San Teodoro. Incendio in casa, soccorsa una 91 enne

Un pentolino sul fornello dimenticato e l'abitazione in fiamme. E' quanto successo alla padrona di casa, una donna di 91 anni, soccorsa da una vicina di casa, accorsa dopo avere sentito le urla dell'anziana. Le fiamme, che hanno avvolto la dimora della donna nel largo Cristoforo Colombo, sono state domate dai Vigili del Fuoco del distaccamento di Siniscola. Le condizioni dell'anziana, trasportata all'ospedale di Olbia per accertamenti, non sono preoccupanti.

Peste suina. Su 150 campioni analizzati, 115 risultano sieropositivi alla Psa

L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna rende noti i risultati dei controlli effettuati sui 150 campioni prelevati dai maiali tenuti illegalmente allo stato brado e abbattuti lo scorso 8 dicembre ad Arzana, Desulo e Orgosolo.In base ai riscontri ottenuti dalle analisi ben 115 campioni sono risultati sieropositivi alla Psa. Una percentuale di oltre il 75% che conferma - come sottolineato dal direttore generale dell'Istututo, Alberto Laddomada, che l'abbattimento dei suini era necessario. Di fatto, la pratica del pascolo brado incontrollato permette alla malattia di persistere e di auto-alimentarsi costantemente nei continui contatti da maiale a maiale e tra i maiali domestici con i cinghiali. "Se non si prende coscienza del fatto che è contro l'interesse di tutti i sardi perseverare nell'allevare i suini in modo illegale e irresponsabile - ha evidenziato Laddomada - non riusciremo mai a liberarci da questa piaga che da ormai 40 anni ha messo in ginocchio l'intero comparto regionale".

Cagliari. Smantellato traffico di stupefacenti che ha portato al sequestro di 11,5 kg di cocaina e un elicottero

Si chiama "Fronte del Porto" l'operazione condotta dal Nucleo di Polizia Tributaria e dal G.I.C.O. della Guardia di Finanza, che ha portato allo smantellamento di un importante traffico di stupefacenti ed a sequestri patrimoniali. In particolare, gli uomini delle Fiamme Gialle hanno sequestrato 11,5 kg di cocaina e arrestato, perchè in flagranza di reato, tre soggetti. L'ingente quantitativo di cocaina avrebbe potuto fruttare sul mercato circa 1 milione di euro. Ma la cosa più singolare dell'operazione, sicuramente per la prima volta nella storia della Guardia di Finanza regionale, è il sequestro dell'elicottero “Alouette”, utilizzato dai trafficanti per trasportare in Sardegna, dalla penisola, lo stupefacente. Come spiegato dal Colonnello Gaetano Senatore, nel corso della conferenza stampa, l’innovativo impiego del mezzo aereo doveva servire per eludere i sempre più presenti controlli operati dalla Guardia di Finanza negli scali portuali ed aeroportuali, punti di passaggio obbligati per i collegamenti con la penisola. In particolare il velivolo è stato sequestrato in un terreno nel Comune di Monserrato, privo di pale e in manutenzione. In base alle indagini, iniziate nel mese di luglio 2017 l’elicottero sarebbe atterrato e decollato, senza alcuna autorizzazione, fuori da sedimi consentiti. A pilotarlo il pluripregiudicato L.S., 41 enne emiliano, noto alle forze dell'ordine per numerosi reati pregressi. Su di lui hanno investigato gli specialisti anticrimine del G.I.C.O. di Cagliari, rappresentati dal Tenente Colonnello Andrea Esposito che, dopo accurate e parallele investigazioni patrimoniali, hanno fatto emergere l'incongruenza tra il tenore di vita dell'uomo e il suo stato di nullatenente. Circostanza che ha portato all’emissione, da parte della Direzione Distrettuale Antimafia di Cagliari, del decreto di sequestro preventivo d’urgenza nei suoi confronti. Nello specifico sono stati sottoposti a sequestro beni per un valore complessivo di oltre 500.000 euro tra i quali, oltre al citato elicottero, schermato tramite un trust registrato nello stato americano del New Mexico e del valore di circa 200 mila euro, tre autovetture (un'Audi RS6, una Mercedes e un'utilitaria). Sottoposte a sequestro anche le quote di due società di capitali, peraltro fraudolentemente intestate a prestanome. Il provvedimento e’ stato emesso d’urgenza, in ragione del recentissimo arresto in flagranza di reato di L.S., circa tre settimane fa, in provincia di Pavia, poiché implicato anche in un rilevantissimo contrabbando di tabacchi lavorati esteri scoperto dalla Guardia di Finanza pavese. Con l'effettuazione dell'operazione "Fronte del Porto" si consolida e intensifica l'impegno della Guardia di Finanza di Cagliari che - come ha sottolineato il Tenente Colonnello Andrea Aurora, Capo Ufficio Operazioni Comando Provinciale Guardia di Finanza Cagliari - ha impegnato e impegna quotidianamente diverse unità operative per contrastare il fenomeno del commercio e spaccio di stupefacenti su tutto il territorio di competenza.

Castelsardo. No al concerto di Natale a Betlemme

La recente decisione di Donald Trump, di spostare l'ambasciata USA a Gerusalemme fa sentire i suoi effetti anche in terra sarda. Infatti, il tradizionale concerto natalizio, organizzato da 16 anni dal Comune di Castelsardo e dalla Conferenza permanente delle città storiche del Mediterraneo, in programma il 16 dicembre a Betlemme, sarà annullato. Alla base della dolorosa decisione, le precarie condizioni di sicurezza, come sottolineato dal sindaco di Castelsardo, Franco Cuccureddu. Un vero peccato, visto che l'evento sarebbe dovuto andare in mondovisione il 25 dicembre.

Bracconaggio. Neutralizzate oltre 1.000 trappole per avifauna e 150 trappole per ungulati

A renderlo noto è un comunicato diramato dal Gruppo d’Intervento Giuridico onlus che, insieme ad una quindicina di volontari della Lega per l’Abolizione della Caccia – L.A.C., provenienti da Lazio, Toscana, Piemonte e Lombardia, ha condotto la ventunesima campagna anti-bracconaggio nel Cagliaritano. L'operazione antibracconaggio ha portato alla neutralizzazione di oltre 1.000 trappole per avifauna (latziteddus, fra lacci in nylon e crine posizionati sugli alberi, “armature metalliche” predisposte per il posizionamento dei lacci da albero, trappole a scatto posizionate a terra) e ben 150 trappole per ungulati (sos cropos, cavi d’acciaio per la cattura di cervi e cinghiali). La campagna, svoltasi in costante contatto con il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, ha visto la partecipazione di tenaci volontari locali e giunti da varie parti d’Italia con l’obiettivo di bonificare quanti più boschi e zone di macchia mediterranea dalle micidiali trappole posizionate dai bracconieri, per aiutare la costante attività nel settore del Corpo forestale e di vigilanza ambientale e delle altre Forze di polizia. Numerose le aree battute, decine di sentieri, nei boschi e nelle macchie mediterranee di Capoterra, Uta, Assemini, Santadi, Sarroch, Quartu S. Elena, in particolare nelle zone di Gutturu Mannu, Monti Mannu, S’Arcu de su Schisorgiu, Is Litteras, Poggio dei Pini, Rio S. Girolamo, Santa Barbara, Monte Arcosu, San Gregorio, Molentargius. Tutti i mezzi vietati per l’attività venatoria e gli esemplari di fauna morta recuperati dai volontari della L.A.C. sono stati consegnati al Corpo forestale e di vigilanza ambientale presso il comando Stazione di Capoterra quali corpi di reato. A differenza di altre occasioni, non sono stati trovati sul posto bracconieri ed è stata avvertita minore intensità della predisposizione di andalas, i sentieri con le trappole già attive, molto probabilmente visto il clima ancora mite che causa un passo tuttora modesto dei Tordi. In crescita, invece, il posizionamento di trappole per ungulati. Negli stessi giorni sono state svolte e si svolgono tuttora “visite” presso i mercati cagliaritani di San Benedetto e di Via Quirra, per verificare la presenza di vendita abusiva di avifauna proveniente da attività illecite, fortunatamente senza alcun esito.

Macomer. Cartellone pubblicitario contro treno

E' accaduto questa mattina nella tratta ferroviaria che collega Macomer con Borore. A causa del forte vento, un cartellone pubblicitario si è letteralmente scagliato contro un minuetto, rompendo un vetro. Fortunatamente, al di là dello spavento, nessuno dei passeggeri è rimasto ferito. Sul posto sono intervenuti i tecnici di Trenitalia Sardegna per un sopralluogo e per la rimozione del cartellone pubblicitario. Le operazioni di rimozione hanno bloccato la linea ferroviaria dalle 12.10 alle 12.50.

Pula. Nuovo sbarco di algerini

Ci risiamo. dopo qualche tempo di assenza dalle cronache, le coste del Sulcis tornano nuovamente alla ribalta per un nuovo sbarco di migranti. Un barchino con a bordo nove algerini è infatti arrivato indisturbato sulla spiaggia di Pula. Da qui l'equipaggio si è messo in cammino sulla Statale 195, in direzione Pula per poi dirigersi verso Cagliari. Intercettati dalle forze dell'ordine, sono stati sottoposti a visite mediche e identificazione per poi essere trasferiti al centro di accoglienza di Monastir.

Gioco d'azzardo. In Sardegna spesa pro capite pari a 2.968 euro l'anno

E' quanto emerge dal report 2016 dei Monopoli sul quale il Movimento 5 Stelle ha puntato i riflettori, nell'ambito della campagna sulla trasparenza promossa insieme alle associazioni No-Slot. In pratica, in Sardegna la spesa pro capite per famiglia (pari a 2.968 euro l'anno, 247 euro mensili) risulta essere addirittura superiore rispetto a quanto destinato per gli alimentari (2.128 euro l'anno). L'importo totale destinato dai sardi al gioco d'azzardo raggiunge la cifra record di 2,1 miliardi all'anno. Risorse che, a detta dei pentastellati, "alimentano un settore poco produttivo ed escono dall'economia reale, danneggiando il commercio e l'indotto di piccole imprese virtuose". Una situazione che rende necessari degli interventi normativi in grado di regolamentare il fenomeno. In questo senso in Comune "grillino" di Porto Torres sta intervenendo, attraverso un regolamento per la limitazione degli orari, come ricordano Manuela Corda e Manuela Corda, esponenti del M5S.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari