Terza Età. La longevità dei sardi protagonista sulla statunitense CNN

In evidenza Terza Età. La longevità dei sardi protagonista sulla statunitense CNN
Un documentario sull'invecchiamento di successo dei sardi. A trasmetterlo è la famosa emittente statunitense CNN che ha puntato la lente sugli condotti dall'equipe di ricerca composta da Maria Pietronilla Penna, docente di Psicologia generale, Chiara Fastame e Paul Hitchcott, ricercatori del Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell'Università di Cagliari. In particolare l'emittente punta ad approfondire e chiarire se il segreto della longevità sarda è attribuibile alla vita sociale che conducono i nostri anziani. A fornire utili indicazioni in tal senso sono proprio i due ricercatori che di fatto evidenziano il ruolo svolto dalla rete sociale nel promuovere il benessere psicologico degli anziani delle aree della longevità. Condizioni ottimali di vita rinvenibili soprattutto nella "zona blu", un territorio compreso tra l'Ogliastra e la Barbagia in cui si registra un elevato numero di centenari. Nello specifico quanto rilevato e documentato da Fastame e da Hitchcott mette in risalto che gli anziani della "zona blu" vengono considerati una risorsa per la loro comunità, in quanto depositari delle conoscenze e delle tradizioni locali e come tali sono ancora produttivi e socialmente coinvolti in diverse attività. Tra le altre peculiarità che emergono dagli studi effettuati sugli anziani delle aree interne, l'evidenza di una migliore memoria, minori segni di depressione e un maggiore livello di soddisfazione rispetto agli anziani delle aree rurali del Nord Italia.
Ultima modifica ilMercoledì, 07 Febbraio 2018 19:53

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Cagliari