BANNER 300X250

Cagliari. Secondo appuntamento per " Tea talks": l'arte è servita all'ora del tè, 27 e 28 febbraio

Tutto pronto per il secondo appuntamento del ciclo di incontri Tea talks al Palazzo Doglio il 27 e il 28 febbraio dalle 16:30 alle 18:00. Un'iniziativa ideata dai Musei Civici di Cagliari con Palazzo Doglio, che vede coinvolti, durante i fine settimana, gli storici dell’arte dei prestigiosi Musei cittadini. Tutti impegnati nella divulgazione delle collezioni permanenti e delle mostre temporanee in corso, attraverso una mini-conferenza in presenza. Durante gli appuntamenti i partecipanti potranno seguire 30 minuti di presentazione corredata da bellissime immagini a cura degli specialisti, che si tratterranno a disposizione dei presenti per eventuali approfondimenti sui temi trattati. In particolare, per l'appuntamento del 27 e 28 Febbraio ad essere protagonista é "La Collezione Siamese, i tesori di un re". Di fatto i Musei Civici di Cagliari possiedono una delle più prestigiose Collezioni di Arte orientale a livello mondiale, oggi in parte esposta all’interno del Museo d’Arte Siamese, sito presso la Cittadella dei Musei. Si tratta di una raccolta donata dal Collezionista Stefano Cardu agli inizi del Novecento dove sono presenti circa 1300 pezzi di oggetti vari, come armi, argenti, libri manoscritti, statuine d’avorio e svariati oggetti di uso quotidiano, provenienti dalla Cina, dal Giappone, dal Laos, dalla Birmania, dall’India e soprattutto dal Siam, l’attuale Thailandia. I manufatti, di inestimabile valore, coprono un vasto arco cronologico ma la maggior parte, per lo più siamesi, sono databili al XIX secolo e provengono dalla corte dei re della dinastia dei Rama. A completamento dell'iniziativa, per ogni sabato e domenica, dalle 10:00 alle 18:00, sarà attivo il bookshop pop-up all'ingresso di Palazzo Doglio, dove sarà possibile acquistare i volumi di approfondimento dei temi trattati di volta in volta e dove si potranno acquistare, eccezionalmente, i biglietti della Galleria Comunale d'Arte e del Museo d'Arte Siamese ad un prezzo ridotto. La partecipazione ai Tea Talks, organizzata nel pieno rispetto delle attuali norme di sicurezza, è su prenotazione chiamando il numero 070 64640 oppure inviando una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Nuova Programmazione Europea e Agenda Industria: animazione territoriale della Regione per i migliori input progettuali

Si é svolto questa mattina un incontro sui fondi europei e sulle opportunità di investimento per l'isola nell'ambito delle attività di "Agenda Industria". Presenti i rappresentanti delle aziende Eurallumina, Fluorsid e Portovesme ai quali si é rivolta Anita Pili, assessore regionale dell’Industria.

“Stiamo coordinando un’attività di animazione coi maggiori player dell’Isola per dare vita ad una strategia pubblico-privata che consenta di intercettare risorse all’interno della nuova programmazione europea - ha dichiarato l'esponente della Giunta Regionale. E’ importante accogliere idee da parte del settore privato per poterle inserire nel progetto istituzionale, creando una strategia di sistema fondamentale per lo sviluppo industriale della Sardegna secondo le principali linee d'azione dell'Unione Europea. Un tema decisivo per il nostro futuro industriale è quello della transizione energetica - ha aggiunto la Pili - e vogliamo condividere un percorso strategico che intercetti le opportunità finanziarie europee".

Come precisato dall'assessore, i prossimi incontri si svolgeranno mercoledì 24 e venerdì 26 febbraio. Ad essere coinvolti altri player industriali, suddivisi secondo il tipo di attività svolta. Alla fine verrà fatta una sintesi di tutte le idee che le aziende avranno trasmesso, attraverso un tavolo conclusivo.

Cagliari. Pronto il secondo dei tre video di sensibilizzazione contro l'abbandono irregolare dei rifiuti

Prosegue l’azione di contrasto all’abbandono irregolare dei rifiuti ideata dall'Amministrazione Comunale che ha predisposto un secondo video di sensibilizzazione per la campagna “Basta abbandoni”. Di fatto, per tenere la città pulita e sgombra dai rifiuti, oltre al quotidiano impegno del Comune con le operazioni di pulizia straordinaria in alcune zone della città e con i continui controlli che vengono messi in atto da una apposita sezione del Corpo di Polizia Municipale, occorre un comportamento più corretto da parte dei cittadini. In città sono presenti diversi impianti di telecamere che hanno consentito di individuare e sanzionare pesantemente coloro che hanno abbandonato i rifiuti. Un problema che sta creando parecchi disagi in termini di salute pubblica e di decoro urbano, ma anche di spese considerato il costo degli interventi di natura straordinaria. Attraverso la realizzazione di tre brevi video - il secondo dei quali é già online sul sito istituzionale del Comune - il Servizio Igiene del Suolo ha voluto lanciare lo slogan “Basta abbandoni – Combatti con noi gli incivili” per cercare di sensibilizzare la città sia sull'importanza di non abbandonare rifiuti con le modalità non consentite, sia sul fatto di denunciare chi si macchia di tali comportamenti irrispettosi per Cagliari e per chi, invece, si comporta secondo le regole. Per contrastare il fenomeno degli abbandoni di rifiuti sul territorio cittadino, è stato inoltre creato un indirizzo mail al quale sarà possibile inviare le segnalazioni di comportamenti vietati che verranno sanzionati. Chiunque volesse dare il proprio contributo, potrà farlo inviando una mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Incidente Cossu. Il messaggio di Nicolò Barella

L'ex rossoblù, Nicolò Barella, compagno di squadra di Andrea Cossu nel Cagliari, ha fatto una dedica speciale al suo ex collega, in questo delicato momento. "Forza Andre", é la scritta che campeggia sulla maglietta di Barella, che con questo gesto gli ha dedicato la vittoria nel derby. Intanto Cossu, rimane ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Brotzu, in condizioni stazionarie.

Cagliari. Scontro tra due auto, feriti due giovani

E' accaduto questo pomeriggio in via Is Cornalias. A scontrarsi una Opel Agila, condotta da un 24 enne e una Fiat 500, condotta da una 36 enne. Entrambi i giovani sono stati trasportati all'ospedale Brotzu e al Policlinico in codice rosso, anche se non sarebbero in pericolo di vita. Ancora da chiarire la dinamica dell'incidente, al vaglio della Polizia Municipale.

Alghero. Progetto pilota di gamification per il turismo

Si chiama MedGaims, è l’acronimo di “Mediterranean GAmifIcation for Memorable tourist experienceS”. La parola “Gaims” è il frutto di un primo livello di cooperazione tra i quattro Stati coinvolti Italia, Libano, Giordania e Spagna. L'iniziativa, finanziata dall'Unione Europea nell'ambito dei progetti ENI CBC MED, prevede un finanziamento totale di 2 milioni 300 mila euro. Di questi, 2 milioni 100 mila euro finanziati dall’Unione Europea e il restante 10% co-finanziato dai governi nazionali. Di questa somma, 400 mila euro sono andati alla Fondazione Alghero che coordina il programma per la Sardegna e rappresenta l'unica città italiana coinvolta. Quattro i paesi, sette le organizzazioni, trentasei i mesi di durata complessiva del progetto - dal 1° settembre 2019 al 31 agosto 2022 - e un obiettivo comune: rivoluzionare la tradizionale visita ai siti culturali, utilizzando tecniche e tecnologie della gamification, trend internazionale in ascesa nell’ambito delle politiche innovative per la promozione turistica e culturale. Tale metodologia, già sperimentata con successo in alcuni sistemi museali, utilizza le tecnologie messe a punto dalle giovani start-up per innovare e rendere unica l’esperienza del viaggio mediante l’applicazione del game design a nuove forme di fruizione dei luoghi turistici. La Fondazione Alghero ha selezionato le aziende aggiudicatrici di 60 mila euro per la realizzazione dei giochi che dovranno essere pronti e fruibili dal pubblico per l’estate 2021. Il bando, promosso in contemporanea tra i partner europei, ha visto partecipare game designer di tutta l’area euro-mediterranea, e ha dato luogo a livello locale, ad Alghero, ad una sfida in due “hackathon” svolti nei mesi di ottobre e novembre in forma virtuale a causa della pandemia. Premiate le idee di gioco di cinque squadre italiane, di cui due sarde. Ai cinque vincitori sono assegnati i 60mila euro di finanziamento per la realizzare di cinque giochi, due digitali per un massimo di quindici mila euro ciascuno, e tre analogici da dieci mila euro. Le due aziende sarde - di Cagliari e Alghero - sono le società ideatrici dei giochi digitali. Tra i principali output individuati, oltre alla creazione di nuove realtà occupazionali, anche il coinvolgimento delle realtà economiche già esistenti sul territorio: attraverso un lavoro di mappatura dei luoghi oggetto di gamification, si favorirà l’incontro tra domanda e offerta. Ad essere premiate le attività coinvolte che rispondono maggiormente a criteri di sostenibilità. Il lavoro della gamification agisce sulla memoria esperienziale attraverso tre dimensioni: portare il turista fuori, dentro e dopo il viaggio, ovvero, al di là dei percorsi turistici convenzionali, per coinvolgere ogni fascia di pubblico e in ogni periodo dell’anno; consentire un’immersione nella storia e nella cultura del luogo grazie alla duplice esperienza reale e virtuale – quest’ultima agendo da preludio all’esperienza reale e al contempo, permettendo al turista di riviverla grazie al gioco. L’obiettivo a lungo termine è l’estensione ad altre realtà del territorio regionale.

