Comune Cagliari. Adesione alla Giornata Nazionale del Trekking Urbano

Quello del trekking urbano è un evento nazionale che valorizza il turismo esperienziale e che promuove la possibilità per il turista e per il cittadino di scoprire in maniera inedita le città d'arte, puntando sulla destagionalizzazione dei flussi turistici. Il trekking urbano è un’attività che coniuga sport, arte, gusto e voglia di scoprire gli angoli più nascosti e curiosi delle città, attraverso itinerari caratteristici non sempre oggetto di visite guidate: una forma di turismo libera e ricca di sorprese, adatta a tutte le età, senza un particolare allenamento preventivo. Oltre ad essere un’attività che fa bene al fisico e alla mente, il trekking urbano fa bene alle città perché permette di far conoscere nuovi luoghi oltre alle zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargare il raggio delle visite alle aree meno conosciute dei centri urbani e prolungare i soggiorni. L’idea è nata nel 2002 dal Comune di Siena e sin dalle prime edizioni è stata sposata da altre città. Il Trekking Urbano ha conquistato un numero sempre crescente di amanti di una moderata attività sportiva all’insegna della curiosità, grazie a percorsi che coniugano la salubrità di attività all’aria aperta, con la scoperta dell’arte e della bellezza. Giunto alla sua settima adesione, il Comune di Cagliari, per l'edizione 2018, ha condiviso la tematica enogastronomica individuata per l'occasione, dal titolo “Raccontami come mangi e ti dirò chi sei”. Al centro dell'iniziativa la realizzare percorsi che coniughino il trekking urbano alla tradizione enogastronomica oltre che all'arte, al paesaggio e alla cultura e agli aneddoti presenti nella nostra città. Tre gli itinerari previsti, in programma mercoledì 31 ottobre (Biddanoa Tour), giovedì 1 novembre (quartieri di Castello e Villanova, guida in lingua inglese, con degustazioni in una casa tipica) e venerdì 2 novembre (Castello, con aperitivo molecolare in uno dei palazzi storici del quartiere). Informazioni e prenotazioni ai numeri (+39) 393 4417811-(+39) 392 0508181, oppure via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Comune Cagliari. Accertamenti sulla manifestazioni Saperi e Sapori

Il Servizio Attività produttive e Turismo del Comune di Cagliari sta effettuando accertamenti sullo svolgimento della manifestazione "Saperi e sapori" organizzata dalla associazione Cataleja nel Corso Vittorio Emanuele durante lo scorso fine settimana. Le verifiche riguardano il mancato rispetto delle condizioni contenute nell’autorizzazione rilasciata, in particolare quelle relative al mancato rispetto della tipologia di merce e di allestimento diverso da quello descritto nel programma presentato. Ulteriore violazione delle prescrizioni sono state riscontrate sull’aspetto della pulizia dell’area durante e dopo l'appuntamento. L'eventuale accertamento di infrazioni potrà comportare il ritiro delle autorizzazioni concesse per i prossimi appuntamenti.

Cagliari. In Municipio i 19 della International Summer School

Hanno illustrato i principali aspetti storici, artistici e istituzionali del Palazzo comunale di via Roma. E hanno spiegato il funzionamento del Consiglio, il presidente Guido Portoghese insieme alla consigliera Benedetta Iannelli, la collocazione in Sala dei consiglieri, sindaco e giunta, le modalità di votazione e risposto alle domande dei 19 giovani provenienti da tutta Europa, a Cagliari sino al 7 ottobre per la seconda edizione della International Cooperation Summer School. “Una visita, quella di oggi, dal forte valore simbolico”, perché “il Municipio è la casa dei cittadini”, ha detto Portoghese facendo riferimento alle specificità del Capoluogo e alla cultura dell’accoglienza, dell’integrazione e della cooperazione con “realtà geograficamente anche molto lontane”. La Summer School prevede seminari informativi e formativi, testimonianze di esperti, workshop, attività di gruppo legate al settore della cooperazione internazionale, progettazione europea, con spazi dedicati a escursioni, serate interculturali e visite alle istituzioni. Come quella di stamani al Comune, esempio concreto dell’impegno concreto sul fronte della cooperazione internazionale, con un protocollo d’intesa con il Senegal. “L'idea – ha spiegato Benedetta Iannelli nella doppia veste di consigliera comunale e rappresentante Acli Sardegna che ha promosso l’evento insieme a Ipsia - è che i giovani di diversi paesi possano incontrarsi, discutere, condividere crescita personale e professionale, conoscere le tradizioni e le culture di altri paesi. Un'esperienza in ambiente multiculturale, dove giocare, studiare e lavorare fianco a fianco, che contribuisce a far capire che ogni persona che viene da un altro paese è portatrice di conoscenza, esperienza e abilità”. Sabato 6 ottobre alle 18 all’Hostel Marina (Scalette san Sepolcro), sfilata di presentazione dei capi creati dalle donne senegalesi.

Cagliari. Riqualificazione dell'hotel Mediterraneo

Superare lo stallo nella riqualificazione dell'hotel Mediterraneo e restituire sicurezza e decoro all'area tra la Basilica di Bonaria e il lungomare di Su Siccu: è l'obiettivo dell'incontro che si è tenuto nei giorni scorsi tra l'assessora all'Urbanistica Francesca Ghirra e la società Reistar, proprietaria della struttura, nella persona dell'amministratore unico. L'appuntamento è stato utile anche per ribadire le motivazioni del blocco degli interventi di riqualificazione: dopo l'avvio dei lavori (settembre 2014) risulta oggi che la società Reistar, a causa di un contenzioso con la ditta esecutrice, non possa accedere alla sua proprietà. Sarà il Tribunale di Roma a prendere decisioni nel merito della vicenda. Nell'attesa della sentenza, che non riguarda in nessun modo l'Amministrazione, il Comune ha voluto condividere con la società un percorso per restituire decoro all'area compresa tra il viale Diaz e il viale Colombo, in una zona di pregio culturale e paesaggistico. Il risultato è una diffida, firmata dal dirigente del servizio Edilizia Privata, con cui si chiede alla società di “effettuare il completamento dell’intervento edilizio previsto, provvedendo, altresì, alla rimozione immediata di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l'incolumità pubblica e privata, per il decoro urbano e l’estetica dell’ambiente, nello specifico dell’area prospettante la Piazza Paolo VI ed il Viale Armando Diaz”. Inoltre, “ nelle more del completamento dell’intervento in oggetto dovranno essere approntati, entro il termine di giorni 30 (trenta) dalla data di notifica della presente diffida, tutte quelle opere necessarie per mitigare l’impatto visivo attuale della porzione di fabbricato incompiuto, mediante l’apposizione di idonea pannellatura o di teli protettivi che raffigurino l’immagine futura del fabbricato”. La diffida, che segue un sopralluogo da parte della sezione di Vigilanza Ambientale del Corpo di Polizia Municipale, tiene conto del fatto che nell’ambito del territorio comunale devono essere eliminate tutte le situazioni che determinano pericolo per la pubblica e privata incolumità e il deturpamento del decoro urbano e dell’ambiente. Nel caso specifico, inoltre, sono fondamentali i motivi legati all'importanza culturale e paesaggistica della zona. Durante l'incontro si è registrata da parte della società proprietaria dell'immobile la massima disponibilità per un intervento che vada nella direzione della sicurezza e del decoro così come indicata dal Comune.

Cagliari. Al via la consultazione pubblica sul nuovo portale del Comune di Cagliari

