Nuoro. Inaugurazione Anno forestale 2018

Si è svolta oggi nel capoluogo barbaricino l'inaugurazione dell'Anno forestale 2018 – 2019, celebrato con un convegno, nella sede della Camera di Commercio, dal titolo “Foreste e turismi”. A presenziare anche il presidente del Consiglio Regionale, Ginafranco Ganau che ha sottolineato: "oggi grazie anche alle recenti scelte del Consiglio Regionale sull'inquadramento contrattuale dei dipendenti verrà consentito a Forestas di svolgere appieno le proprie funzioni, quei compiti e quei ruoli che le sono stati affidati dalla legge istitutiva dell'agenzia. La Sardegna - ha ricordato Ganau - ha uno degli indici di boschività più elevati di Italia e tra i primi in Europa con un milione e 250 mila ettari di foreste, quasi la metà dell'intero patrimonio nazionale, un patrimonio unico ed inestimabile da tutelare e valorizzare". Il presidente del Consiglio Regionale ha poi proseguito ricordando l'approvazione della legge 16 del 2017 “Norme in materia di turismo”, ponendo l'accento sulla costituzione della rete escursionistica regionale a cui sono dedicati i lavori del convegno a Nuoro. In questo senso ha evidenziato come "la rete escursionistica ha censito mille chilometri di sentieri che vanno ad implementare quella di circa 4 mila chilometri, interconnessa con quella più ampia dei sentieri “Italia”, la diramazione sarda della rete nazionale corredata da una segnaletica conforme del C.A.I. e la cui gestione è affidata dalla legge proprio all'agenzia Forestas. La sua costituzione – ha aggiunto Ganau – ha come obiettivo quello di valorizzare il patrimonio sardo e il suo utilizzo avrà certamente importanti ricadute anche grazie al coinvolgimento diretto degli Enti locali".

Nuoro. Evasione per 1,4 milioni di euro

La Guardia di Finanza, Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Nuoro ha scoperto un'azienda operante nel settore della distribuzione al dettaglio di prodotti alimentari e in quello della distribuzione dei carburanti che si sarebbe resa responsabile di un'evasione pari a 1,4 milioni di euro. I militari delle Fiamme Gialle, dopo le verifiche del caso, hanno infatti rilevato che l'azienda in questione non avrebbe versato alcuna imposta per l'anno 2016. In particolare, i finanzieri hanno contestato l'omessa presentazione della dichiarazione e il conseguente recupero a tassazione di un imponibile pari ad oltre un milione e 400 mila euro.

Osservatorio Inps. In Sardegna assunzioni in aumento

L'aumento del numero delle assunzioni, in Sardegna, sarebbe pari al 26,1%, con un +3,3% dei contratti a tempo indeterminato. Il dato, diffuso dall'Osservatorio Inps e riguardante il periodo tra il 2016 e il 2017, é migliore di quanto evidenziato su scala nazionale dove le assunzioni hanno fatto registrare un + 22,4% con un decremento del 2,7% per i contratti a tempo indeterminato. Sempre nello stesso periodo le assunzioni femminili aumentano del 30,9% con un +10,8% a tempo indeterminato. A ciò si aggiunge - come registrato da Eurostat e Istat - una flessione nel tasso di disoccupazione giovanile (ragazzi di età compresa tra i 15 e i 24 anni) con -9,5 punti percentuali. Di fatto, nel periodo considerato si passa dal 56,3% al 46,8%. Di questo si è parlato a Nuoro, in occasione dell'inaugurazione del nuovo centro per l'impiego. Presente il presidente della Giunta Regionale, Francesco Pigliaru, l'assessore del Lavoro, Virginia Mura e il direttore dell'Aspal, Massimo Temussi. Intanto nel capoluogo barbaricino sono circa 10 mila i disoccupati che hanno sottoscritto il Patto di servizio personalizzato, necessario per la Naspi e per le politiche attive.

Provincia di Nuoro. Rapina a mano armata nel distributore della IP sulla Stradale 389

E' accaduto questa mattina intorno alle 6,30 in località Janna e Erru, tra Mamoiada e Pratobello. Armato di pistola, il rapinatore ha obbligato il gestore a consegnargli l'incasso per poi fuggire tra le circostanti campagne dove un complice lo attendeva con l'auto. I Carabinieri della stazione di Mamoiada e della Squadriglia di Pratobello hanno avviato immediatamente le indagini per quantificare il bottino e per cercare di rintracciare l'autore della rapina. Coinvolti anche i Carabinieri della Compagnia di Nuoro.

Nuoro. Muore dopo 14 giorni di degenza in ospedale

È quanto accaduto ad un 80 enne del capoluogo barbaricino, dopo un pellegrinaggio tra vari reparti dell'ospedale San Francesco. L'uomo era stato ricoverato per dolori al petto e febbre alta. Durante la sua permanenza in struttura, durata 14 giorni, é stato sottoposto a diversi esami. Per il suo decesso la Procura di Nuoro ha aperto un'inchiesta che vede tre medici iscritti nel registro degli indagati: la responsabile del reparto Malattie infettive del San Francesco e altre due dottoresse dello stesso reparto. L'ipotesi di reato sarebbe quella prevista dagli articoli 589 e 590 sexies del codice penale: omicidio colposo e responsabilità colposa per morte o lesioni personali in ambito sanitario. Ad innescare il tutto, l'esposto presentato dai familiari della vittima che asseriscono di essere stati tenuti all'oscuro circa i diversi spostamenti ed esami cui è stato sottoposto il loro caro.

Nuoro. Scoperta maxi evasione fiscale per oltre 48 milioni di euro

Sarebbero sette i responsabili dei reati fiscali, scoperti dalla Guardia di Finanza di Siniscola, che hanno portato ad una evasione fiscale per oltre 48 milioni di euro. Nello specifico, l'operazione delle Fiamme Gialle, denominata "Effetto domino", ha consentito l'individuazione della frode, basato sostanzialmente sulla creazione di numerose società e cooperative, sparse in diverse regioni d'Italia, con lo scopo di generare un risparmio di imposta alle società capogruppo che invece operano in Sardegna. Attraverso questo sistema si rendevano possibili violazioni all'obbligo Iva per oltre 10 mln, oltre all'emissione di fatture per operazioni inesistenti per circa 15 mln. In particolare le società satellite, utilizzate per creare un significativo risparmio di imposta alle società capogruppo operanti sul territorio sardo, rimanevano operative per un massimo di tre anni per poi sparire.

Fondi per le periferie. I sindaci non abbassano la guardia

In attesa che il premier Conte sblocchi i fondi per le periferie, attarverso un decreto che dovrebbe concretizzarsi entro una settimana, i sindaci non mollano e ribadiscono di essere pronti a "consegnare le fasce al presidente della Repubblica Mattarella" qualora non si arrivasse ad una conclusione della vicenda. Si tratta infatti di risorse fondamentali che, per alcune città sarde, riguardano la realizzazione di importanti progetti. Nel caso di Sassari i milioni previsti dal bando periferie sono complessivamente 22, di cui 14 già operativi. Risorse che serviranno per l'adeguamento di strade e marciapiedi, la conversione di due strutture scolastiche attualmente occupate da abusivi in case popolari, la mobilità sostenibile e la creazione di orti urbani. Anche Nuoro attende con ansia che la volontà politica del Governo si trasformi in atti concreti. In particolare i milioni a disposizione per il capolugo barbaricino sarebbero 18. Fondi a rischio se l'accordo del Governo con l'Anci non verrà rispettato.

Nuoro. Sanzionati ambulanti privi di licenza commerciale

Privi di licenza commerciale, sono stati sanzionati per commercio abusivo su demanio marittimo. E' quanto accaduto a sette ambulanti che "esercitavano" nelle spiagge di Santa Lucia, La Caletta, La Cinta e Cala Brandinchi, tra le province di Nuoro e Olbia. Mentre proponevano i loro articoli ai bagnanti, sono stati intercettati dagli uomini della Guardia di Finanza che, accertata l'assenza di licenza commerciale, hanno fatto scattare il sequestro amministrativo di circa 1.600 articoli. Tra questi, abbigliamento mare, accessori moda e giocattoli da spiaggia. L'operazione ha visto anche il coinvolgimento della Polizia Municipale di Siniscola e San Teodoro e il personale della Polizia di Stato e della Capitaneria di Porto.
Sottoscrivi questo feed RSS

17°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 72%

Wind: 24.14 km/h

  • 20 Nov 2018 17°C 12°C
  • 21 Nov 2018 18°C 13°C