Macchiareddu. Cessione cloro-soda: la Regione invita Eni ad un confronto

Continua a destare preoccupazione l’incertezza che aleggia intorno alla cessione di Eni a Macchiareddu, sia per quanto riguarda il futuro stesso dell’impianto, sia per le garanzie relative al mantenimento dei livelli occupazionali. Preoccupazione ribadita dal Presidente della Regione Christian Solinas, che ancora una volta invita Eni ad un confronto con la Regione e con le parti sociali prima di procedere alla cessione dell’impianto, circondata fino ad oggi da poca chiarezza e caratterizzata da una totale mancanza di confronto con la Regione e dall’unilaterale mancata applicazione degli accordi precedentemente siglati. Ad aumentare l’incertezza concorrono anche recenti provvedimenti della magistratura, che limiterebbero l’operatività dell’amministratore delegato del Gruppo che dovrebbe rilevare, a quanto si apprende, l’impianto di Assemini.

"Alla Società, sottolinea Solinas, la Regione chiede scelte accorte e condivise, nell’attuazione di una strategia che deve necessariamente passare per il rispetto degli accordi sulle bonifiche e la riconversione degli impianti situati in Sardegna. Le ragioni della Sardegna sono state ribadite nel corso dell’ultima videoconferenza tenutasi il 25 gennaio con il Mise."

"Ora, aggiunge l’Assessore all’Industria Anita Pili, deve essere aperto un tavolo di trattativa che sia utile per fissare impegni ufficiali sia sull’operatività e il futuro dell’impianto di Assemini, sia per il mantenimento del livello occupazionale, come giustamente sollecitano i lavoratori che in questi giorni hanno intensificato la loro lotta."

Barumini. "Su Nuraxi" scelto per il cortometraggio di Antonio Marras

Lo stilista e artista algherese, Antonio Marras, in partnership con la Fondazione Sardegna Film Commission, presenta “Su Nuraxi”, cortometraggio che in forma di fiaba utilizza la suggestiva cornice della Reggia del nuraghe di Barumini per presentare la sua collezione di prét-à-porter per l’autunno 2021. Il video verrà diffuso a partire dal 26 febbraio, durante la prossima settimana della moda milanese che prevede un calendario - dal 23 febbraio al 1° marzo - per lo più digitale a causa delle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria. La moda diventa così un linguaggio per raccontare mondi interconnessi, realtà ancestrali, possibilità offerte dalla bellezza. In particolare, lo stilista algherese ripropone ancora una volta le radici della sua terra facendo “sfilare” le sue creazioni all’interno di uno short movie girato nel complesso nuragico di Barumini, uno dei 55 siti italiani inseriti dall’Unesco nella World Heritage List in quanto comprende l’esemplare meglio conservato di tutti i nuraghi sardi, importante testimonianza dell’ingegno e delle abilità costruttive di una comunità preistorica. Il villaggio di Barumini racconta all’odierno visitatore la storia della civiltà millenaria che ne ha abitato il territorio per un lunghissimo periodo di tempo databile tra l’età del Bronzo e il III secolo d. C. Marras trasforma le sue modelle nelle “fate Tanittas” che secondo la leggenda abitavano il Nuraghe, e che in tempo di pandemia si trasformano in portatrici di un messaggio di speranza. Un'iniziativa che coinvolge 150 persone per 3 giorni di lavori sulla scena - dal 15 al 17 febbraio - in cui viene garantito il pieno rispetto del protocollo di sicurezza anti Covid-19 anche grazie alla scelta di girare il film-sfilata in spazi aperti. Marras aveva scelto la Sardegna anche nel 2018 nel presentare in anteprima nazionale lo spettacolo teatrale “Mio cuore, io sto soffrendo” al Teatro Massimo di Cagliari. In aggiunta, molte campagne pubblicitarie delle sue linee vengono ambientate nei dintorni di Alghero: numerosi sono i rimandi alla sua terra d’origine nella sua opera, che spaziando dalla moda alle arti visive in un dialogo continuo tra tutte le arti, crea un’alchimia che da sempre nutre la creatività del designer. Per Marras non esistono confini geografici e la realizzazione del video vuole dimostrare che in Sardegna, terra generosa e fertile di idee, si è in grado di realizzare eventi con risorse locali degne dei grandi show delle capitali della moda mondiali, anche grazie alla partnership con la Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Autonoma della Sardegna, al sostegno della Fondazione Barumini Sistema Cultura, Comune di Barumini e a Sardegna Teatro.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module