Il Comune di Cagliari avrà presto un nuovo portale istituzionale, progettato secondo le Linee Guida di design dei siti della Pubblica Amministrazione emanate da AGID, l'Agenzia per l'Italia Digitale. La nuova progettazione migliorerà la qualità dei servizi interattivi offerti ai cittadini e potrà semplificare e velocizzare l'accesso alle informazioni, in coerenza con i portali istituzionali di ogni pubblica amministrazione. Il primo passo verso il nuovo portale del Comune è una consultazione pubblica, attiva e partecipata, grazie alla quale saranno i cittadini stessi a contribuire alle scelte strategiche per la progettazione del sito istituzionale: partire dall'esperienza quotidiana degli utenti è un passaggio fondamentale per incrementare l'erogazione di servizi digitali in chiave di accessibilità, trasparenza e comunicazione più efficace, attraverso gli approfondimenti di tutte le tematiche di interesse per ciascuna tipologia di utente (cittadini, esercenti attività, visitatori, istituzioni e la stessa Pubblica Amministrazione). “Lavoriamo a un nuovo modello di governance - sottolinea l’assessore all’Innovazione tecnologica e Comunicazione istituzionale Claudia Medda - nel quale le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione diventano uno strumento fondamentale per modificare il rapporto tra la Pubblica amministrazione, i cittadini, le imprese e tutti i portatori di interesse. La velocità e l’interattività, rese possibili dal ricorso alle nuove tecnologie, consentono di realizzare forme efficaci di partecipazione dei cittadini alle politiche pubbliche”. La consultazione pubblica è suddivisa in due fasi cui si accederà tramite SPID (il sistema pubblico di identità digitale). Durante la prima, che si concluderà entro il 15 settembre, sarà messo a disposizione degli utenti il prototipo dimostrativo del sito per poterne visionare la nuova struttura e il prototipo grafico ad alta definizione per misurarne l'accessibilità: saranno i cittadini che parteciperanno alla consultazione a esprimere le proprie valutazioni, attraverso la compilazione di un questionario. L'elenco di quesiti, strutturato in maniera aperta, offre al cittadino la possibilità di esprimersi su alcuni temi importanti con risposte a domande specifiche ma anche quella di portare idee e suggerimenti generali o commenti liberi sui singoli contenuti in consultazione. La seconda fase, immediatamente successiva, prevede di raccogliere e analizzare i risultati del questionario per inserirli nel processo di progettazione del nuovo sito istituzionale. Entro la prima settimana di ottobre verrà messo a disposizione online il prototipo navigabile in modo da valutare appieno le funzionalità, l’interfaccia e l’esperienza d’uso. Il test pubblico terminerà lo stesso mese di ottobre. Dopo la consultazione e i test sui prototipi la fase di progettazione si concluderà con il test di usabilità, determinante per gli obiettivi efficienza e partecipazione, da concludersi entro il mese di novembre 2018. La versione base del nuovo portale sarà online per la consultazione entro la fine dell’anno

Cagliari. Con l'arrivo del caldo sono attivi i sistemi di previsione e informazione

Il Comune di Cagliari ha aderito al Sistema Nazionale di previsione e prevenzione degli effetti del caldo sulla salute, coordinato dal Ministero della Salute in collaborazione con il Centro per la prevenzione ed il controllo delle malattie (CCM). Grazie a questo sistema è possibile gestire il coordinamento delle attività locali di prevenzione e l'attivazione del Sistema nazionale di previsione/allerta per ondate di calore, denominato Heat Health Watch Warning System (HHWWS), che consente di modulare gli interventi di prevenzione in base ai livelli di rischio climatico. Tale Sistema sarà operativo nel capoluogo sardo e in altri ventisei tra capoluoghi di Regione e Comuni con oltre duecentomila abitanti, dal 15 maggio al 15 settembre. L'Amministrazione Comunale cagliaritana, già sensibile al problema delle ondate di calore, invia giornalmente il bollettino, via e-mail, ai centri di intervento locali, alle strutture sanitarie, ai Servizi Comunali deputati all'assistenza sociale, alle Associazioni Socio-Assistenziali e alle Strutture Residenziali con persone a rischio. È, inoltre, attivo, il sistema “SMS Allerta Meteo” che, oltre agli Avvisi di Condizioni Meteo Avverse e alle Allerte Meteo, viene utilizzato anche in caso di ondate di calore come strumento di informazione alla popolazione.

Cagliari. L’ex Palaboxe diventa palestra multidisciplinare

Dopo quasi trent’anni riconsegnato ai cagliaritani l’impianto sportivo di Monte Mixi. Per il mondo sportivo cagliaritano si apre un nuovo capitolo: la riapertura nel quartiere Monte Mixi dell’ex Palaboxe, con un ring, un tatami, nuovi spogliatoi, bagni, locali deposito, uffici e segreteria, che rendono l’austero edificio fatto di cemento armato, una palestra multidisciplinare. E con circa 1000 metri quadrati di superficie, le possibilità sono sono straordinarie. L’hanno riconosciuto in tanti stamattina. Primo fra tutti il sindaco Massimo Zedda che ha anche evidenziato come la “fruttuosa sinergia fra Comune e federazioni sportive”, costituisca un ulteriore importante tassello per la realizzazione di quello che sarà il “Villaggio dello Sport”, nel triangolo via Rockfeller - viale Campioni D'Italia - via Pessagno. Al simbolico taglio del nastro cittadini, tantissimi ragazzi, amministratori e rappresentanti delle federazioni sportive nazionali di pugilato, arti marziali e del Coni, oltre ai campionissimi Tonino Puddu, Franco Udella e Paoletto Vacca. Una vera e propria festa con tanto di esibizione tai-chi e combattimento, con casco e guantoni. “Dal progetto a fine lavori in appena appena un anno e mezzo”. E con un investimento complessivo di circa 1,3 milioni di euro, “la nuova palestra multidisplinare è un esempio di concretezza e ambizione”, ha rimarcato l'assessore allo Sport Yuri Marcialis. “In progetto anche la costruzione del nuovo Palazzetto dello Sport”, ha annunciato il Primo cittadino, raccogliendo il favore generale. In particolare del presidente Coni – Sardegna, Gianfranco Fara, che ha anticipato la possibilità “accesso a costo zero di risorse da parte del Credito sportivo”. La mattinata si è conclusa con la donazione di un nuovo defibrillatore da parte della massoneria cagliaritana, nell’ambito del progetto “Un’Isola nel Cuore” per dotare undici società sportive di un importante strumento salvavita. “L’auspicio è che non venga mai usato”, ha detto Giancarlo Caddeo.

Cagliari. L'attività del Consiglio Comunale in cifre

Centotredici gli atti approvati all’unanimità. Un Consiglio comunale laborioso e partecipato quello del Comune di Cagliari. Almeno è quanto emerge dal bilancio del 2017. Sono infatti 60 le sedute svolte, che hanno visto approvate 102 deliberazioni su 146, mentre delle 85 mozioni presentate hanno avuto via libera 36, insieme a 29 ordini del giorno su 36. Hanno inoltre trovato risposta da parte del sindaco e degli assessori anche 227 interrogazioni, su un totale di 274, con una giacenza media di 23 giorni, due in meno del 2015 e 68 del 2010. I dati presentati questa mattina dal presidente del Consiglio Comunale, mettono in evidenza il lavoro compatto e solidale tra consiglieri, oltre al lavoro portato avanti dalle 12 commissioni consiliari (Lavori pubblici, Statuto e regolamenti, Patrimonio Politiche per la casa e Mobilità, Attività produttive Turismo e Politiche delle pari opportunità, Bilancio, Cultura e Verde pubblico, Innovazione tecnologica Comunicazione e Politiche per il decoro urbano, Personale e Affari generali, Pianificazione strategica e Urbanistica, Politiche sociali e salute, Pubblica istruzione Sport e Politiche giovanili, Valutazione delle politiche comunali e qualità dei servizi). “Fra i numerosi atti che sono stati tradotti in atti concreti da parte dell’Amministrazione comunale nel corso del 2017, la mozione contro le ludopatie, il cyberbullismo e la doppia preferenza di genere, che hanno portato a importanti risultati a carattere normativo e legislativo. Fondamentali anche gli interventi sulle società partecipate e sul patrimonio comunale, che – ha ricordato il presidente Portoghese –insieme ai lavori di riqualificazione, si stanno riconsegnando ai cagliaritani spazi come la piazza Garibaldi e la piazza San Michele”. Sono stati poi dedicati dei momenti di ricordo e commemorazione di personalità che hanno contribuito allo sviluppo del Capoluogo e della Sardegna: Cesare Pintus (14 marzo), Giuseppe Peretti (25 marzo), Francesco Alziator (12 aprile) e Antonio Gramsci (23 maggio). Per meriti sportivi sono stati premiati Francisco Porcella e Niccolò Porcella (27 giugno) e Andrea Mura (10 ottobre). Per meriti artistici Anna Tifu (7 dicembre). Per il 2018 già non mancano gli impegni. “Oltre che nell’iter per l’approvazione del progetto della nuova casa per la squadra del Cagliari – ha infatti sottolineato Portoghese – ci sarà la nuova raccolta dei rifiuti con il sistema porta a porta e l’avvio dei lavori per la metropolitana di superficie”.
Sottoscrivi questo feed RSS

14°C

Cagliari

Rain

Humidity: 87%

Wind: 6.44 km/h

  • 13 Dec 2018 14°C 7°C
  • 14 Dec 2018 15°C 11°C