Assemini. Arriva il ministro leghista Centinaio

In occasione del prossimo turno elettorale, sbarca ad Assemini Gian Marco Centinaio, ministro dell'Agricoltura, con prossima delega al Turismo. Arrivato per sostenere il candidato del centrodestra, l'esponente del governo gialloverde ha speso diverse parole su temi di grande attualità per la nostra isola quali le difficoltà del mondo agricolo, il problema dell'insularità, il turismo ecc. In questo senso ha affermato di voler sentire nei prossimi giorni il presidente della Regione "per capire le reali esigenze e fare un piano straordinario della Sardegna". In particolare, per quanto riguarda il tema del turismo, Centinaio ha dimostrato una certa apertura per verificare con attenzione, insieme al mondo dell'impresa e delle istituzioni, il ddl sull'urbanistica che prevede incrementi volumetrici nei 300 metri dal mare, sottolineando tuttavia il suo fermo no per costruzioni a ridosso del mare. Relativamente al tema della continuità il ministro ha ribadito quanto già noto, ovvero il problema del costo dei trasporti per chi decide di giungere nell'isola.

Assemini. Incidente stradale: muore motociclista di Decimomannu

E' accaduto questa mattina lungo la Statale 130 ad Assemini. Un motociclista di 53 anni, che transitava sulla 130 in direzione Iglesias, giunto all'altezza del primo incrocio di accesso al paese di Assemini, si è trovato davanti una Fiat Panda che si apprestava a svoltare a sinistra. Il conducente dell'auto, probabilmente intimorito dall'arrivo della moto, che procedeva a velocità sostenuta, ha deciso di andare dritto. Una manovra dell'ultimo momento che potrebbe aver disorientato il motociclista che, in maniera totalmente autonoma, perdeva il controllo della moto e andava a sbattere contro un palo. L'urto ha fatto sbalzare dal mezzo il centauro che, dopo un volo di oltre 50 metri è finito a terra. Intervenuti sul posto, i soccorsi nulla hanno potuto per cercare di rianimare il malcapitato.

Bracconaggio. Operai dell'Agenzia Forestas beccati con le mani nel sacco

Il Nucleo Investigativo Regionale del Corpo forestale ha scoperto sette operai dell'agenzia Forestas che, invece di controllare il perimetro del parco regionale di Gambarussa, nel territorio tra Capoterra e Assemini, praticavano il bracconaggio. Gli animali uccisi (daini, cervi e cinghiali) venivano successivamente venduti al mercato nero. Non paghi, i sette avrebbero anche rubato della legna dal parco. Un comportamento che ha comportato la loro iscrizione nel registro degli indagati con le accuse di furto, peculato e ricettazione.Tra il materiale recuperato durante le perquisizioni nelle abitazioni degli indagati, gli uomini del Nucleo Investigativo del Corpo Forestale Regionale e quelli dell'Ispettorato di Cagliari hanno trovato corna e teschi di cervo, oltre ad un quintale di carne, trappole, lacci, reti e tagliole utilizzate per uccidere le prede. Ora si attende l'esito delle indagini per cercare di risalire all'identità dei soggetti ai quali veniva venduta la legna e, soprattutto la selvaggina.

Assemini. Inquinamento: progetto pilota per verificare lo stato di salute dei cittadini

E' stato denominato "referto epidemiologico comunale". E' il progetto pilota realizzato in collaborazione con Isde (International Society of Doctors for Environment), Medici per l'Ambiente e Snirg Foundation. Si tratta di uno strumento scientifico di indagine finalizzato a verificare in breve tempo lo stato di salute della cittadinanza nei centri urbani più esposti a inquinamento ambientale. Di fatto l'area su cui insiste il Comune di Assemini è inclusa tra quelle che, per la concentrazione di attività fortemente inquinanti, è stata classificata dallo Stato sito di interesse nazionale per le bonifiche. Claudia Zuncheddu, dei medici Isde, ha sottolineato l'importanza del progetto in quanto basato su uno studio scientifico retrospettivo in grado di rivelare dati certi sulle cause di mortalità, in un determinato arco di tempo, tra i residenti del comune. "L'acquisizione del referto, per Assemini, è una scelta importante soprattutto di fronte ad attività inquinanti che richiedono controlli ed interventi immediati" - evidenzia Zuncheddu - richiamando l'attenzione sul tema dell'assunzione immediata delle responsabilità da parte di chi ha causato l'inquinamento.

Assemini. Rubano al supermarket minacciando la cassiera con un coltello. Arrestati

Due senegalesi, senza regolare permesso di soggiorno, si sono resi protagonisti di una rapina nel supermercato Pam-Amelia, in via Corsica ad Assemini. I due si sono introdotti all'interno del supermercato prelevando numerose confezioni di pesce surgelato per un bottino di circa 300 euro. Avendo intuito le loro intenzioni, la cassiera ha cercato invano di bloccarli in quanto minacciata con un coltello. Allertati dalla stessa cassiera i Carabinieri hanno impiegato poco a rintracciare ed arrestare i due extracomunitari illegali, recuperando la merce rubata e il coltello. L'episodio, risalente a sabato sera, segue ad altri furti verificatisi nei giorni scorsi la cui responsabilità, secondo i Carabinieri, potrebbe essere ascrivibile agli stessi senegalesi arrestati.

Assemini. Rubano al supermarket minacciando la cassiera con un coltello

Un cagliaritano di 24 anni è stato arrestato dai Carabinieri per tentata rapina ad un edicolante di via Abruzzi. L'episodio risale alle prime luci dell'alba quando il rapinatore si è presentato davanti all'edicolante con una bottiglia in mano, ordinandogli di consegnare l'incasso. Purtroppo per lui, il proprietario dell'edicola non si è fatto intimorire ed ha reagito, facendo scaturire una collutazione. Dopo aver colpito al volto l'edicolante, il ventiquattrenne è fuggito. Poco dopo è stato catturato dai militari del Radiomobile della Compagnia di Cagliari ed è stato arrestato.

Assemini. Vignetta sessista per l'assessora alla Cultura

L'assessora alla cultura del Comune di Assemini è stata oggetto di una vignetta sessista pubblicata sul profilo Facebook "Comix Assemini". Nello specifico è stata pubblicata un'immagine ritoccata dell'assessora attraverso la quale i cittadini vengono invitati a partecipare alla "Sagra del würstel", con tanto di scritta "vi aspetto" dentro la nuvoletta e due würstel che richiamano un fallo a corredo della vignetta. Un gesto che ha suscitato lo sdegno dei colleghi di Giunta dell'assessora che hanno sottolineato la viltà dell'attacco subito con "squallide immagini sessiste pur di denigrare i componenti della Giunta". Ancora più risoluto il primo cittadino, Mario Puddu, che ha commentato: "un disegno che lascia pochi spazi a dubbi. Questa non è ironia, ma solo becero maschilismo". Ma a sorprendere il sindaco di Assemini e la sua Giunta è l'indifferenza di certi esponenti regionali e locali, in altre occasioni "scandalizzati per questo volgare modo di far ironia".

Assemini. Vignetta sessista per l'assessora alla Cultura

In base ai dati elaborati dall'osservatorio regionale dell'ACI, le principali cause di incidente stradale nel cagliaritano sarebbero originate da un uso improprio di cellulari, eccessiva velocità, e disattenzione verso ciclisti e motociclisti. Problematico anche il rapporto tra automobilisti e pedoni, spesso coinvolti in incidenti mortali. L'indagine dell'ACI, riferita agli ultimi sette mesi del 2017 e riguardante Cagliari e hinterland, fa registrare un numero di vittime pari a 20, in crescita rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso (sei). Nello specifico, gli incidenti mortali registrati nel capoluogo sono stati sette, cinque nell'hinterland. Le vittime della strada nel Medio Campidano sono state cinque, dato invariato rispetto allo scorso anno. In merito al Sulcis dall'inizio dell'anno i morti sono stati tre.
Sottoscrivi questo feed RSS

22°C

Cagliari

Sunny

Humidity: 84%

Wind: 22.53 km/h

  • 14 Aug 2018 32°C 22°C
  • 15 Aug 2018 30°C 23°C