Cagliari. Inaugurazione "Mostra fotografica Sa Ratantira”

Verrà inaugurata giovedì 28 giugno alle 18 allo Spazio Eventi al piano primo della Mediateca del Mediterraneo, la Mostra fotografica “Sa Ratantira”. L’idea della mostra nasce dal desiderio di riscoprire l’importanza del Carnevale cagliaritano. Attraverso fotografie rappresentative dell’evento, sarà rievocato il clima di festa che ha accompagnato i cittadini di Cagliari per anni e a favorire l’inclusione sociale di persone con disabilità psico-sociale. La mostra è organizzata dal Centro culturale “La Virgola” situato presso il Centro di psichiatria di Consultazione e Psicosomatica dell’Ospedale San Giovanni di Dio la cui utenza, con il supporto dei professionisti del centro ha avuto un ruolo fondamentale nell'organizzazione dell’evento. Il materiale è stato reperito grazie al contributo del dopolavoro ferroviario e di alcune famiglie dei quartieri storici di Cagliari. “Volevo far conoscere anche ai giovani d’oggi il carnevale della mia infanzia, allegro e pieno di colori, un vero momento di festa e spensieratezza”, riferisce un degli utenti-organizzatori dell’evento. “È stato dimostrato, che per le persone affette da disabilità psicosociale un maggior contatto con ambienti esterni a quelli psichiatrici produce numerosi vantaggi come l'aumento dei livelli di qualità della vita e la riduzione dello stigma e dell'emarginazione. In quest'ottica hanno un ruolo chiave i progetti riabilitativi rivolti all'inserimento di queste persone all'interno del circuito lavorativo dal quale vengono spesso escluse”, afferma Mauro G. Carta, direttore del CPCP.

Comune Cagliari. Concorso per 10 posti di agente di Polizia Municipale a tempo indeterminato

Il Comune di Cagliari ha aperto i termini per la presentazione delle domande per partecipare al concorso pubblico per esami per la copertura a tempo indeterminato di 10 posti di istruttore agente di Polizia Municipale da inquadrare nella categoria C, posizione giuridica e economica iniziale C1. Gli interessati hanno tempo sino a tutto giovedì 19 luglio 2018 per presentare la propria candidatura. Le domande di ammissione devono pervenire esclusivamente in modalità on-line, compilando l'apposito modulo, tramite la piattaforma disponibile nell’area tematica “Comune” alla sezione “Bandi di concorso” sul Portale istituzionale. “L’accesso alla compilazione – è precisato nel bando - avverrà dopo l’autenticazione tramite SPID”, secondo quanto disposto dal Codice dell’Amministrazione Digitale. “Una volta terminato l’inserimento di tutti i dati necessari per la candidatura il sistema consentirà l’inoltro dell’istanza. È possibile compilare il modulo parzialmente, salvare i dati e riprendere la compilazione in un secondo tempo”. Il bando, il modulo per fare domanda, i requisiti e le modalità per partecipare, sono consultabili e scaricabili dal Portale www.comune.cagliari.it.

Cagliari. Servizio di salvamento a mare

Torrette d’avvistamento, bagnini brevettati e defibrillatori garantiranno la sicurezza dei bagnanti sino al 17 settembre. Al via il servizio di salvamento a mare sulle spiagge libere del Poetto e Calamosca. Predisposto dall’Amministrazione Comunale, il servizio prevede complessivamente 4 postazioni con torretta di avvistamento posizionate nello specifico a Calamosca, nella 1a e nella 4a fermata e in corrispondenza dell’ex Ospedale Marino. Sino al prossimo 17 settembre, la vigilanza sarà quindi garantita da bagnini con regolare brevetto e competenze, nonché dalla dotazione di defibrillatori automatici di emergenza. “L’obiettivo - precisa l’assessora Claudia Medda - è quello di rendere attrezzate e cardioprotette le nostre spiagge e migliorare l’efficacia e l’efficienza delle operazioni di salvamento”.

Università. A Cagliari una Training Week con SAP Italia

È giunta al termine la settimana di formazione riservata ai docenti del dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali, iniziata lunedì 11 giugno e realizzata all’interno del programma SAP University Alliances. SAP è un’azienda leader nel settore di soluzioni software per le aziende. “Durante la training week abbiamo avuto l’occasione di scoprire le funzionalità dei programmi dell’azienda – spiega Alessandro Spano, docente di Economia aziendale alla Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche e ideatore dell’iniziativa – tra cui la possibilità di simulare i cambiamenti dei prezzi di alcuni prodotti e osservarne le conseguenze nei risultati di bilancio. Si tratta di uno strumento interessante che consente agli studenti di vivere da vicino la realtà aziendale, per comprendere come raggiungere risultati migliori”. La collaborazione con SAP potrebbe portare nuove opportunità di stage per gli studenti, garantendo loro non solo una formazione all’avanguardia, ma anche un’esperienza diretta sul campo. In base agli accordi con l’azienda sarà anche possibile far conseguire agli studenti una certificazione SAP, molto richiesta nel mercato professionale della digital economy. Nell'ambito dell'iniziativa, la chief operating officer dell'azienda, Carla Masperi, è stata a Cagliairi nei giorni scorsi, per un incontro in Rettorato con i prorettori vicario Francesco Mola e alla Didattica Ignazio Putzu. Durante l'incontro si è discusso delle opportunità che la collaborazione con l'azienda potrebbe riservare agli studenti e all'ateneo. Valeria Aresu

Cagliari. Test rapido salivare per Hiv

Anche giovedì 14 giugno a Cagliari sarà disponibile il test rapido salivare per Hiv offerto dalla sede locale della Lila. "Per la prima volta si apre questo servizio a tarda sera" - ha detto Brunella Mocci, coordinatrice nazionale Lila e presidente della sede cagliaritana. "La nostra proposta di testing - sottolinea Mocci - si rivolge a tutte le persone che non possono fare un test in ospedale o che non vogliono fare in solitudine un test acquistato in farmacia con tutta la preoccupazione del caso". Secondo gli ultimi dati disponibili presentati alla conferenza ICAR 2018 del mese scorso a Roma, in Italia ci sono 15 mila persone che non sanno di avere l'Hiv perché non conoscono le vie di trasmissione e non hanno mai fatto un test. Il servizio di testing offerto dalla Lila in giornate particolari a partire da novembre 2016 ha permesso a centinaia di persone di fare un test gratuito, anonimo, fuori da un setting ospedaliero e con operatori preparati. "Più della metà degli utenti del nostro servizio non aveva mai fatto un test per Hiv nel corso della vita - ha spiegato Mocci - questo significa che il nostro servizio riesce, con non poche fatiche, a essere complementare all'offerta di test degli ospedali della Sardegna che fanno prelievi esclusivamente al mattino e che consegnano un esito dopo alcuni giorni di attesa". Il test salivare per Hiv offerto da Lila Cagliari richiede un periodo finestra di tre mesi e restituisce un esito dopo una ventina di minuti. L'associazione Lila si avvale uno staff multidisciplinare con tre medici, quattro counselor, due operatori dell'accoglienza e due supervisori. Giovedì la sede di via Dante 16 accoglierà le persone che vogliono fare un test dalle 21 alle 23, senza bisogno di prenotazione.

Cagliari. Comune e Croce Rossa insieme in prima linea in soccorso dei senza fissa dimora

Per un motivo o per un altro rischiano la vita tutti i giorni, in estate e in inverno per strada. È per far fronte maggiormente alle necessità dei senza fissa dimora che vivono e dormono all’addiaccio che dall’1 giugno a Cagliari sono operativi per tutto l’anno la “Unità di strada” e il “Presidio emergenze”, gestito dalla Croce Rossa in convenzione con il Comune. A esemplificare l’alleanza l’assessore Ferdinando Secchi. “Fa parte di un percorso più ampio che l’Amministrazione comunale sta portando avanti da tempo in soccorso delle fasce più fragili, con azioni concrete”, ha rimarcato il titolare delle Politiche sociali e Salute. E stando ai dati raccolti, “il territorio cittadino conta una quarantina di senza fissa dimora, pochissimi cagliaritani”. Tanti, troppi ancora, ma comunque decisamente meno rispetto ai 400 registrati dall’Istat nel 2016, al netto degli sbarchi di migranti. Insomma, non sarà portato soltanto supporto, attenzione e ascolto. Ma anche “un kit di assistenza di cibo (panino, succo di frutta, bevande calde e acqua), vestiario e coperte; nei casi più gravi verrà richiesto un intervento sanitario o garantito un posto letto temporaneo di emergenza”. Costo annuale, finanziato in gran parte con i fondi PON METRO dell'Unione Europea, 120mila euro: saranno rimborsate soltanto le fatture quietanzate relative alle spese elencate nella convenzione come ammissibili. L'attività vedrà impegnati oltre 60 volontari, tutti adeguatamente formati. “Tra loro anche mediatori culturali, assistenti sociali, psicologi e un nuovissimo attrezzato automezzo, acquistato dalla Croce Rossa, grazie alle donazioni volontarie dei cittadini”, ha spiegato Fernanda Loche, presidente CRI Cagliari. La convenzione è stata stipulata a seguito di un procedimento di gara, destinato alle sole organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale, secondo quanto stabilito dal “Codice del Terzo Settore” emanato a luglio 2017. Prevista anche la gestione di un “Presidio emergenze” gestito di concerto con il Servizio Politiche sociali e Salute, far fronte situazione indifferibili che si verificano nei fine settimana e nei giorni festivi. Il Comune potrà diffondere il numero telefonico di reperibilità esclusivamente alle Forze dell'Ordine e alle altre Istituzioni coinvolte. I cittadini potranno invece inoltrare le segnalazioni al Comune. Per Rita Polo, presidente della Commissione Politiche sociali e Salute “la convenzione rappresenta un segnale importante che evidenzia anche la proficua alleanza fra Istituzioni e Terzo settore” e che si basa sulla “assistenza differenziata”, sul “monitoraggio delle persone che entrano in contatto con la rete di servizi” e su “percorsi di reinserimento sociale”.

