Università Cagliari. Open day Saras con studenti di Ingegneria meccanica e chimica

Nell’ambito del programma #DigitalSaras, si è tenuto oggi L'Open Day - Laboratorio Industry 4.0 - presso il sito industriale Sarlux di Sarroch. Per l'occasione l'azienda di raffinazione petrolifera ha invitato gli studenti del corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica e chimica. L’evento - curato da Pier Francesco Orrù, docente di Sistemi di ingegneria industriale dell'Università di Cagliari, si inserisce all'interno delle strategie dell'Ateneo volte a rafforzare i rapporti e le relazioni con le aziende del territorio e in particolare con il gruppo Saras. Tema principale dell’Open Day, quello riguardante il programma di digitalizzazione della raffineria con le cosiddette “tecnologie abilitanti”. Ovvero, cloud, big data e data analysis, industrial internet, cyber security e augmented reality. Nel programma sono state individuate ottanta possibili applicazioni, definite quelle prioritarie e un team dedicato ha già avviato le prime otto sperimentazioni: di queste, una verrà presentata oggi nel dettaglio. Ai lavori ha preso parte anche Dario Scaffardi, vice presidente esecutivo e direttore generale Saras spa, Carlo Guarrata, amministratore delegato Sarlux srl, Giuseppe Citterio, direttore pianificazione e sviluppo.

Cervelli sardi all'estero. Borsa di studio e premio per lo specializzando in radiologia

Si chiama Giuseppe Corrias, lo specializzando della scuola diretta da Luca Saba all’Università di Cagliari, che viene premiato dall’Issnaf e prosegue le ricerche nel prestigioso Memorial Sloan Kettering cancer center di New York. Laurea in Medicina nel 2013 conseguita all’Università di Cagliari e specializzando all'ultimo anno in radiologia, Corrias ha ricevuto un premio da 10.500 dollari dall’Issnaf, Fondazione scientifica senza scopo di lucro costituita da specialisti italiani negli Stati Uniti. Il quasi trentenne, originario di Arzana, è impegnato da alcuni mesi nello studio e nella ricerca di eccellenza in ambito diagnostico nel settore oncologico. La borsa di studio finanziata dall’Issnaf (Italian scientists and scholars in North America foundation - http://www.issnaf.org ) è basata sui lavori di ricerca sul cancro con particolare attenzione alla risonanza magnetica e alla tomografia computerizzata. Oltre al premio degli scienziati residenti nel Nord America, lo specialista ogliastrino è stato premiato anche dalla rete Globus: un riconoscimento legato alla destinazione di alto pregio scientifico. Il suo tutor al Memorial Sloan Kettering è il professor Lorenzo Mannelli. Tra le tematiche oggetto di studio, le metodiche di imaging nella risonanza, nella Tac e nella Pet, con particolare attenzione ai tumori su fegato e pancreas. Un settore in cui la radiologia ha un ruolo chiave. Il successo di Corrias rispecchia l'importante ruolo svolto dalla scuola di Radiologia dell'Ateneo Cagliaritano, un centro riconosciuto anche a livello internazionale per lo sviluppo delle tematiche più attuali, una formazione innovativa, tecnologie e dinamiche cliniche all’avanguardia, relazioni e confronto con i più accreditati centri di ricerca al mondo. “Stiamo investendo molto in ambito neurologico, neuro-vascolare, vascolare, ginecologico ed oncologico. La capacità - spiega Luca Saba, ordinario di Diagnostica per immagini e radioterapia del dipartimento Scienze mediche e sanità pubblica dell’Università del capoluogo – di formare giovani arricchendoli di competenze internazionali, rappresenta un elemento di crescita futura per il nostro sistema sanitario e accademico. La nostra collaborazione con la Fondazione - sottolinea il professor Saba - si è aperta quest’anno a seguito di una serie di conferenze sull'immagine oncologica tenute un ateneo da Lorenzo Mannelli”. Il programma di scambio dell’Università di Cagliari, denominato Globus, promuove la mobilità studentesca in ambito extraeuropeo e consente di trascorrere un periodo di studio o tirocinio in atenei e centri di ricerca non europei. Inoltre, permette di svolgere anche altre attività formative, quali tirocini, frequenza di corsi e superamento di esami e, in alcune sedi specifiche, ricerca volta a preparare la tesi finale.

Cagliari. L'Ateneo in disaccordo con il ministero per le asserite criticità delle scuole di specializzazione

Le criticità sollevate dall'Osservatorio del ministero dell'Istruzione in merito all'operatività delle tre scuole di specializzazione dell'Ateneo cagliaritano (Nefrologia, Chirurgia Generale e Merdicina dello Sport), hanno suscitato la ferma reazione del rettore, Maria Del Zompo, che si prepara a sostenere le controdeduzioni del caso. Di fatto il rischio è quello della chiusura, con evidenti conseguenze per tutta la popolazione studentesca della Sardegna. Le nuove regole del ministero impongono il raddoppio del corpo docente per tutte le scuole di specializzazione, senza però tener conto di particolari situazioni, come quella tutta sarda, caratterizzata dalla vastità del territorio, dalla bassa densità abitativa e dai servizi di trasporto tutt'altro che adeguati. "Il nostro corpo docente - ha sottolineato Del Zompo - è congruo e numericamente adeguato". E per quanto riguarda le nuove regole, il rettore conferma la volontà degli Atenei di impegnarsi per rispondere ai requisiti stabiliti dal ministero "compatibilmente con la progressiva diminuzione delle risorse statali". Intanto si punta a guadagnare del tempo prezioso per l'adeguamento completo ai nuovi criteri. In questo senso viene fatto un appello al mondo politico sardo.

Lavoro. Progetti di creazione d’impresa per immigrati. Dura reazione di Cappellacci

E' stato presentato questa mattina nella sede della Prefettura, a Palazzo Regio, il progetto "Diamante Impresa" attivato dall’Assessorato regionale del Lavoro. Nello specifico, si tratta di otto progetti di iniziativa d’impresa, destinati a circa duecento immigrati, finanziati con fondi appositamente dedicati del Fondo Sociale Europeo 2014-2020. All'incontro erano presenti il Prefetto Tiziana Giovanna Costantino, il vicesindaco della Città metropolitana di Cagliari Fabrizio Rodin e l’assessore regionale del Lavoro Virginia Mura. E mentre quest'ultima esprime la sua soddisfazione per essere riusciti a finanziare questa iniziativa, dall'opposizione in Consiglio Regionale piovono le critiche. In particolare, ad esprimere il proprio dissenso è il coordinatore regionale di Forza Italia - Sardegna, Ugo Cappellacci. L'ex govrenatore non le manda a dire e attacca la Giunta Regionale commentando: “due milioni di euro per ‘imprenditori immigrati’: è questa la priorità della Giunta di centro-sinistra? Rileviamo che 8 soggetti percepiranno 250 mila euro ciascuno per “accogliere circa 200 immigrati, selezionati tra 600 candidati, per guidarli a diventare imprenditori. Il centrosinistra non tenti di buttarla sulla disputa tra buoni e cattivi o di giocarsi il jolly del razzismo perché i beneficiari diretti del bando sono enti “italianissimi” e i migranti sono solo i destinatari finali. Intorno a loro e alle ‘fabbriche dell’immigrazione’ sta fiorendo una vera e propri filiera economica: l’unico settore sostenuto in Sardegna. Nell’assoluto immobilismo su tutti i settori e in particolare in quello delle politiche attive per il lavoro, ci sono progetti come questo che invece vedono la massima dedizione della Giunta regionale. E’ evidente – ha concluso Cappellacci- che questa giunta, che ignora i settori tradizionali della nostra economia e che si limita ad attuare i compitini di partito, non merita di stare un solo secondo alla guida della Sardegna”.

Università Cagliari. Accordo di collaborazione tra Ateneo e Accenture

Fornire un contributo efficace alla realtà economica e occupazionale sarda che scaturisce dall’incontro tra l’alta formazione e il mondo scientifico e imprenditoriale. E' questo l'obiettivo di fondo alla base dell'accordo di collaborazione sottoscritto dall’Università degli Studi di Cagliari e Accenture. Presente in Italia da 60 anni con 12.000 dipendenti sparsi su tutto il territorio nazionale a Cagliari Accenture, insieme ad Avanade, ha inaugurato nel 2015 il centro di competenze tecnologiche che impiega attualmente circa 300 persone in prevalenza laureati in Informatica, Ingegneria, Matematica e Fisica e con un’età media di 27 anni. Il centro, focalizzato sulla formazione di nuovi talenti, ha da tempo sviluppato importanti sinergie con l’Università di Cagliari. L'accordo di collaborazione rappresenta un'importante opportunità per il futuro lavorativo degli studenti universitari. In questo senso è proprio il Managing Director Accenture Technology Global Delivery Network, Raffaele D'Orsi a sottolineare che dal bacino universitario di Cagliari vengono selezionati talenti competenti e motivati che poi vengono occupati nel territorio. In base alle dichiarazioni del manager Accenture, nell’arco dei prossimi due anni l'obiettivo è quello di procedere all'assunzione di almeno 100 persone. Soddisfazione da parte del Rettore dell'Ateneo cagliaritano, Maria Del Zompo, che ha commentato: “questo accordo va nella direzione che l’Università degli Studi di Cagliari ha intrapreso e intende rafforzare nel tempo. Fare cultura, intensificando sempre più il rapporto con il territorio è il nostro obiettivo. Siamo molto soddisfatti dell’intesa con Accenture, che si aggiunge a quelle raggiunte con altre importanti realtà del settore. Ci auguriamo che con il loro centro di competenze tecnologiche possa crescere la collaborazione sia nei progetti di ricerca sia nella formazione post laurea e post diploma, in cui l’Università degli Studi di Cagliari recita un ruolo di primo piano”.

Formazione. Cerimonia di consegna diplomi per il Master "International Hotel Management"

Si terrà martedì 4 aprile, dalle ore 12, presso l’Aula Magna del Rettorato (in via Università 40), la cerimonia di consegna dei diplomi per il master denominato "International Hotel Management. Il percorso formativo, organizzato dall'Università di Cagliari in collaborazione con il Forte Village Resort e l'Agenzia Regionale del Lavoro, rappresenta un’opportunità formativa d’eccellenza per i futuri professionisti del segmento lusso del settore alberghiero. Vari i docenti che si sono alternati durante tutta la durata del master, provenienti sia dal mondo accademico, sia da prestigiose realtà professionali del settore alberghiero. Buone anche le prospettive di lavoro per i partecipanti. Il 25% dei corsisti ha ottenuto prima della fine del master un’offerta di lavoro e ci si attende che il 95% dei corsisti lavori in una struttura alberghiera di lusso entro tre mesi dalla fine del master.

Formazione. Pubblicato il catalogo formativo Flexicurity per giovani disoccupati

Il SIL Sardegna ha pubblicato l'offerta formativa proposta dalle Agenzie Formative a valere sull'Avviso Flexicurity, Linea 2 della Regione Sardegna. Finalizzato al reinserimento occupazionale di soggetti in stato di disoccupazione, per poter accedere agli interventi formativi previsti dall'Avviso è necessario rivolgersi al CSL di riferimento. Dopo aver verificato l'interesse e la rispondenza delle competenze alla frequenza del percorso di formazione, il CSL raccoglie le diverse disponibilità, fase necessaria per la composizione delle classi. I corsi a catalogo sono diversi con durata fino a 400 ore, inclusa la fase di stage aziendale ed è prevista la certificazione delle competenze acquisite. Tra l'offerta formativa più interessante, quella riguardante il settore dei servizi alla persona. Un ambito in continua evoluzione a causa dell'invecchiamento continuo della popolazione e le migliorate prospettive di vita.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari