Cagliari. Protocollo d’intesa per la valorizzazione del patrimonio culturale della Sardegna

Presentato presso la MEM il nuovo protocollo d’intesa tra Imago Mundi (ideatrice e organizzatrice di Monumenti Aperti), ANCI, Touring Club e Slow Food per la valorizzazione del patrimonio culturale della Sardegna. Presa a modello, la “longeva e prestigiosa manifestazione (Monumenti Aperti), ha tutte le caratteristiche per espandersi ancora e per accompagnare la crescita di altre realtà esaltando il patrimonio storico, urbanistico, ambientale e architettonico. Con un valore aggiunto: la funzione didattica e educativa garantita dal coinvolgimento diretto di tantissimi studenti e volontari”. Sono le parole di Paolo Frau, assessore comunale alla Cultura che, in occasione della firma del protocollo d'intesa, ha anche confermato il sostegno futuro del Comune a Monumenti Aperti. L’atto di impegno è stato sottoscritto da Fabrizio Frongia (Imago Mundi), Umberto Oppus (ANCI Sardegna), Giuseppe Melis (Tourng Club) e Raimondo Mandis (Slow Food Cagliari). Nel mese di novembre si aggiungerà anche il Fai Sardegna. utti”.

Cagliari. Premiati i vincitori dell'European Swim City 2018

È stato l'Assessore allo Sport del Comune di Cagliari, Yuri Marcialis, affiancato dal presidente della Commissione Consiliare Sport, Filippo Petrucci e dal Consigliere Marco Benucci, a premiare quattro degli otto nuotatori del capoluogo che hanno rappresentato la città di Cagliari nella competizione European Swim City 2018. Presenti alla cerimonia Ludovico Bertelli, Chiara Cadeddu, Samuele Congia e Carlo Marcello Demontis, che hanno ritirato il riconoscimento anche per i loro colleghi Giorgia Meloni, Francesca Sechi, Alice Maggioni e Gianluca Russu, bloccati da un contrattempo dell'ultimo minuto insieme al loro accompagnatore Pierluigi Salis della FIN. La manifestazione, che si è tenuta a Pesaro dal 6 all'8 luglio scorso, ha visto la delegazione isolana come grande protagonista, capace di sbaragliare tutte le altre concorrenti e chiudendo la kermesse natatoria al primo posto davanti a Empoli e Sesto Calende. La gara internazionale di nuoto, riservata alle Municipalità Europee che sono già state o stanno per ricevere la certificazione da ACES Europe, ha visto sfidarsi le squadre di tredici città: Lisbona, Cagliari, Ancona, Braga (Portogallo), Brescia, Empoli, Fano, Forlì, Grottaglie, Pesaro, Piombino e Sesto Calende. L'Assessore Marcialis, nell'Aula Consiliare, ha consegnato le targhe di merito a Giorgia Meloni, Francesca Sechi, Chiara Cadeddu, Alice Maggioni, Carlo Marcello Demontis, Samuele Congia, Ludovico Bertelli e Gianluca Russu. “La nostra squadra – ha commentato il rappresentante della Giunta - era quella con l'età media più bassa, ma è riuscita ad arrivare in finale in ogni specialità, vincendo tra le altre, la staffetta conclusiva. L'Amministrazione si impegnerà per migliorare gli spazi dedicati allo sport, ma soprattutto al nuoto, praticato da grandi e piccoli”. Filippo Petrucci ha spiegato quanto sia importante ogni occasione di confronto con altri atleti, “quando le società, i comuni e gli atleti capiscono l'importanza di queste opportunità, si possono ottenere grandi risultati, come in questo caso”. Ad accompagnare personalmente i ragazzi a Pesaro è stato Marco Benucci, consigliere comunale. “È stata una bellissima esperienza. Nonostante la giovane età, i ragazzi si sono comportati in modo professionale, dando il meglio e portando a casa ottimi piazzamenti”. Un ringraziamento da parte del consigliere Benucci è andato ad Alessandro Caddeo, della Fly & DREAM Tour by Caddy, che ha dato una mano logistica per la trasferta degli otto ragazzi. Alle prime tre classificate, il Presidente di ACES EUROPE consegnerà la bandiera European Swim City 2018 il 12 novembre 2018 a Roma, presso il Salone d’Onore del CONI, alla presenza del Presidente del CONI Giovanni Malagò. La delegazione di Cagliari si è anche aggiudicata l’ambito Trofeo Swim City realizzato per l’occasione dal noto artigiano pesarese Renzo Verzolini.

Serdiana. Confronto e dialogo sul tema dell'infanzia presso la Comunità la Collina

Venerdì 20 luglio, alle 18 e 30 presso la “Comunità la Collina”, si svolgerà un confronto e dialogo tra il direttore scientifico della ”Festa Bimbi a Bordo”, Mara Durante e don Ettore Cannavera, sul tema: "Nel mondo degli infiniti possibili della letteratura per l’infanzia". L’incontro tra la dott.ssa Mara Durante, pedagogista e studiosa di letteratura per l’infanzia e don Ettore Cannavera, fondatore della Comunità la Collina, organizzatore di attività e recupero sociale e culturale per gli emarginati sociali, ha un significato importante, centrale per tutti noi, in un epoca di travolgimenti e stravolgimenti culturali, di cui siamo protagonisti più o meno consapevoli. La dott.ssa Durante saprà introdurci in quel mondo, di cui tutti siamo stati partecipi e del quale andremo a governare o abbiamo governato gli spazi e i tempi, per i figli diretti ed indiretti. In particolare, Mara Durante saprà condurci per mano nell’esporci un’aperta codifica di percezioni, cui la sua esperienza attiva tra i bimbi e con i bimbi le ha permesso, in un mondo di cui la letteratura, nella sua più ampia accezione del termine, è parte centrale. L’incontro, il dialogo laico con don Cannavera, la cui indiscutibile cura e capacità con la quale ha saputo dar vita ad una comunità di recupero di tale intensità e forza, non potrà non trovare importanti legami e origini con le fratture sociali, quanto culturali, di cui l’infanzia dei meno fortunati è stata protagonista. Quella stessa infanzia la cui “lettura” postuma, ci restituisce la cause di quelle fratture individuali, ma che altresì può esser vissuta socialmente, prevenendole, in un “ex-ducere” attivo di cui la scuola e la società è parte centrale, elemento fondante. Due testimonianze importanti, che riusciranno a trovare nel confronto di venerdì, i possibili punti di unione dei percorsi sociale e culturali a partire dall’infanzia, cui ogni essere umano affronta, per divenire membro attivo della società di cui siamo parte non “escludibile”. Maurizio Ciotola

Rischio incendi. Resta alto il pericolo anche per mercoledì 18

Confermato dalla Direzione Generale della Protezione Civile della Regione Sardegna, il Bollettino di previsione di pericolo incendio anche per la giornata di domani, mercoledì 18 luglio. Il pericolo è alto ed è contraddistinto dal colore arancione. Le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, l'evento, se non tempestivamente affrontato, può raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente contrastabile con le forze ordinarie, ancorché rinforzate, potendosi rendere necessario il concorso della flotta statale.

Domusnovas. Diffida di Italia Nostra per l'ampliamento della Rwm

A distanza di alcuni giorni dalla presa di posizione del presidente della Giunta Regionale, Francesco Pigliaru, arriva anche la reazione di Italia Nostra. L'associazione ha infatti diffidato il Comune di Iglesias affinché non venga rilasciata alcuna autorizzazione per l'ampliamento della fabbrica di bombe di Domusnovas, Rwm. L'iniziativa di Italia Nostra, segue alla richiesta di concessione edilizia da parte dell'azienda per la realizzazione di due nuovi reparti all'interno dello stabilimento. Richiesto invece alla Regione se "la società Rwm Italia spa ha integrato la documentazione presentata nell'ambito della procedura di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale con i nuovi progetti per i quali chiede l'autorizzazione al comune di Iglesias". In base a quanto dichiarato da Italia Nostra, "sarebbe oltremodo inopportuno e di dubbia legittimità che il Comune di Iglesias rilasci autorizzazioni in questa delicata fase della procedura".

Incendi. Attenzione alle alte temperature

L'ondata di calore che farà lievitare le temperature fino a 42 gradi in alcune zone dell'Isola, ha spinto la Protezione Civile Regionale ad emettere un bollettino di allerta con codice arancione in tutto il sud Sardegna, nel Sulcis, nell'Oristanese, nel centro e nord ovest. Di fatto la giornata di sabato 14 luglio è stata definita ad alto rischio incendi. Le condizioni climatiche che caratterizzeranno il fine settimana sono tali per cui, occorre prestare la massima attenzione in caso di principio di incendio. Infatti, se non tempestivamente affrontato, il fuoco potrebbe raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente domabile e le sole forze ordinarie, ancorché rinforzate, potrebbero non essere sufficienti. Una situazione di pericolo che renderebbe necessario il concorso della flotta statale. Il bollettino della Protezione Civile indica una pericolosità media per tutto il resto della Sardegna(codice giallo).

Cagliari. Al via i corsi magistrali in inglese dell'Ateneo cagliaritano

Computer engineering, cybersecurity and artificial intelligence. Sono questi i tre corsi, totalmente in lingua inglese ai quali si aggiungono, tra l'offerta formativa dell'Ateneo, Scienze delle professioni sanitarie tecniche diagnostiche e Scienze della produzione multimediale. Le iscrizioni ai nuovi corsi, che partiranno dal 16 luglio, si inseriscono nell'ambito dell'offerta formativa dell'Ateneo, che comprende 37 corsi di laurea triennali, 38 magistrali e sei a ciclo unico. Nell'offerta dei corsi anche quelli a distanza con la teledidattica. Una serie di novità che, unitamente all'allargamento della no tax area e le ulteriori facilitazioni, fanno dell'offerta globale un vero e proprio fiore all'occhiello per chi decide di iscriversi a Cagliari, soprattutto chi è residente lontano dal capoluogo o fuori dall'isola. A ciò si aggiunge l'attenzione agli scambi internazionali con la sottoscrizione di nuove convenzioni per i programmi Erasmus e Globus. Gli studenti stranieri iscritti ai corsi di studio sono 260 (sui 25142 iscritti complessivi) più 57 dottorandi distribuiti in tutte le facoltà con una leggera prevalenza per scienze economiche e giuridiche politiche e per studi umanistici; 62 studenti provengono da paesi comunitari e 255 da paesi extracomunitari con i numeri più alti da Marocco, Ucraina e Bielorussia. Anche 16 rifugiati sono stati valutati da una commissione: in caso di esito positivo potranno iscriversi all'Università.

Cagliari. Presentazione di Marina Piccola Wine Contest 2018

Venerdì 13 e sabato 14 luglio il Porticciolo di Marina Piccola si tinge di rosso, bianco e rosa. Con 25 etichette e un’area dedicata alle specialità agroalimentari, degustazioni guidate e percorsi sensoriali in collaborazione con la Fondazione Italiana Sommelier Sardegna, la due giorni della Wine Contest 2018 si presenta alla città e “saprà esaltare la Sardegna e far apprezzare anche anche a visitatori e turisti le sue eccellenze vitivinicole in una cornice d’eccezione quale è il lungomare Poetto”, come sottolineato durante la presentazione dell'evento dall'assessora alle Attività produttive e Turismo, Marzia Cillocu. Il Marina Piccola Wine Contest rappresenta una vera e propria vetrina internazionale per la promozione dell’intero territorio isolano, una “scommessa per tutta la regione dal Nord al Sud" - come hanno spiegato gli organizzatori Marcotullio Coco e Luciano Caredda di Event’s Partners. Durante la manifestazione verrà offerta, agli appassionati agli addetti ai lavori e ai turisti, la possibilità di godere degli eccellenti vini, accompagnati da food, folklore e musica itinerante con i giovani jazzisti del Conservatorio. Al costo di 15 euro, oltre a un calice personale, si potrà ricevere un ticket per 6 degustazioni: dal Vermentino, al Carignano del Sulcis, al Nuragus, passando per il Bovale, il Cannonau e i grandi passiti; dalle 18,30. Per il raggiungimento della location sarà possibile evitare l'utilizzo dell'auto, grazie ai mezzi di trasporto pubblico cittadino. In questo senso il Ctm ha messo a disposizione per tutta l’Estate la linea Blu Notte (tutti i venerdì e sabato), da piazza Matteotti al Poetto di Quartu (Margine Rosso) dalle 23 (prima corsa da piazza Matteotti). Alle 3,40 (ultima corsa da Margine Rosso), con una frequenza ogni 30 minuti e il seguente percorso.
Sottoscrivi questo feed RSS

29°C

Cagliari

Mostly Sunny

Humidity: 68%

Wind: 22.53 km/h

  • 21 Jul 2018 32°C 25°C
  • 22 Jul 2018 30°C 22°C