Trasporti aerei. In arrivo il piano industriale di Meridiana

In dirittura di arrivo la presentazione del nuovo piano industriale di Meridiana. Entro il mese di dicembre la compagnia lo renderà noto, unitamente al nominativo del nuovo amministratore delegato. In ballo ci sarebbero importanti investimenti sulla flotta, con l'intenzione di riportare il numero dei velivoli a 40 unità, con la possibilità di valutare il reintegro di gran parte del personale in esubero licenziato il 26 giugno del 2016. E' quanto si apprende da fonti sindacali, secondo cui i prossimi step dovrebbero essere la firma del nuovo contratto di settore, secondo il modello nazionale, per piloti e assistenti di volo, seguita dalla unificazione del Certificato di Operatore aeronautico (attualmente diviso fra quello di Airitaly e di Meridiana). Intanto continua la trattativa per la definizione delle nuove condizioni contrattuali. Dall'ingresso del Qatar nella compagine societaria si sono già svolti (15 e 16 novembre 2017) gli incontri con le sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Anpav e Anpac, firmatarie dell'accordo quadro del 2016. Ad essere insoddisfatte le tre sigle che non avevano voluto firmare (Usb, Apm e Cobas) che invitano l'azienda "ad includere i sindacati maggiormente rappresentativi di piloti e di assistenti di volo al tavolo delle attuali trattative". Su questo fronte Meridiana esprime la sua disponibilità ad ascoltare "come ha sempre fatto, anche le voci di Usb, Apm e Cobas", nonostante le stesse non prendano parte alle riunioni con i sindacati firmatari dell'accordo.

Mercato immobiliare. In Sardegna i trilocali la fanno da padrone

In base ai dati elaborati dall'Ufficio studi del Gruppo Tecnocasa, relativi ai primi 6 mesi del 2017, il mercato immobiliare sardo ha visto uno spostamento della domanda verso la tipologia del trilocale. Tale mutazione sarebbe ascrivibile ad un progressivo calo dei prezzi che ha determinato una maggiore attenzione del mercato verso le metrature più grandi dell'offerta. A conferma di ciò i trilocali la fanno da padrone, seguiti dai quadrilocali. In particolare, la tipologia dei tre locali è maggiormente richiesta a Carbonia (66,4%) e a Iglesias (62,9%), ma anche a Tortolì (60,8%) e Oristano (60,4%). A Olbia mantiene il suo appeal il bilocale, con una domanda pari al 29,5% del totale. Situazione analoga in Ogliastra (Tortolì) con un 25,9% della domanda, mentre a Cagliari e Sassari inizia a prendere piede la tipologia del quadrilocale.

Cagliari. Stati generali della Moda all'ex Manifattura Tabacchi

La Squadra Mobile della Questura di Cagliari ha arrestato tre giovani stranieri per spaccio di droga nel quartiere "Marina". I tre, due gambiani e un rumeno, tutti senza fissa dimora, avevano come punto di riferimento piazza Sant'Eulalia. Lo spaccio, ripreso da diversi video avveniva nella gradinata, frequentata da "clienti" di passaggio. Le operazioni di perquisizione personale, condotte dalla Polizia, hanno interessato anche il nascondiglio utilizzato dagli spacciatori dove sono stati ritrovati circa 50 grammi di droga di vario tipo, in prevalenza hashish e marijuana.

Turismo. Nell'isola crescono gli affitti brevi

Una crescita del 20/25% rispetto al 2016. Il fenomeno della vacanza in casa attraverso gli affitti brevi, esploso con Airbnb e altre piattaforme simili, diventa sempre più un'alternativa all'albergo. Soprattutto per chi viene nell'isola fuori stagione non necessariamente interessato a sole e mare. Un fenomeno che coinvolge spesso zone della Sardegna meno note e che ha il vantaggio di promuovere l'isola presso mercati e circuiti internazionali diversi da quelli soliti. Ad utilizzare i circuiti delle case in affitto sono diversi turisti, in rappresentanza di diverse nazionalità. Tra questi anche i cinesi, talvolta interessati anche a forme di investimento immobiliare. Per discutere degli affitti brevi e di tutto ciò che ne consegue, domenica avrà inizio a Cagliari il primo Salone regionale del Turismo extra-alberghiero alla Fiera di Cagliari. Per l'occasione sarà presente anche Stefano Bettanin, presidente dell'associazione Property managers Italia, Ceo di Rentopolis (www.rentopolis.it), start up innovativa sul turismo 2.0, che avrà modo di confrontarsi con l'assessore regionale del Turismo, Barbara Argiolas.

Imprenditoria Femminile. In Sardegna le imprese rosa sono oltre 37 mila

Sono il il 22,4% del totale (37.398), una percentuale maggiore rispetto alla media nazionale (21,6%). Nonostante il dato metta in evidenza una sempre maggiore presenza di imprese gestite da donne, in Sardegna rimane comunque la predominanza di imprese con a capo gli uomini (129.835 su 167.233, pari al 77,6% del totale). Il dato, riferito all'anno 2016, è stato diffuso dall'Osservatorio Unioncamere Infocamere in occasione del primo "Imprenditrice day". L'evento, organizzato dal gruppo Terziario Donna di Confcommercio Sud Sardegna, si è svolto presso il Business Centre dell'Aeroporto di Cagliari. In particolare le aziende gestite da imprenditrici under 35 rappresentano il 13,3% del totale, 4.984, più di quelle maschili che si fermano al 9,6%. Nel comparto delle imprese artigiane, quelle guidate da manager di sesso femminile sono 6.042, il 16,2%, in settori come l'alimentare e il tessile ma anche la cultura, servizi alla persona e commercio (quelle maschili sono 31.698, pari al 24,4% del totale). Le imprese cooperative gestite da imprenditrici raggiungono quota 1.300 (il 3,5%). Per quanto riguarda la nazionalità, le donne straniere che hanno avviato un'impresa in Sardegna sono 2.182 (il 5,8%).

Aids. In calo i casi diagnosticati nel 2016

Sono 54 i casi di nuove infezioni da Hiv diagnosticati nel 2016 in Sardegna. In sè il dato evidenzia un evidente calo anche se, come sottolinea Lila Sardegna, potrebbe essere ascrivibile dal minore numero di persone che fanno un test nei centri sanitari pubblici. In vista della Giornata mondiale di lotta all'Aids, in programma il prossimo 1 dicembre, Lila Sardegna organizza diversi appuntamenti, dal 18 al 24 novembre, con a disposizione il test rapido salivare nella sede di via Dante 16. Intanto continuano le attività di sensibilizzazione effettuate dai volontari di Lila che, per il secondo anno consecutivo, si sono recati in 11 scuole per la prevenzione dell'Hiv e per la prevenzione dovuta alle infezioni sessualmente trasmissibili. Dal questionario anonimo online il 44,7% degli intervistati- 17 anni di media- hanno avuto almeno un rapporto sessuale, di questi solo il 37% si protegge sempre con il profilattico,il 43,6% lo usa saltuariamente e il 19,4% non lo usa mai. In questo senso la campagna "TasP" rappresenta un "evento di straordinaria importanza, paragonabile in qualche modo all'avvento delle terapie antiretrovirali del 1996 per il suo forte impatto sulla vita delle persone con Hiv" - come sottolineato da Brunella Mocci, presidente di Lila Cagliari e membro del Coordinamento nazionale Lila. Grazie alle terapie in grado di azzerare la carica virale - ha continuato MOcci - le persone con Hiv in trattamento non solo possono avere una vita lunga e normale come chiunque altro, ma possono mettere al mondo dei figli sani e non sono in grado di trasmettere il virus ad altri". Nonoatante i passi avanti nel campo della sensibilizzazione rimangono ancora delle aree critiche, dovute in particolare dalla resistenza di diverse scuole statali, timorose per le reazioni dei genitori.

Ristoranti stellati. Confermate 2 stelle Michelin per la Sardegna

La Sardegna vede riconfermate le stelle Michelin per il ristorante cagliaritano 'Il Corsaro' e 'S'Apposentu' a Siddi. Per quest'ultimo si tratta della sesta riconferma e così il suo patron, Roberto Petza, continua a figurare tra i 356 chef stellati italiani che compariranno nell'edizione 2018 della prestigiosa Guida Michelin. Lusinghiero anche il commento della Guida sul ristorante di Petza: "un gioiello sperduto nel cuore della Sardegna ma che merita un viaggio per trovare i sapori perduti di paste artigianali, animali da cortile, mandorle e zafferano dell'isola, pecorini prodotti dal cuoco, una gustosa cucina di campagna con un occhio al mare". Ottima citazione anche per Il Corsaro, del giovane Stefano Deidda: "per anni il miglior ristorante di Cagliari, questo sobrio angolo di eleganza grazie alla passione ed al continuo impegno della famiglia che lo conduce, è diventato uno dei migliori dell'intera Sardegna. Tra archi, quadri e specchi, moderni percorsi di degustazione che rivivono i sapori sardi con fantasia, vi piaceranno anche e - soprattutto - per il loro buon gusto ed equilibrio".

Sardegna - Cascia: Sa Paradura come tesi di laurea

Il presidente nazionale del consiglio direttivo della Protezione Civile, Emilio Garau, ha deciso di fare de "Sa Paradura" l'argomento della sua tesi di laurea nell'ambito del corso in "Disaster management". Un gesto di gratitudine verso i pastori sardi che nell'aprile scorso avevano donato mille pecore agli allevatori di Cascia. In particolare, come sottolineato dal sindaco di Cascia, già dal titolo della tesi "Protezione civile - non solo emergenze" si può evincere quale sia il rapporto di amicizia e collaborazione che si è venuto a creare tra la Sardegna e Cascia. Il gesto dei pastori sardi ha fatto sì che la tradizione de Sa Paradura diventasse una tradizione anche nella città umbra. In questo senso il prossimo anno - come ha promesso il sindaco di Cascia - saranno gli allevatori umbri a recarsi in Sardegna per donare ai pastori alcuni agnelli nati dalle pecore regalate.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari