Abbattimento costi fitto casa universitari. Criteri semplificati e più inclusivi

In evidenza Abbattimento costi fitto casa universitari. Criteri semplificati e più inclusivi
Asticella più bassa per poter accedere alle agevolazioni economiche finalizzate all'abbattimento dei costi per il fitto della casa da parte degli studenti universitari. Tra le variazioni più significative rispetto al 2014: modifica delle soglie dei Cfu, che prevede il raggruppamento degli anni successivi al primo e la rielaborazione dei criteri del bando precedente in base a medie più equilibrate e più favorevoli agli studenti; soglia minima Isee sollevata da 30 a 35 mila euro; riduzione della votazione minima di scuola secondaria di secondo grado, portata da 80 a 70/100 e quella di diploma di laurea da 95 a 90/110. Interventi che dovrebbero ampliare la platea di studenti ammessi a beneficiare delle risorse messe a disposizione dalla Regione (3 milioni di euro) per l'abbattimento dei costi connessi al fitto della casa. Ad affermarlo è l'assessore regionale Firino che risponde così alle critiche dell'associazione Unica 2.0. "Stiamo facendo ulteriori verifiche - sottolinea la Firino - e siamo pronti a intervenire qualora dovessero emergere situazioni particolari per alcuni corsi di laurea".
Ultima modifica ilMercoledì, 06 Gennaio 2016 10:08

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Cagliari