Cagliari. Al via i Campionati Europei per Trapiantati e Dializzati

Si chiamano Daniele, Maria, Nino, Walter e insieme a molti altri e alle loro famiglie, costituiscono una squadra invincibile, capace di travolgere gli ostacoli di una malattia. Saranno 339 gli atleti provenienti di 25 nazionalità diverse che da lunedì 18 giugno si giocheranno il podio a badminton, tennis tavolo, bowling, tennis, golf, nuoto, atletica, petanque e freccette, nei “X Campionati Sportivi Europei per Trapiantati e Dializzati – Cagliari 2018”. Pieni di vitalità, in tanti stamattina hanno affollato la Sala del Consiglio al secondo piano del Municipio di via Roma. A fare gli onori di casa l’assessore allo Sport Yuri Marcialis. “Un evento internazionale multisciplinare importante che coniuga il fattore sportivo di alto livello con la prevenzione della salute e che promuove al contempo la socialità fra le persone”, ha rimarcato il titolare della Pubblica istruzione, Sport e Politiche giovanili ammirando il “coraggio e la tenacia di questi uomini e queste donne che fanno da sprone per tutti quanti si trovano ad affrontare piccole o grandi difficoltà”. Ma anche “ una importante vetrina di richiamo turistico per Cagliari e la Città Metropolitana”. Fresca di nomina a “Città n.1 in Europa per lo Sport”, Cagliari sarà la sede principale dei Campionati che toccheranno anche altri comuni dell’area vasta. “Si parte lunedì 18 giugno con la cerimonia d’apertura prevista per le 16,30 all’impianto Santoru (Campo Coni) e con le gare di badminton al Plasport Maracalagonis, freccette (hotel Setar Quartu Sant’Elena) e mini maratona (Monserrato), ha annunciato Giuseppe Canu, presidente Forum Sport Italia Trapiantati e Dializzati. “Sino al 24 giugno saranno 846 le medaglie da assegnare nelle 13 discipline sportive per una quarantina di specialità”. Prevista la partecipazione del campionissimo Walter Uccheddu, detentore del record del mondo dell’ora su pista. Per Francesca Zorcolo del Centro regionale trapianti “la partecipazione dei trapiantati allo sport agonistico diventa lo strumento migliore per testimoniare l’efficacia del trapianto e per promuovere la cultura della donazione. Nel 2018 abbiamo registrato un calo delle opposizioni: siamo passati dal 27 per cento del 2017 al 15 per cento e stimiamo che i donatori effettivi quest’anno saranno circa 50, una decina in più rispetto all’anno scorso”. All’incontro con i giornalisti di Palazzo Bacaredda anche Luigi Minerba. “È con grande soddisfazione che la Regione Sardegna e l’ATS sostengono iniziative per favorire sempre più le attività di donazione con campagne ed eventi ad hoc. Quest’anno – ha sottolinea il direttore di ATS ASSL Cagliari - in occasione della giornata nazionale del donatore, l’ATS ha lanciato la campagna social #sonoundonatore : cultura e informazione sono fondamentali per incrementare il numero dei donatori, anche se nell'Isola già si colloca nei posti in Italia".

Cagliari. Il Premio Nobel per la pace Lisa Clark ospite in Municipio

Sabato 9 giugno dalle 10 alle 11, la Giunta Comunale, il Presidente del Consiglio Guido Portoghese e i consiglieri comunali Benedetta Iannelli, Rita Polo e altri colleghi, accoglieranno nella sala consiliare del Palazzo Civico di via Roma, Lisa Clark, che ha ritirato il Premio Nobel per la pace nel 2017, assegnato alla ICAN – International Campaign to Abolish Nuclear Weapons. Parteciperanno all'incontro anche Daniele Santi, Presidente di SenzAtomica e una delegazione del Comitato Organizzatore “Peace Boat”. Il Nobel per la pace è stato assegnato “per aver attirato l’attenzione sulle catastrofiche conseguenze umanitarie di qualsiasi uso delle armi nucleari e per i suoi sforzi innovativi per il divieto di tali armi”. Tale riconoscimento premia un’associazione nata appena 10 anni prima, ma che oggi è formata da circa 500 gruppi ed associazioni e che ha saputo in poco tempo rilanciare l’attenzione dell’ONU e del mondo intero sul pericolo nucleare. Sarà l’occasione per raccontare alcune testimonianze degli Hibakusha, gli ultimi sopravvissuti alle bombe atomiche sganciate nell’agosto del 1945 su Hiroshima e Nagasaki e, in particolare, promuovere le campagne contro le armi nucleari. In questo senso la maggioranza del Consiglio Comunale ha depositato un ordine del giorno legato al tema della sensibilizzazione sul tema delle armi nucleari, proprio con lo scopo di manifestare l’attenzione verso il tema, in prosecuzione con l’adesione del Comune di Cagliari alla campagna Mayors for Peace nel 2014.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari