BANNER 300X250

Cagliari. "Un Weekend per le Donne" a Palazzo Doglio

E' il nome dell'iniziativa promossa da Palazzo Doglio e Summer Mode. Obiettivo: sostenere la raccolta fondi per finanziare l'acquisto di un nuovo mammografo con tomosintesi di ultimissima generazione da donare all'Oncologico Businco di Cagliari. L'evento, che precede la Giornata Internazionale della Donna, sabato 6 e domenica 7 marzo, vede protagonista l'Osteria del Forte, che proporrà due speciali offerte gastronomiche - una per la colazione e l'altra per il pranzo con un set menù da 4 portate - e la pizzeria Maiori, per la raccolta dei fondi necessari all'acquisto del nuovo mammografo. All'iniziativa hanno aderito diverse aziende. L'importo da raggiungere è 168 mila euro.

Cagliari. Secondo appuntamento per " Tea talks": l'arte è servita all'ora del tè, 27 e 28 febbraio

Tutto pronto per il secondo appuntamento del ciclo di incontri Tea talks al Palazzo Doglio il 27 e il 28 febbraio dalle 16:30 alle 18:00. Un'iniziativa ideata dai Musei Civici di Cagliari con Palazzo Doglio, che vede coinvolti, durante i fine settimana, gli storici dell’arte dei prestigiosi Musei cittadini. Tutti impegnati nella divulgazione delle collezioni permanenti e delle mostre temporanee in corso, attraverso una mini-conferenza in presenza. Durante gli appuntamenti i partecipanti potranno seguire 30 minuti di presentazione corredata da bellissime immagini a cura degli specialisti, che si tratterranno a disposizione dei presenti per eventuali approfondimenti sui temi trattati. In particolare, per l'appuntamento del 27 e 28 Febbraio ad essere protagonista é "La Collezione Siamese, i tesori di un re". Di fatto i Musei Civici di Cagliari possiedono una delle più prestigiose Collezioni di Arte orientale a livello mondiale, oggi in parte esposta all’interno del Museo d’Arte Siamese, sito presso la Cittadella dei Musei. Si tratta di una raccolta donata dal Collezionista Stefano Cardu agli inizi del Novecento dove sono presenti circa 1300 pezzi di oggetti vari, come armi, argenti, libri manoscritti, statuine d’avorio e svariati oggetti di uso quotidiano, provenienti dalla Cina, dal Giappone, dal Laos, dalla Birmania, dall’India e soprattutto dal Siam, l’attuale Thailandia. I manufatti, di inestimabile valore, coprono un vasto arco cronologico ma la maggior parte, per lo più siamesi, sono databili al XIX secolo e provengono dalla corte dei re della dinastia dei Rama. A completamento dell'iniziativa, per ogni sabato e domenica, dalle 10:00 alle 18:00, sarà attivo il bookshop pop-up all'ingresso di Palazzo Doglio, dove sarà possibile acquistare i volumi di approfondimento dei temi trattati di volta in volta e dove si potranno acquistare, eccezionalmente, i biglietti della Galleria Comunale d'Arte e del Museo d'Arte Siamese ad un prezzo ridotto. La partecipazione ai Tea Talks, organizzata nel pieno rispetto delle attuali norme di sicurezza, è su prenotazione chiamando il numero 070 64640 oppure inviando una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Cagliari. Palazzo Doglio: ultimo appuntamento di "Arte in tavola"

Nell'ambito del progetto a supporto della cultura, realizzato da Palazzo Doglio in collaborazione con i Musei Civici di Cagliari, va in scena, sabato 23 e domenica 24 gennaio, l'ultimo appuntamento di "Arte in Tavola". Un ciclo di appuntamenti all’insegna dell’arte e del gusto che vede Alessandro Cocco, Executive Chef dell’Osteria del Forte a Palazzo Doglio, interpretare un’opera d’arte della Collezione Ingrao della Galleria Comunale di Cagliari. Per l'appuntamento di sabato 23 e domenica 24 gennaio (ore 12.30 - 14.30) sarà il dipinto di Mino Maccari, “Ammiraglio seduto su una tinozza”, ad ispirare il piatto dello Chef. L’ironia di Maccari accompagnerà gli ospiti di Palazzo Doglio con il piatto “Il Chiasso di una zuppa di pesce e della cultura romanesca” in un’autentica esperienza di arte culinaria, arricchita dalla presentazione di un video introduttivo sull’opera, realizzato dagli storici dell’arte della Galleria Comunale in esclusiva per il progetto, e li guiderà in un autentico viaggio nella creatività che parte dalle sale espositive e arriva in tavola, per poi concludersi con la visita dell’opera alla Galleria Comunale. In particolare, chi aderisce all’iniziativa, riceverà un biglietto omaggio per la Collezione Ingrao, celebrando così la riapertura dei musei dell’isola prevista dal 18 gennaio. Accanto all’iniziativa "Arte in Tavola" di questo fine settimana, ci sarà spazio anche per presentare alla città il nuovo menù dell’Osteria del Forte, un percorso culinario innovativo in cui i prodotti del territorio incontrano tecniche e preparazioni di respiro internazionale. La partecipazione ad "Arte in Tavola", organizzata nel pieno rispetto delle attuali norme di sicurezza, è su prenotazione chiamando il numero 070 64640, oppure inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cagliari. Palazzo Doglio miglior nuovo hotel in Europa

Prestigioso riconoscimento per Palazzo Doglio, il nuovo hotel realizzato in pieno centro a Cagliari. La struttura si aggiudica infatti il titolo di “Europe’s Leading New Hotel”, uno degli ambiti riconoscimenti annunciati dall’organizzazione dei World Travel Awards, gli Oscar del Turismo che, dal 1993, premiano le eccellenze dell’industria turistica internazionale che si sono distinte nel corso dell’anno per la qualità dei servizi offerti. Inaugurato lo scorso Febbraio e formato in gran parte da allievi del Forte Village, sotto la guida del Direttore Generale Dino Mitidieri, in meno di un anno l'hotel rappresenta di fatto una realtà urbana ed accessibile. Un progetto reso possibile grazie alla visione e al coraggio imprenditoriale degli azionisti che hanno intravisto la possibilità di valorizzare l'offerta turistica nel capoluogo sardo, uno dei tesori nascosti d’Italia, con una struttura di caratura internazionale che si aprisse anche al mercato locale. Un luogo dove i diversi mondi dell’hôtellerie, dell’alta cucina, dello shopping, del benessere e dell’anima residenziale si sono coniugati in perfetta armonia, facendolo diventare in pochi mesi l’indirizzo più prestigioso di Cagliari. Tra i tanti eventi organizzati, il calendario delle “Notti Stellate”, presso L’Osteria del Forte e la sua proposta di esclusive cene a quattro mani che, a partire dal mese di Luglio, hanno visto protagonisti diversi Chef stellati. Diversi anche gli eventi di intrattenimento con il cartellone di appuntamenti musicali en plein air dove la Corte si è trasformata in un elegante teatro a cielo aperto, nel cuore della città. L’indiscusso legame con il territorio di Palazzo Doglio si traduce anche in un forte impegno sociale a supporto del comitato regionale di AIRC e nella collaborazione con Summer Mode per l’importante raccolta fondi a sostegno dell’ospedale Businco di Cagliari. In questi giorni sono state lanciate delle nuove iniziative, dedicate ai cittadini di Cagliari e ai residenti della Sardegna, con l'obiettivo di far scoprire questo autentico gioiello 'sardo' in tutte le sue sfaccettature.

Cagliari. Carlo Cracco all'Osteria del Forte di Palazzo Doglio

Carlo Cracco, chef di fama mondiale, arriva a Cagliari, all'Osteria del Forte di Palazzo Doglio. Sarà protagonista, insieme all’Executive Alessandro Cocco, di un’esclusiva cena a quattro mani in programma venerdì 30 Ottobre alle ore 20.00. L'appuntamento con Cracco, giunge dopo quelli con Matteo Grandi, Alessandro Breda, Fabio Pisani, Andrea Berton e Massimiliano Mascia. Un evento di prestigio per quello quello che è stato definito da Reporter Gourmet “Il ristorante più stellato della Sardegna”. L'icona mondiale dell’alta cucina italiana, in collaborazione con Alessandro Cocco - cresciuto al Forte Village con maestri quali Gordon Ramsay e Heinz Beck - condividerà il suo stile inconfondibile in una serata speciale, proponendo un menu che intreccia alcuni dei suoi piatti signature con i profumi e i sapori dei prodotti di stagione e a chilometro zero che caratterizzano l’offerta culinaria dell’Osteria del Forte a Cagliari.

Cagliari. Palazzo Doglio e Summer Mode, uniti per l'ospedale Businco

Prende il via mercoledì 30 Settembre 2020, dalle 18.30, presso la Corte Doglio l’importante raccolta fondi, organizzata da Palazzo Doglio e Summer Mode, a supporto dell’Ospedale Oncologico Businco di Cagliari, destinata a finanziare l’acquisto di un mammografo di ultimissima generazione. Una serata speciale che si tinge di rosa e rappresenta il primo passo di una importante iniziativa a sostegno del benessere e salvaguardia della salute delle donne in Sardegna. In questa occasione verrà ufficialmente lanciata la piattaforma online su cui verrà versato il ricavato della serata e attraverso la quale verranno raccolte le donazioni volontarie, che si spera possano contribuire nel più breve tempo possibile a raggiungere i fondi necessari per l’acquisto del Mammomat Revelation, pari a 168.000 euro. Lanciato nel 2018 dalla Siemens, il mammografo in questione vanta il più ampio angolo di acquisizione sul mercato ed un elevato numero di proiezioni che garantiscono un'altissima qualità diagnostica, bassissime radiazioni ionizzanti ed elevato comfort per la donna. L’acquisto del macchinario, che andrà ad integrare la dotazione esistente, aiuterà l’Ospedale Businco a ridurre sensibilmente i lunghi tempi di attesa per questo esame che continua a rappresentare lo strumento più efficace per la diagnosi precoce del tumore al seno. La partecipazione alla serata, prevede un contributo per persona di 90 Euro che include: l’esclusiva “Collana Doglio”, in argento, bagnato in oro rosa, interamente disegnata e realizzata da Summer Mode in edizione limitata per l’evento, e aperitivo con finger food nella splendida cornice del Palazzo. Per prenotazioni contattare il numero 070 64640 oppure inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cagliari. Lo chef stellato Massimiliano Mascia protagonista delle "Notti Stellate" dell'Osteria del Forte

Massimiliano Mascia, 2 stelle Michelin, tra le personalità più acclamate nel panorama culinario italiano, mercoledì 19 agosto sarà protagonista del quinto appuntamento delle “Notti Stellate”, ciclo di chef stellati lanciato da Palazzo Doglio e l’Osteria del Forte. Il format delle Cene a 4 mani, in cui l’Executive Chef dell’Osteria del Forte, Alessandro Cocco, giovane promessa della cucina italiana cresciuto al Forte Village nella scuola di Gordon Ramsay e del tristellato Heinz Beck, dialoga con celebri colleghi di fama internazionale è ormai un’istituzione di questa estate cagliaritana. Le “Notti stellate” sono cominciate con Matteo Grandi, continuando poi con icone dell’alta cucina italiana come Alessandro Breda, Fabio Pisani, Andrea Berton che hanno trasformato l’Osteria del Forte di Palazzo Doglio nel ristorante più stellato dell’isola. Il prossimo secondo paio di mani sarà quello di Alessandro Cocco e Max Mascia che anticipa il dietro le quinte della serata del 19 agosto: “vado al Forte Village da una decina d’anni, fino al 2017 per una manciata di serate; dal 2018 presso il ristorante che per due mesi l’anno gestiamo in loco, la Terrazza San Domenico. Quindi conoscevo Alessandro già dal Forte, dove avevamo avuto un confronto, mai una cena insieme. La frequentazione dei luoghi mi ha consentito di familiarizzare con la cucina sarda, che è quasi più di terra che di mare, ma può contare su un pesce squisito. Qualche prodotto l’ho anche riportato a Imola, come le ostriche e le cozze. Io e Alessandro abbiamo pensato a un menu di quattro piatti: da parte mia ci saranno l’uovo in raviolo, che mi è stato esplicitamente richiesto, e un antipasto di pesce”. Max Mascia, classe 1983, inizia la sua esperienza in cucina al San Domenico, il ristorante di Imola nato nel 1970, dove sin dall’età di quattordici anni il giovane chef coltiva la passione per la cucina alternando agli studi alberghieri il lavoro accanto ai suoi primi maestri, gli zii Natale e Valentino. Al termine del percorso scolastico inizia l’avventura che lo porterà a viaggiare e confrontarsi con i grandi nomi della cucina nazionale e internazionale prima in Italia, presso i Ristoranti Vissani e al Romano di Viareggio, e poi all’estero all’Osteria Fiamma di New York, al Bastide Saint Antoine di Grasse e infine al Plaza Athenée di Parigi dal re della cucina Alain Ducasse. Studiare nuove tecniche e sapori, sfidare i propri limiti, mettersi alla prova: la sintesi delle esperienze che hanno permesso a Max Mascia di raccogliere i segreti della cucina, lui le racconta così: “Negli Stati Uniti ho imparato a lavorare a ritmi sempre elevati e ho compreso l’importanza dell’organizzazione del lavoro. In Francia ho approfondito la tecnica di cucina e ho percepito il grande valore della storia e della cultura gastronomica. In Italia ho studiato attentamente la materia prima, una materia prima che non ha eguali nel mondo per livello qualitativo”. Max Mascia è lo chef del ristorante bistellato storico più iconico d’Italia : il San Domenico compie 50 anni questo anno. Max è percepito come una delle figure emblematiche dell’alta cucina italiana per la sua capacità a sviluppare progetti, attività e network attorno al San Domenico, mentre assieme alla sua brigata sa condividere, trasmettere e innovare continuamente, con cultura ed eleganza. Nelle sue ricette si nasconde l’anima classica della cucina che sposa l’estro, la creatività e la cura nel dettaglio in un gioco di perfetti equilibri che omaggiano lo scorrere delle stagioni e rendono riconoscibile ogni ingrediente senza eccessi o alterazioni.

Cagliari. Lo Chef stellato Alessandro Breda alle "Notti Stellate" di Palazzo Doglio

Questa volta è il turno di Alessandro Breda, 1 stella Michelin e tra le personalità più acclamate nel panorama culinario italiano. Lunedì 27 luglio sarà lui il protagonista del secondo appuntamento delle “Notti Stellate”, lanciato da Palazzo Doglio e l’Osteria del Forte. Il format è quello delle Cene a 4 mani, in cui l’Executive Chef dell’Osteria del Forte, Alessandro Cocco, giovane promessa della cucina italiana cresciuto al Forte Village nella scuola di Gordon Ramsay e del tristellato Heinz Beck, dialogherà con celebri colleghi di fama internazionale per offrire al pubblico esperienze innovative di arte culinaria, nella suggestiva cornice della meravigliosa Corte di Palazzo Doglio, palazzo aristocratico degli anni venti riportato all’originale splendore grazie al recente intervento di restauro e recupero dell’area. Classe 1968, alla guida della brigata Gellius, con cui mescola sapientemente storia, innovazione e tradizione regionale, Alessandro Breda, a soli 19 anni, entra nella brigata del Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi che tra i suoi allievi ha avuto anche un altro importante chef stellato, star della tv, Carlo Cracco. All’esperienza triennale con Marchesi si sommano anche quella presso il ristorante Tantris di Monaco di Baviera con lo chef Hein Winter e quella all’Enoteca Pinchiorri di Firenze. Dopo un anno al Four Season di Londra, Alessandro Breda apre il ristorante Al Capitello, a Corbanese di Tarzo, che gestisce per sei anni, prima di approdare al suggestivo Gellius di Oderzo, in provincia di Treviso, dove conquista una stella Michelin. Quella di Breda è una cucina contemporanea fatta di studio e ricerca che si traduce in piatti capaci di omaggiare il territorio della provincia trevigiana e la tradizione gastronomica italiana senza rinunciare al valore dell’innovazione che si esprime in abbinamenti ricercati, capaci di esaltare le materie prime. Il rispetto della stagionalità, la ricerca di equilibrio tra i diversi ingredienti e lo studio delle tecniche di cottura sono gli elementi che guidano la cucina di Breda accanto allo studio del gusto, “..cerco di concentrarmi molto sull’essenza del gusto, sulla ricerca delle materie prime e sulla stagionalità dei prodotti. Credo sia un patrimonio da salvaguardare, al pari delle ricette tipiche di un territorio.”
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module