Cagliari. Notte europea dei ricercatori. Giovani, ateneo, città, enti e territorio: sfida vincente

In evidenza Cagliari. Notte europea dei ricercatori. Giovani, ateneo, città, enti e territorio: sfida vincente

Venerdì 27 settembre, dalle 16 alle 24 piazza Garibaldi, ma anche la scuola “Alberto Riva”, la Manifattura tabacchi in viale Regina Margherita e i Geo-musei in via Trentino ospitano un evento senza eguali. La Notte europea dei ricercatori fa capo al progetto europeo Sharper (Sharing researchers’ passions for evidences and resilience) “European researcher’s night” e coinvolge gli specialisti di dodici dipartimenti e di vari centri di ricerca. Dopo il successo della scorsa edizione con la partecipazione di oltre diecimila visitatori, la Notte torna con installazioni artistiche, mostre interattive, attività per bambini e ragazzi, laboratori, concerti, conferenze. In scaletta oltre 70 interventi e 30 gazebo in piazza. Con il pubblico che potrà immergersi nel mondo della ricerca e stare a stretto contatto con i ricercatori. Verranno presentate le attività a studenti, cittadini e imprese. La manifestazione viene seguita con trasmissioni in diretta da UnicaRadio.it ed è curata dall’Università del capoluogo e dalla sezione di Cagliari dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn). La Notte mira a coinvolgere i cittadini nella quotidianità dei ricercatori e del ruolo che ricoprono nel contribuire alla costruzione del futuro della società. La manifestazione si svolge in concomitanza anche a Nuoro con una serie di eventi mirati.

Dalla materia oscura alle nanoparticelle passando per acqua, menhir, alieni, teleriabilitazione, economia circolare, disuguaglianze, sicurezza, scene del crimine, ambiente, cultura e territorio, antichi testi sardi, automazione, cannabis e cervello, scimmie e diritto d’autore, carcinomi e genetica. Questi sono solo alcuni degli ingredienti dei seminari divulgativi tenuti dai ricercatori nelle scuole primarie e secondarie nelle attività di natura artistica e scientifica alla Manifattura tabacchi. La scaletta della manifestazione prevede le “Quattro chiacchiere con i ricercatori”, a cura dell’ateneo e dell’Infn di Cagliari, l’Area kids (esperimenti e attività per bambini), gli European corner (opportunità a sostegno della ricerca e programma Maria Curie). Inoltre, dal 20 al 28 settembre, si tengono una serie di attività al confine tra arte e scienza alla Manifattura Tabacchi. Tra queste l’installazione “Museum of the moon” di Luke Jerram e la mostra interattiva “L’universo a portata di mano” a cura dell’Infn. Di forte interesse anche “Aspettando la notte”, seminari che dal 23 al 26 settembre si tengono nelle scuole secondarie Giua, Pacinotti, Euclide, Convitto nazionale e Alberti. In calendario anche “Ricercatori alla spina” il 25 settembre e, il giorno seguente, la conferenza-incontro con Luna Rossa Prada Pirelli team.

L’evento è organizzato da Università di Cagliari e sezione locale dell’Infn con il coinvolgimento di Regione Sardegna, Comune di Cagliari e Nuoro, Sardegna Ricerche, 10Lab, Istituto nazionale astrofisica (Inaf), Crs4, Sardegna Teatro, Manifattura Tabacchi, Associazione laboratorio scienza, Associazione ScienzaSocietàScienza, complesso didattico Santa Caterina, Associazione Coderdojo Quartu, Associazione Ideas, Cnr-Iom, Ctm, Ris-Carabinieri, Polizia, Comando provinciale Vigili del fuoco. Il progetto è finanziato dall’Assessorato regionale pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport nell’ambito del bando Por-Fesr 2014-2020 e dall’Assessorato comunale cultura e spettacolo.

Ultima modifica ilMercoledì, 07 Agosto 2019 20:07

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module