Sanità. Riorganizzazione dei laboratori di analisi

In evidenza Sanità. Riorganizzazione dei laboratori di analisi
La rete sarda dei laboratori di analisi verrà riorganizzata. E' quanto stabilito dalla Giunta Regionale che ha approvato ieri la proposta dell’assessore della Sanità, Luigi Arru, basata sull’Accordo del 2011 tra Governo, Regioni e Province autonome su “Criteri per la riorganizzazione delle reti di offerta diagnostica di laboratorio”. Interessate dal provvedimento tutte le strutture pubbliche e private che erogano prestazioni di base e specialistiche di laboratorio (tossicologia, ematologia, microbiologia, citoistopatologia, virologia, microscopia clinica, biologia molecolare, genetica medica). Alla base della decisione l'esigenza di superare l’attuale organizzazione, considerata frammentata ed eccessivamente settoriale. Entro novanta giorni dall’approvazione della delibera verranno definite le modalità di erogazione, i requisiti di struttura e di qualità, le tipologie e i volumi di attività delle strutture specialistiche per patologie genetiche e dei laboratori di genetica medica (citogenetica, genetica molecolare e biochimica, immunogenetica, citogenetica, genetica oncologica). In attesa dell’adozione del documento con i nuovi requisiti, non potranno essere rilasciate nuove autorizzazioni alla realizzazione e nuovi accreditamenti.
Ultima modifica ilMercoledì, 06 Aprile 2016 08:26

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Cagliari