizio del prossimo anno scolastico 2020-2021, l’Amministrazione Comunale proporrà, per tutti gli Istituti scolastici cittadini, l’inserimento nel patto educativo degli argomenti a sostegno delle tematiche ecologiche e, in particolare del riciclo dei rifiuti, con il preciso intento di diffondere una rinnovata coscienza ambientale. Un’iniziativa che ha visto l’assessorato alla pubblica istruzione e quello all’ambiente lavorare di concerto. Come previsto dall'ordinamento scolastico, gli Istituti didattici (sulla base del DPR 235/2007, art. 3) sono tenuti a predisporre un patto educativo di corresponsabilità tra studenti, genitori e dirigenti scolastici. Su questa linea l’amministrazione Truzzu si è mossa con decisione. Famiglie, studenti, docenti e personale amministrativo si impegneranno dunque ad approfondire questi temi fondamentali per il benessere e il miglioramento della qualità della vita di tutti.

“La scuola – ha dichiarato il sindaco Truzzu - con l’alleanza tra famiglie e docenti è fondamentale. Sono poi importanti i tanti piccoli gesti quotidiani, quelle buone pratiche che aiutano la nostra città ad essere più pulita, più amata, più rispettata”.

“E’ una scelta strategica della nostra amministrazione, ci rivolgiamo soprattutto alle giovani generazioni la cui sensibilità ambientale è cresciuta negli ultimi anni”, così l’assessora alla Pubblica istruzione Rita Dedola e l’assessore all’Ambiente Alessandro Guarracino.

Con il patto educativo di corresponsabilità, i docenti si impegneranno a promuovere la divulgazione dei temi di sostegno ecologico e rafforzamento dei valori condivisi di riciclo dei rifiuti e così pure la famiglia si impegnerà a condividere tali valori. Un impegno infine dello studente ad acquisire consapevolezza, in particolare ponendo in essere tutte le attività che assicurino il massimo riciclo dei rifiuti.

Cagliari. Al via i controlli con il termoscanner nel porto cittadino

Il porto di Cagliari ha implementato da oggi i controlli con il termoscanner. L'iniziativa segue quanto stabilito dall'ordinanza della Giunta Regionale dello scorso 23 febbraio. In particolare, l'area dedicata ai controlli, imposti ai soli passeggeri dei traghetti in arrivo nell'Isola, è stata sistemata all'interno della zona "sterile", in prossimità dell'area di sbarco. Zona dove si trova anche una tenda adibita alle attività di controllo con il termoscanner. Prevista a breve l'estensione dei controlli anche agli scali di Porto Torres, Santa Teresa Gallura (per le corse con la Corsica), Golfo Aranci, Olbia e Arbatax. A regime i in tutti i sette porti verranno impegnati ogni giorno 20 medici, 20 infermieri, 80 volontari di Protezione civile e 20 funzionari della direzione generale.

Cagliari. Scoperto evasore totale che ha occultato al fisco ricavi per oltre 307 mila euro

La Guardia di Finanza, 2a Compagnia di Cagliari, a seguito di una una verifica fiscale nei confronti di una ditta con sede nel capoluogo ed operante nel settore della logistica, ha rilevato una evasione per oltre 307 mila euro. In particolare la ditta in questione non avrebbe dichiarato i ricavi relativi al periodo di imposta 2016 - 2018. L'attività di verifica delle Fiamme Gialle si inserisce nell'ambito del quotidiano controllo economico, con particolare riferimento alle merci viaggianti su strada, effettuato anche grazie alle informazioni disponibili nelle banche dati in uso al Corpo. Informazioni che sono state integrate con l'attività di ricostruzione analitica dell’effettivo volume d’affari realizzato dalla ditta verificata, attraverso l’analisi della documentazione extracontabile rinvenuta all’atto dell’accesso oltre che dai dati forniti dai clienti sia attraverso la banca dati “Spesometro” che attraverso questionari. Nello specifico, l’attività ispettiva ha consentito di rilevare, oltre l’omessa presentazione delle dichiarazioni annuali, l’occultamento di ricavi per 307.152 euro, costi indeducibili (appositamente inseriti in dichiarazione, nonostante non ne ricorressero i presupposti, per abbassare la base imponibile e pagare, di conseguenza, meno tasse) per 21.472 euro ed un’I.V.A. per 89.843 euro.

Cagliari. Mostra evento "Nuragica fino al 30 aprile alla Fiera

Un concentrato di cultura, tradizione, visione, storia vissuta e ancora da vivere. È tutto questo e molto altro la mostra-evento “Nuragica”. A Cagliari, nei padiglioni M e O del del Quartiere Fieristico di viale Diaz sino al prossimo 30 aprile. Fuori dagli schemi, Nuragica non espone alcun reperto originale. Tante sono però le ricostruzioni, i modellini, i pannelli illustrativi e le ambientazioni che hanno proiettato il sindaco Paolo Truzzu nei luoghi più significativi dell’antica civiltà sarda, tra tombe dei giganti, menhir, pozzi sacri, nuraghi, templi, capanne in pietra e personaggi di allora. Alla presentazione dell'evento hanno partecipato anche il primo cittadino di Cagliari, Paolo Truzzu e la vicepresidente della Regione Sardegna, Alessandra Zedda. Grazie alla realtà aumentata dei visori VR, hanno tutti potuto “camminare” in un villaggio nuragico. Insomma, un modo di raccontare la storia di un popolo, innovativo. Impeccabile l’accompagnamento narrativo delle guide della Cooperativa Sardinia Experience che ha organizzato la mostra, con il patrocinio di Comune e Regione. Per tutti, turisti e scolaresche comprese, Nuragica, adatta anche per chi non è un archeologo, è visitabile da lunedì a venerdì dalle 16 alle 21. Oltre al pomeriggio, nelle giornate di sabato e domenica è prevista l’apertura al mattino, dalle 10 alle 13.

Cagliari. Progetto Alimentis: fare, bene, presto

Al via a Cagliari il progetto Alimentis, nato con l'obiettivo di accrescere le opportunità di lavoro delle associazioni di volontariato, impegnate nel garantire i beni primari per le fasce più deboli della popolazione. L'iniziativa, resa possibile grazie alla partenship con La Fondazione Sardegna, Conad nord est, Abbi Group, Centro Cash, Caritas, Casa della Fraterna Solidarietà Onlus e Vincenziane, prevede che i prodotti alimentari in scadenza della grande distribuzione vengano elargiti alle persone in difficoltà. L’idea di fondo è quella di evitare lo spreco alimentare, prendendo le mosse dalla legge Gatti/Boselli, una normativa che non vuole la distruzione e dispersione di sostanze alimentari, ma la loro distribuzione gratuita agli indigenti. Il progetto vuole superare la dimensione prettamente assistenziale per giungere all’emancipazione e al miglioramento delle condizioni di vita di chi versa in condizioni di povertà estrema. Tutto questo puntando sulla possibili sinergie attuabili tra i partner dell'iniziativa, sul risparmio delle derrate alimentari fornite e anche sulla possibilità di acquisto di prodotti di vettovagliamento a prezzi solidali, reinvestendo le cifre non spese nell'acquisto di beni di prima necessità per le persone più bisognose.

Don Marco Lai direttore della fondazione San Saturino Caritas onlus ci parla del progetto: “Comune di Cagliari, Università di Bologna, Caritas Diocesana, Asl, Agenzia Regionale del Lavoro insieme in un sistema che permette di razionalizzare la solidarietà. Enti non governativi quali la Fondazione di Sardegna, la grossa distribuzione e la Società Civile, quella attenta e sensibile alle questioni dei poveri. Tutti insieme per creare una risposta sistemica rispetto alla occasionalità quotidiana degli interventi, offerti ai meno abbienti. Un atteggiamento culturale filantropico, un mondo solidale sui bisogni primari alimentari e di vestiario, che permette di dedicarsi alla promozione della persona, alla emancipazione, destinando le altre risorse alle progettualità che speriamo possano affrancare la gente dalla povertà”.

Linda Migliaccio racconta invece: “noi Vincenziane nasciamo 403 anni fa. Ci creò san Vincenzo de Paoli e siamo presenti in 53 paesi nel mondo: 1200 volontarie più altri cento e più volontari. Il nostro scopo è diventare amici è instaurare un rapporto di fraternità con le persone che sono in difficoltà e le difficoltà sono tante non solo economiche ma anche morali, psicologiche e connesse alle malattie. Per noi la povertà é intesa nel senso più universale della parola. Ha tante sfaccettature e in queste troviamo l’ispirazione per aiutare, per entrare in armonia con le persone bisognose per far sì che le stesse si possano confidare con noi. In questo contesto il progetto Alimentis ci consente di risparmiare importanti risorse economiche a valere sull'acquisto delle derrate alimentari. Risorse che possono essere utilizzate per il pagamento delle utenze. C'è tanta gente che non riesce neanche a comprarsi la bombola del gas”.

Cagliari. Mobilità sostenibile e intelligente, cinquemila partecipanti all’indagine dei ricercatori dell'ateneo cagliaritano

Giovedì 27 febbraio, dalle 16 alle 18, nell’aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura - via Marengo, n. 3 Cagliari - il rettore Maria Del Zompo apre i lavori “Cagliari, per una mobilità intelligente e sostenibile”. All’incontro prendono parte Italo Meloni (responsabile scientifico del progetto), Paolo Truzzu (sindaco di Cagliari), Alessio Mereu (assessore comunale Politiche mobilità). Il Programma Svolta-Cagliari è finanziato dal ministero dell’Ambiente (Programmi sperimentali spostamenti cittadini percorsi casa-studio-lavoro. Presentato nel 2017 dal Comune di Cagliari in collaborazione con il Cirem (Centro interuniversitario ricerche economiche e mobilità) il progetto è in partenariato con Università di Cagliari, Regione Sardegna, Arst, Ctm e Playcar. L'obiettivo è la riduzione di traffico, inquinamento, costi per i cittadini, economici e di stress. Per la sperimentazione è stato monitorato il centro storico e amministrativo della città - in particolare, i quartieri di Castello, Villanova, Marina, Stampace, La Vega, Sant'Alenixedda e San Benedetto - con la presenza di uffici di Comune, Regione e Università. In oltre cinquemila hanno partecipato alla prima fase dell’indagine “Svoltiamo” compilando il questionario on line redatto dal team di ricerca del Cirem. Gli specialisti diretti da Italo Meloni hanno per obiettivo lo studio delle abitudini di spostamento casa-lavoro e casa-università dei cittadini. Da qui, i suggerimenti di un’alternativa sostenibile e personalizzata per gli spostamenti quotidiani. In particolare, gli spostamenti pendolari che interessano giornalmente l'area metropolitana di Cagliari, da e verso i comuni limitrofi sono circa 211 mila. Più di 122 mila persone si spostano per lavoro/studio ogni giorno con destinazione Cagliari. Circa la metà sono spostamenti interni al capoluogo, il 38 e il 12 per cento sono movimenti provenienti da comuni appartenenti all'area vasta e esterni all'area vasta. In un giorno medio feriale si registrano nel capoluogo 170mila veicoli in ingresso. C'è un legame viscerale tra i cagliaritani e l'auto. “Il 78 per cento usa la macchina per i propri spostamenti, il valore più alto in Italia e ci sono 65 veicoli ogni 100 abitanti: solo Catania ne ha di più. Inoltre, sono 9.900 le ore sprecate nel traffico negli orari di punta” spiega Italo Meloni. Numeri da brividi. “Ogni giorno, in quest'area del capoluogo pari a cinque chilometri quadrati, entrano 110 mila auto, con picchi di 14 mila auto nell'ora di punta. L'obiettivo - aggiunge il docente di Pianificazione dei trasporti - è di scendere almeno a 11 mila”. Centomila euro di buoni premio. Il Cirem analizza gli spostamenti dei cittadini acquisiti con l’indagine Svoltiamo. E promuove alternative all’auto privata come il camminare, l’uso della bici e del trasporto pubblico, la mobilità condivisa. I cittadini che hanno compilato il questionario previsto dalla prima fase dell’indagine riceveranno un Piano personalizzato di viaggio (Ppv) che suggerisce soluzioni personalizzate, alternative e più sostenibili rispetto all’auto. Il tutto con informazioni utili a rafforzare la conoscenza sull'efficacia del cambio comportamentale, sul piano personale e collettivo. L’incentivo a comportamenti più virtuosi prevede Buoni di mobilità (voucher prepagati per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico, abbonamenti al car sharing, di biciclette e di monopattini elettrici) per un valore di centomila euro.

Cagliari. Presentato l'incontro tra Italia e Corea del Sud di Coppa Davis

Sarà una grande festa dedicata ai bambini di oggi ma a divertirsi ed emozionarsi saranno anche tutti coloro che bambini lo sono stati nei primi anni ottanta e che da venerdì 28 febbraio a domenica 1 marzo potranno tuffarsi nella edizione 2020 del “Cartoon Fest”. Ad ospitare l'evento il padiglione E della Fiera per una tre giorni dove sarà possibile spaziare dalle sedici mascotte ai giochi, passando per due cacce al tesoro, i laboratori e i tanti spettacoli in programma con la ciliegina sulla torta del Musical e dei cinque concerti live. Tra i protagonisti assoluti Giorgio Vanni, Douglas Meakin e Clara Serina che con la loro voce ripercorreranno le sigle di tanti cartoni animati molto conosciuti da piccoli e grandi fan. Dragon Ball, Candy Candy, Sampei, Lady Oscar e l'Uomo Tigre, solo per citare alcuni bravi di un repertorio sconfinati che, alternandosi nelle tre serate, i cantanti faranno rivivere al pubblico della Fiera. I dettagli del Cartoon Fest sono stati illustrati oggi, in una apposita conferenza stampa che si è tenuta nella Sala del Retablo del Palazzo Civico di Cagliari. A fare gli onori di casa è stato l'Assessore alle Attività Produttive e Turismo, Alessandro Sorgia.

“Stiamo lavorando – ha commentato l'Assessore Sorgia – perché questo diventi un appuntamento fisso anche per i prossimi anni. Sarà l'occasione per i bambini ma soprattutto per i grandi, di tornare indietro con gli anni e di vivere delle grandi emozioni. E allo stesso tempo, nell'ottica di un turismo destagionalizzato e aperto a vari aspetti, sarà una ottima occasione per promuovere la nostra città”.

Il Contest dei Cosplayer, il Mondo di Harry Potter e quello delle Lego, completeranno una manifestazione distribuita su cinquemila metri quadri all'interno dei quali troveranno spazio anche le giostre e i gonfiabili per i più piccoli.

“Mi servirebbero quattro concerti per cantare tutti e sessanta i miei brani” il pensiero di Clara Serina che ha preso parte all'incontro con la stampa. “Sono contenta di poter partecipare perché sarà una bella occasione per tornare indietro negli anni. Le mia canzoni, infatti, abbracciano quattro generazioni e per me è una soddisfazione immensa, soprattutto quando mi sento dire da qualche adulto che ho accompagnato la sua infanzia o che la mia voce, dopo quella delle loro mamme, è quella più dolce che abbiano sentito nella loro vita”.

Emozioni che Clara Serina vuole trasmettere, insieme agli altri suoi colleghi, sul palco dell'iniziativa organizzata dall'Associazione Culturale “Invitas” e da Media Eventi. Sono intervenuti alla conferenza, nella loro veste di promotori dell'iniziativa, Alessia Littarru e Ivan Scarpa. Cancelli aperti, dunque, alla Fiera dalle 10 alle 20 con orario continuato nelle tre giornate e ticket fissato a 5 euro che comprende gli intrattenimenti, la Caccia al tesoro e gli spettacoli in programma. I bambini fino a tre anni compiuti pagheranno un solo euro.

Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module