Assemini. Inquinamento: progetto pilota per verificare lo stato di salute dei cittadini

E' stato denominato "referto epidemiologico comunale". E' il progetto pilota realizzato in collaborazione con Isde (International Society of Doctors for Environment), Medici per l'Ambiente e Snirg Foundation. Si tratta di uno strumento scientifico di indagine finalizzato a verificare in breve tempo lo stato di salute della cittadinanza nei centri urbani più esposti a inquinamento ambientale. Di fatto l'area su cui insiste il Comune di Assemini è inclusa tra quelle che, per la concentrazione di attività fortemente inquinanti, è stata classificata dallo Stato sito di interesse nazionale per le bonifiche. Claudia Zuncheddu, dei medici Isde, ha sottolineato l'importanza del progetto in quanto basato su uno studio scientifico retrospettivo in grado di rivelare dati certi sulle cause di mortalità, in un determinato arco di tempo, tra i residenti del comune. "L'acquisizione del referto, per Assemini, è una scelta importante soprattutto di fronte ad attività inquinanti che richiedono controlli ed interventi immediati" - evidenzia Zuncheddu - richiamando l'attenzione sul tema dell'assunzione immediata delle responsabilità da parte di chi ha causato l'inquinamento.

Assemini. Rubano al supermarket minacciando la cassiera con un coltello. Arrestati

Due senegalesi, senza regolare permesso di soggiorno, si sono resi protagonisti di una rapina nel supermercato Pam-Amelia, in via Corsica ad Assemini. I due si sono introdotti all'interno del supermercato prelevando numerose confezioni di pesce surgelato per un bottino di circa 300 euro. Avendo intuito le loro intenzioni, la cassiera ha cercato invano di bloccarli in quanto minacciata con un coltello. Allertati dalla stessa cassiera i Carabinieri hanno impiegato poco a rintracciare ed arrestare i due extracomunitari illegali, recuperando la merce rubata e il coltello. L'episodio, risalente a sabato sera, segue ad altri furti verificatisi nei giorni scorsi la cui responsabilità, secondo i Carabinieri, potrebbe essere ascrivibile agli stessi senegalesi arrestati.

Assemini. Rubano al supermarket minacciando la cassiera con un coltello

Un cagliaritano di 24 anni è stato arrestato dai Carabinieri per tentata rapina ad un edicolante di via Abruzzi. L'episodio risale alle prime luci dell'alba quando il rapinatore si è presentato davanti all'edicolante con una bottiglia in mano, ordinandogli di consegnare l'incasso. Purtroppo per lui, il proprietario dell'edicola non si è fatto intimorire ed ha reagito, facendo scaturire una collutazione. Dopo aver colpito al volto l'edicolante, il ventiquattrenne è fuggito. Poco dopo è stato catturato dai militari del Radiomobile della Compagnia di Cagliari ed è stato arrestato.

Assemini. Vignetta sessista per l'assessora alla Cultura

L'assessora alla cultura del Comune di Assemini è stata oggetto di una vignetta sessista pubblicata sul profilo Facebook "Comix Assemini". Nello specifico è stata pubblicata un'immagine ritoccata dell'assessora attraverso la quale i cittadini vengono invitati a partecipare alla "Sagra del würstel", con tanto di scritta "vi aspetto" dentro la nuvoletta e due würstel che richiamano un fallo a corredo della vignetta. Un gesto che ha suscitato lo sdegno dei colleghi di Giunta dell'assessora che hanno sottolineato la viltà dell'attacco subito con "squallide immagini sessiste pur di denigrare i componenti della Giunta". Ancora più risoluto il primo cittadino, Mario Puddu, che ha commentato: "un disegno che lascia pochi spazi a dubbi. Questa non è ironia, ma solo becero maschilismo". Ma a sorprendere il sindaco di Assemini e la sua Giunta è l'indifferenza di certi esponenti regionali e locali, in altre occasioni "scandalizzati per questo volgare modo di far ironia".

Assemini. Vignetta sessista per l'assessora alla Cultura

In base ai dati elaborati dall'osservatorio regionale dell'ACI, le principali cause di incidente stradale nel cagliaritano sarebbero originate da un uso improprio di cellulari, eccessiva velocità, e disattenzione verso ciclisti e motociclisti. Problematico anche il rapporto tra automobilisti e pedoni, spesso coinvolti in incidenti mortali. L'indagine dell'ACI, riferita agli ultimi sette mesi del 2017 e riguardante Cagliari e hinterland, fa registrare un numero di vittime pari a 20, in crescita rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso (sei). Nello specifico, gli incidenti mortali registrati nel capoluogo sono stati sette, cinque nell'hinterland. Le vittime della strada nel Medio Campidano sono state cinque, dato invariato rispetto allo scorso anno. In merito al Sulcis dall'inizio dell'anno i morti sono stati tre.

Assemini. Esplosione in una abitazione. Ferita una donna

Probabilmente a causa della fuoriuscita di gas da una bombola di gpl, questo pomeriggio si è verificata una esplosione presso un'abitazione di via Firenze. A rimanere lievemente ustionata, una donna che, sentendo l'odore del gas proveniente dalla cucina, ha cercato di capire cosa stesse succedendo ed è stata investita dall'esplosione. Carabinieri e Vigili del Fuoco hanno attivato le indagini per ricostruire la dinamica dell'incidente.

Caso Aias. Solidarietà del sindaco di Assemini ai dipendenti senza stipendio

Il sindaco di Assemini domani mattina sarà presente presso la struttura Aias del paese per portare la sua solidarietà ai dipendenti che, ormai da mesi, non ricevono lo stipendio, incluso il lavoratore che ha iniziato lo sciopero della fame. Una situazione definita dal primo cittadino come "surreale", presa a cuore dal M5S che, grazie alla senatrice Manuela Serra, giungerà fino a Palazzo Madama, attraverso un’interpellanza sulla vicenda, per chiedere al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti se è a conoscenza della situazione. Ma soprattutto, se risulta vero che la Asl ha pagato l’Associazione, come mai quest’ultima ancora non ha pagato i propri dipendenti. Sulla vicenda, il sindaco asseminese ha inoltre sottolineato: “lo sciopero della fame dei lavoratori Aias, senza stipendio da nove mesi, è l’ennesima dimostrazione che in Sardegna si sta toccando il fondo. Come sindaco di Assemini, come uomo e rappresentante delle Istituzioni, sono vicino ai dipendenti che da tempo non ricevono ciò di cui hanno diritto, e rimandiamo al mittente tutte le accuse che i vertici sardi dell’Associazione Italiana Assistenza Spastici stanno rivolgendo alla Regione e ai Comuni, fra i quali quello che rappresento, colpevoli – a loro modo di dire – di non essere in regola con i pagamenti dovuti. Ai vertici sardi Aias chiediamo che ognuno, per quel che compete, si prenda le giuste e proprie responsabilità. Come Movimento 5 Stelle saremo sempre al fianco dei lavoratori perché vogliamo contribuire nel fare chiarezza su questo meccanismo di responsabilità che rimbalzano da una parte all’altra, colpendo – purtroppo – sempre e solo dipendenti Aias e pazienti”.

Assemini. Algerino minorenne arrestato per tentata rapina

Un algerino di 17 anni, ospite presso il centro di accoglienza di Assemini, è stato arrestato dai Carabinieri per tentata rapina. Il minorenne avrebbe aggredito una ragazzina di 15 anni cercando di sottrarle il telefonino. L'episodio si è svolto in via del Carmine. Il giovane, dopo aver avvicinato la vittima, la avrebbe strattonata per poi tentare di prenderle con la forza il cellulare che aveva in mano. Non riuscendoci è fuggito. Immediato l'intervento dei Carabinieri che sono riusciti a trovare il giovane algerino che poi è stato arrestato. Ora viene ospitato presso il centro di prima accoglienza per minori di Quartucciu.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari