Piste ciclabili. Sardegna prima in Italia per aumento percentuale dei percorsi

Un trend, quello delle piste ciclabili, che ha visto in Sardegna una moltiplicazione dei tracciati, aumentati del 301,5% nell'arco di sei anni (2011 - 2016). Oltre alla Sardegna, prima su scala nazionale per presenza di piste ciclabili, la Sicilia, con un aumento dei tracciati del 91% e la Basilicata (+ 73,1%). La concentrazione maggiore dei circuiti per le due ruote si registra nei comuni capoluogo (anche delle ex province), dove la lunghezza dei percorsi è quasi quadruplicata (da 20,4 a 81,9 chilometri). Cagliari emerge quale centro con le piste ciclabili più lunghe (62 km nel 2016, con un aumento dell'839,4% rispetto al 2011). Segue Carbonia (7,4 km nel 2016, dato invariato rispetto al 2011), Olbia (5 km nel 2016; non è disponibile il dato relativo al 2011), Oristano (3,8 km nel 2016, + 18,8% sul 2011), Sassari (2,4 km nel 2016, + 9,1% sul 2011) e Tortolì (1,3 km nel 2016, + 30% sul 2011). Non pervenuti i dati 2011 - 2016 per i comuni di Nuoro, Tempio Pausania, Lanusei, Sanluri, Villacidro e Iglesias. L'indagine è stata elaborata grazie ai dati del Centro Studi Continental su dati Istat. A livello nazionale, durante il periodo di riferimento (2011 - 2016) la lunghezza delle piste ciclabili nei comuni capoluogo di provincia è passata da 3.592,2 km a 4.370,1 km, con un aumento del 21,7%. Le regioni in cui ci sono più piste ciclabili sono Emilia Romagna (1.285,8 km), Lombardia (707,6 km) e Veneto (538,9 km).

Rischio incendi. Resta alto il pericolo anche per mercoledì 18

Confermato dalla Direzione Generale della Protezione Civile della Regione Sardegna, il Bollettino di previsione di pericolo incendio anche per la giornata di domani, mercoledì 18 luglio. Il pericolo è alto ed è contraddistinto dal colore arancione. Le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, l'evento, se non tempestivamente affrontato, può raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente contrastabile con le forze ordinarie, ancorché rinforzate, potendosi rendere necessario il concorso della flotta statale.

Incendi. Martedì 17 ad alto rischio

Pericolo incendio alto per martedì 17. È quanto comunicato dalla Direzione Generale della Protezione Civile della Regione Sardegna, attraverso un apposito bollettino. Nello specifico, il pericolo è alto ed è contraddistinto dal colore arancione. In questo stato, le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, l'evento, se non tempestivamente affrontato, può raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente contrastabile con le forze ordinarie, ancorché rinforzate, potendosi rendere necessario il concorso della flotta statale.

Incendi. Attenzione alle alte temperature

L'ondata di calore che farà lievitare le temperature fino a 42 gradi in alcune zone dell'Isola, ha spinto la Protezione Civile Regionale ad emettere un bollettino di allerta con codice arancione in tutto il sud Sardegna, nel Sulcis, nell'Oristanese, nel centro e nord ovest. Di fatto la giornata di sabato 14 luglio è stata definita ad alto rischio incendi. Le condizioni climatiche che caratterizzeranno il fine settimana sono tali per cui, occorre prestare la massima attenzione in caso di principio di incendio. Infatti, se non tempestivamente affrontato, il fuoco potrebbe raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente domabile e le sole forze ordinarie, ancorché rinforzate, potrebbero non essere sufficienti. Una situazione di pericolo che renderebbe necessario il concorso della flotta statale. Il bollettino della Protezione Civile indica una pericolosità media per tutto il resto della Sardegna(codice giallo).

Sassari. Campagna contro l'azzardopatia

Parte da Sassari la campagna contro l'azzardopatia promossa dall'associazione Crew e finanziata dall'assessorato regionale della Pubblica istruzione. Alla presentazione del progetto “Azzardopatia – Scomettiamo su di te”, finalizzato alla sensibilizzazione sui rischi derivanti dal gioco d'azzardo patologico, erano presenti la consigliera regionale Daniela Forma, prima firmataria di una proposta di legge regionale per contrastare il gioco d'azzardo patologico, insieme al consigliere regionale Raimondo Caciotto e al presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau. Proprio lo stesso Ganau ha sottolineato che "quello che serve è una sensibilizzazione contro i rischi per combattere la ludopatia, che sia strutturata in maniera capillare per contrastare un fenomeno che oggi coinvolge soprattutto i giovani. Manca indubbiamente un quadro normativo regionale che metta a sistema le attività di prevenzione e informazione. Per questo a fine maggio è stata depositata una proposta di legge, prima firmataria la consigliera regionale Daniela Forma insieme al consigliere regionale Raimondo Caciotto, oggi qui presente insieme a me per ringraziare l'associazione Crew e i comuni coinvolti in un progetto importante per il quale il Consiglio regionale è pronto a fare la propria parte. "La proposta - ha continuato il Presidente del Consiglio Regionale - prevede un intervento organico da parte della Regione Sardegna, attraverso la definizione di un piano biennale che stabilisce le attività in ordine alla prevenzione, alla cura e riabilitazione dei soggetti problematici e patologici. Le azioni sono mirate a sensibilizzare sui rischi del fenomeno, i minori, i più deboli e le persone economicamente disagiate, quelli più esposti a questo tipo di patologia che oggi è stata riconosciuta anche livello nazionale tra i livelli essenziali di assistenza. La proposta è al momento ferma in sesta commissione – ha chiarito il presidente del Consiglio – il mio impegno sarà quello di sollecitare la discussione affinché il testo possa arrivare il più rapidamente possibile in Aula per un'approvazione definitiva della legge e avere così dei chiari riferimenti normativi anche nella nostra Regione». All'incontro con la stampa erano presenti Lisa Benvenuto dell'associazione Crew, capofila del progetto, l'assessora alle Politiche sociali del comune di Sassari, Monica Spanedda, il sindaco e la consigliera comunale di Alghero, Mario Bruno e Giusy Piccone e Marco Ladu dell'associazione Mondo X. Il progetto di sensibilizzazione, sostenuto anche dai comuni di Sassari e Alghero prevede la promozione di trenta incontri pubblici in tutta l'isola, il coinvolgimento di venti istituti scolastici, eventi teatrali, attività di animazione, comunicazione e informazione e anche la realizzazione di due concorsi per la creazione di un videospot. Lunedì 16 luglio sarà il comune di Alghero ad ospitare il primo degli incontri nei territori, mentre il comune di Sassari accoglierà la manifestazione conclusiva di tutto il progetto prevista a novembre.

Sant'Anna Arresi. Nuovo sbarco di migranti

Le spiagge del Sulcis confermano il loro appeal per i migranti che decidono di raggiungere il nostro Paese. Ultimo in ordine di tempo lo sbarco presso la spiaggia di Porto Pino di questa mattina. In totale sono giunti nell'isola 11 algerini, di cui 10 uomini e una donna, tutti in buone condizioni di salute. L'ennesimo sbarco nelle spiagge del Sulcis segue quelli degli ultimi giorni che, complici le favorevoli condizioni climatiche, hanno fatto registrare l'arrivo di 33 migranti nelle ultime 48 ore. Tutti quanti, dopo le visite mediche di rito, sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir.

Meteo. Condizioni avverse per alte temperature

La Protezione Civile Regionale ha diramato un avviso di condizioni meteo avverse per onda di calore. In particolare dalle 11 di venerdì 13 luglio fino alle 19 di sabato 14 luglio le temperature massime sull'isola raggiungeranno valori molto elevati e su gran parte dell'isola. Le zone più critiche interessate dall'ondata di calore sono quelle localizzate sul settore orientale, dove le temperature potranno raggiungere o superare i 40 gradi, soprattutto nelle zone interne e sull'oristanese e parte del Sulcis.

Oristano. Arriva il Gas Naturale Liquefatto

La società Edison Spa ha ottenuto il rilascio della concessione demaniale marittima - della durata di 50 anni - per una superficie a terra di 11.140,24 mq e relativo specchio acqueo di 7.857,46 mq. per la realizzazione di un banchinamento a supporto dell'approdo di navi gasiere, a servizio di un deposito costiero di Gnl (Gas Naturale Liquefatto) e di unità navali che intenderanno utilizzare Oristano come hub mediterraneo per l'approvvigionamento di carburante. L'area interessata è quella portuale di Oristano, lungo il canale navigabile sud del porto industriale. Oltre al via libera per la concessione demaniale, il Comitato di Gestione dell'AdSP del Mare di Sardegna ha espresso parere favorevole anche l'iter procedurale per la creazione di un ulteriore impianto a Porto Torres.
Sottoscrivi questo feed RSS

27°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 81%

Wind: 35.40 km/h

  • 20 Jul 2018 32°C 20°C
  • 21 Jul 2018 31°C 23°C